top
logo

Accesso utenti



Articoli correlati


Home Area Lavoro Gestione del TFR IL TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO: IL CALCOLO
IL TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO: IL CALCOLO PDF Stampa E-mail
Area Lavoro - Gestione del TFR
Giovedì 18 Febbraio 2010 08:57
Il Trattamento di Fine Rapporto è l’importo che viene corrisposto al lavoratore nel momento della cessazione del rapporto di lavoro subordinato. Spetta sia al lavoratore che viene licenziato e sia al lavoratore che rassegna le dimissioni. Tale importo, è dato dalla somma degli accantonamenti   (circa una mensilità per ogni anno di lavoro effettuato) che con cadenza annuale vengono eseguiti  dal datore di lavoro. 
La domanda che spesso ci si pone è: ma come si calcola il TFR?
Di seguito vengono descritte  delle semplici regole da seguire per determinare il TFR maturato.
1. L’accantonamento annuale  è dato dal rapporto tra la retribuzione annuale, comprensiva mensilità supplementari, ed un coefficiente fisso del 13,50. 
2. Sulla quota annuale viene detratto il contributo  a favore del Fondo pensioni del lavorati dipendenti ottenuto moltiplicando la retribuzione annuale ai fini previdenziali per un coefficiente fisso dello 0,50%.
3.  Si sommano tutti gli accantonamenti degli anni precedenti  da sottoporre a rivalutazione monetaria per evitare che quanto accantonato in precedenza perda  il potere d’acquisto.  La rivalutazione quindi si ottiene moltiplicando il TFR maturato al 31 Dicembre dell’anno precedente per il coefficiente di rivalutazione costituito dall’1,50% fisso più il 75% dell’aumento dell’indice
 dei prezzi al consumo per le famiglie  accertato dall’ISTAT. (Per praticità questo tasso viene pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale). 
Il risultato della rivalutazione poi viene assoggettato dal 2001 ad un’imposta sostitutiva dell’11% versato all’Erario dal sostituto d’imposta (datore di lavoro) con il modello F24.
 
Per chiarire quanto sopra descritto si procede con un esempio.
 
Si  consideri che a Dicembre 2009 si debba procedere alla rivalutazione del TFR maturato nell’anno precedente e all’accantonamento della quota dell’anno in corso.
Al 31 dicembre 2008:
il TFR accantonato è  pari a  € 13.000,00; 
La retribuzione annua del 2009 è di € 25.000,00  e coincide con la retribuzione imponibile ai fini INPS;
Il coefficiente di rivalutazione annua al 31 Dicembre 2009 è di  1,02224907;
 

CALCOLO DELLA QUOTA ANNUA DI  ACCANTONAMENTO DEL TFR:
€ 25.000,00 / 13,50  = € 1.851,85    Quota TFR al lordo del contributo al Fondo pensioni  al 31 dicembre 2009
€ 25.000,00 X 0,50% = € 125,00      Quota annua del contributo al Fondo pensioni versato dal datore di lavoro
€ 1.851,85 – € 125,00 = € 1.726,85  Quota TFR al netto del contributo versato al Fondo pensioni

CALCOLO DELLA RIVALUTAZIONE:
€ 13.000,00 X 1,02224907 = € 13,29   Rivalutazione monetaria del TFR maturato al 31 Dicembre 2008

CALCOLO DELL’IMPOSTA SOSTITUTIVA:
€ 13,29 X 11% = € 1,46   Imposta sostitutiva sul TFR trattenuta dal datore di lavoro e versata all’Erario.

TFR MATURATO AL 31 DICEMBRE 2009:
   € 13.000,00     TFR maturato al 31 Dicembre 2008
+ €       13,29   Quota rivalutazione calcolata sul  Tfr 2008
-  €         1,46   Imposta sostitutiva di rivalutazione
+ €   1.726,85   Quota TFR maturata nel 2009
= € 14.738,68 TFR  complessivo maturato al 31 Dicembre 2009 

Commenti (12)
  • antonio  - piccolo colonio
    cortesemente vorrei sapere se una persona iscritta all'i.n.p.s. come piccolo colono se spetta il T.F.R. graie distinti saluti.-
  • Il Consulente  - TFR e piccolo colono
    Salve sig. Antonio,
    non capisco se lei è dipendente o meno. Nel caso di dipendente ha diritto al TFR, in caso di titolare del rapporto di colonia, ha diritto al TFR in proporzione a quanto versato al fondo di garanzia.
  • GIORGIA  - vorrei sapere quanto mi aspetta di liquidazione?
    buongiorno,mi chiamo Georgiana( rumena),sono assistente familiare profesionale con attestato e lavoro fissa con vitto e alloggio, presso una sig.ra disabile affetta di sclerosi multipla. con il 30 di maggio 2012, chiudo il rapporto di lavoro per vari motivi, vorrei sapere come calcolare la mia liquidazione,e ciò che mi spetta, dopo 18 mesi di lavoro presso alla sig.ra, considerando che la mia retribuzione è stata concordata a 1700 euro mensili(nel mio contratto l'Inps è di 25 ore sett. con una retribuzione oraria di 8,oo) svolgendo anche attività administrative e burocratiche, accompagnarla in tutto giorno e notte. grazie
  • Consulente  - Conteggi non disponibili
    Salve Giorgeana,
    per rispetto a utti gli utenti, non si risponde a domande personali e quindi non si fanno conteggi che rientrano nei servizi a pagamento.
  • GIORGIA
    grazie mille
  • Giulia
    Buongiorno, entro quando dovrebbe essere corrisposto il TFR? Sono possibili delle rateizzazioni?
    Grazie
    Giulia
  • Anonimo
    ho maturato 10000 euro in tfr lordi in 6 ani quanto sara soma neta ,grazie
  • Consulente  - Utilizzo dei conteggi nell'esempio
    Salve Anonimo,
    provi ad utilizzare l'esempio riportato.
  • Cosima
    Dott.Antonacci grazie in anticipo della risposta.il mio stipendio mensile lordo e' di 800 euro ,netti 765 euro. Sono stata licenziata il 31 luglio 2013 e assunta nel novembre 2011,per il 2011 e 2013 visto che non è un anno completo ,12 mensili come invece il 2012, se ho capito l'esempio dovrò sommare per il 2011 800euro +800euro( 2 mensili)/13,50 ? ...oppure per il 2012... 800 x12/13.50?.. Devo considerare il mensile lordo o netto?Non le chiedo di farmi i conteggi ma illuminarmi se ho capito il concetto.
  • antonella  - giorni lavorativi
    Dott. Antonacci una cortesia. Sono in procinto di liquidare la mia colf. La data di cessazione del rapporto di lavoro è il 4 novembre 2013. Quanti sono i giorni di novembre da retribuire cortesemente? Non so se devo calcoare ifestivi o sabato ecc. Grazie per una sua cortese risposta-
  • Consulente  - Giorni lavorativi
    Salve Antonella dipende da quanto lavora la sua colf.
    Se lavora tutti i giorni deve considerare le settimane dal lunedì al sabato più festivi.
  • pippo  - Calcolo rivalutazione errato
    Il calcolo mostrato contiene alcuni errori.

    Il seguente è un modo veloce per calcolare il montante TFR dell'esempio:

    tasso di riv. lordo = 2.224907%
    tasso di riv. netto = 2.224907% *0.89 = 1.9801%

    13000 + 1.9801% = 13257.41 rival. netta TFR
    25000 * 6.907% = 1726,75 accantonamento 2009

    Totale TFR = 13257.41 + 1726.75 = 14984.16 Euro


    pippo


Commenta
I tuoi dettagli:
Commento:
:D:):(:0:shock::confused:8):lol::x:P:oops::cry:
:evil::twisted::roll::wink::!::?::idea::arrow:
Security
Inserisci il codice anti-spam che vedi nell'immagine.
Lascia un commento o fai una domanda.
 

In Evidenza

Tributario: risposte a quesiti, ricerche e pareristica, contenzioso.

 
Tributi locali: pratiche, calcoli e consulenza in materia di Ici, ed altre imposte locali.

 
Societario: costituzione di società (anche tramite un proprio notaio), consulenza legale (tramite proprio Avvocato) e fiscale.

 
Amministrativo: disbrigo di pratiche amministrative presso Ufficio delle Entrate, Camera di Commercio, Uffici Comunali, uffici vari.

 
Tutela dei marchi: Registrazione di marchi, consulenza legale (tramite proprio Avvocato) sulla protezione della proprietà intellettuale).

 
Consulenza del lavoro: Elaborazione buste paga, consulenza specifica su questioni del diritto del lavoro.

Contattaci


bottom
top

News

I più visti


bottom

Copyright 2013© Simona Antonacci.
Via della Vignaccia, 27 – 00163 Roma, Partita IVA 09406571001
Vaild XHTML and CSS.