top
logo

Accesso utenti



Articoli correlati


Home Area Lavoro Elaborazione paghe COLF: ESEMPIO DI CALCOLO BUSTA PAGA 2010-12 (AGGIORNATO IN TEMPO REALE CON RISPOSTE AGLI UTENTI"
COLF: ESEMPIO DI CALCOLO BUSTA PAGA 2010-12 (AGGIORNATO IN TEMPO REALE CON RISPOSTE AGLI UTENTI" PDF Stampa E-mail
Area Lavoro - Elaborazione paghe
Martedì 02 Marzo 2010 10:23
La retribuzione delle colf sta diventando un tema sempre più importante nel paese Italia. Molto spesso ci si chiede quale sia il compenso da erogare, quale siano gli elementi da considerare, come si calcolano le ferie e via dicendo.
Di seguito si cercherà di dare alcune informazioni e fare un esempio di busta paga di una colf.
Per quanto riguarda la retribuzione, generalmente questa viene definita tra le parti e può riguardare la retribuzione mensile in caso di lavoratore a tempo pieno oppure una retribuzione settimanale o ad ore nel caso di lavoratori part time. Nel momento in cui si definisce la paga è opportuno parlare di paga netta per evitare poi successivi disguidi  al momento del pagamento dei contributi INPS. Per legge infatti una parte dei contributi INPS sono a carico del lavoratore dipendente e possono essere trattenuti o meno dal datore di lavoro secondo la sua discrezionalità. Qualora gli oneri contributivi venissero trattenuti dal datore di lavoro, il trattenimento delle somme dovrà essere effettuato ogni qual volta venga pagata la retribuzione e non in un'unica soluzione a fine trimestre in quanto non è consentita per legge.
I contributi INPS variano in base all'importo della retribuzione oraria effettiva erogata alla dipendente e  variano sia in base al numero delle ore settimanali lavorate (inferiore o superiori alle 24 ore) e sia in base alla retribuzione oraria comprensiva della quota oraria della XIII°.
Ci sono 2 metodi per calcolare la retribuzione oraria comprensiva di retribuzione oraria della XIII:
-1.  si moltiplica la retribuzione x le ore settimanali per 13 settimane. Il totale lo si divide per 12. Il risultato ottenuto si divide per le ore totali mensili e si ottiene la quota oraria di tredicesima che si deve sommare alla retribuzione oraria.
2. si moltiplica la paga oraria per un coefficiente fisso di 8,33%. Il risultato ottenuto lo si somma alla paga oraria .
Una volta individuata la retribuzione comprensiva della quota oraria della XIII° per il 2010 le fasce contributive sono di seguito individuate:
- per un orario di lavoro fino alle 24 ore settimanali  ad una retribuzione oraria  inferiore ad € 7,22 i contributi sono pari ad € 1,34 (con o senza quota assegni familiari) di cui € 0,32 sono a carico del lavoratore dipendente;
- con una retribuzione compresa tra gli € 7,22 ed € 8,81 i contributi sono pari ad € 1,51 (con o senza quota assegni familiari) di cui € 0,36 a carico del lavoratore dipendente;
- con una retribuzione oraria ug uale o superiore ad € 8,81 i contributi sono pari ad € 1 ,85 (senza quota assegni familiari € 1,84) di cui € 0,44 a carico del lavoratore.
- per un orario superiore alle 24 ore settimanali aldilà dell'importo della retribuzione oraria, i contributi sono fissati in € 0,98 (€ 0,97 senza quota assegni familiari) di cui € 0,23 a carico del dipendente.
Generalmente quando si dispone di una colf a servizio intero (numero di ore settimanali maggiore a 24) viene erogato anche il vitto e l'alloggio, mentre per i dipendenti con orario inferiore a 24 ore il vitto e l'alloggio costituiscono elementi che rientrano nell'accordo tra le parti. Una volta definita la corresponsione del vitto alloggio, qualora il collaboratore non potesse usufruirne per un giustificato motivo, dovrà ottenere un indennizzo sostitutivo.
Alle colf o badanti o in genere collaboratori domestici spettano sia le ferie, i permessi che la tredicesima mensilità. Oltre naturalmente al TFR.
Per quanto riguarda le ferie, ad ogni collaboratore spettano 26 giorni di ferie retribuite per ogni anno di lavoro effettuato dallo stesso datore di lavoro. I giorni non variano al variare dell'orario di lavoro. I collaboratori assunti da meno di un anno maturano un numero di giorni di ferie ottenuti suddividendo 26 giorni annuali  per 12 mesi. Il risultato viene  moltiplicati per i mesi di lavoro effettuati. La retribuzione della giornata di ferie sarà data suddividendo la retribuzione mensile di fatto erogata al dipendente per 26. Nel caso di lavoro con erogazione vitto e alloggio, in caso di ferie al di fuori del luogo di lavoro, dovrà essere corrisposta un compenso sostitutivo convenzionale.
Per quanto riguarda i permessi, ai collaboratori conviventi spettano 16 ore annue, mentre per i collaboratori non conviventi con un orario settimanale superiore alle 30 ore  le ore di permesso sono 12, per collaboratori con orario inferiore alle 30 ore settimanali le 12 ore vanno riportate alle ore settimanali di lavoro effettivamente svolte.
La tredicesima mensilità, come tutti gli altri contratti di lavoro deve essere corrisposta entro il 20 dicembre di ogni anno. Se il lavoratore è assunto da meno di un anno gli spettano tanti dodicesimi della retribuzione mensile quanti sono i mesi lavorati. Il suo calcolo è abbastanza semplice. Se la retribuzione è fissata a livello mensile, la XIII° è uguale ad una retribuzione mensile. Se la paga è fissata a livello settimanale, l'importo della paga settimanale si moltiplica per 52 settimane annue e lo si divide per 12 mesi. Se la retribuzione corrisponde alla paga oraria, la XIII° viene calcolata risalendo alla paga settimanale e poi seguire il procedimento sopra descritto.
Per quanto riguarda il TFR il collaboratore matura una retribuzione all'anno che deve essere accantonata dal datore di lavoro e pagata al momento della cessazione del rapporto di lavoro.
Altro elemento da considerare è che il datore di lavoro non è sostituto d'imposta nei confronti del collaboratore, di conseguenza è esonerato dal trattenere l' IRPEF dovuta dalla collaboratrice domestica; di conseguenza può rilasciare al collaboratore solo la dichiarazione dell'esistenza del rapporto di lavoro. Non è obbligato invece a rilasciare la dichiarazione relativa ai compensi annuali corrisposti.
A questo punto si può procedere con un esempio pratico di calcolo di busta paga di una colf. Nella sezione modulistica si potranno trovare i formati da poter utilizzare per presentare una busta paga. Poichè l'Irpef non deve essere calcolata, la busta paga del collaboratore/colf o badante è abbastanza semplice e anche lo schema della busta paga è semplice poiché per legge non è stato stabilito un modello, come avviene invece per il calcolo delle normali buste paga dei dipendenti.
Si pensi ad una colf addetta alle pulizie (in base al CCNL  la categoria di appartenenza in questo caso è la terza) la cui paga oraria è pari ad € 8,00. Le ore settimanali di lavoro svolto sono pari a 20 (4 ore al giorno dal lunedì al venerdì). Le ore settimanali di lavoro sono importanti per il calcolo del contributi INPS, delle ferie, dei permessi e della tredicesima mensilità. Si considera inoltre che la colf non sia convivente e, poiché si presuppone che non vi sia stato nessun accordo tra le parti per il vitto e l'alloggio non bisogna erogare  un'indennità di vitto e alloggio.  Se il calcolo si applica al mesi di Febbraio 2010 la collaboratrice ha lavorato 20 giorni. Moltiplicando il numero dei giorni lavorati (20) per le ore giornaliere (4) per la paga oraria (€ 8,00) si ottiene la retribuzione mensile.
Calcolo
€ (8,00 x 4 x 20) = € 640,00 retribuzione mensile lorda
A tale importo bisogna detrarre il contributo INPS a carico della colf. Per verificare la fascia di appartenenza dei contributi da applicare bisogna moltiplicare la retribuzione oraria (€ 8,00) per il coefficiente fisso 8,33%
Calcolo
€8,00 + (8,00 x 8,33%) = € 8,6664 Retribuzione oraria comprensiva della quota contributiva XIII°
Con una retribuzione di € 8,6664 si rientra nella II fascia  e i contributi a carico dipendente sono pari a  € 0,36 per ora. Di conseguenza basta moltiplicare il numero delle ore effettuate nel mese (ore giornaliere 4 per i giorni lavorati nel mese 20)  per il contributo INPS.
Calcolo
€ (0,36 x 4 x 20) =€ 28,80  quota contributo a carico della colf
L'importo da corrispondere è dato dalla differenza tra l'importo lordo mensile (€ 640,00) - la quota contributo a carico dipendente (€ 28,80)
Calcolo
€(640,00 - 28,80) =€ 611,20  Retribuzione netta

E' utile calcolare anche il totale dei contributi da versare poi successivamente da riportare in uno schemino da rivedere alla fine di ogni trimestre.
Calcolo
€(1,51 x 4 x 20) = € 120,80    Contributi totali mensile da versare a fine trimestre a cui vanno aggiunti € 0,03 per ora relativamente all'obbligo di versamento dei contributi alla Cas.sa colf divenuto obbligatorio dal 1 luglio 2010.
Alla stregua di tutte le buste paga si può consegnare una copia della stessa alla colf e farsi firmare la propria per ricevuta. 

Ultimo elemento da considerare è che i contributi delle colf (sia a carico del della quota a carico dipendente che di quella a carico del datore di lavoro)  vanno versati trimestralmente ed in modo particolare vanno versati entro il 10 del mese successivo al trimestre di riferimento ossia:
I   Trimestre Gennaio - Marzo        versamento contributi Inps entro il 10 Aprile 
II  Trimestre Aprile - Giugno          versamento contributi Inps entro il 10 Luglio
III Trimestre Luglio - Settembre    versamento contributi Inps entro il 10 Ottobre  ATTENZIONE OBBLIGO ISCRIZIONE CAS.SA COLF!
IV Trimestre Ottobre - Dicembre   versamento contributi Inps entro il 10 Gennaio.
Commenti (1415)
  • teresa  - è mai possibile?
    sono stata assunta come colf dal 5 febraio di quest anno e messa nella categoria A .è mai possibile percepire 306 euro per 78 ore lavortive?
  • Anonimo
    no il minimo della ccnl e di un minimo di 400 euro netto in busta in circa tolte le trattenute e in quadramento di pulizie e di 6,55 il minimo ad'ora cioe' 60ore = 393 + 117 =510-50euro=460 di imps e varie..
    90 euro........se nel caso ti dovesse corrispondere per gonfiare la busta paga inserendo le voci 14^ e 13^ ammonta 44.88 + 44.88 = 89.76 + 460 =549.76 al netto a pagare in busta....e devo dire la verita' non e possibile che ti faccia la busta paga al disotto dei minimali di termine di legge,il minimo e 400 euro e la base di busta paga- esempio se hai 60 ore il datore di lavoro ti deve corrispondere se le fai o non le fai deve pagare il minimo di legge obligatorio,se nel tuo caso le superi i contratti europei base part time a tempo parziale o totale tiene la tabella netto a ora di 6.55 come inquadramento pulizie diciamo....come to fatto sopra un esempio 78x6.55=510.
    90 euro.....poi s aggiunge la 13^ e 14^CHE E DI 44.88 cada al mese + 44.88 + 44.88 =89.
    76 + 510.90 =600.66 -50 eur...
  • Il Consulente  - Inesistente sul CCNL la paga minimale fissa mensil
    Salve anonimo, prima di dire no, vada a leggere i contratti. Il contratto Lavoro Domestico prevede la paga minimale lorda oraria che per le colf non conviventi, che prestano la loro attività ad ore, è nel 2011 fissata ad € 4,22. Non esiste un livello minimo netto mensile per le colf che lavorano ad ore non conviventi, perchè la paga mensile dipende dalle ore svolte!
    Inoltre la tredicesima sempre da contratto va retribuita a dicembre. La XIV nel contratto "Lavoro domestico non esiste".
    Quindi quando fa interventi sul sito, innanzitutto specifichi il suo nome, poi o li fa dando notizie corrette oppure eviti di scrivere baggianate che fuorviano le persone facendo loro rischiare anche la perdita del lavoro.
  • Consulente  - Dipende
    La paga oraria per la colf non convivente per il livello A è 4 euro l'ora. Con la paga ci staresti. Il problema è verificare se le mansioni che svolgi corrispondono alla categoria A.
    Il contratto Nazionale dei lavoratori domestici prevede che al Livello A

    Appartengono i collaboratori familiari generici, non addetti all'assistenza di persone, sprovvisti di esperienza professionale o con esperienza professionale (maturata anche presso datori di lavoro diversi) non superiore a 12 mesi, nonché i lavoratori che, in possesso della necessaria esperienza, svolgono con competenza le proprie mansioni, relative ai profili lavorativi indicati, a livello esecutivo e sotto il diretto controllo del datore di lavoro.

    Profili :

    Collaboratore familiare con meno di 12 mesi di esperienza professionale, non addetto all'assistenza di persone. Svolge mansioni di pertinenza dei collaboratori familiari, a livello di inserimento al lavoro ed in fase di prima formazione. Al compimento dei dodici mesi di ...
  • TITIKA  - PAGA ORARIA COLF 2011 LIVELLO A
    Buongiorno vorrei sapere quanto è la retribuzione oraria di una colf convivente con livello A 25 ore settimanali. Grazie
  • Il Consulente  - Retribuzione oraria Livello A
    Salve Titika,
    la retribuzione oraria per il livello A senza rapporto di convivenza è di € 4.22 al lordi dei contributi inps di € 0.33 per ora e € 0.01 per contributi cassa colf.
  • TITIKA  - RETRIBUZIONE MENSILE COLF
    Grazie mille, io chiedevo la retribuzione per convivente, quindi forse devo intendere mensile. Grazie Sa dirmi quale è la retribuzione minima mensile per convivente 25 ore livello A? Se il datore di lavoro mi da da mangiare in casa e mi offre la sua casa devo avere anche indennita vitto e alloggio? INoltre quando il datore di lavoro comunica a INPS l'assunzione il modulo INPS parla di retribuzione netta oppure lorda? Grazie mille :P
  • Anonimo
    ho lavorato per 12 anni come colf ,8 ore per sett. sempre in nero con una paga di euro 6.50 ho lasciato il lavoro per che ultimamente non pagava in orario andabo avanti ad acconti, posso dinunciarla per avere quell che mi aspetta,per tutti questi anni di lavoro ,grazie anticipate.
  • Consulente  - Mancato pagamento del lavoro prestato
    Salve anonimo,
    essere retribuiti per il lavoro svolto è un suo diritto. Personalmente prima di rivolgermi ad un'associazione sindacale, cercherei di parlare con questa persona per avere il pagamento delle spettanze dicendole che in caso contrario si recherà presso un'associazione sindacale cosa che non le converrebbe perchè il lavoro in nero è perseguito anche penalmente. Se non riesce ad ottenere nulla allora potrà rivolgersi a chi vuole per farsi fare i conteggi di quanto dovuto dal suo datore di lavoro
  • Anonimo
    grazie del consiglio ,molto gentile .
  • maria  -  .
    pure io ho lavorato in una familia per 5ani e mezzo in nerocome colf e quando gli ho portato i contegi da sindacato mi anno deto che non ho diritto al tfr perche al lavoro in nero non si paga tfr sarra giusto ho lavorato 8 ore settimanale con 8euro l,ora .Anno ragione ho no.GRAZIE MILLE
  • Consulente  - Lavoro in nero
    Salve Sig.ra Maria,
    cambi CAF e vada ad un sindacato. Il lavoro in nero è perseguito addirittura penalmente, si figuri se in quel periodo non maturi il TFR.
  • maria
    ma sono stata a sindacato per fare i conteggi e con tuto questo non voliogno darmi il tfr dicendomi che per il lavoro in nero non devono pagare.hanno raggione.grazie mille
  • maria
    salve.potrei sapere quale sarebbe la legge che obliga il datore di lavoro di pagare anche il tfr per lavoro in nero .Grazie
  • Consulente  - lavoro in nero
    Salve Maria, i riferimenti normativi sono quelli che prevedono il rispetto dei diritti umani, delle persone, e soprattutto il rispetto della propria integrità morale.
    Se crede che il TFR sul lavoro in nero non vada retribuito non lo faccia non è un problema mio.
    Su questo sito si danno consigli. Nessuno impone scelte a nessuno.
    Piuttosto potrei sapere quale sarebbe la legge che autorizza il lavoro in nero?
  • MARIA
    BUONA SERA.CORTESEMENTE POTREI SAPERE SE PER I GIORNI NON LAVORATI PER MAL TEMPO OPPURE QUANDO I DATORI DI LAVORO VANNO PER DIVERTIRSI QUEI GIORNI VENGONO PAGATI.GRAZIE MILLE.
  • Consulente  - Giorni per maltempo e giorni di ferie
    Salve Maria,
    per i giorni di ferie presi dal datore di lavoro fuori dal periodo concordato, il datore di lavoro dovrebbe pagare l'indennità sostitutiva pari ad 1/26 della retribuzione mensile.
    Nel caso di maltempo la colf badante invece non ha diritto a nessun pagamento e perde l'intera giornata di lavoro.
  • maria
    buon giorno.avevo contratto indeterminato e perche ho chiesto di pagare i giorni che loro non mi fanno lavorare sono stata licenziata.Che devo fare .Grazie per la risposta.
  • maria
    ma per che non mi risponda .Dove ho sbagliato.GRAZIE
  • Consulente  - Licenziamento senza motivazione,
    salve Maria,
    non ho risposto solo a lei ma a centinaia di persone.
    Se avrà visto bene nemmeno il sito è stato aggiornato. Purtroppo ci sono situazioni in cui anche noi commercialisti abbiamo problemi.
    Avevo scritto che una persona a me cara Massimo è malata di tumore al cervello e con tutto il lavoro che ho dovuto svolgere in questo periodo, ho trascurato il sito. Sto cercando di dedicare un pò del mio tempo a pregare. Questo è l'unico modo che conosco per aiutarlo visto che per il momento non sta bene ed è in coma farmacologico. Abbiate pazienza e se magari spontaneamente dal cuore uscisse un pensiero per lui, ve ne sarei molto grata.

    Detto ciò Maria, il licenziamento non è previsto in questo modo. Dovevano almeno darle il preavviso ed una motivazione diversa. Non possono licenziarla per un diritto dovuto. Provi a rivolgersi ad un patronato vicino alle sue parti.
  • valerio  - Otto euro l'ora... altro che integrità morale
    I riferimenti normativi indicano per la colf una paga netta di 4,22 euro l'ora, cui per il datore si sommano i contributi. Se si pensa che lavoratori LAUREATI delle cooperative cd "culturali" prendono 5 euro lordi si capisce subito come una colf non possa pretendere di essere pagata OTTO EURO, molto meglio di un impiegato... e ricevere anche i contributi.E' chiaro che se è pagata otto euro é che lei stessa HA CONTRATTATO per avere in busta paga direttamente i contributi...anzi assai di più!!
    L'integrità morale dev'essere reciproca. E la legge che "autorizza" il lavoro in nero é l'irrealismo e demagogia di una legge scritta che impone che il lavoro domestico sia pagato più di un lavoro professionale, impiegatizio o operaio specializzato...
  • erika
    Signor Valerio ma lei crede che sia riposante lavare, pulire, stirare o assistere anziani auto o non autosufficenti? secondo lei otto euro l'ora sono troppe per svolgere il lavoro di colf solo perchè nella maggior parte dei casi non sono laureate come lei, scenda dall'alto del suo trono!! e mi risponda perchè una colf non ha diritto di guadagnare quanto un operaio specializzato o un impiegato se non di più?!
  • luisa  - tfr colf
    quanto tempo deve passare quando la colf chiede il tfr?grazie..
  • Consulente  - TFR
    Il Tfr matura in base al tempo che si lavora. Anche dopo un mese di lavoro si percepisce il TFR anche se minimo. Un calcolo approssimativo può essere pttenuto dividendo per 13.5 l'importo annuo percepito
  • yuleen  - imformazione di busta.
    buonasera mi chiama yuleen.

    io vuolrai sapere quanto viene il busta di un colf che lavorano 3o ore sittimanale??

    grazie..
  • Il consulente  - paga colf
    Buonasera Yuleen,
    Non saprei risponderle se non mi dice con quale livello è stata assunta oppure quale è la sua paga oraria.
  • emanuela  - tfr colf
    Buongiorno,
    c'è un termine entro il quale bisogna dare il tfr alla colf?La mia colf va via a fine mese e io pensavo di darle lo stipendio abitualmente percepito. Dopo un mese dal licenziamento il tfr, ferie non godute, ratei di 13a. Va bene o non sono in regola?
    Grazie per una risposta
  • Il consulente  - Erogazione TFR
    Buongiorno Emanuela,
    anche se ci sono sentenze della Cassazione che affermano che il TFR deve essere erogato al momento della cessazione del rapporto di lavoro, in genere l'importo del TFR e quant'altro (quindi ratei 13° ferie e permessi non goduti, viene pagato insieme all'ultimo stipendio erogato. Se poi ci sono accordi tra il datore di lavoro e la colf è possibile anche "erogare" l'importo in più volte .
  • emanuela  - ulteriore domanda
    grazie.Il problema non è erogare in più volte il tfr, ma avere il tempo fisico per calcolarlo. Durante il preavviso la colf sta prendendo giorni di ferie (per cercare una casa dove andare a vivere e un nuovo lavoro) e inoltre non è dato sapere se rispetterà o meno i termini del preavviso (1 mese)perchè cambia idea ogni momento...quindi io non posso fare il calcolo definitivo a priori, ma solo a posteriori. E onestamente non posso precipitarmi l'ultimo giorno del suo lavoro da un sindacato per farmi fare i calcoli esatti. Pensavo di darle il regolare stipendio a fine mese e 15 gg dopo/1 mese darle il resto...
    In fin dei conti la mia azienda ci ha messo 2 mesi per darmi il tfr, perchè io devo darle il tfr il giorno esatto in cui se ne va?
  • Il Consulente  - Erogazione TFR
    Lei mi ha posto un quesito e io le ho riposto secondo la normativa vigente, che tra l'altro prevede la possibilità di erogare il TFR anche in data successiva alla fine del rapporto di lavoro purché comprensivo di interessi calcolati al tasso legale (pochi spiccioli).
    Se poi ha problemi a recarsi fisicamente presso le strutture preposte per eseguire il calcolo dei conteggi, può sempre usufruire del servizio di consulenza online offerto dal sito.
  • anton  - ferie e permessi
    Buonasera, volevo sapere se nella busta paga della colf devo segnare anche le ferie e i permessi che ha goduto (e il residuo di quelli da godere) e se posso anticipare la quota tfr mensilmente con ogni busta paga. In tal caso va a fare cumulo per il reditto annuale della colf? Grazie
  • Il Consulente  - Ferie Colf
    Salve Anton, dal momento che redige una busta paga le consiglio di riportare le ferie ed i permessi goduti. L'indicazione di tali dati servirà poi per conteggiare i periodi di ferie e permessi spettanti, non goduti.
  • Aurora  - TFR e Tredicesima
    Buonasera, volevo sapere se è possibile liquidare i ratei di TFR e tredicesima direttamente nella busta paga mensile.
    Grazie
  • Il Consulente
    Salve Aurora, la risposta è si. Nella stessa busta paga possono essere erogati i ratei della XIII mensilità ed il TFR.
  • Daniela  - Ratei XIII e TFR
    MI RISULTAVA CHE I RATEI CHE POSSONO ESSERE EROGATI NELLA STESSA BUSTA PAGA SONO QUELLI RELATIVI ALLA 13.MA E ALLE FERIE MENTRE EROGARE IL RATEO DI TFR NON SAREBBE CONFORME ALLE DISPOSIZIONI DI LEGGE ED ANZI ESPONE AD UN CONTENZIOSO PERDENTE PER IL DATORE DI LAVORO.
    MI CONFERMA CHE INVECE E' POSSIBILE INSERIRE ANCHE IL RATEO DI TFR??
    GRAZIE
  • Il Consulente  - Ratei nel cedolino paga
    Salve Daniela,
    ha ragione, non è possibile mettere nel cedolino i ratei del TFR. Leggendo di seguito i post, già da settembre 2010 si sconsigliava vivamente anche l'inserimento nel cedolino dei ratei ferie e tredecisima per la presenza di diverse sentenze a sfavore del datore di lavoro emesse della Corte di Cassazione.
    Non è stato fatto un diverso articolo perchè i post scritti nel tempo hanno aggiornato la problematica in questione.
  • Daniela  - Ratei
    La ringrazio per la celere risposta che purtroppo mi ha ampliato lo sconforto.
    I miei genitori, pensionati, hanno avuto una colf con la quale si era concordato un compenso comprensivo di 13.ma, ferie e tfr.
    Proprio in questi giorni la colf, che ha interrotto il rapporto a dicembre 2010, ha consegnato un documento, redatto da un sindacato, con il quale richiede la liquidazione di 13.ma, ferie e tfr per un ammontare di circa € 3.000.
    Il compenso, comprensivo dei ratei, rispondeva alle esigenze dei miei genitori di non doversi trovare ad affrontare esborsi di un certo rilievo.
    Ora, sulla base di quanto da lei indicato, è sfumata anche l’ipotesi di poter trattare esclusivamente sulla liquidazione del t.f.r. (circa 800,00).
    Ma possibile che i mei genitori, che peraltro hanno effettuato il versamento dei contributi nella misura intera e quindi senza trattenere la quota alla colf, sono destinati a versare una cifra così rilevante ( che peraltro non dispongono) avendo già versato qua...
  • Consulente  - Ratei ferie e tredicesima
    Salve Daniela,
    come prima cosa Lei ha in mano una comunicazione d'assunzione che prevede la paga oraria che veniva erogata alla colf. Spero che tale dato sia stato comunicato senza considerare i vari ratei. Se così non fosse non ha molte possibilità di dimostrare il contrario. Se invece è stata dichiarata una paga oraria al neto dei ratei, allora si potrebbe dimostrare che i ratei richeisti sono stati già pagati.
    Se poi al tutto fosse aggiunta una lettera d'assunzione inerente il rapporto di lavoro in questione, ci sono probabilità che il sindacato faccia una mediazione
  • Marina
    Salve!
    Sono assunta come colf al livello C con stipendio di 830 euro, 36 ore settimanali, da una persona che non e autossoficente - non puo lavarsi, prepararsi da mangiare, fare la spesa ne pulire e da fuoco alle cose a casa. Il figlio cherca di convincermi che il livello CS e il stipendio dipendino di cio che alla signora le danno una certa somma per accompagnimento. Lei cosa ne dice?
    Quale l'importanza delle ore settimanali - solo per i contributti? Cioe' anche per la pensione, vero?
    Ultima domanda: 1 giugno vado in ferie. Mi puo calcolare per favore, tenendo presente che dal 1 gennaio lo stipendio e' cambiato e ricevo 835 euro al mese, la 13ma, TFR, ferie / si paga anche' l' idegnita' o non?/?
    Grazie!
  • Il Consulente  - Tabella C - Livello CS
    Buongiorno Marina,
    credo che con livello C, Lei voglia indicare la tabella C ossia collaboratrici non conviventi e con il livello CS la mansione di riferimento, ossia assistenza a persone non autosufficenti è non qualificata, (non si hanno titoli di studio di specializzazione).
    Se la mia ipotesi è corretta lei di fatto dovrebbe esssere pagata sulla base di una paga oraria e non su uno stipendio mensile fisso che invece è previsto per i collaboratori conviventi (tabella A con stipendio mensile per il 2010, sempre per il livello CS di € 885,10 lordo ed € 849,22 circa al netto di contributi). La sua paga quindi, se non convivente sarebbe pari per il 2010 ad € 6,13 ad ora e mensilemtne ammonterebbe a circa € 955,54 (la cifra è variabile e dipendende effettivamente dalle ore svolte). Naturalmente sulla sua parte andrebbero scalati i contributi inps pari ad € 0,23 per ora che sempre approssimativamente secondo la metodologia di calcolo utilizzata in precedenza sarebbero pari ad €...
  • Marina
    Salve, Consulente! E' stato multo gentile di avermi risposto!
    Ho dementicato di precisare che lavoro fissa, cioe' sono convivente - 24 su 24. La tabella e' A e il livello e' C.
    Io non ho la possibilita di uscire nelle ore quando potrei andare al patronato. Percio Le ho chiesto se fosse possibile che Lei mi calcoli la somma totale.
    La ringrazio lo stesso!
  • Bea  - Fregatura?
    Salve,
    Al primo di giugno sarò messa apposto con il libretto,anzi i libretti perché tre datori di lavoro hanno deciso di farmi tre buste paghe diverse.Nella totalità avrò 24 ore settimanali(assunta come colf) di cui 4 ore in una busta paga,8 in un'altra e 12 nell'ultima.Vorrei sapere quali sono i contributi da versare(a mio carico)allo stato al mese,essendo pagata 8 euro all'ora..?! :?:
  • Il Consulente  - Livello A
    Se allora è lavoratrice convivente lo stipendio mensile per il 2010, per il livello C è di € 833,04.
  • Bea
    Comunque,sono una lavoratrice non convivente..
  • Il Consulente - Simona Antonac  - Contributi orari 2010
    Salve Bea,
    il fatto che abbia 3 contratti diversi non le provoca nessun danno. La sua paga oraria si attesta nella fascia tra € 7,22 ed € 8,81 per il quale è previsto un versamento contributivo orario pari ad € 1,51 di cui € 0,36 a suo carico.
  • Anonimo
    grazie mille dell'informazione!!!!!!buona serata!!!
  • Massimo  - info pagamento contributi colf
    buona sera,
    ho appena regolarizzato l'assunzione di una lavoratrice domestica con un contrattoa di 20 ore la settimana. volevo sapere se per il calcolo dei contributi è necessario indicare sempre le 260 ore (13 settimane) oppure posso inserire nel calcolo le reali ore lavorate. ho assunto la persona principalmente per portare i bimbi a scuola e per andare a prenderli e qualche giorno la signora non ha lavorato perchè i bimbi erano a casa. e poila signora, Filippina, mi ha chiesto di poter andare al suo paese per un paio di mesi in estate (io sono d'accordo perche non c'è scuola) come mi devo comportare per il calcolo dei contributi?
    grazie in anticipo
    Massimo
  • valerio  - contibuti lav. domestico
    mi riallaccio alla richiesta di Massimo di qualche minuto fa.. è necessario conteggiare sempre le 20 ore settimanali anche se non si svolgono realmente e quindi non vengono pagate?

    saluti
    V.
  • Il Consulente
    Salve Sig. Massimo, se la colf è stata assunta con un contratto ad ore, i contributi verranno versati in base alle ore di lavoro effettivamente svolte.
    A partire dal 2010 tuttavia, l'Inps invierà dei bollettini nei quali saranno già presenti gli importi calcolati sulla base delle ore convenzionali dichiarate. Naturalmente se le ore dichiarate inizialmente non dovessero corrispondere con quelle effettivamente prestate nel trimestre, si potrà procedere alla correzione dell'importo.
  • Il Consulente  - Ferie
    Sempre per il Sig. Massimo
    Per quanto concerne il discorso ferie, alla collaboratrice spetteranno 26 giorni di ferie all'anno retribuite. Questo significa che praticamente il rateo di ferie è pari a 2,167 giorni al mese.
    Ora se i rapporti sono buoni e la collaboratrice utilizza solo le ferie in questo periodo potrà retribuirle i 26 giorni di ferie (per determinare il valore giornaliero di una giornata di ferie può seguire le indicazioni pubblicate su un articolo del 31 maggio sempre questo sito). In caso contrario potrà retribuire solo i giorni maturati (Io consiglio sempre la prima ipotesi)
  • Il Consulente  - re: contibuti lav. domestico
    mi riallaccio alla richiesta di Massimo di qualche minuto fa.. è necessario conteggiare sempre le 20 ore settimanali anche se non si svolgono realmente e quindi non vengono pagate?

    saluti
    V.

    Salve Sig. Valerio, la paga viene definita sulla base delle ore effettivamente svolte, tuttavia con le ultime integrazioni del contratto "Lavoro domestico" relative alla malattia, infortunio ed altri elementi, bisogna vedere le motivazioni che inducono la collaboratrice ad essere assente. Quindi se sono ingiustificati la paga riguardderà solo le giornate lavorate, se invece le assenze sono giustificate allora saranno da pagare considerandole però in modo diverso.
  • Simona  - ex impiegata... indennità di disoccupazione ordina
    Salve a tutti ! navigando su internet, mi sono ritrovata a leggere questo interessantissimo forum... allora mi son detta xkè non pubblicare e chiedere consigli al mio quesito ?
    Ho lavorato presso uno studio x 2 anni... attualmente percepisco l'indennità di disoccupazione ordinaria....una mia conoscente, mi ha proposto di prestare opera presso la sua famiglia come colf ed assistenza a persona non autosufficiente a ore... mi ha proposto una paga di 7,00 euro l'ora x circa 20/30 ore la settimana... la mia domanda è questa:
    Siccome con mio marito stiamo cercando di avere un bambino....se tutto ciò accadesse...dopo pochi mesi dalla data di assunzione, percepirò l'indennità di maternità?
    Come verrà calcolata? alla base di cosa?
    Grazie.

  • Simona
    Salve a tutti ! navigando su internet, mi sono ritrovata a leggere questo interessantissimo forum... allora mi son detta xkè non pubblicare e chiedere consigli al mio quesito ?
    Ho lavorato presso uno studio x 2 anni... attualmente percepisco l'indennità di disoccupazione ordinaria....una mia conoscente, mi ha proposto di prestare opera presso la sua famiglia come colf ed assistenza a persona non autosufficiente a ore... mi ha proposto una paga di 7,00 euro l'ora x circa 20/30 ore la settimana... la mia domanda è questa:
    Siccome con mio marito stiamo cercando di avere un bambino....se tutto ciò accadesse...dopo pochi mesi dalla data di assunzione, percepirò l'indennità di maternità?
    Come verrà calcolata? alla base di cosa?
    Grazie.
  • Il Consulente  - Maternità
    Salve Simona,
    nel lavoro domestico, l'indennità di maternità viene pagata soltanto se:
    - nei 24 mesi precedenti il periodo di assenza obbligatoria, sono state versate 52 contributi settimanali (1 contributo = una settimana di lavoro svolto);
    - n ei 12 mesi precedenti il periodo di assenza obbligatoria risultano versati almeno 26 contributi settimanali.
    Di conseguenza nel tuo caso potresti percepire l'indennità di maternità se avrai lavorato almeno per 5 mesi circa prima di astenerti dal lavoro.
    Per il lavoro domestico l'indennità di maternità viene corrisposta direttamente dall'Inps alla quale va presentata domanda e corrisponde circa all'80% della retribuzione media giornaliera.
  • Simona
    Innanzitutto la ringrazio per l'esaudiente e celere risposta....
    Mi ricollego al mio quesito... io sono stata dichiarata dal 6 febbraio 2008 al 23 febbraio 2010... ho maturato 52 contributi ..tantè che ora percepisco l'indennità di disoccupazione ordinria...
    Quindi x quanto io abbia capito, dovrei essere assicurata da ottobre fino a marzo e dopodichè se accadrà di aspettare un bimbo io sono tranquilla che mi verrà corrisposta la maternità.. è così?
    E tutti i contributi che sono stati versati dall'altro datore di lavoro non sono validi hai fini dell'indennità? non vengono calcolati anche quelli? daltronde io all'INPS verso i contributi dal 2008... CHE CONFUSIONEEEEE
  • Gemma  - re:
    Salve Aurora, la risposta è si. Nella stessa busta paga possono essere erogati i ratei della XIII mensilità ed il TFR.

    per cortesia, sul CUD annuale indico la retribuzione al netto dei contributi più l'importo erogato del TFR. La sig.ra presenta l'Unico e nel quadro C indica l'importo totale sopra indicato (retr-contr.+tfr. E' corretto? Oppure il TFR annuale ha un trattamento fiscale diverso? Grazie
  • Gemma  - re: re:
    [quote=Il Consulente]Salve Aurora, la risposta è si. Nella stessa busta paga possono essere erogati i ratei della XIII mensilità ed il TFR.

    per cortesia, sul CUD annuale indico la retribuzione al netto dei contributi più l'importo erogato del TFR. La sig.ra presenta l'Unico e nel quadro C indica l'importo totale sopra indicato (retr-contr.+tfr. E' corretto? Oppure il TFR annuale ha un trattamento fiscale diverso? Grazie[/quote]
  • Il Consulente  - Fac simile CUD colf
    Salve Sig.ra Gemma
    generalmente nella Certificazione delle retribuzioni corrisposte (CUD) si scrive

    Il sottoscritto datore di lavoro XY residente in Z dichiara di aver corrisposto alla lavoratrice dipendente con contratto di lavoro domestico sig.ra WW nell'anno 200x
    € ...... comprensivo della quota di TFR pari ad € ......
    € ...... contributi inps versati

    Firma del datore di lavoro

    Firma della dipendente
  • gemma
    grazie, ma nel mod Unico deve indicare al quadro C l'importo comprensivo del TFR?
    In effetti negli anni scorsi ha indicato quell'importo e quindi versato le imposte progressive. e' corretto? Grazie
  • Il Consulente  - Indennità di maternità
    Salve Simona, c'è qualcosa che mi sfugge.
    Riepilogando
    2 anni di lavoro terminato a febbraio 2010.
    Scattano gli 8 mesi di indennità di disoccupazione ordinaria e quindi fino ad ottobre percepirà tale indennità.
    Spero di aver capito fino qui.
    A questo punto la sua amica dovrebbe assumerla come colf. Lei verrebbe a percepire i contributi se avrà versato 26 settimane contributive. Esempio supponendo che lei venga assunta a novembre 2010, ad aprile 2010 avrà già versato 26 contributi settimanali. Tecnicamente, supponendo una gravidanza senza nessun tipo di problema e lavorando anche in questo stato fino al periodo ammesso (c'è una messaggio INPS 11621 del 2008 che permette il lavoro fino ad un mese dalla data presunta del parto) lei potrebbe avere un bimbo o bimba anche ad agosto in quanto già ad aprile avrebbe maturato le 26 settimane di contributi previdenziali. Però mi faccia sapere se ho capito bene la sua domanda.

  • Il Consulente  - Unico presentato da colf
    Salve Sig.ra Gemma, se l'Unico a cui ci si riferisce è quello compilato dalla colf o badante, allora è corretto quanto sopra mi ha descritto. Quindi pagherà le imposte progressive anche sul TFR ricevuto
  • gemma
    grazie molte. Buona serata
  • Massimo  - grazie
    la ringrazio per le risposte ai miei quesiti
  • RED  - vado in ferie e ......
    salve, ho questo pensiero che mi assilla?
    faccio la badante in regola e sono straniera, voglio andare in ferie e ho parlato con la mia famiglia e tutto OK ma io per la mia assenza ho trovato una amica che prende il mio posto in questi gg di ferie, nella mia busta è conteggiata anche la XIII ecc.., alla mia amica come da accordo gli spetta la paga base ma gli altri conteggi a me possono essere dati in questi gg di assenza, (paga base 1043 € e totale 1500 € ).
  • Il Consulente  - Ferie
    Salve RED,
    come badante in regola le spettano 26 giorni di ferie all'anno e nella sua busta paga possono essere riportati sia i ratei XIII che i ratei relativi al TFR.
    Consideri comunque che se parte a Luglio, comunque la XIII veniva esposta in busta paga perché viene pagata proprio in tale mese.
  • red
    salve, se la mia amica prende in questo mese 1043 euro quello che rimane 457 euro io lo posso prendere
  • Il Consulente
    La sua amica deve avere una busta paga o comunque una ricevuta a parte, nel quale le vengono retribuiti i giorni di lavoro.
    Lei se è in regola spetta la retribuzione relativa a 26 giorni di ferie se non godute prima.
    Sono 2 cose differenti!
  • red
    ma lei in questi gg di lavoro e come se io fossi lì e non vengono prese le ferie dalla mia busta
  • Il Consulente  - Mancata risposta
    Mi scusi ma come consulente non posso dare consigli in merito a comportamenti che violano la normativa contrattuale in vigore.
  • red
    mi scusi, alla prossima
  • john
    vorrey sapere, io fatto la sanatoria con 25 ore alla settimana ho lavorato un ano ,el mio stipendio mensile 500.00 euro;adesso mi hanno lizenciato vorrey sapere cuanto mi toca di tredicesima ferie tfr,ho lavorato aunque alla domenica tutto il anno voglio aunque il recupero come puo calcolare grazie
  • Il consulente  - Conteggi
    I conteggi per le retribuzioni, Tfr, Tredicesima e quant'altro costituiscono un servizio a pagamento offerto dallo studio, anche tramite pagamento online. Per un calcolo d massima poi servirebbe la lettera di assunzione e la lettera di licenziamento.
  • Lalla
    La badante di mia suocera vuole andare in ferie per due mesi. Vorrei sapere se siamo obbligati a pagarle anticipatamente tutti e due i mesi. Grazie
  • Lalla  - re: ferie
    La badante di mia suocera vuole andare in ferie per due mesi. Vorrei sapere se siamo obbligati a pagarle anticipatamente tutti e due i mesi. Grazie
  • Il Consulente  - Ferie
    Le ferie che spettano alle colf/badanti sono quantificati in 26 giorni lavorativi maturati nel corso di un anno di lavoro. Per le colf straniere vi è la possibilità di godere delle ferie un anno si ed un anno no per comulare 2 mesi di permanenza all'estero.
    Per quanto riguarda il pagamento delle ferie, non esiste l'obbligo di pagare anticipatamente le ferie. Tuttavia, se la badante si reca all'estero, la paga anticipata delle ferie potrebbe permettere alla colf stessa di migliorare la sua situazione economica nel paese di provenienza
  • Gemma
    OPS
  • Anonimo
    La badante che abbiamo assunto per mia suocera il 01/03/2010, vuole andare in ferie per 2 mesi a far data dal 10/07/2010. Possiamo pagarle solo le ferie che ha effettivamente maturato? (circa poco più di 8 giorni)ed il resto considerarlo come permesso non retribuito? Grazie, Luciana
  • Il Consulente  - Permessi non retribuiti
    Salve Luciana, può considerare i giorni restanti come permessi non retribuiti e su tali giorni non maturano le indennità per vitto ed alloggio.
  • pevere  - ferie badanti
    Oltre ai 26 giorni di ferie spettanti da contratto, la nostra badante chiederà altri 56 giorni di ferie entro l'anno 2010.
    E' vero che siamo obbligati a concederli e tenuti a pagarle i contributi anche in questo ulteriore periodo di ferie ?
  • Il Consulente  - Ferie e permessi
    Le colf hanno diritto a 26 giorni all'anno di ferie. In caso di colf straniere, se si recano nel proprio paese hanno diritto a prendere le ferie un anno no ed un anno si. Quindi si possono pagare i 52 giorni di ferie se lo scorso anno, le ferie non sono state ne pagate, ne tanto meno godute. In caso contrario le giornate di assenza oltre i 26 giorni di ferie vengono considerati permessi non retribuiti.
  • Chiara  - TFR colf
    Salve...siccome la mia madre e assunta come lavoratrice domestica a tempo indeterminato,da 5 anni regolari..(retribuzione mensile 200 piu ferie e tredicesima-regolarmente).é accaduto che ha fatto un incidente mentre andava al lavoro,perciò si chiedeva al datore di lavoro una dichiarazione di infortunio che è stata rifiutata dal datore stesso è per cui ha detto che mi licenzia ,,perche dice non vuole avere dei guai(per una semplice dichiarazione a mio favore)...come dovrei comportarmi?Mi dovrebbe dare la liquidazione pari a una retribuzione annua piu la tredicesima diviso per 13.5? grazie anticipatamente...trovo molto chiare e benefiche le sue risposte che derivano evidentemente dalle sue competenze...grazie ancora
  • Il Consulente  - Licenziamento
    Salve Chiara,
    non voglio entrare nel merito del licenziamento. Comunque in questi casi si ha diritto:
    - ad un indennità sostitutiva del preavviso qualora il datore di lavoro decida di far concludere immediatamente il lavoro. L'indennità di preavviso può riguardare il pagamento di 15 o 30 giorni(rapportati naturalmente al part time svolto). La quantità dei giorni dipende dal superamento o meno dei 5 anni di lavoro regolare.
    - al pagamento della tredicesima mensilità calcolata da gennaio a giugno (quindi la metà della XIII che percepisce solitamente)
    - al pagamento del TFR o liquidazione il cui calcolo più o meno è dato dalla retribuzione annua diviso 13,50.
  • chiara
    Buongiorno,
    a gennaio 2010 ho assunto la colf per 5 ore settimanali, pagandole regolarmente i contributi per 6,50 Euro all'ora.(dandole le ricevute che gli spettano dei versamenti)
    La pago settimanalmente però non ho redatto nessuna busta paga o ricevuta di pagamento, devo farla?Come faccio a vedere un fax simile?
    grazie
  • Il Consulente  - Ricevute d pagamento
    Salve Chiara,
    non esiste nessun obbligo in merito alla redazione di una busta paga o ricevuta di pagamento per le colf. Già il pagamento dei contributi e la firma della colf sul cedolino che lei conserva rappresenta una sorta di ricevuta. Il consiglio però che posso darle per tutelare il rapporto di lavoro da eventuali conflitti è quello di redigere una ricevuta di pagamento che può trovare in fac simile nella sezione modulistica di questo sito.
  • Maruska
    Ho una colf assunta da febbraio 2010, il 31 luglio partirà per tornare al suo paese e tornerà a fine settembre, siamo d'accordo che lavorerà da me fino al 31/12.
    Oltre i 26 gg di ferie i giorni di settembre che non verrà da me io non la pagherò, ma come mi conmporto con l'INPS (contributi). Faccio bene se metto tutto nero su bianco e la faccio firmare?
  • Il Consulente
    Salve Maruska.
    scrivere 2 righe è sempre una forma di tutela. Non tanto per il discorso ferie ma quanto per la mensilità successiva. Quindi fa benissimo a mettere tutto nero su bianco
  • Franco  - Tredicesima e TFR
    Se un collaboratore domestico percepisce 900 euro al mese al netto dei contributi, la tredicesima sarà di altre 900 euro? I contributi sulla tredicesima sono già pagati nei calcoli trimestrali?
    Ed il TFR si calcola sulla retribuzione netta? cioè 900*13?
  • Il Consulente  - Tredicesima e TFR
    Salve sig. Franco
    Per quanto riguarda i contributi sulla XIII questi sono compresi già nell'importo che versa all'Inps trimestralmente.
    Il calcolo del TFR invece deriva dal rapporto tra retribuzione annua comprensiva di tredicesima mensilità ed un coefficiente pari a 13,5.
  • Franco  - re: Tredicesima e TFR
    Ma la retribuzione annua comprensiva della tredicesima è al netto o al lordo dei contributi?
    Ossia si calcola sulla retribuzione netta?
    Grazie
  • Il Consulente  - Calcolo retribuzione annua colf
    Il calcolo della retribuzione annua avviene sulla base della retribuzione effettiva (quindi senza considerare i contributi) erogata alla badante.
  • rita  - calcolo x liquidazione
    Buonasera mi servirebbe un calcolo per una liquidazione di 16 anni di lavoro svolti x 6 ore settimamanali come colf con retrbuzione di 200 euro al mese senza aver mai percepito la 13 mensilita e mai un contributo versato . vi ringrazio anticipatamente rita.
  • Il Consulente  - Calcoli liquidazione
    Per poter avere i conteggi inerenti la liquidazione è necessario compilare il format "consulenze online".
    Verrà poi inviato un preventivo e a pagamento avvenuto procederemo con i conteggi
  • Anonimo
    sabnnnmm
  • Ro  - Pagamenti IRPEF
    Salve sono stata assunta come colf a giugno 2010 e nella prima busta paga non ho visto il pagamento IRPEF ma solo i contributi INPS..Volevo sapere se a fine anno con il 730 devo rimetterceli io tutti in una volta o sono esente dal pagare? Grazie
  • Il Consulente  - Minimale redditi per pagamento Irpef a carico Bada
    Salve Ro,
    nella busta paga di una colf/badante, non troverà mai le ritenute irpef perchè Lei percepisce un reddito al netto di contributi previdenziali ma al lordo di ritenute irpef.
    Questo perché:
    1- il datore di lavoro non è sostituto d'imposta e non può trattenere l'irpef per conto del lavoratore;
    2- per le colf/badanti l'obbligo di presentare il modello Unico sorge soltanto quando la somma dei redditi percepiti nel corso dei 365 giorni lavorativi è superiore (almeno per i redditi 2009 - 2010) ad € 8.000,00.
    Solo in tal caso infatti il lavoratore dovrà presentare il modello Unico e pagare le imposte richieste.
  • veronica  - aiuto badande
    Io vorrei sapere se mi aspetta la tredicesima cisto che ormai la voro da quasi 1
  • Consulente  - Tredicesima per tutti
    Salve Veronica la tredicesima spetta a chiunque abbia lavorato per più di 16 giorni nel primo mese di assunzione.quindi anche a lei
  • Anonimo  - Pagamaenti irpef
    Grazie mille ora ho le idee più chiare...
  • Ro  - Pagamenti irpef
    Grazie mille
  • Il Consulente  - Contributi irpef colf/badanti
    Di nulla Ro,
    se avesse qualche dubbio, può sempre postare una richiesta generica su questo sito.
  • Gemma  - malattia colf
    Buon giorno.
    primo quesito:
    Per quanto riguarda il titolo, ho letto in più forum una modalità che non mi sembra corretta.
    C'è chi calcola 1/30 di retribuzione per i giorni consecutivi di malattia al 50% i primi tre ed al 100% per i successivi.
    Io invece interpreto così: 8 gg. malattia Colf.
    Quando nei primi tre giorni consecutivi cade la giornata di lavoro della colf, pago le ore al 50% - nei successivi 5 giorni di malattia, se cade la giornata di lavoro, pago le ore al 100%.
    E' corretta la mia interpretazione o sbaglio?
    Secondo quesito:
    I giorni di malattia sono annuali, vero? Pertanto se una colf ha già usufruito del max 8 gg. malattia - riprende il lavoro - ritorna in malattia per 8 gg. nulla è più dovuto?
    Grazie per la risposta
  • Gemma  - Dichiarazione redditi colf
    Regolarizzazione badante o colf.
    Allo sportello Inps di Milano presso l'UTG, hanno consegnato uno schema di cedolino paga e di dich.sostitutiva CUD, con questa precisazione: anche se non raggiunge il minimo la badante o colf deve recarsi presso un CAF e farsi rilasciare una dichiarazione che non raggiunge il minimo imponibile. Ma è corretto questo?
    Grazie
  • Il Consulente  - Dichiarazione obbligatoria per colf o badante?
    Salve sig.ra Gemma, a meno che non sia cambiata la normativa questa settimana, la legge specifica che la colf/badante deve fare la dichiarazione esclusivamente nel momento in cui i redditi conseguiti nel corso dell'anno sia superiore ad un importo che per esempio nel 2009 era pari ad € 8.000,00. Se invece ad esempio la colf o badante ha spese da scaricarsi allora anche se l'importo più basso può presentare il modello Unico per recuperare le spese.
    Forse allo sportello dell'Inps di Milano avranno detto alla colf di farsi rilasciare entro la fine del mese di febbraio dell'anno successivo una dichiarazione fatta dal datore di lavoro nella quale viene dichiarato il reddito percepito nel corso dell'anno precedente. Non serve andare a nessun centro di CAF.
  • gemma
    grazie molte
  • Il Consulente  - re: malattia colf
    Buon giorno.
    primo quesito:
    Per quanto riguarda il titolo, ho letto in più forum una modalità che non mi sembra corretta.
    C'è chi calcola 1/30 di retribuzione per i giorni consecutivi di malattia al 50% i primi tre ed al 100% per i successivi.
    Io invece interpreto così: 8 gg. malattia Colf.
    Quando nei primi tre giorni consecutivi cade la giornata di lavoro della colf, pago le ore al 50% - nei successivi 5 giorni di malattia, se cade la giornata di lavoro, pago le ore al 100%.
    E' corretta la mia interpretazione o sbaglio?

    Grazie per la risposta

    Salve sig.ra Gemma,
    in materia di malattia, le posso dire che la malattia viene trattata all'art. 26 del CCNL.
    Secondo tale articolo la retribuzione da erogare alla colf in malattia è pari di fatto al 50% per i primi 3 giorni di assenza e al 100% per i successivi giorni che variano in base al periodo di tempo decorso dal momento dell'assunzione.
    In particolare se la colf:
    - ha maturato un periodo di anzianità di 6 mesi, i giorni da retrib...
  • gemma
    Io chiedevo se è corretto il calcolo effettuato da me rispetto ai giorni effettivi di presenza, ovvero se la colf lavora da me un solo giorno alla settimana per 4 ore, es. mercoledì e la malattia parte dal lunedì, pagherò le 4 ore mercoledì al 50% essendo nell'arco dei primi tre giorni.
    se invece la malattia è partita dal venerdì precedente, pagherò le 4 ore del mercoledì al 100%, essendo nell'arco dei successivi giorni.
    Spero ora di essere stata chiara.
    Grazie della disponibilità

  • Il Consulente  - re: malattia colf
    Buon giorno.

    Secondo quesito:
    I giorni di malattia sono annuali, vero? Pertanto se una colf ha già usufruito del max 8 gg. malattia - riprende il lavoro - ritorna in malattia per 8 gg. nulla è più dovuto?
    Grazie per la risposta

    I giorni di malattia non sono definiti su base annuale. Ma vengono retribuiti ogni volta si verifichi l'evento. Naturalmente le assenze devono essere giustificate e comunicate tempestivamente al datore di lavoro.
  • gemma
    estratto dal contratto art. 26
    6. Durante i periodi indicati nel comma 4 decorre in caso di malattia la retribuzione globale di fatto per un massimo di 8, 10, 15 giorni complessivi nell'anno per le anzianità di cui ai punti 1, 2, 3 dello stesso comma 4, nella seguente misura:

    fino al 3° giorno consecutivo, il 50% della retribuzione globale di fatto;

    dal 4° giorno in poi, il 100% della retribuzione globale di fatto.

    In precedenza io pagavo ogni malattia, poi mi sono accorta dei "giorni complessivi nell'anno" e la mia domanda voleva solo essere una richiesta di conferma a ciò che sembra abbastanza chiaro.
    grazie
  • Il Consulente  - Malattia colf
    Io chiedevo se è corretto il calcolo effettuato da me rispetto ai giorni effettivi di presenza, ovvero se la colf lavora da me un solo giorno alla settimana per 4 ore, es. mercoledì e la malattia parte dal lunedì, pagherò le 4 ore mercoledì al 50% essendo nell'arco dei primi tre giorni.
    se invece la malattia è partita dal venerdì precedente, pagherò le 4 ore del mercoledì al 100%, essendo nell'arco dei successivi giorni.
    Spero ora di essere stata chiara.
    Grazie della disponibilità

    Salve sig.ra Gemma.
    La malattia va retribuita secondo i giorni di calendario. Di conseguenza se ad esempio la malattia inizia a decorrere da lunedì 12 luglio a giovedì 29 luglio e la colf presta servizio una volta la settimana ossia il mercoledì, allora il primo mercoledì (14 luglio) va retribuito al 50% in quanto considerato nei 3 giorni iniziali. Il mercoledì successivo 21 luglio (cadente entro l'ottavo giorno di malattia successivo ai primi 3) va retribuito al 100%.
    Il mercoledì 28 invece verrebbe r...
  • gemma
    grazie. quindi il mio calcolo è corretto ed i giorni sono considerati annualmente.
    Buon rientro dalle ferie.
  • Ro  - Irpef
    Salve..volevo avere delle informazioni se è possibile! Lavoro come colf e a fine anno dovrei percepire poco più di 8.000,00euro...in caso dovessi pagare l'irpef..pagherò solo quello che sforo? ad esmpio se la somma è di 8.300,00 quanto pagherei di irpef? grazie mille
  • Il Consulente  - Imposte Irpef colf
    La tassazione avviene sulla differenza tra l'importo lordo percepito e le detrazioni spettanti calcolate in base al periodo di occupazione.
    Sul risultato si applica un'aliquota del 23%.
  • Giuliana  - Calcolo Ferie
    Buongiorno
    ho una persona che da gennaio del 2010 mi aiuta nelle facende domestiche 5 ore per volta a settimane alterne (ovvero in un mese lavora per un totale di 10 ore). Potete aiutarmi a determinare quanto giorni di ferie le spettano e come questi giorni debbano essere corrisposti?
    Grazie
  • Anonimo
    Salve sig.ra Giuliana, intanto i giorni di ferie spettanti nell'anno sono 26. In caso di assunzione della colf a gennaio deve fare 26 giorni diviso 12 mesi per 8 mesi lavorati (le ferie si calcolano da Settembre ad agosto compreso) Quindi 26/12x8 = 17,33 giorni.
    A questo punto il secondo passo da fare è quello di conoscere il valore monetario delle ferie da retribuire. Supponendo che il compenso orario della colf sia pari ad € 8,00 il calcolo da eseguire sarà il seguente:
    Individuazione media della paga mensile :
    € 8,00 x 5 x 2 = € 80,00
    Individuazione media della paga annuale :
    € 80,00 x 52 settimane lavorative annue = € 4.160,00
    Individuazione media della paga mensile coincidente con l'importo di ferie annuo € 4.160,00 : 12 = € 346,67
    Individuazione media della retribuzione spettante per un giorno di ferie =
    € 346,67 : 26 = € 13,35
    Poi dovrà moltiplicare i 17,33 giorni x € 13,35 al giorno.
  • Lety  - paga oraria compresa di 13ma e Tfr
    Spett.bile consulente vorrei sapere quanto è l'importo orario per il badante che ho assunto a livello cs,poichè non convivente e assiste mio fratello che non è autosufficiente.lavora per 14 ore settimanali .L'ho assunto nell'aprile del 2009 per aiutarlo a prendere il permesso di soggiorno anche se ha cominciato a lavorare per noi a fine maggio.Vorrei inoltre sapere quanti giorni gli spettano per malattia e se mi deve certificare l'assenza e quanto gli deve essere retribuita.La ringrazio in attesa di risposte le invio i miei cordiali saluti
    Signora Bracci
  • luisella
    Se lavoro 7 ore settimanali con 1 ora e 10 m. al di' e per mia comodità le accorpo i tre giorni, cosa succede se prendo la feria nel giorno di lavoro ?
  • Il Consulente
    Dipende cosa significhi per sua comodità. Può spiegarsi meglio?
  • Anonimo
    dovrei lavorare 1 ora al giorno e avere 26 giorni di ferie. Ho concordato invece 2 ore e 2o m. tre volte alla settimana.
    Ora, quando prendo un giorno di ferie sono 2 ore e 20 e non piu 1 ora e 10 m.
    Mi spetterebbero solo 13 giorni di ferie ? oppure dovrei recuperare un ora e 10 m. ? o ancora contare due giorni di ferie invece che uno ?
    grazie
  • Il Consulente  - Ferie
    L'assunzione prevede 26 giorni lavorativi annui. In base alla sua lettera d'assunzione che prevede 1 ora circa al giorno le spetterebbero 26 giorni.
    Per correttezza ed etica però i giorni che le spetterebbero nel suo caso sarebbero 13.
  • Anonimo
    salve, volevo una risposta in merito alla mia colf convivente che percepisce uno stipendio di euro 600,00 mensili è stata assunta il 21/09/2oo9 , quest'anno è andata in ferie dal 20/06/2010 al 15/07/2010 , il mese di giugno ha percepito dell'intero stipendio, ora che devo retribuire la mensilità di luglio quale sarà l'importo che lei dovrà percepire? Ringrazio per la risposta e invio il mio indirizzo mail

    r,botti


    @elbocollom.it
  • Anonimo  - paga giornaliera

    Vorrei calcolare quanto giornalmente dò alla mia badante cui corrispondo 800 euro al mese per 25 ore settimanali , distribuite in modo variabile nei giorni ( più i contributi). Nel contratto ha la domenica ed il giovedì pomeriggio liberi.
    Devo dividere gli 800 euro per 26 giorni o per 30 ?

    Inoltre:

    la indennità vitto e alloggio è dovuta per la domenica di riposo?
    (è presente solo la sera)

    Se un giorno di festività coincide con la domenica, ha diritto ad un recupero?

    grazie
  • Il Consulente  - Paga giornaliera
    Salve Anonimo,
    per individuare la paga giornaliera deve suddividere l'importo per 26 giorni.

    Il Vitto e l'alloggio viene di norma retribuito anche nella giornata di riposo

    Se il giorno di festività coincide con la domenica che corrisponde al giorno di riposo non lavorato, tale giornata va comunque retribuita. Se invece la festività cade durante il corso di una giornata lavorata il collaboratore ha diritto al pagamento della festività come una normale giornata di lavoro più la retribuzione giornaliera maggiorata del 60%.
  • Roberto  - retribuzione badante CS convivente part time (?)
    Salve.
    Il mio quesito è questo: poichè nel contratto Colf/Badanti sembra non sia prevista la possibilità di part time per categoria CS conviventi (ma solo per cat. C - B - B Super), nel caso pur possibile di una badante per persone non autosufficienti (cat. CS), convivente e con orario settimanale ad esempio di 30 ore, la retribuzione non può comunque essere inferiore ai minimi mensili tabellari o può essere proporzionata in base alle ore di lavoro?
    Grazie
  • Il Consulente  - Livello CS e minimi tabellari
    Egregio Sig. Roberto, purtroppo come da Lei stesso sottolineato, la possibilità per i convivente di svolgere lavori part time è collegato solo a quei livelli particolari (C - B e BS) che prevedono convivenza di studenti (o corsisti fino a 40 anni) che, frequentano corsi di studio riconosciuti dallo stato. Per tali categorie è prevista, dall'art. 15 comma 2, una forma di lavoro part time fino alle 30 ore lavorative anche se conviventi. In tutti gli altri casi, quindi anche in presenza di ore lavorate inferiori a quelle previste dal contratto full time (40 ore settimanali) dovrà corrispondere l'intera paga prevista dai minimi tabellari che se non ricordo male si aggira intorno agli € 885,00 mensili.
  • Roberto  - calcolo contributi contratto a tempo determinato
    Salve.
    Ho assunto una badante (categoria BS, convivente part time 30 ore) per il solo mese di Agosto. So quindi che dovrò pagare i contributi entro i 10gg successivi alla cessazione del rapporto di lavoro (31/08).
    Il quesito è questo: per il calcolo dei contributi da versare dovrò tener conto delle ore effettive lavorate nel mese (5x26=130)o di quelle risultanti dal sito dell'INPS (120)? Infatti, simulando il pagamento sul sito dell'INPS e lasciando che sia il programma a calcolare le ore del mese, viene fuori un totale di 120 ore. A quale calcolo mi devo attenere per pagare il giusto?
    Grazie
  • il Consulente  - Calcolo contributi per 1 mese
    Salve Sig. Roberto
    le ore indicate dal sito dell'Inps dipendono dalle ore dichiarate in fase di assunzione.
    Comunque i contributi vanno versati sulle ore effettive di lavoro svolto dalla colf/badante.
  • marika
    buongiorno,

    per favore mi può aiutare a definire quanto devo pagare una badante.Non sono brava in matematica e con i numeri sono un disastro Mia madre non è autosufficiente pertanto mi serve una bandate convivente, quanto mi viene a costare?
    Grazie
  • Il Consulente  - Convivente full time
    salve Sig.ra Marika
    Una badante per sua mamma le viene a costare dagli € 833,00 circa ad € 890,00. Dipende dal tipo di assistenza che necessita.
  • Anonimo
    mi perdoni, ma con i contributi?Mia madre è in carozzina:
    E se invece la badnate non è convivente quanto costa all'ora?

    Grazie
  • marika
    mi perdoni, ma con i contributi?Mia madre è in carozzina:
    E se invece la badnate non è convivente quanto costa all'ora?
  • Il Consulente  - full time non convivente
    L'importo precedentemente descritto esclude la considerazione dei contributi da pagare (0,98 centesimi per ogni ora di lavoro)
    Per una badante non convivente la paga oraria, sempre esclusi i contributi va da € 5,83 a 6,13.
  • margherita  - buon giorno
    io dovrei assumere in casa una collaboratrice familaire che si occupi allo stesso tempo delle mie bambine di 2 anni e della casa.
    quale dovrebbe esssere la classe di inquadramento e la paga oraria e mensile? e quanto dovrei paagare di contributi?
    grazie mille e complementi per il sito, molto ben fatto e utile!
  • Il Consulente  - Colf e assistenza
    Salve sig.ra Margherita
    in merito alla Sua richiesta, mi dovrebbe fornire più informazioni del tipo:
    sarà convivente?
    dovrà avere esperienza lavorativa?
    In linea di massima Le posso dire che una baby sitter che svolge lavori domestici e sia convivente debba avere una minima esperienza professionale. Di conseguenza il livello potrebbe essere il BS (livello B Superior) che prevede una paga mensile di circa 781 euro esclusi i contributi che ammontano a 0,98 centesimi l'ora.
  • margherita  - grazie per la risposta!
    questa collaboratrice non dovrà essere convivente e ha una qualche esperienza perchè ha già lavorato come colf.
    la paga che ha indicato si intende per quante ore settimanali?
  • Il Consulente  - Paga mensile
    Salve sig.ra Margherita,
    io le ho indicato la paga mensile che spetterebbe ad una colf convivente. Nel caso in cui non sia convivente la paga oraria dipende dalle ore settimanali prestate.
    Se le ore di lavoro prestate raggiungono le 24 ore settimanali la paga oraria minima contrattuale è di € 5,52 più € 1,34 di contributi orari (di cui 0,32 centesimi l'ora a carico del lavoratore).
    Se le ore di lavoro prestate superano le 24, la paga minima oraria contrattuale rimane la stessa, mentre a variare sono i contributi che si riducono ad 0,98 centesimi l'ora (di cui 0,23 a carico del lavoratore). Il livello sarebbe sempre un BS.
  • margherita  - Grazie mille!
    adesso mi è tutto chiaro.cordiali saluti.
  • Il Consulente  - Paga mensile
    Di nulla Sig.ra Margherita.
    Se avesse poi bisogno di fare le pratiche di assunzione, i prospetti mensili delle paghe, noi forniamo dei pacchetti speciali.
    Comunque la ringrazio per aver visitato il nostro sito.
    Buona giornata
    Dr.ssa Simona Antonacci
  • lidia
    salve dott,
    le chiedo un calcolo per un assunzione di collaborazione domestica di circa 36 ore settimanali,più la domenica 1 oretta. adesso siamo in attesa di una risposta, ma quanto verrebbe il comenso mensile?
    premetto che non si tratta di collaborazione convivente.
    grazie di tutto
  • Il Consulente  - Calcoli colf
    Salve sig.ra Lidia, non posso farle un calcolo perché avrei bisogno di ulteriori dati ed inoltre per calcoli precisi si rientrerebbe nell'ambito di consulenza a pagamento.
    In linea di massima però le posso dire che ipotizzando un assunzione di una colf livello BS con paga minima oraria contrattuale di € 5,52, la paga mensile netta si aggirerebbe intorno ad € 860,00.
    Poi ci sarebbero i contributi inps mensili pari ad € 155,00 circa, di cui una parte a carico del lavoratore.
  • Anonimo
    salve la mia badante è stata licenziata il 25 agosto, le devo pagare 15gg di calendario di mancato preavviso o 13gg lavorativi? Inoltre il preavv. si conteggia sulla retribuzione base(1150) + ind vitto e alloggio(128.18)/26x13gg.,è così o devo aggiungere anche la 13^, le ferie,e il tfr???
  • Il Consulente  - Licenziamento
    Salve anonimo,
    alla sua badante spettano 15 giorni di calendario di mancato preavviso se ha lavorato per più di 25 ore settimanali e per un periodo di attività superiore a 2 anni. Se invece ha prestato la sua attività per un periodo inferiore ai 2 anni, i giorni di calendario da retribuire per mancato preavviso sono 8.
    La retribuzione su cui calcolare il preavviso è comprensiva del vitto e alloggio.
    Inoltre dovrà calcolare i ratei della XIII° maturati e non pagati, TFR, Ferie permessi e quant'altro previsto dal contratto.

  • gugulona  - luogo di lavoro
    Buongiorno,
    mio padre ha da poco regolarizzato una colf iscritta per il minimo richiesto di 20 ore.
    Volevo sapere se a stessa può prestare una parte delle ore (4 ore settimanali) presso la mia abitazione; per cui il pagamento, compresi i contributi, verranno pagati esclusivamente da mio padre.
    Infine se tutto ciò è opportuno che sia sottoscritto dalla colf.
    grazie
  • Il Consulente  - Luogo di lavoro
    Salve gugulona,
    uno degli elementi essenziali del contratto di lavoro di una collaboratrice domestica è proprio il luogo di lavoro. La collaboratrice è tenuta a prestare la sua attività nel luogo indicato nella lettera d'assunzione e comunicato all'INPS. Questo perché in caso di infortunio in luoghi diversi da quello prestabilito e comunicato agli enti previdenziali la collaboratrice non sarebbe coperta dall'assicurazione infortunistica. Inoltre lei potrebbe incombere in denunce per lavoro irregolare oppure potrebbe essere denunciata dalla collaboratrice stessa per danni. Io le consiglierei di stipulare un contratto di 4 ore settimanali presso la sua abitazione e magari una riduzione delle ore settimanali di lavoro che la collaboratrice presta presso l'indirizzo indicato da suo padre.
  • gugulona
    Grazie per la risposta.
    Provvederò in tal senso; l'unico dubbio che mi rimane e se, essendo le 20 ore il minimo richiesto per la regolarizzazione, può mio padre ridurle a 16, senza incorrere in eventuali sanzioni? e può/deve pagare lui i contributi anche delle 4 ore prestate con il mio contratto?
    Ovviamente il totale tra le ore prestate è sempre minimo 20.
    Grazie ancora.
  • Il Consulente  - orario minimo
    Salve gugulona,
    per quanto riguarda le colf non è fissato un orario minimo da svolgere. Una collaboratrice domestica può essere assunto anche per 1 ora a settimana purché dichiarata.
    Di conseguenza suo padre può ridurre a 16 le ore di lavoro svolte comunicando all'inps la riduzione d'orario e lei può fare un nuovo accordo di lavoro sulla base di 4 ore settimanali.
    Per il pagamento dei contributi, la parte delle ore che deriveranno dal nuovo contratto di lavoro dovranno essere pagate da lei. Mi spiego meglio sul bollettino dovranno essere riportati i dati del datore di lavoro che ha stipulato il contratto. Ciò non toglie però che materialmente il bollettino possa essere pagato da suo padre.
  • gugulona
    Grazie,
    molto gentile.
  • Anonimo
    Volendo assumere una colf fissa, a 54 ore settimanali, e non avendo modo di dare alloggio, posso contribuire alle spese di alloggio cui la medesima provvede in proprio?
    Il mio eventuale contributo costituisce reddito per le colf ai fini irpef?

    Grazie Ugo
  • Il Consulente  - convivenza senza alloggio
    Salve sig. Ugo,
    solo per le colf conviventi è possibile applicare un contratto di 54 ore settimanali. Si ha regime di convivenza quando si condivide lo stesso domicilio.
  • Nicola  - TFR e 13a rateizzati

    Buongiorno,
    leggendo il CCNL delle colf non ho letto della possibilità di pagare mensilmente in busta paga il rateo della 13a e/o del TFR.
    E' prevista questa possibilità?

    Se io volessi assumere la mia colf/baby sitter non convivente, 25 ore settimanli, dovrei assumerla in categoria BS o CS?
    Volendo spendere circa 8 € l'ora (comprensive di tutto: contributi, 13a, tfr,etc) quando dovrei indicare come paga oraria lorda?

    Grazie
    Saluti
  • Il Consulente  - TFR e XIII
    Salve Nicola
    è possibile inserire nel prospetto i ratei suddetti.
    La scelta del livello dipende dall'autosufficienza o meno dei bambini (BS per autosufficienti).
    Per una retribuzione complessiva di € 8,00 la paga oraria si aggirerebbe intorno ad € 6,80
  • elisa
    Buongiorno, vorrei un'informazione. Devo calcolare la paga di agosto della domestica. Lavora 4 ore al giorno x 5 giorni per settimana con paga netta di € 5,42.In alcuni siti ho letto che il calcolo si fa prendendo le ore lavorate nel mese precedente dividendole x 26 ottenendo così il numero di ore equivalente a un giorno di ferie. Il mio commercialista invece le calcolava facendo le ore effettive di ferie per 5,42 € (paga oraria normale). Mi può dire quale dei due modi è corretto. Inoltre un'ultima domanda, le ore di ferie nn godute vanno riportate anno per anno, o alla fine dell'anno si azzerano?Grazie mille. Elisa
  • Il Consulente  - ferie
    Salve Sig.ra Elisa
    le ferie per le collaboratrice part time vengono calcolate sulla base della retribuzione giornaliera il cui importo varia a seconda delle ore di lavoro svolto dalla collaboratrice. Di conseguenza è necessario individuare il numero di ore equivalente ad un giorno di ferie come da lei descritto. Dopodiché il risultato va moltiplicato per la paga oraria.
  • Anonimo  - Aiuto
    Salve,

    io ho una badante che lavora da gennaio 2010 a 3 ore giornaliere per 3 volte settimanali:

    ora gli devo pagare le ferie: è stata in ferie 13 giorni quindi per calcolare l'importo io dovrò fare:

    39 ore (riferimento a quanto lavorato a luglio)
    diviso 26

    il risultato lo moltiplicherò per la paga oraria (7,00€) e quello che mi viene è l'importo orario che dovrò corrispondere alla badante che verrà poi moltiplicato per i giorni di ferie (13), è corretto??

    Scusate per la lunghezza del messaggio.
    Grazie mille
  • Simone


  • Simone  - Un aiuto
    Salve,

    avrei bisogno di una conferma,

    ho assunto una badante a Gennaio 2010.
    paga oraria: 7,00€
    3 volte a settimana per 3 ore giornaliere

    ora gli devo pagare le ferie:

    ha usufruito di 13 giorni su 26 che gli spettano, quindi per calcolare quanto dovrò dargli devo fare:

    39(è il valore relativo alle ore che ha fatto a luglio)

    diviso 26 (tot. giorni di ferie)

    il risultato lo moltiplicherò per la paga oraria, quindi :

    1,5*7,00€ = 10,5€ (questo dovrebbe essere l'importo che dovrò corrispondere alla badante per ora, Giusto?

    Poi moltiplicherò l'importo orario per i giorni di ferie presi.

    E' corretto o mi sfugge qualcosa?

    Scusate della lunghezza del messaggio.
    Grazie mille
  • Il Consulente  - Calcolo ferie
    Salve Simone,
    la paga che ottiene con il calcolo non è la paga oraria ma la retribuzione giornaliera che spetta per ogni giorno di ferie. Nel suo caso quindi la retribuzione per un giorno di ferie sarà
    39 ore di luglio/26 = 1,5 x 7,00 = € 10,50
  • Il Consulente  - Pagamento ferie
    In merito al pagamento delle ferie, ad ogni colf spettano 26 giorni lavorativi di ferie al'anno. Si possono fare in 2 volte. Generalmente si devono fare almeno 15 giorni di ferie per la prima tranche, mentre i restanti giorni in una seconda tranche da fare tutte insieme entro 18 mesi dalla scadenza.
  • Anonimo  - festività in caso di paga oraria
    Buon giorno.
    Ho stipulato un contratto di collaborazione domestica a ore con decorrenza 1 agosto 2010; il contratto determina un numero di ore medio a settimana (6 ore) ma stabilisce che tale numero è flessibile così come i giorni nei quali vengono svolte le prestazioni.
    Nel mese di agosto la colf ha lavorato per complessive 16 ore.
    Dato quanto sopra volevo chidere chiarimenti su come ci si deve comportare relativamente alle festività nazionali ed infrasettimanali (art 17 del contratto). Vanno riconosciute anche in caso di contratto ad ore ? Se si come vanno valorizzati ? (per agosto penso nello specifico al 15 agosto)
    grazie
  • Il Consulente  - Festività per contratti ad ore
    Salve Anonimo,
    leggendo l'articolo 17, trova la risposta alla sua domanda. Al punto 4 infatti viene specificato che per i rapporti di lavoro ad ore le festività verranno retribuite con 1/26 della retribuzione globale di fatto mensile.
  • Anonimo
    Grazie per la tempestiva risposta.
    Se posso approfitto ancora per un chiarimento finale.
    Nel rapporto ad ore il giorno di festività nazionale va comunque pagato anche se, per esempio nel mio caso, non era previsto che il collaboratore dovesse lavorare in quel giorno ed il fatto che non abbia fatto 24 ore ma solo 16 è dovuto a sua decisione ?
    La retribuzione globale di fatto mensile la devo determinare con le stesse regole in base alle quali conteggio la retribuzione mensile per la valorizzazione dei giorni ferie ?
  • Il Consulente  - Calcolo festività
    Anche se non lavora nel giorno di festività deve comunque retribuirlo con 1/26 della retribuzione mensile. Il conteggio è lo stesso.
  • Il Consulente  - re: Calcolo festività
    Tuttavia il calcolo della retribuzione giornaliera in caso di festività viene calcolato prendendo in considerazione le ore effettive del mese in cui cade la festività e non quelle effettive del mese precedente come avviene invece per il calcolo della retribuzione giornaliera in caso di pagamento delle ferie.
  • Bart
    Salve,

    devo assumere una badante a tempo pieno per mia nonna.

    io pensavo di assumerla con livello CS come lavoratore convivente. Dalla tabella aggiornata dal ministero del lavoro a Gennaio 2010 risulta che la paga minima per tale inquadramento è 885.10 Euro.

    Il dubbio che ho è relativo all'indennità di vitto e alloggio, quale è il significato di questa voce?
    La badante farà tutti i pasti a casa di mia nonna a mie spese, le devo corrispondere oltre agli 885.10 euro anche i 4.93 giornalieri?


    il valore aggiornato è di 4.93 euro giornaliere, questo va moltiplicato per 26 o per il numero di giorni effettivi del mese?

    Grazie

  • Il Consulente  - Badante e vitto e alloggio
    L'indennità sostitutiva per vitto ed alloggio viene erogata per i contratti che prevedono prestazioni di lavoro con orari superiori a 6 ore giornaliere. Superate le 6 ore se non si ha sempre modo di garantire pasti sufficienti per la cura della persona, allora viene erogata un'indennità sostitutiva detta vitto alloggio.
  • Simone  - re: Calcolo ferie
    Salve Simone,
    la paga che ottiene con il calcolo non è la paga oraria ma la retribuzione giornaliera che spetta per ogni giorno di ferie. Nel suo caso quindi la retribuzione per un giorno di ferie sarà
    39 ore di luglio/26 = 1,5 x 7,00 = € 10,50

    Salve, la ringrazio per la velocità con cui mi ha risaposto, abuserò della vostra immensa pazienza per l'ultima volta:

    lei mi dice che un giorno di ferie equivale a 10,50€ ok.
    la mia domanda è: facendo il conteggio dei giorni di ferie presi e moltiplicandolo per l'importo esce fuori una cifra nettamente inferiore a quello che avrebbe preso se avesse lavorato.
    Allora mi chiedo: l'importo che si riceve per le ferie non il 100% di quello che prende normalmente?

    grazie infinite
  • Il Consulente  - Calcolo ferie
    Salve Simone,
    la retribuzione giornaliera varia in funzione delle ore svolte di lavoro. Il contratto prevede il pagamento di 26 giorni lavorativi di ferie spettanti per qualsiasi contratto di lavoro (convivente o meno, full time o part time) e non sarebbe equo pagare lo stesso compenso a collaboratori che prestano l'attività full time con quelle che prestano la loro attività part time.
  • Simone
    Grazie, tutto molto chiaro.
    Saluti e complimenti per il lavoro che svolgete.
  • Il Consulente
    Di nulla Simone,
    cerchiamo solo di risolvere dubbi di interesse generale a cui molto spesso non si trova facilmente risposta se non a pagamento.
    Naturalmente noi confidiamo nella "pubblicità" che potrete farci consigliandoci come sito di riferimento per trovare informazioni di qualunque genere legato alla consulenza fiscale tributaria e del lavoro.
    Buona fortuna
  • Silvia  - Calcolo busta paga e alcune domande
    Gentile consulente,
    vorrei assumere una collaboratrice domestica che lavorerà 19 ore settimanali senza vitto e alloggio. Come retribuzione avevo pensato di darle 7,50 € nette, potete aiutami nel calcolo della busta paga?
    Mi sembra di avere capito dalle vostre consulenze cosa le devo per la XIII, per il TFR e per i giorni di malattia.
    Tuttavia volevo sapere, dato che si tratta di una ragazza molto giovane e sposata, cosa succede in caso di gravidanza. Cosa dovrei pagare se resta incinta?
    Grazie
  • Il Consulente  - Maternità
    Salve sig.ra Silvia
    salto il discorso relativo alla busta paga vera e propria perché da quanto ho letto sa che il datore di lavoro deve corrispondere:
    il compenso, le ferie, i permessi la XIII, il TFR, la malattia (entro determinati limiti).
    Per quel che riguarda la maternità invece la collaboratrice ha diritto al pagamento della maternità, pari all'80% della retribuzione media globale percepita che viene corrisposta dall'INPS e non dal datore di lavoro. Importante sottolineare che l'INPS eroga la maternità solo se la collaboratrice raggiunge un minimale di contributi versati.
    Il datore di lavoro ha solo l'obbligo di mantenere il posto durante il periodo di maternità obbligatoria.
  • Silvia  - grazie
    Grazie! :lol:
  • Enzo  - Rinnovo minimi retributivi CCNL
    Ho notato che con cadenza pressoche` annuale vengono rivisti al rialzo (dalla legge) i minimi retribuitivi previsti dal contratto nazionale dei lavoratori domestici. Ad ogni rialzo deve essere necessariamente adeguata la paga del lavoratore (e la corrispondente retribuzione oraria effettiva per il calcolo dei contributi), anche se la paga oraria inclusiva del superminimo e` superiore al nuovo minimo ?
    In caso di risposta affermativa, questi aumenti si devono sommare a quelli previsti dagli scatti di anzianita` ?
    Saluti
  • Il Consulente  - Paga oraria e minimi contrattuali
    Salve sig. Enzo
    confermo con Lei gli aumenti del C.C.N.L. Lavoratori Domestici. Tra l'altro nel 2011 dovrà essere approvato il prossimo contratto che, secondo me, vista la necessità di regolarizzare i rapporti di lavoro domestici, provvederà a definire obbligatorio anche il cedolino paga (ora il C.C.N.L. prevede all'art.32 solo la consegna obbligatoria di un prospetto paga).
    In merito alla sua domanda la risposta è univoca, se nella lettera di assunzione è stato specificato un superminimo riassorbibile, oppure una paga superiore a quella minima prevista dal contratto, non è necessario operare l'aumento. L'aumento diventa obbligatorio solo per quei rapporti di lavoro che prevedono l'erogazione di una paga base uguale a quella prevista dal contratto al momento dell'assunzione. Di conseguenza in presenza di aumenti contrattuali, dovrà essere automaticamente aumentata la retribuzione minimale del collaboratore.
  • Catia Ponzo
    Buongiorno, vorrei assumere una collaboratrice domestica ad ore. E' una signora comunitaria e ho la possibilità di procurargli un alloggio di mia proprietà. Da lei non desidero l'affitto ma vorrei che questo venisse considerato sulla retribuzione che le corrispondo: è possibile?
    Grazie
  • Il Consulente  - Collaboratrice ad ore con alloggio
    Salve Sig.ra Ponzo,
    per risponderle adeguatamente dovrei avere maggiori informazioni. Ad esempio sapere per quante ore intende assumerla e soprattutto quale paga oraria andrebbe a corrisponderle non tenendo conto della possibilità di procurarle l'alloggio.
  • maria pina  - sapere se la mia paga é giusta
    salve! vorrei sapere,dato che faccio la colf da ben 5 anni,é giusta la mia paga di 500 euro? grazie
  • maria pina
    ovviamente intendo al mese.....by maria pina
  • Il Consulente  - Paga
    Salve sig.ra Pina
    per dirle se percepisce una corretta mensilità, dovrei conoscere quante ore lavora a settimana e soprattutto con quale livello. Inoltre dovrei sapere se queste 500,00 euro comprendono la tredicesima, le ferie e/o il TFR.
    Senza tali informazioni non posso dirle se la sua retribuzione è corretta o meno.
    Mi faccia sapere così potrò risponderle.
  • maria pina
    salve sono maria pina. Ha ragione non le ho dato tutte le informazioni necessarie. Lavoro da 5 anni e lavoro 21 ore a settimana. Mi pagano la tredicesima e le ferie a parte,infatti su questo non mi lamento ma per quanto riguarda il livello e il TFR non glielo so proprio dire. un'altra cosa...quante ferie mi spettano? grazie mille maria pina
  • Il Consulente  - Paga
    Salve sig.ra Pina
    secondo le ore settimanali dichiarate, ossia 21, lei percepirebbe una paga oraria di € 5,50 circa. Tale paga potrebbe corrispondere al livello B che prevede lo svolgimento di mansioni di carattere generico quali pulizia della casa, addetta alla cucina, addetta alla lavanderia ecc.ecc. e per la quale è stata fissata una paga minima oraria di € 5,21. Se a tale paga si sommano i 2 scatti di anzianità maturati (uno ogni 2 anni per un importo pari ad € 0,2084) fino ad oggi otterrebbe una paga oraria di 5,62 e più o meno la sua retribuzione sarebbe corretta in quanto mensilmente dovrebbe percepire € 511,00.
    Per quanto riguarda le ferie, le spettano come tutte le altre colf 26 giorni lavorativi di ferie all'anno retribuite secondo il calcolo sopra menzionato che considera le ore di lavoro effettivamente svolte nel mese precedente allo svolgimento delle ferie.
  • raffaella  - minimi orari e i
    Buonasera,
    vorrei assumere una babysitter per il mio bambino di 18 mesi, per 25 ore a settimana. Ho tre domande:
    - data l'età del bambino, posso inquadrare la babysitter ad un livello AS?
    - I minimi orari indicati per livello includono o no la quota di tredicesima?
    - Il rateo di 13ma e TFR indicato mensilmente in busta paga è di 1/12 del totale?
    La ringrazio per la risposta.
  • Il Consulente  - Inquadramento livello
    Salve Sig.ra Raffaella,
    - vista l'età del bambino, posso dirle che la mansione che andrebbe ad essere svolta dalla baby sitter rientrerebbe più nel livello CS che nel livello AS. Considerata l'età del bimbo, 18 mesi, si può dire tranquillamente che il minore venga ritenuto non autosufficiente e bisognoso di cure.
    - Non conosco i minimi orari a cui si riferisce e non so se quelli che ha letto siano comprensivi di XIII o meno. Se l'importo orario è per il livello AS pari ad € 4,90 questo non comprende ne la quota della tredicesima ne quella del TFR.
    - Il ratei indicati nel prospetto paga sono pari a circa 1/12 del totale retribuito annualmente.
  • raffaella  - integrazione
    A integrazione della mia precedente, la babysitter in questione non ha esperienza superiore ai 12 mesi ma è Laureata in psicologia e ha seguito corsi di babysitter.
  • Il Consulente  - Inquadramento
    Il livello CS super identifica gli assistenti di persone non autosufficienti, non formati.
    Se poi desidera assumere la baby sitter con livello AS consideri che non rientra nelle mansioni la cura delle persone. Sono soltanto addetti alla compagni di persone autosufficienti
  • Alessandra.C  - Ferie non godute
    Buongiorno,
    sto calcolando il TFR di una colf che ha cessato il rapporto di lavoro il 30/6/2010, la mia domanda è come devo comportarmi con le ferie maturate non godute. La lavoratrice faceva 25 ore la settimana quindi mi sembra le spettino 26 gg di ferie all'anno, non avendo fatto ferie le devo retribuire la metà dei giorni cioè 13? E per quanto riguarda la 13 ma, devo indicare quella maturata al 30/6 e quindi liquidarla?
    grazie...
  • Ferie e XIII
    Salve sig.ra Alessandra
    in merito alla Sua domanda i giorni di ferie spettanti alle colf sono 26 giorni lavorativi che maturano a partire generalmente dal 1 settembre di ogni anno, in quanto godute ad agosto. Se la colf è stata assunto il 1 gennaio 2010 dovrà conteggiare 6 mesi quindi 13 giorni, ma se era stata assunta ad esempio nel 2007 e aveva goduto nel 2009 di tutte le ferie, le ferie da retribuire fino al 30 giugno 2010 sono pari a 21,67 ossia le ferie maturate per 10 mesi.Per quanto riguarda la XIII° dovrà retribuire i primi 6 mesi
  • Roberta  - Ratei ferie/tredicesima
    Buongiorno,
    la mia badante convivente rientrerà il prossimo 1/10 dopo un periodo concordato di assenza pari all'intero mese di settembre, coperto fino al 20 dalle ferie già maturate e dal 21 in poi da permessi non retribuiti. Ho letto che durante questi ultimi non si maturano ratei di alcun tipo, per cui la mia domanda è: i ratei di ferie e tredicesima relativi al mese di settembre vanno riproporzionati in base ai soli 20 giorni retribuiti o spettano comunque per intero?
    Grazie anticipatamente per la risposta.

    Roberta
  • Il Consulente  - Assenze "giustificate" ma non soggette alla matura
    Salve sig.ra Roberta
    in effetti dopo i giorni di ferie, lei non dovrà retribuire ne ulteriori giorni ne far maturare i ratei per le giornate d'assenza. Quindi dovrà togliere dai conteggi dei ratei il periodo di assenza di cui è venuta a conoscenza ma che non retribuirà a causa della mancanza di giorni di ferie e/o permessi non maturati.
  • Anonimo  - re: imformazione di busta.
    [quote=yuleen] buonasera mi chiama yuleen.

    io vuorei sapere se per un colf e obligatorio avere la busta paga ????
  • Il Consulente  - Busta paga
    Salve yuleen,
    il contratto dei lavoratori domestici prevede all'articolo 32 la predisposizione di un prospetto paga da compilare in duplice copia di cui una va consegnata al lavoratore.
  • Alessandra.C  - contributo Cas.sa.Colf
    Buongiorno,
    ho letto che da luglio 2010 è stata istituita la cassa colf e che con il pagamento del 3° trimestre 2010 si deve versare questo contributo.
    Il contributo pari allo 0,03 in misura oraria, di cui lo 0,01 a carico del lavoratore deve essere conteggiato ogni mese a pratire da luglio?Deve quindi comparire in busta paga?
    Per il pagamento, si devono utilizzare altri bollettini? dove indico il codice F2 che identifica tale contributio?
    Grazie infinitamente
    Alessandra
  • Il Consulente  - Cassa Colf
    Mi scuso per il ritardo nella risposta, ma ho avuto problemi di salute che mi hanno reso indisponibile a rispondere prima.
    Per quanto riguarda il contributo cassacolf posso dirle che deve essere calcolato sullo stesso importo su cui calcola i contributi inps relativi all'intero terzo trimestre 2010. L'INPS avrebbe dovuto spedire nuovi bollettini indicanti il codice F2. In mancanza Le consiglio di eseguire il pagamento su c/c bancario o postale online(se posseduto) oppure eseguendo il pagamento presso le tabaccherie che dispongono dei servizi della lottomatica.
  • raffaella  - cassa colf
    Buongiorno avvocato, in relazione ai contributi cassa colf una domanda: sono obbligatori oppure si possono non pagare? Infine, nel caso in cui il rapporto di lavoro sia iniziato a settembre 2010 , la scadenza del 10 ottobre per il pagamento dei contributi del IIItrimestre resta confermata anche se non ho ancora ricevuto i bollettini dall'inps? grazie
  • Il Consulente  - Cassa Colf
    Salve Raffaella,
    il contributo Cassa Colf, già previsto all'art. 47 del C.C.N.L. Lavoro Domestico in vigore dal 2007, è divenuto obbligatorio a partire dal mese di luglio 2010. Il versamento del contributo della cassa colf andrà sommato a quello relativo al versamento dei contributi INPS indicando nel bollettino il codice F2 e l'importo inerente la cassa colf. Per quanto riguarda il pagamento, se non ha ricevuto i bollettini aggiornati, le consiglierei di fare il pagamento online tramite il sito dell'Inps, oppure presso le ricevitorie della Lottomatica.

    Spero di essere stata all'altezza della Sua domanda anche se non sono un avvocato.
  • raffaella
    Grazie per la risposta puntuale, signor consulente :wink: , un'ultima cosa: se il contratto è partito il 1 settembre 2010, la cassa colf va pagata a partire dal IV trimestre e non anche per settembre? ho letto che va pagata sul primo trimestre intero del rapporto di lavoro. Le auguro buon lavoro e buona settimana.
  • Il Consulente - Dr.ssa S. Anto  - Cassa Colf
    Salve Raffaella,
    per quanto riguarda il pagamento della cassa colf, il versamento inizia a decorrere dal 1° luglio per tutti quelli che a tale data avevano in essere un rapporto di lavoro, mentre al momento dell'assunzione per coloro che sono stati assunti nel corso del III trimestre 2010. Nel suo caso dovrà pagare i contributi relativamente al mese di settembre. Forse si confonde con l'inizio del beneficio goduto dal lavoratore e dal datore di lavoro che inizierà a decorrere dal primo trimestre successivo al 1 versamento eseguito.
  • Edi  - Determinazione reddito imponibile colf
    Salve a tutti. Vorrei porre un quesito al quale non riusciamo a trovare una soluzione.E' il caso di una colf convivente con più di 24 ore settimanali, quindi con vitto e alloggio.
    Nella busta paga appare tale indennità di vitto ed alloggio(totale mensile euro 146,88 perchè utile ai fini di contributi, TFR, ferie ecc. però non corrisposta in moneta essendo in natura (lei usufruisce di vitto e alloggio). Alla fine dell'anno, chi elabora le buste paga, ha elaborato anche la certificazione dei compensi con al quale la colf si presenta per fare la sua dichiarazione dei redditi. Nel importo totale è stato inserito anche quello di vitto e alloggio per ogni mese e di conseguenza la signora ha pagato una cifra di tasse molto elevata secondo lei (premetto che era la prima dichiarazione). Il suo stipendio netto (al netto di contributi si gira intorno ad euro 760,00 mensili, mentre dalla certificazione risultano 11,400. Il mio quesito è: tale indennità di vitto alloggio costituisce reddito imp...
  • Anonimo
    Salve Sig.ra Edi,
    la quota convenzionale di vitto e alloggio va indicata solo al fine del calcolo dei contributi INPS da versare. Il valore convenzionale va infatti moltiplicato per il numero delle giornate mensili in cui il lavoratore ha percepito le prestazioni in natura. Detto ciò tale valore nel suo caso risulta essere solo convenzionale e non costituisce a mio parere reddito da considerare ai fini irpef.
  • Edi
    La ringrazio tanto della risposta. Cordiali saluti.
  • Veronica  - convivente

    Urgentissimo!!!!!!!!! :shock:
    Buongiorno,
    qual'è la paga mensile di una convivente livello Bs che lavora 25 ore settimanali?
    Devo riproporzionare Euro 780,97 * 25/54simi?
    Grazie in anticipo per la risposta.

  • Il Consulente  - Calcolo ferie - retribuzione giornaliera
    Salve Veronica
    Le riporto un passo di una risposta presente su un'altra pagina dedicata al calcolo ferie.
    .............per individuare la retribuzione di una giornata di ferie è necessario determinare la retribuzione giornaliera erogata alla colf e ciò lo si può fare:
    1. suddividendo le ore di lavoro svolte effettivamente nel mese precedente alle ferie per il coefficiente fisso pari a 26;
    2. moltiplicando il risultato ottenuto per la paga oraria concordata.
  • Magda B.  - TFR
    Buongiorno,
    ho alle mie dipendenze una badante 54 ore/sett. e mi è sorto un dubbio circa la gestione del TFR. La trattenuta dello 0.5% L.297/1982 sul lordo contributivo si applica anche ai lavoratori domestici? Finora non l'ho mai considerata, ma so di molte conoscenti nella mia situazione che, invece, la applicano regolarmente.

    Grazie in anticipo per la risposta.
  • Il Consulente  - Calcolo del Trattamento di Fine Rapporto (TFR)
    Salve sig.ra Magda B.
    dal 1990 in poi il TFR si ottiene suddividendo la retribuzione complessiva annua per il coefficiente fisso pari a 13,5.
    Ogni anno poi dovrà procedere alla rivalutazione della quota di TFR accantonata nel corso dell'anno precedente.
  • ametista  - stipendio mensile
    Gentile sig.

    badante convivente, livello D,6 anni di esperienza, laureata e corso di assistenza familiare 300ore.Quanto sarebbe il mio stipendio mensile, respetivamente la mia busta paga, per piacere,
    Grazie,
    ametista
  • Il Consulente  - Retribuzione Livello D badante full time
    Salve ametista,
    la sua paga mensile prevista dal C.C.N.L. "Lavoro Domestico" è pari ad € 1.041,30 +un'indennità pari ad € 153,98.
  • giovanni marucci  - malattia badante convivente
    Ho assunto una badante in categoria BS convivente che purtroppo è entrata in malattia.
    1) Come faccio a detrarre dallo stipendio mensile (780,97) le giornate di malattia al 50% e i giorni non lavorati succcessivi al decimo ?
    2) non ho capito se i giorni da retribuire (nel mio caso 10 di cui i primi 3 al 50%) sono complessivi nell'anno quindi cumulabili ad altri periodi di malattia dei mesi precedenti.
    grazie
  • Il Consulente  - retribuzione giornate di malatti
    Salve sig. Marucci
    per scorporare la retribuzione della malattia deve individuare la paga giornaliera prevista da contratto. La paga giornaliera di ottiene suddividendo la paga mensile prevista nel contratti per le ore di lavoro previste e moltiplicando il risultato per il numero delle ore di lavoro svolte nel corso della giornata. A quel punto dividendo l'importo per 2 riesce ad escludere il 50% della paga da non retribuire. I restanti 7 giorni di malattia andranno retribuiti interamente al 100%.
    Se poi alla colf spettano 10 giorni di malattia, si ricordi che il pagamento di tale periodo avviene per una sola volta all'anno. Di conseguenza se si ammalerà di nuovo non dovrà pagare ulteriori giorni di assenza per malattia.
  • giovanni marucci
    La ringrazio per la tempestiva risposta.
    Non capisco ancora una cosa: il cotratto stipulato prevede un mensile (780.97) e 54 ore settimanali.
    Secondo il calcolo da lei proposto la paga giornaliera può quindi variare ogni mese a seconda del numero dei giorni di quel mese o si assume come standard 22 giorni mese ?
    Per risalire alla paga giornaliera non sarebbe più corretto tenere conto delle 13 mensilità e suddividere il totale per il numero di giorni nell'anno: (780,97 x 13) / (22 x12)
    I giorni di malattia tengono conto delle festività (es: la domenica se è giorno di riposo non dovrebbe essere conteggiata nei 10 giorni dovuti giusto ?)
    cordiali saluti
  • pamela  - contributi terzo trimestre
    Egr. Consulente,
    la mia colf assunta per tre ore alla settimana è andata in ferie dal 16 agosto al 4 settembre.Nel bollettino dei contributi del III trimestre devo barrare solo le settimane che ha lavorato oppure tutte?
    La ringrazio per l'attenzione
  • Il Consulenteni  - Ferie nei bolletti
    Salve sig.ra Pamela,
    nel bollettino dovrà indicare tutto il periodo come lavorato, anche se la collaboratrice ha usufruito del periodo di ferie.
    Si ricordi di aggiungere i contributi cassa colf divenuti obbligatori a partire dal mese di luglio 2010
  • pamela  -  contributi cassa colf - contributi terzo trimestr
    Egr. Consulente,
    La ringrazio per la tempestiva risposta. Dove posso trovare informazioni relative al calcolo dei contributi cassa colf? Ancora grazie per la disponibilità.
  • Il Consulente  - cassa colf
    Salve sig.ra Pamela
    può trovare informazioni cliccando su questo [url]*******www.gruppoantonacci.it/index.php?option=com_content&view=a rticle&id=439:la-cassacolf-entrata-in-vigore-dal-1d-luglio-2010&catid= 34:elaborazionepaghe&Itemid=53[/url.
    Praticamente è un articolo scritto sul mio sito dal quale potrà trarre tutte le dovute informazioni.
  • pamela  - cassa colf
    La ringrazio molto per la disponibilità e la tempestiva risposta.
  • Luca  - Malattia prolungata: retribuzione e contributi
    Egr Consulente,

    non mi è chiaro come trattare il caso di una malattia prolungata di una colf.
    Facciamo l'esempio di una colf che con piu' di 2 anni di anzianità si assenta dal lavoro per 45 giorni consecutivi per malattia. Da contratto leggo che (art 26/ccnl2007)

    """
    Durante i periodi indicati nel comma 4 decorre in caso di malattia la retribuzione globale di fatto per un massimo di 8, 10, 15 giorni complessivi nell'anno per le anzianità di cui ai punti 1, 2, 3 dello stesso comma 4, nella seguente misura:

    fino al 3° giorno consecutivo, il 50% della retribuzione globale di fatto;

    dal 4° giorno in poi, il 100% della retribuzione globale di fatto.
    """

    Questo significa nel caso fatto che:
    1) pago i primi 3 gg di malattia senza contare l'eventuale Domenica (??) (es Ven-Sab-Lun) la metà.
    2) pago i successivi 12 gg di malattia senza contare le Domeniche (??) a salario intero.
    3) posso non pagare i restanti giorni di malattia.

    Ho capito bene?...
  • Il Consulente  - Retribuzione malattia
    Salve sig. Luca
    la malattia delle colf è un pò atipica e posso dirle che ha capito il concetto. Di conseguenza dovrà retribuire:
    i primi 3 giorni di malattia al 50% della retribuzione mentre i restanti 7 giorni vanno retribuiti al 100%. Il sabato viene incluso nel calcolo solo se effettivamente lavorato. In caso contrario deve essere escluso dal conteggio. Una volta trascorsi i 10 giorni, la collaboratrice non ha alcun diritto ad alcuna forma di retribuzione.
  • Luca
    ...
    E in questo caso, cioè se decido di non retribuire i restanti giorni della sua malattia, sono tenuto cmq a versare per intero i contributi trimestrali all'inps e alla cassa colf oppure posso scorporare da entrambi le ore dei giorni di malattia non retribuita?
    In questo caso dovrei anche annerire opportunamente le caselle a fondo bollettino per ogni settimana retribuita, credo, non e' vero?

    Infine, mi riferisco al termine "complessivi nell'anno" che si legge nel passo del ccnl sopra riportato. Significa che se per esempio il mese successivo la colf si assenta anche solo un giorno per malattia io posso non pagarla? Ovvero avendo già raggiunto in malattia i 15 giorni di retribuzione globale di fatto precedentemente nell'anno ad ogni ulteriore assenza per malattia non ha piu' diritto alla retribuzione?
    (E se così fosse allora quale sarebbe l'intervallo annuale da considerare? Da Gennaio a Dicembre di ogni anno per es? Oppure nell'arco di un anno a ritroso dall'inizio d...
  • Luca
    ...dalla malattia?)
    Oppure devo ricominciare con lo schema 3gg al 50% + resto al 100% fino a un max di 15gg?

    Insomma mi sento molto confuso! :)
    mi perdoni se mi sono dilungato troppo!
  • Il Consulente  - Retribuzione malattia
    Per un'anzianità compresa tra i 6 mesi ed i 2 anni, è necessario retribuire 10 giorni di malattia di cui i primi 3 al 50% della retribuzione convenzionale e i restanti 7 al 100%. Dopodiché dovrà soltanto conservare il posto di lavoro per almeno 45 giorni. Preciso che se nel corso di un anno la colf si ammala più volte, una volta retribuiti i 10 giorni, non dovrà più alcuna retribuzione.
  • osvaldo ferula
    buonasera,avrei bisogno di sapere come viene calcolato vitto e alloggio per una badante NON convivente che e` stata in servizio per circa 13 mesi a 39 ore settimanali visto che mi e` stato addebitato dal sindacato dove si e` fatta fare il conteggio di fine rapporto.Premetto che gli go pagato tutte le ferie e mi sono visto recapitare un conto di circa 2280 euro .Mille Grazie
    Osavldo
  • Il Consulente  - Calcolo vitto e alloggio
    Salve sig. Ferula
    se l'orario svolto dalla badante va oltre le 6 ore giornaliere deve essere retribuita l'indennità di vitto e alloggio il cui valore giornaliero convenzionale nel 2010 è stato fissato ad € 4,39
  • Giovanni  - assunzione di colf
    Egregio dottore,
    navigando per il web alla ricerca di risposte per l'assunzione di una colf che mi accingo a fare, ho letto il suo forum che ritengo molto interessante e di cui se mi permette vorrei approfittare.
    La colf è extraeuropea (Filippina) e per accordi intercorsi lavorerà 6 ore settimanali al costo di euro 6,50 ora.
    Quello che mi accingo a fare è:
    1) la notifica all'INPS dell'assunzione almeno 24 ore prima dell'effettiva assunzione;
    2)stipula del contratto di soggiorno Mod. Q;
    3)acquisizione dei documenti della colf quali permesso di soggiorno, codice fiscale, documento identità.
    Le domande sono:
    Nel mod Q dovrei indicare di quale permesso di soggiorno è in possesso la colf in applicazione o non dell'art. 27 T.U.: Le preciso che nel permesso di soggiorno datomi dalla colf è indicato nel tipo di permesso "Lav. Subordinato".Quindi dovrei indicare rilasciato in applicazioone art. 27 T.U., lettera d oppure lettera e oppure lettera r-bis o ancora non rilasciato a...
  • Il Consulente  - Assunzione colf proveniente da paesi Extra UE
    Salve Giovanni,
    la ringrazio per i complimenti. In merito alle sue domande posso risponderle che:
    in merito al modello Q dovrebbe indicare il punto 1 che indica il rilascio del permesso di soggiorno non rilasciato ai sensi dell'ART 27 del TU in quanto l'art. 27 si riferisce a casi particolari di rilascio di permesso (es. ricongiunzioni familiari, ingresso al di fuori dei flussi o per assunzioni eseguite da persone giuridiche).
    2. se assume la colf per 10 ore piuttosto che 6 tutela la colf per ulteriori 4 ore di cui lei non conosce l'impiego. Potrebbe quindi per assurdo "fornire alibi in caso di atti dolosi connessi dalla colf" oppure retribuire le restanti 4 ore in caso di litigi.
    La Sua è sempre una dichiarazione a tutti gli effetti valida nei confronti della legge.
    Naturalmente ho previsto casi limiti, ma si ricordi che le sue sarebbero dichiarazioni false e mendaci punibili per legge.
  • Giovanni  - contrtatto colf
    Salve, la ringrazio per la celerità e dei consigli, mi rimaneva il dubbio della retribuzione mensile lorda da indicare nel predetto modello Q che fa riferimento ad una misura non inferiore a quanto previsto dal vigente contratto coll.nazionale di categoria.
    Cosa devo indicare tenuto conto della paga oraria di euro 6,50 ?
    Grazie ancora
  • Il consulente  - Livello della retribuzione
    Non capisco se ha bisogno di conoscere il livello tipo (livello A, livello B ecc) oppure l'importo
  • Giovanni
    Mi scusi se non sono stato chiaro.
    In relazione alla categoria ho messo A visto che non ho ne è stato prtensetato un curriculum. La mia richiesta riguardava il Mod. Q ove nella seconda pagina è richiesta nella parte condizioni contrattuali la retribuzione mensile lorda (non inferiore a quanto previsto dal vigente CCN vigente).
    Quanto precede tenu8to conto della paga oraria di euro 6,50.
    Grazie ancora
  • Il Consulente  - Livello A paga da CCNL
    La paga oraria prevista dal CCNL per il livello è di € 4,16 l'ora per i non conviventi. Di conseguenza moltiplica la retribuzione effettiva data alla colf per il numero di ore che svolge mensilmente
  • mariarosaria  - contratto di lavoro categoria "B"
    salve, faccio la colf "in nero" e la mia datrice di lavoro vuole farmi un contratto categoria "B".mi ha proposto un contratto/paga così come di seguito:
    - € 5.21 come da CCNL
    - € 1.34448 "AD PERSONAM"!!!!!!!!!!!!
    - € 0.59586 TREDICESIMA COMPRESA
    - € 0.59586 FERIE COMPRESE
    - € 0.57379 TFR COMPRESO
    TOT. €8.32 di cui
    € 7.15 retribuz. oraria effettiva,
    € 0.32 trattenuta INPS.
    così come scrittoVI, a detta della mia datrice di lavoro,la XIII° mensilita',le ferie e, non ultimo il TFR non mi spetterebbero perche' a sua detta gia' mensionate nella retribuzione così come sopra.ma "AD PERSONAM" comprende il contributo DDL?e se così fosse e' come se lo stessi pagando io?grazie per la risposta


  • Il Consulente  - Contratto colf Livello B
    Salve Mariarosa,
    la paga base prevista dal C.C.N.L. "Lavoratori Domestici" per il livello B è di € 5,21. Di conseguenza quanto scritto ad personam individua un qualcosa in più che le viene riconosciuto dal datore di lavoro. Per altre tipologie di contratto di chiama superminimo.
    Questi 2 elementi costituiscono la paga base. Di conseguenza verrebbe remunerata per ciascuna ora di lavoro € 6,55.
    Sulla base di tale retribuzione devono poi essere pagati alla colf le ferie, la tredicesima ed il TFR. Il contratto CCNL prevede che le ferie siano retribuite tra giugno e settembre, la tredicesima a dicembre ed il TFR a fine rapporto di lavoro.
    Nel modo proposto dal suo datore di lavoro invece di prendere lo stipendio durante le ferie, la tredicesima a dicembre ed il TFR a fine rapporto di lavoro viene a percepire tali importi mensilmente che le fanno aumentare la retribuzione da € 6,55 ad € 8,32.
    Si può dire quindi che se aveva concordato € 6,55 allora non c'è problema, ma se lei vole...
  • Anonimo
    salve,sono ana,sono assunta da 12-06 -2008 come collaboratrice domestica livello A,20 ore settimanale,prendo 600 euro al mese e mi sembra poco,guardo 2 anziani,faccio le pulizie in casa e mangiare,vorrei sapere se potrei cambiare il contratto di lavoro e a che livello? poi... cosa cambia se mi assuma a 24-25 ore settimanale? e un altra cosa,potrei decidere io la paga oraria? la ringrazio!
  • Il Consulente  - Paga base Livello A
    Salve Ana,
    la paga base oraria per il livello A è di € 4,16. Ciò significa che mensilmente dovrebbe prendere un compenso di € 360,25. Di conseguenza le viene riconosciuta una retribuzione più alta pari all'incirca ad € 6,93.
    Quello che può considerare è se la paga corrisposta corrisponde a quanto svolto effettivamente oppure no. Inoltre deve considerare se oltre a tale paga le vengono pagate a parte ferie, tredicesima e TFR oppure, come molti datori erroneamente fanno le viene retribuito tutto nella busta paga. In quest'ultimo caso allora la sua paga oraria sarebbe più bassa e potrebbe obiettare che le mansioni da lei svolte non rientrano nel livello A ma almeno in quello B se non addirittura nel livello BS.
    Per quanto concerne il passaggio dalle 24 alle 25 ore la differenza è nei contributi da pagare che scendono a 0,98 centesimi l'ora nel caso in cui si eseguono almeno 25 ore di lavoro settimanali.
  • CATERINA  - Quant'è il per cento da pagare sulle tasse dell'ir
    Salve, sono Caterina e sono stata assunta come colf il 2/ 01/ 2010 per 39 ore settimanali, nelle mie buste paga non ho visto delle trattenute IRPEF o altre tasse come addizionale comunale o addizionale regionale e sono stata licenziata il 20/10/ 2010. Il mio datore di lavoro mi ha pagato i contributi, di cui ho delle ricevute. Volevo sapere il prossimo Anno con il 730 o il modello unico, quanto per cento mi tocca pagare su una paga di 1300,00 euro e mi tocca pagare anche una parte dei contributi ? Grazie
  • Il Consulente  - Calcolo irpef
    Salve sig.ra Caterina,
    non è facile dirle quanto dovrà pagare il prossimo anno di imposte, in quanto vanno fatte una serie di considerazioni che riguardano le detrazioni del lavoro dipendente eventuali detrazioni per coniuge a carico e via dicendo.
    In linea di massima posso dirle che fino ad € 15.000,00 pagherà il 23% d'imposta e sopra i 15.000,00 il 27%. A tale conteggio andranno tolte le eventuali detrazioni per lavoro dipendente.
  • Fabiola  - retribuzione oraia per lavoratore domestico
    Salve Consulente, sto prendendo accordi come collaboratrice domestica e baby-sitter di 2 bimbi di 2 e 3 anni.
    Ho 5 qualifiche come assistente di base, come tecnico socio-educativo, come esperta di alzheimer... ho lavorato fino ad aprile in strutture pubbliche per disabili ma ora sono disoccupata.
    La datrice di lavoro vorrebbe tenermi a nero e pagarmi 7 euro l'ra per 12-15 ore a settimana. Ma io lavoro solo in regola e lei mi ha detto che se mi mette in regola la paga oraria è di circa 4 euro l'ora. E'POSSIBILE? Grazie!!!!
  • Il Consulente  - Livello inquadramento per baby sitter
    Salve Fabiola,
    sulla base delle indicazioni fornite in merito alla sua preparazione posso sicuramente affermarLe che le mansioni da Lei svolte rientrano almeno nel livello CS (livello C superiore) che prevede tra le altre mansioni quello dell'assistenza qualificata a persone non autosufficenti (categoria in cui vengono inclusi anche i bambini). Per tale livello è prevista una retribuzione oraria minima di € 6,13 esclusi i ratei di tredicesima ferie e tfr. Inoltre se le ore di lavoro fossero pari a superiori a 6 ore giornaliere scatterebbero anche le tariffe di vitto e alloggio.
    La paga oraria di € 4,16 viene pagata al personale non qualificato, con mansioni generiche.
  • Fabiola
    Grazie davvero per la risposta veloce, precisa e molto professionale. Ero entrata per caso nel forum dopo aver navigato per parecchio tempo e in diversi siti, ma la sua risposta risponde a quello che cercavo. :D :D :D

    BUONA GIORNATA!!!!!
  • anna  - compenso colf
    Buona sera, dovendo assumere una colf per 27 ore settimanali,dal lunedì al sabato non convivente, al livello B super, è corretto proporle uno stipendio netto di euro 675 ?lo stipendio sarà uguale tutti i mesi o dipende dai giorni lavorativi? La colf attuale è stata licenziata,monetizzandole il mancato preavviso di 15 giorni. il suo contratto è ancora in atto fino alla scadenza dei 15 giorni? posso assumere subito l'altra colf senza aspettare la scadenza dei 15 giorni della colf precedente?
    Le tariffe delle tabelle delle retribuzioni si intendono lorde? Grazie mille
  • Il Consulente  - Paga per collaboratori non conviventi
    Salve sig.ra Anna,
    sicuramente se lei ha moltiplicato la paga oraria prevista per il livello BS ossia €5,52 x le 27 ore settimanali e per le settimane del mese il suo calcolo è corretto. Tuttavia ci sono altri elementi da considerare quali ad esempio l'indennità di vitto se la persona lavora per 6 ore continuative al giorno. La paga mensile poi sarà soggetta a variazione in base ai giorni di calendario lavorati effettivamente.
    La retribuzione che si ottiene è lorda dei contributi a carico del lavoratore.
    Ed infine se ha pagato l'indennità di mancato preavviso può licenziare la colf che è andata via.
  • Maria Signoracci  - vitto e alloggio
    Ho assunto una badante convivente, con categoria CS a 25 ore settimanali per uno stipendio concordato di euro 800,00 mensili. La mia domanda è: il vitto e alloggio va erogato solo sulle ferie, visto che lei convive e quindi mangia insieme a me?
    La ringrazio se potrà darmi una risposta.

    Maria Signoracci
  • Il Consulente  - Vitto e Alloggio
    Salve sig.ra Signoracci,
    se fornisce vitto e alloggio alla colf, deve considerare tali valori solo al fine del calcolo della contribuzione inps,oltre che al pagamento in caso di ferie. In questi casi infatti si parla di valori convenzionali e non effettivi in quanto non fanno parte della retribuzione effetiva ma devono essere conteggiati per determinare l'effettiva fascia d'appartenenza dei contributi da versare.
    Tra l'altro avendo lei dichiarato 25 ore settimanali pagherà sempre lo stesso contributo, quindi la risposta alla sua domanda è affermativa. Dovrà pagare il vitto e l'alloggio solo in caso di ferie
  • Maria
    Egregio signor Consulente, la ringrazio per la risposta, quindi ho capito bene il vitto e alloggio si corrisponde solo sulle ferie.
    Maria Signoracci
  • Elida  - notti alternate
    Buonasera.
    Mio papà è non autosufficiente e per ciò che riguarda la giornata ci turniamo tra fratelli per l'assistenza. Per la notte dobbiamo avvalerci di una badante alla quale non possiamo chiaramente chiedere di lavorare tutte le notti. Per permetterle di riposare abbiamo pensato di fare un contratto assumendola a giorni alterni. In questo modo lavorerebbe 3 notti in una settimana e quattro, l'altra. In due settimane lavorerebbe 70 ore (media di 35 ore settimanali). Come posso fare la lettera di assunzione e il contratto per essere in regola?
    Grazie.
    Elida
  • Il Consulente  - Lavoro notturno
    Salve sig.ra Elida,
    per quanto riguarda l'assunzione, può essere svolto lavoro notturno a giorni alterni, specificando i giorni nella lettra d'assunzione. Inoltre il livello minimo di inquadramento deve essere il livello minimo C (dal quale può individuare la paga minima oraria da comunicare all'inps) e deve essere garantita per un orario di lavoro incluso tra le 20 e le 8 la cena, la colazione e un'idonea sistemazione per la notte.
  • Elida  - notti alterne 2
    La ringrazio per la risposta tempestiva. Purtroppo non mi è molto chiaro come impostare la lettera di assunzione. Non è possibile specificare i giorni della settimana, in quanto in una settimana lavorerebbe il mar, gio e sab e nell'altra il lun, mer, ven e dom. La persona non è convivente. L'orario è dalle 22:30 alle 8:30, e la tipologia d'intervento è l'assistenza e non la semplice presenza. La comunicazione all'inps è stata fatta per 35 ore settimanali, Il livello individuato è il C Super. Spero di averle dato più elementi utili ad una risposta. La ringrazio se riuscirà ad aiutarmi. Buona giornata.
  • Il Consulente  - Lavoro notturno alterno
    salve sig.ra Elida
    Le rispondo ad una domanda per volta.
    In merito alla lettera d'assunzione, il livello CS è corretto e se i giorni sono sempre quelli suivi descritti, può specificare i giorni effettivamente lavorati distribuiti su 15 giorni. La cosa importante è che vengano rispettate le ore mensili di lavoro. Oppure può essere più generica indicando che la prestazione sarà svolta per 7 giorni su 15 lavorativi con orario compreso tra le 22:30 e le 8:30
  • Elida  - contributi inps
    Approfitto ancora della sua disponibilità per sottoporle un'altra questione che mi si è presentata: i versamenti inps vengono calcolati in settimane. Visto che un mese è composto da 4 settimane più alcuni giorni il versamento, e di conseguenza il calcolo dei contributi, viene fatto sul numero delle settimane o sul numero esatto dei giorni lavorati? Nell'atto della comunicazione online all'inps è stato calcolato in settimane; facendo una prova mi sono accorta che il conteggio delle ore e dei contributi in un mese è superiore a quello calcolato...
  • Il Consulente  - Calcolo contributi
    Eccomi per la seconda risposta.
    I contributi vanno calcolati sulla base delle ore effettivamente svolte poiché il mese non è composto da 4 settimane fisse. Quindi potrebbero esserci mesi in cui paga di più e altre in cui paga meno.
  • Il Consulente  - Sistemazione congrua
    Pe sistemazione notturna, si intende una "postazione" congrua per permettere al prestatore di fornire il servizio richiesto, anche se questo è un servizio di assistenza e non di compagnia. Non vorrà lasciarla in piedi per tutta la notte :lol:
  • Luca
    Buonasera, e' possibile inquadrare una extracomunitaria come badante convivente di livello cs (assistenza a non autosufficiente) senza riconoscerle il vitto e l'alloggio? e in questo caso quanto la devo pagare? 885,10 fisso al mese? e come faccio a calcolare la paga oraria effettiva da scrivere sul bollettino inps? grazie 1000! :)
  • Anonimo  - re:
    ..senza riconoscerle il vitto e l'alloggio.. intendo dire che mangia con noi e dorme in una stanza di casa nostra, altrimenti dovrei riconoscerle una indennità in busta, giusto?
  • Il Consulente  - Considerazione Vitto e Alloggio
    Salve sig Luca,
    se alla colf viene fornito il vitto e l'alloggio, questo non deve essere retribuito alla colf se non in caso di ferie o di casi particolari di malattia.
    Per il livello CS corrisponde un contributo mininale di € 885,10 e rientra quindi nei minimi stabiiti dal contratto.
  • Il Consulente  - Individuazione paga effettiva da indicare sul boll
    In merito al calcolo della paga effettiva da indicare nel cedolino, può suddividere l'importo erogato per le ore indicate nella lettera d'assunzione. L'importo ottenuto lo moltiplica per 8,33% e lo aggiunge al risultato della prima divisione.
  • Elida  - sistemazione notturna
    La ringrazio per le risposte esaurienti e per la risata che mi ha fatto fare...ne avevo bisogno!
    Comunque, le concediamo l'uso di una poltrona regolabile...
    Grazie di tutto
    Elida
  • Il Consulente  - Poltrona regolabile
    Salve sig.ra Elida,
    se mi permette mi fa veramente piacere di essere riuscita a farla sorridere. A volte un sorriso fa meglio di qualunque altra parola.
    In bocca il lupo e se ha bisogno di ulteriori informazioni chieda pure.
    Buona serata

    Simona Antonacci
  • Luca
    Ringrazio vivamente per le risposte competenti e celeri. Complimenti per il servizio! :D
  • Maria Litani  - quesito
    Ho assunto una badante per accudire i miei figli entrambi in carrozzina e lavori domestici.
    La categoria è C Super e le ore da contratto sono 25 settimanali.
    Ora mi ha chiesto di poter mettere la residenza presso la mia abitazione.
    Posso mantenere il contratto part time? devo cambiare la categoria? devo passare al pagamento forfettario conviventi? in effetti lei ha altri lavori saltuari nel paese.
    La ringrazio per la risposta.
    Cordiali saluti
    Maria Litani
  • Il consulente  - Residenza e convivenza
    Salve sig.ra Litani,
    per correttezza andrebbe fatta una comunicazione di variazione dati all'Inps, soprattutto in merito alla residenza e quindi come convivente. Comunicazione che andrà anche presentata entro le 48 ore dall'avvenuto trasferimento di residenza presso gli uffici di polizia.
    In merito al passaggio retributivo dovrebbe cambiare anche quello, ma secondo me in suo favore visto che l'orario di lavoro resterebbe sempre pari a 25 ore settimanali.
  • Maria Litani  - residenza e convivenza
    Grazie della cortese risposta.
    Farò appena possibile le comunicazioni consigliate.
    Il passaggio retributivo non mi è chiaro. Posso ugualmente lasciare la paga oraria attuale che è di 6.13 e le 25 ore settimanali?
    Grazie ancora e buon lavoro.
    Maria Litani
  • Anonimo
    buongiorno,sono angelica,sono assunta come domestica e vorrei cambiare il contratto di lavoro vorrei sapere se la paga oraria la posso decidere io e quanto potrei prendere lavorando 25 ore settimanali al livello CS? GRAZIE MILLE!
  • Il Consulente  - Livello CS e contrattazione paga oraria
    Salve Angelica,
    la paga oraria minima prevista per questo livello è 6,13. Di conseguenza moltiplica il valore per le ore svolte al mese e trova la retribuzione lorda che andrebbe a prendere a lordo di una piccola parte di contributi inps.
    Il contratto lavoro domestico comunque fissa i la retribuzione minima che deve essere data per ogni ora. Ciò non significa che lei possa richiedere una retribuzione più alta.
  • Anonimo
    la ringrazio per la risposta,sono sempre angelica,io sono assunta come "collaboratore domestico" e invece guardo anche 2 anziani di quale uno e malato di cervello! faccio le pulizie in casa e mangiare,come si puo chiamare il tipo di contratto,di lavoro.......insomma!
  • Il Consulente  - Contratto Lavoro domestico per colf e badante
    Il contratto di riferimento è sempre quello, sia che venga considerata collaboratrice, sia che venga considerata badante. Quello che posso consigliarle è di guardarsi in giro e vedere se trova dei lavori a prezzi più alti. Poi magari chiede un aumento dove lavora in modo tale da avere un'alternativa, nel caso lasci il suo.
  • Anonimo
    e quale e la retribuzione massima per questo lavoro?????????la ringrazio di cuore(angelica)
  • Il Consulente  - Retribuzione livello CS
    Salve Angelica,
    diciamo che non c'è una retribuzione massima di riferimento. Bisognerebbe conoscere quale sia la paga oraria media che chiede una persona del suo livello nella sua zona. Consideri che ci sono posti in cui lo stesso lavoro viene pagato € 8,00 l'ora e in altri € 5,00. Soltnto Lei può sapere quanto chiedere. Purtroppo non posso darle maggiori informazioni in merito
  • Cristina Pittiglio  - Compilazione certificazione compensi erogati
    Buongiorno, volevo chiedere dei chiarimenti in merito alla compilazione del modulo di certificazione dei compensi erogati nel 2010 alla mia colf/baby sitter, che deve presentarlo insieme a tutto la documentazione per il rinnovo del suo permesso di soggiorno: siccome il patronato al quale lei si è rivolta le ha consegnato un modulo sul quale a penna è stato aggiunto "presunto", mi chiedevo se alla riga "totale compensi lordi" dovevo indicare i compensi lordi finora erogati (lei è stata assunta dal 1° maggio 2010) oppure i compensi lordi "presunti" per il 2010 (quindi da maggio a dicembre 2010).
    Grazie mille per l'attenzione e complimenti per il forum, molto esauriente.
    Cristina Pittiglio
  • Il Consulente  - Redditi presunti su certificazione compensi
    Salve Sig.ra Pittiglio,
    Nella parte del reddito presunto deve indicare il reddito che la colf andrà a percepire fino al 31 dicembre 2010 a partire dalla data di assunzione
  • gianluca  - modello unico
    buongiorno, la mia compagna a seguito della regolarizzazione è stata assunta come colf dal 01-04-2009, xcui il suo cud è pari a 6200 euro, deve fare la dichiarazione dei redditi con il modello unico x l'anno 2009?
  • Il Consulente  - Modello Unico per le colf
    Salve Gianluca
    è necessario dichiarare i redditi da lavoro domestico percepiti, soltanto se il reddito percepito al netto dei contributi INPS supera la soglia di € 8.000,00. Per tutti gli importi inferiori si è esentati dal presentare la dichiarazione dei redditi
  • maria  - dichiarazione dei redditi
    ciao!sono maria,lavoro come badante,categoria CS,stipendio mensile 850euro.lavoro con questa seniora con contracto 13.10.2009.ho qualche domande:sia obligatorio fare dichiarazia dei redditi?se ce chi deve pagare quelli 23%,io oppure datore di lavoro?si mette in calcolo pure tredicisima e ferie?io prendo tredicisima in ogni mese 70 euro.per mio stipendio quanto si paga?se non faccio dichiarazia dei redditi cosa si puo succedere?perche non mi sembre giusto di pagare al stato come non mi sembra 850 euro un grande stipendio.grazie e scusate perche non scrivo correto.
  • Il Consulente  - modello Unico
    Salve Maria,
    per il 2009 non deve fare la dichiarazione.
    Per il 2010 se il suo reddito totale comprensivo delle ferie retribuite, tredicesima e premi vari supera € 8.000,00 allora lei dovrà fare la dichiarazione e pagare le tasse sulla differenza. Siccome non le vengono fatte le trattenute fiscali, il famoso 23% deve pagarlo lei. Se non fa la dichiarazione rischia le sazioni per omessa presentazione della dichiarazione
  • Riccardo
    Buon giorno ,devo mettere in regola una colf ,20 ore settimanali, mi sapete dire di quanto deve essere la su paga mensile?grazie Riccardo
  • Il Consulente  - paga mensile colf
    Salve Sig. Riccardo
    la paga mensile dipende dalla paga oraria che intende erogare alla colf.
    Se ad esempio la paga oraria è di € 6,00 quella mensile sarebbe pari a circa € 520,00 e la retribuzione annua escluso il TFR ammonterebbe a circa € 7.436,00 incluse ferie e tredicesima escluso i contributi.
    Se inve la paga oraria è di € 5,21 (livello B), la paga mensile sarebbe all'incirca di € 452,00 la retribuzione annua ad € 5.870,00 esclusi sempre i contributi ed il TFR.

  • elena
    ho un contratto di lavoro come collaboratrice domestica dal 2002 presso lo stesso datore di lavoro.ora ho una retribuzione mensile di 700 euro fisso x 25 ore settimanale.dal 2002 fin ora io non ho mai avuto una busta paga,anche se lo stipendio e stato sempre pagato.richiedendo la busta paga x necessita, mi e stato detto,che x avere la busta paga io dovrei pagare la mia parte dei contributi...vorrei sapere in quanto possibile e concesso questo argomento.... Grazie.
  • Il Consulente  - contributi inps
    Salve Elena,
    anche se il conratto non prevede la stampa di un cedolino paga vero e proprio, si prevede che il datore di lavoro consegni mensilmente un prospetto paga e una certificazione annua dei compensi. Il fatto che le abbiano detto che per avere tale prospetto lei deve pagare la sua parte di contributi, mi fa pensare onestamente che in realtà lei non sia stata messa in regola. Spero di sbagliarmi. Comunque la sua parte di contributi sarebbe pari a 0,23 centesimi per 25 ore settimanali per 4,33, ossia circa € 25,50 al mese.
  • elena
    grazie x la sua risposta...volevo precisare,si come ci siamo messi d'accordo dal inizio con i datori di lavoro che mi pagavano un tot mensile e i contributi li pagavano loro.come il rapporto di lavoro e iniziato nel 2002 da allora non ho mai pagato la mia parte dei contributi,pero i cedolini mi sono stati consegnati regolarmente.volevo sapere se abbiamo concordato il stipendio netto di 700 euro,e giusto che mi ricavano la mia parte dei contributi dallo stipendio netto oppure devono aumentarmi la paga?
  • Il Consulente  - Paga Netta e paga lorda dellee colf
    salve Elena,
    per paga netta si individua la paga che viene erogata al dipendente al netto di contributi inps (non esistono le trattenute fiscali). Quindi se sul suo cedolino si parte da un lordo di 700,00, vengono trattenuti 20 euro di contributi e le vengono dati 680,00 il suo netto non sarebbe 700,00 ma 680,00 di conseguenza dovrrebbero aggiungerle i 20 € trattenuti. Naturalmente per far valere la sua posizione deve avere una lettera d'assunzione dove viene specificato il tutto.
  • tatiana
    salve!sono una collaboratrice domestica(25 ore settimanale) e ho in carico anche una bambina di 6 anni,mi capita spesso che devo fare le ore straordinari...mi e capitato andare anche x 2 settimane al mare con la bimba e lo stipendio e stato uguale.come si dovrebbero calcolare queste trasferte,e gli straordinari?grazie....
  • Il Consulente  - TRASFERTE E STRAORDINARI
    Salve Tatiana,
    l'art. 31 del CCNL lavoratore domestico prevede che in caso ddi trasferta alla colf spetti il rimborso spese le eventuali spese di viaggio se sostenute. Inotre la retribuzione dovrà essere comprensiva di una diaria pari al 20% della retribuzione minimale prevista per il suo livello per ciascun giorno di trasferta, a meno che contrattualmente il relativo obbligo di trasferta sia stato previsto a titolo gratuito nella lettera di assunzione.
    Per quanto riguarda gli straordinari lei ha diritto ad una paga oraria aumentata del 25% se il lavoro viene prestato tra le 6 e le 22; al 50% se dalle 22 alle 6; al 60% se prestato nei giorni festivi.
  • lucia  - tfr
    Salve,
    ho assunto una colf a 25 ore settimanali. dopo 19 mesi la colf rassegna le dimissioni.
    Quando va erogato il TFR?

    Sono obbligata a rilasciare il cud? Entro quando tempo?

    Grazie
    Lucia
  • Il Consulente  - Dimissione e versamento TFR
    Salve Lucia,
    il TFR nel caso delle colf va retribuito insieme all'ultimo cedolino consegnato alla colf o comunque in caso di assenza del prospetto paga nell'ultimo giorno di lavoro della colf.
    Tuttavia, visto che i tassi di rivalutazione monetaria vengono generalmente pubblicati a metà del mese successivo, ci sono alcuni datori di lavoro che con questa scusa, dovendo rivalutare il TFR accantonato dell'anno precedente posticipano il pagamento dello stesso alla fine del mese successivo per far fronte a problemi di liquidità.
    Poi se le aprti sono in accordo nulla vieta che il TFR possa essere erogato anche in più volte.
  • elena
    grazie mille x la sua disponibilita!
  • lucia  - cud
    grazie mille per la tempestiva risposta.
    sono obbligata a farle fare il cud?
    grazie e buona giornata
    Lucia
  • Il Consulente  - Rif. Cud
    Salve sig. Lucia
    deve darLe un cud, ma basta ssemplicemente scrivere che nel corso del 2010 lei ha erogato tot cifra e versato tot contributi.
    Nulla di difficile. Se non erro nelle discussioni precedenti dovrebbe esserci anche un fac simile
  • Costanza  - stipendio medio
    Buon Giorno,
    quest'anno ho assunto la mia colf per 20 ore settimanali e l'ho sempre pagata ad ore. Vedendo i vari commenti volevo chiederle se ho sbagliato a pagarle sempre i contributi anche quando ad esempio a luglio ha lavorato solo 10 ore alla settimana. Avrei dovuto pagarne di meno?

    Inoltre, l'anno prossimo vorrei aumentare le ore a 25 e darle uno stipendio di circa 800 euro. La colf non è convivente. In base alla sua esperienza è uno stipendio basso (vivo a milano)?
    Grazie
  • Il Consulente  - Retribuzione per 25 ore settimanali
    Salve sig.ra Costanza
    se ha pagato contributi sempre per 20 ore anche quando non sono state svolte, ha fatto un regalo alla sua colf. Per quanto concerne il passaggio invece alla 25 ore, non posso dirle se l'importo mensile dichiarato possa andare bene perchè non conosco le mansioni svolte dalla colf e quindi il relativo livello di inquadramento professionale (livello A - AS - B - BS e via dicendo).
  • Anonimo
    Grazie per la prima risposta; per la seconda l'inquadramento della colf e' B (colf polifunzionale), in sostanza mi cura la casa (per circa 2 ore)e alle 16.30 va a prendere i bambini a scuola. Credo sia corretto come inquadramento o pensa debba modificarlo?

    grazie
  • Il Consulente  - Assunzione con assistenza
    Salve Anonimo,
    vista la colf polifunzionale che si prende cura anche dei bambini, io le consiglierei il livello B Super (la paga base oraria passa da 5,21 a 5,52). Il livello B infatti non prevede assistenza ma solo cura dell'abitazione.
  • Costanza  - BUSTA PAGA + CONTRATTO
    BUON GIORNO,
    REDIGERE UNA BUSTA PAGA E FARE UN CONTRATTO SONO PER LEGGE OBBLIGATORI?

    GRAZIE
  • Il Consulente  - Contratto e busta paga
    Salve Costanza,
    sicuramente risulta obbligatoria la redazione di un contratto d'assunzione con relativa comunicazione inps.
    Per quanto riguarda la busta paga, il CCNL Lavoro Domestico prevede la consegna di un prospetto paga alla colf dal quale si possa evincere la retribuzione lorda, i contributi trattenuti alla colf, le ferie maturate, i permessi e via dicendo.
  • Costanza  - permessi
    Buon giorno,
    la mia colf assunta con 25 ore alla settimana livello b super quante ore di permesso dovrebbe godere? e se non le utilizza quanto dovrei pagarle? dall'anno prossimo dovrebbe percepire uno stipendio netto di euro 800.

    grazie
  • Il Consulente  - Permessi retribuiti e non retribuiti
    I permessi nel contratto di lavoro domestico (art. 20) sono previsti esclusivamente per visite mediche documentate. Per i rapporti di lavoro di non convivenza spettano un totale di permessi retribuiti pari a 10 ore. Possono essere poi concordati tra le parti permessi non retribuiti.
  • Anonimo  - retribuzione netta e lorda
    Buongiorno,
    nella comunicazione all'inps, va sempre indicata la retribuzione lorda anche se io ho concordato con il lavoratore un compenso netto, con i contributi a suo carico a mie spese?Quindi dovrei aggiugere alla retribuzione mensile netta i contributi a suo carico per ottenere il lordo da comunicare? E per avere i bollettini prestampati con la retribuzione oraria effettiva corretta, dovrei fare ogni anno una comunicazione all'INPS di variazione della retribuzione,visto che l'aliquota contributiva varia ogni anno?Grazie per la risposta.
  • Anonimo
    salve per 11 ore lavorative al giorno per 5 giorni settim come golf quanto dovrei percepire di stipendio??grazie mille
  • Il Consulente  - Paga oraria per 11 ore giornaliere
    Salve anonimo,
    non posso dirle quale possa essere il suo compenso mensile perchè ci sono diversi livelli di occupazione che vanno da un minimo di € 500,00 mensili ad un massimo di € 1.200,00. Inoltre bisognerebbe sapere se convivente, cosa svolge come attività e via dicendo.
  • Anonimo
    salve,mi scusi ,ha ragione.non convivente.mi dovrò occupare di facende domesticha e preparazione dei pasti.
  • Il Consulente  - Colf calcolo retribuzione - straordinari - vitto a
    Salve anonimo,
    la sua mansione potrebbe rientrare sia nel livello A per il quale ogni ora viene retribuita € 4,16, oppure nel livello B dove la paga oraria oraria sale ad € 5,21. Inoltre viste le ore svolte settimanalmente (55) avrebbe diritto al pagamento degli straordinari per 15 ore a settimana, visto che il contratto prevede che l'orario settimanale non deve essere superiore a 40 ore settimanali. Le prime 4 ore andranno retribuite con un aumento della paga oraria del 10%. Le successive 11 ore se lavorate in più vengono svolte tra le 6 e le 22 e lo straordinario aumenterà la paga oraria del 25% .Mentre se lo straordinario viene svolto tra le 22 di sera e le 6 di mattina allora la percentuale salirà al 50%.
    Inoltre avrà diritto ad indennità di vitto e alloggio giornaliero pari ad € 4,39.
    Detto ciò la sua paga mensile, considerando il livello A (paga base € 4,16) sarebbe all'incirca di € 1.100,00 mensili, mentre per il livello B la paga mensile si aggirerebbe intorno agli € 1.35...
  • Anonimo
    grazie mille,gentilissimo
  • Giovanna  - busta paga- contratto di soggiorno
    Ho assunto per mia madre, con contratto scritto e regolare denuncia INPS,una colf extracomunitaria, già residente in Italia e con permesso di soggiorno,per fare pulizie casa e spesa. Non è convivente, lavora 3 ore al mattino dal lunedì al venerdì,con retribuzione oraria di € 7,00 come da sua richiesta, che le viene corrisposta quotidianamente, previa firma per ricevuta. Per il rinnovo del permesso di soggiorno, mi richiede ora le buste paga e il contratto di soggiorno.
    Chiedo: 1)sono obbligata alla busta paga e se sì, in base a quale periodo(quotidianamente? mensilmente?)
    2)sono obbligata al contratto di soggiorno anche se non è convivente e non l'ho fatta venire io in Italia?
    3)mi pare di aver capito leggendo i vari quesiti, che la paga richiestami è eccessiva. C'è modo di rimediare? Grazie
  • Il Consulente  - obbligo prospetto paga
    Salve Sig.ra Giovanna
    il C.C.N.L. Lavoro Domestico all'art. 32 prevede la consegna di un prospetto paga mensile, che può essere elaborato anche a mano indicando i giorni lavorativi. La retribuzione dovrebbe essere pagata mensilmente.
  • Romina  - assunzione colf
    Salve!
    Innanzi tutto volevo fare i complimenti ai consulenti per la gentilezza usata.... è rara!!!
    Vengo a me: vorrei assumere una colf, non convivente per 25 ore settimanali. Da un consulente del lavoro mi è stato proposto un contratto che prevede una retribuzione oraria effettiva di € 6,50 e calcolandomi l'ammontare dei contributi mi ha detto che sarebbero di €318,50 per 325 ore di lavoro trimestrali. Mi ha detto che lo stipendio netto mensile si aggirerebbe attorno ai 600 euro.. ma facendo i calcoli a me risulterebbe di più. Sapreste dirmi con precisione lo stipendio che devo corrisponderle? e se possibile, che inquadramento andrebbe ad assumere? Grazie in anticipo.
  • Il Consulente  - Retribuzione paga colf
    Salve Romina,
    la ringrazio per i complimenti. Le assicuro che non è sempre facile rispondere gentilmente, soprattutto per mancanza di tempo.
    venendo al suo problema.
    1. Per stabilire la paga oraria da retribuire ci sono 2 modi:
    a. viene concordata tra le parti
    b. si fa riferimento alle mansioni svolte, si ricava il livello di appartenenza e si definisce la paga oraria.

    2. Ora supponendo ad esempio che Lei abbia scelto un livello B dovrà tener conto di una retribuzione lorda di circa 6,74 (0,24 contributi a carico colf).
    Dovrebbe più o meno pagare mensilmente uno stipendio pari a circa 703,00 euro
    e contributi mensili a carico del datore di lavoro di circa € 84,00 mensili mentre i restanti 22 euro circa saranno di competenza colf.
    di conseguenza la spesa mensile sarebbe di circa 800 euro comprensiva di contributi inps e cassa colf. Ho considerato che Lei effettivamente paga un'ora di lavoro € 6,50.
  • Romina
    Perfetto!
    La ringrazio e buon lavoro.
  • Il Consulente  - r. calcoli paghe colf
    Spero solo che i miei calcoli cncidano più o meno con i suoi.
  • Chiara Pozzovio  - Contributi e festività
    Buongiorno,
    innanzitutto complimenti per la chiarezza del vostro sito, che riesce a rendere subito comprensibili argomenti ostici ai più!

    Vorrei porre un quesito sul pagamento dei contributi: nel loro calcolo come vanno contati anche eventuali giorni di festività? come se fossero a paga intera? (così mi pare abbia fatto l'INPS)
    e inoltre: la nostra colf ha preso servizio solo le ultime due settimane del III trimestre 2010, ma il calcolo dei contributi (fatto dall'INPS) contava tutti i giorni lavorati a settembre senza riportare niente al IV trimestre...ma i giorni lavorati dopo l'ultimo sabato non andrebbero riportati al trimestre successivo?? (e lo stesso dicasi per i contributi del IV trimestre, di cui abbiamo già il bollettino che conta tutti i giorni fino a fine dicembre) Grazie anticipatamente per quanto potrete fare, cordialmente Chiara Pozzovio
  • Anonimo
    salve mi chiamo elisa sono assunta con la 162 percepisco lo stipendio x 4 ore ma in busta risulta che percepisco la paga x 6 ore,e la differenza se la tiene il mio datore di lavoro cosa devo fare?
  • Giovanna
    che vergogna!!|
  • Il Consulente  - Trattenuta paga
    Salve Elisa,
    purtroppo in questi casi non posso che sottolineare l'affermazione di Giovanna.
    La cosa che può fare è non firmargli il prospetto paga che le consegna, oppure annotare sullo stesso che lei ha ricevuto un importo inferiore, oppure farsi pagare di fronte ad un testimone che può confermare la sua versione, farsi pagare con degli assegni.
    Una volta fatto ciò potrà far vertenza al datore di lavoro che per appropriazione indebita rischia anche una condanna penale!!
  • Anonimo  - conteggio ferie
    salve, sono assunta come assistente domiciliare ( per la legge 162) a tempo indeterminato livello cs, avendo una qualifica come oss, facendo 26,34 ore la settimana 6 giorni su 6.. la mia assunzione è partita da febbraio 2008 con contratto a tempo determinato annuale; a gennaio 2010 la commercialista ha deciso di passarmi a tempo indeterminato facendo conto che al 31 dicembre verro' licenziata..( dichiarato una settimana fa) il punto è che ogni anno usufruivo dei 26 giorni di ferie ma non delle ora di permesso che non ho mai visto nomirare neppure sulla busta paga, quast'anno dopo 21 giorni di ferie efettuati la commercialista dice alla mia datrice di lavoro che ho terminato i giorni di ferie in quanto avendo un part time mi spetta un giorno al mese e non due e che nei precedenti anni mi son stati pagati 9 giorni di ferie in piu' all'anno!!!!! è possibile tutto questo?? grazie..
  • Anonimo
    p.s dimenticavo di scrivere che sulla busta paga di novembre ci sono segnate piu' di 26 ore di ferie da fare che secondo lei è il computer che le calcola in millesimi ma in conclusione non sono reali!!!
  • ELISA  - DIMISSIONI
    Gent. le consulente,
    avevo assunto in data 25 ott una badante straniera convivente per l'assistenza a mio padre (categ cs). Purtroppo l'esperienza è stata negativa in quanto fin dall'inizio ci sono stati problemi e la persona ha voluto andarsene il giorno 22 novembre (i miei genitori hanno poi cominciato a raccontarmi molte cose che prima non avevano il coraggio di dirmi perchè avevano paura della badante!!!). Ho richiesto la lettera di dimissioni ed ho fatto nei termini la comunicazione all'inps della cessazione del rapporto. E' arrivato il bollettino postale per pagare i contributi e non saprei che data mettere nella casella "data cessazione" in quanto c'è scritto che bisogna includere i giorni di ferie non usufruiti ed il preavviso (che non c'è stato). Deve esserci coerenza con la data della lettera di licenziamento o bisogna considerare quanto sopra? grazie e saluti
  • Il Consulente  - Data dimissioni
    Salve Sig.ra Elisa,
    nella casella data di cessazione deve inserire la data del 22 novembre 2010.
  • stella  - calcolo tfr
    Buongiorno,
    Laworo come badante, la mia paga mensile e di 800 euro. Ho lavoirato due mesi e ora non ci servo più. Qundi ho calcolato che mi sono dovuti 133 euro (la parte bimestrale della tredicesima ), altre 133 (parte bimestrale delle ferie) e 128 euro di parte bimestrale TFR. Sono 394 per due mesi lavorativi. Ho calcolato bene ? :)
  • Il Consulente  - Calcolo TFR e tredicesima
    Salve Stella,
    non posso dirle se il calcolo sia eseguito correttamente o meno perchè questo è un servizio a pagamento. Tuttavia darle alcune indicazioni.
    Prima di tutto è opportuno informarla che il calcolo dei due mesi si può fare se è stata assunta nel corso dei primi 15 giorni di 2 mesi fa. Dopodiché se i mesi sono 2 dovrà calcolare la XIII° mensilità moltiplicando per 12 l'importo mensile e suddividendo poi il totale per 13. La stessa cosa per il TFR solo che il totale va suddiviso per 13,50. Inoltre se non godute, le dovranno essere retribuite anche le ferie pari a 2,16 giorni al mese.
  • stella
    gentilissimo, grazie mille
  • Il Consulente  - Ferie TFR e Tredicesima colf
    Salve Stella,
    spero di esserle stata d'aiuto. Spero tornerà a trovarci nuovamente sul sito.
    Dr.ssa Simona Antonacci
  • caterinna  - le ferie
    bonasera sono messa in regola COLF a 23 nov 2010 mi puo dire quando ho dirito ale prime ferie ?sono straniera e vorei andare per la Pasqua 10 goirni in mio paese. i giorni di ferie sono calculati da lunedi-venerdi vero?
    grazie millle!
  • Il Consulente  - Fruibilità delle ferie
    Salve Caterina,
    generalmente le ferie vanno fruite nel mese di agosto, a meno che non ci siano casi particolari stabiliti tra lei ed il suo datore di lavoro. Ad Agosto potrà fruire delle ferie che le spetteranno in ragione di circa 2,16 giorni al mese a partire dal mese di dicembre 2010.
    Inotre l'art. 24 del Contratto Lavoratori domestici, impone il divieto di fruire di giorni di ferie durante l'anno. Le ferie infatti possono essere concesse al massimo per due volte all'annno e almeno in un periodo devono essere goduti dalla colf almeno 15 giorni. Se considera la sua assunzione, maturerà giusto 15 giorni nel mese di luglio, di conseguenza potrà fruire delle ferie solo se il suo datore di lavoro gliele concede.
  • caterina  - la tredicesimma
    grazie per la risposta!
    ho un altra domanda;si sono in regola da 23 Nov2010 e al 1 Set sarro licenziata per que torna la ragazza che e adesso in maternita io posso prendere la 13 mma? GRAZIE
  • Il Consulente  - Tredicesima mensilità
    Salve Caterina,
    avrà diritto a ricevere a dicembre la tredicesima calcolata su un mese. Poi nel mese di settembre, Le dovrà essere corrisposta la tredicesima mensilità da gennaio fino alla data di licenziamento.
  • DOMENICO  - busta paga badante
    Buonasera, scusandomi per il disturbo vorrei porre una domanda...
    Ho assunto una badante convivente a 20 ore settimanali con inquadramento alla categoria CS.
    Che retribuzione devo utilizzare? mensile o oraria?cioè devo rapportare 885,10 alla percentuale del part-time e cioè 327,81 (37,03% visto che è l'orario full-time per i domestici conviventi è 54 ore settimanali) ?
    La domestica mangia e dorme in casa devo corrispondergli il vitto e alloggio?
    Mi fate capire come devo elebaorare la busta paga?grazie
  • Il Consulente  - Compilazione prospetto paga
    Salve sig. Domenico
    come prima cosa per elaborare la busta paga deve considerare quanto dichiarato nella presentazione della domanda di assunzione della colf. Se nel quadro importo ha indicato l'importo orario dovrà utilizzare l'importo orario dichiarato. Se invece ha dichiarato un importo mensile di X€uro dovrà risalire alla paga oraria che sarà data da: (retribuzione mensile dichiarato nella lettera inviata all'inps x 12 :52). L'importo così ottenuto dovrà essere poi ulteriormente suddiviso per l'orario settimanale (in questo caso 20 ore).
    Il vitto e l'alloggio va retribuito quando questo non viene garantito alla colf come ad esempio i periodi di malattia, di sospensione attività ecc. ecc.
  • naton  - 13.ma
    Cortesemente vorrei fare la 13.ma per la badante Bs convivente : paga 800 euro nette dal 3.3.2010.
    Non so quanto aggiungere x vitto e alloggio 4,93 va moltiplicato per 26 o x 30 ?
    per 26 : 800 + 128,18 vitto e alloggio :12x10 = 773,48
    per 30 : 800 + 147,90 :12x 10 = 789,91
    La differenza c'è!
    Grazie
    Naton
  • Il Consulente  - Tredicesima mensilità e quota vitto e alloggio
    I giorni da considerare per il calcolo della tredicesima in merito al vitto e l'alloggio sono 26
  • Marco  - che tipo di contratto proporre
    buonasera,vorrei formulare un contratto ad una badante convivente ma ho diverse perplessità che vado ad elencare:
    1)Necessaria la presenza della badante in casa tutte le notti,Domenica compresa.
    2)la Domenica potrà assentarsi dalle ore 8 alle 21.
    3)Il Sabato potrà assentarsi dalle 14 alle 21.
    I rimanenti giorni usufruirà di 2/3 ore di riposo.
    Che tipo di contratto si può proporre?
    La ringrazio per la cortese risposta
    Marco
  • Asdru  - Malattia
    Ho una ragazza inquadrata come BS che pago al lordo 7,23 /ora per 25 ore settimanali, con TFR frazionato regolarmente denunciata INPS. Per il mio lavoro le giornate lavorative della ragazza sono stabilite all'inizio del mese e può capitare che una settimana lavori solo 5 ore mentre la successiva ne lavori 40 o più(raramente), un mese 70 ore (con stipendio a ore) e un mese 120, in tal caso le 20 ore in più devono essere considerate straordinario? In una settimana in cui doveva lavorare solo il lunedi ed il sabato dopo e solo per rispettivamente 5 e 7 ore si è ammalata dal lunedi mandandomi un certificato di malattia per 4 giorni dal lunedi al giovedi devo pagarle tutto anche se doveva lavorare solo il lunedi? anche se facendo così mi sale di circa 20 ore totali?
  • Asdru
    Mi scusi sono ancora io nel caso di maternità se si mettesse in maternità da subito motivandola(!!!) dovrei pagare io vero?

    Grazie e mi scusi
  • marcello  - Calcolo 13^ colf
    Buongiorno,
    la mia colf ha lavorato nei mesi di gennaio e febbraio (ed è stata da me retribuita )dopodichè per i mesi di marzo, aprile, maggio, giugno, luglio, agost, settembre e ottobre è stata in astensione per maternità ed ha percepito la retribuzione da parte dell'INPS.
    Successivamente ha lavorato per me nei mesi di novembre e dicembre per i quali è stata da me retribuita.

    Come devo calcolare la 13^ ?

    Ovvero le devo corrispondere i ratei solo per i 4 mesi che ha lavorato per me poichè per i mesi di astensione per gravidanza ha già provveduto (o provvederà) l'INPS?
    Oppure devo sapere quanto ha percepito dall'INPS per sommarlo a quanto ha percepito da me per farne 1/12?


    Potreste farmi un esempio numerico pratico?

    Ringrazio anticipatamente per le informazioni che vorrete fornirmi.
    Cordiali saluti
  • Il Consulente  - Maternità e computo ai fini della tredicesima
    Salve Sig. Marcello,
    il periodo di astensione obbligatoria per maternità (max 5 mesi) deve essere computata ai fini del calcolo dell'anzianità di servizio, ferie, tredicesima e TFR in base alla retribuzione percepita dalla colf prima dell'astensione. Non ha bisogno di conoscere l'importo retribuito dall'INPS.
  • saverio  - paga oraria minima
    Salve, innanzitutto vorrei ringrazirvi per il sito e complimentarmi per l'utilità dei contenuti,oltre che per la professionalità e la gentilezza che dimostrate nelle risposte....mi sono spaventato di fronte a tutti gli adempmimenti che mi si prospettano!!!
    Vorrei sottoporre il seguente quesito:
    intendo assumere una persona con le segg mansioni: cura della casa in assenza dei miei figli(2 e 4 anni)e, quando ci sono i bimbi, che solitamente vanno a scuola, assistenza a loro. sto valutando se siano sufficienti 25 o occorrano 30 ore settimanali. Vorrei sapere 1.qual'è la paga oraria minima prevista da contratto collettivo per quel genere di attività (si tratta di categoria B, vero?);2.quanto è dovuto di cassa colf mesilmente?; 3. oltre allo stipendio netto, ai contributi inps, alla cassa colf, cosa altro dovrei pagare mensilmente, per un totale di quale cifra?ringrazio anticipatamente per la risposta! Saverioxx
  • Il Consulente  - Consigli per assunzione collaboratrice domestica
    Salve Sig. Saverio,
    la ringrazio per i complimenti.
    Per quanto riguarda l'assunzione della collaboratrice, se si occupa di seguire anche i suoi figli, i livelli da prendere in considerazione sono quelli che terminano (detto in termini semplicitici) con la lettera S (superior). Quindi potrebbe assumere la colf con il livello BS la cui paga minima oraria prevista dal contratto è di € 5,21. Inoltre se l'orario di lavoro va oltre le 6 ore giornaliere, dovrà aggiungere il vitto (qualora non venisse passato il pranzo alla collaboratrice).
    Ci sono poi i contributi INPS che per il 2010 sono pari a 0,98 per il datore di lavoro e 0,23 a carico del lavoratore ed infine la Cassa Colf pari a 3 centesimi di euro l'ora di
    cui un centesimo a carico del lavoratore.
    Oltre a tutto questo, come tutti i contratti di lavoro spettano al lavoratore ferie, tredicesima e TFR da retribuire nei periodi di relativa spettanza.
  • marcello  - Calcolo 13^ Colf
    Grazie per la cortese risposta.
    Per chiarezza:
    devo quindi considerare come se non si fosse mai assentata e fosse staat retribuita da me tutti i mesi?
    Ovvero l'INPS non corrisponde la parte di tredicesima per i mesi che ha pagato?

    Grazie ancora per i chiarimenti

    Cordiali saluti

    Marcello
  • Il Consulente  - Ratei ferie e gratifica natalizia
    Salve Sig. Marcello
    nei periodi di astensione per maternità l'inps paga l'80% della retribuzione convenzionale. Ma il periodo di astensione deve essere considerato ai fini dell'anzianità di servizio a tutti gli effetti compresa quindi la maturazione dei ratei ferie e gratifica natalizia. Di conseguenza Lei dovrà corrispondere la tredicesima mensilità anche nei mesi in cui la sua collaboratrice domestica è stata assente dal lavoro durante il periodo di astenzione obbligatoria (al massimo 5 mesi)
  • marcello  - Ratei ferie e gratifica natalizia
    Grazie per la cortese risposta.Ho corrisposto la tredicesiam considerando anche i mesi di astensione obbligatoria (5 mesi). Però
    desideravo capire se, visto che la mia colf è stata assente più di 5 mesi , ovvero 8 mesi per via di una gravidanza a rischio,
    anche i 3 mesi eccedenti l'astensione obbligatoria (max 5 mesi) devono essere computati nel calcolo della tredicesima.

    Grazie in anticipo per la comprensione e le ripsote che vorrete fornirmi.

    Marcello
  • Il Consulente  - Astensione Facoltativa
    Salve Sig. Marcello,
    la ringrazio per i complimenti e posso dirle che per il periodo che va oltre i 5 mesi di astensione obbligatoria, non deve pagare nessun rateo tredicesima. Anzi quei tre mesi non vanno imputati ne al calcolo delle ferie, ne al TFR.
    Saluti

    Dr.ssa Simona Antonacci
  • Rosanna  - Retribuzione
    Buon giorno. Spero che possa essermi di aiuto...
    Lavoro 9/10 ore settimanali come addetta alle pulizie e prendo una paga oraria di euro 8.00. Il mio datore di lavore vuole regolarizzare il contratto e io vorrei sapere quanto sara' il mio stipendio in busta.
    La ringrazio anticipatamente e auguro Buon Natale
  • Il Consulente  - Importo orario per elaborazione cedolino paga
    Salve sig.ra Rosanna,
    se il suo datore di lavoro vuole regolarizzare la sua posizione, deve esserle comunicato se intende sempre darLe € 8,00 l'ora nette oppure se da queste dovrà detrarre la ritenuta inps trattenuta dal datore di lavoro pari ad € 0,36 centesimi l'ora + 0,01 di trattenuta oraria per la cassa colf.
    Di conseguenza o continua ad essere retribuita come al solito oppure avrà un compenso orario netto di € 7,63 oraria. In media dovrebbe percepire per 9 ore a settimana circa 296,00 euro netti.
  • Rosanna
    Grazie per la tempestiva risposta.
    Che bello trovare questi servizi così efficienti a favore del cittadino!
  • maria
    buona sera.vorrei sapere come viene calcolata la13,tfr,e ferie se ho lavorato 2 mese con un stipendio di 1100 al mese.crazie
  • giulia  - ferie e tredicesima

    Buongiorno,

    Vorrei avere un chiarimento sulle ferie e tredicesima in merito a quando aggiungere per indennità di vitto e alloggio.

    Su una busta paga netta di 1000 € per contratto full time da convivente, inizio rapporto di lavoro il 1/4/2010 fino al 31/12/2010, quanto dovrebbe essere di tredicesima e quanto di ferie?

    La signora andrà in aspettativa per un mese a gennaio.

    Mi sembra di capire che in questo caso non sia obbligatorio pagare le ferie prima del termine del rapporto.

    In caso, la signora andasse in ferie per quanto maturato ad oggi e quindi 19.5 gg ( 9/12 di 26 gg) e poi in aspettativa per un mese, l'obbligo sarebbe di pagarle ferie a fine gennaio giusto?

    Grazie molte per il vs aiuto
  • Il Consulente  - Vitto e Alloggio nel calcolo delle ferie e tredice
    salve sig.ra Giulia,
    per quanto riguarda le ferie, ad ogni giorno di ferie retribuita deve essere aggiunta la quota convenzione del vitto e alloggio che per il 2010 è di € 4,93.
    Per quanto riguarda la tredicesima, deve considerare questa quota solo al fine del calcolo dell'importo, visto che, da quanto ho capito usufruisce sia del vitto che dell'alloggio e quindi non pagato effettivamente, ma esclusivamente utilizzato dalla collaboratrice.
    Non posso però tecnicamente farle dei calcoli perchè non sarebbe corretto nei confronti degli altri utenti, visto che in questo caso si rientrerebbe in un servizio erogato a pagamento.

    Per il discorso ferie le posso dire che la collaboratrice matura 2,16 giorni al mese. Di conseguenza spetta a Lei decidere se pagare le ferie maturate fino al periodo di maturazione (dicembre) visto che l'art. 18 dice che le ferie possono essere retribuite in non più di due volte. In questo caso le decisioni vengono prese sulla base dei rapporti umani che sono ...
  • Anonimo
    Salve,
    volevo sapere come si devono calcare gli scatti di anzianità di una colf. So che sono biennali e variano le percentuali dal 4% ad un max di 28%. Ma il mio problema è, vanno calcolati una sola volta nell'anno, tutti i mesi? mi variano il netto della busta? Grazie Giada
  • Il Consulente  - Scatti anzianità colf
    Salve Giada,
    per quanto concerne gli scatti di anzianità, l'art. 35 del contratto sottolinea che ci deve essere uno scatto ogni 2 anni di servizio per un massimo di 7 scatti totali (in totale 14 anni). L'importo utilizzato per l'aumento è generalmente pari al 4% del minimo. Una volta calcolato poi lo scatto, questo deve essere sempre retribuito. Praticamente è come se fosse una sorta di rivalutazione dello stipendio.
  • giulia  - ferie colf
    salve c'è una cosa che non capisco... vorrei assumere una colf per 8 ore /settimanali ( 4 ore per 2 gg/settimana). i giorni di ferie sono sempre 26? si tratterebbe di oltre tre mesi di ferie! o devo forse calcolarli sui giorni di lavoro ossia 2/6 della settimana dal lun-sab e quindi 9 gg all'anno (pari a 1 mese di ferie retribuite)? grazie
  • marco  - Dichiarazione sostitutiva CUD
    Salve, avrei bisogno di un esempio pratico (riferito ad 1 trimestre) per la compilazione della dichiarazione sostitutiva del cud. Mi spiego meglio. Nel bollettino versato ogni 3 mesi ho una paga base oraria di 8,67 €. Nel trimestre ho effettuato 60 ore di lavoro e pagato nel bollettino il totale di contributi per €. 90,60 (ovvero 1,51 euro x 60). Adesso nella certificazione che devo rilasciare vorrei capire cosa indicare su:

    retribuzione lorda

    contributi versati

    netto corrisposto

    La lavoratrice dovrà effettuare la dichiarazione congiunta con il marito. Quale sarebbe l'importo da considerare come "imponibile fiscale" e quale quello da prendere in considerazione per non superare la somma di €. 2.841 quale coniuge a carico ?
  • Il Consulente  - Certificazione Compensi
    Salve sig. Marco
    nella certificazione dei compensi deve riportare l'importo netto pagato alla collaboratrice domestica e ala fine scrive una frasi del tipo "i contributi previdenziali sono stati regolarmente versati per il periodo ..."
  • marco  - .
    quindi l'importo netto sarebbe quello da indicare nel 730 come reddito da lavoro dipendente ?

    E sarebbe lo stesso importo da considerare per capire se il coniuge è a carico o meno (ovvero tale importo non deve superare i 2.841 euro oppure bisogna considerare il lordo per quest'ultimo caso?)
  • Il Consulente  - CERTIFICAZIONE COMPENSI
    Salve Sig. Marco,
    praticamente si, poichè il datore di lavoro non esegue le trattenute fiscali, ma solo quelle previdenziali.
  • Rosalba  - Contributi Colf
    In sede di comunicazione all'Inps dell'instaurazione di un rapporto di lavoro domestico (6/10/2010) è stato erroneamente riportato quale numero di ore settimanali 24.In data 5/11/2010, avendo notato l'errore, si è provveduto a comunicare il numero di ore corretto pari a 25. In sede di versamento della contribuzione Inps (10/1/2011) è necessario effettuare un doppio conteggio: € 1,34 l'ora per il periodo (6/10/2010-5/11/2010) in cui sono state indicate 24 ore settimanali e € 0,98 per (6/11/2010-30/12/2010. Preciso che il bollettino precompilato ricevuto dall'Inps riporta 300 ore di lavoro nel trimestre, pari esattamente a 25 ore settimanali x 12 settimane di lavoro nel trimestre.
  • Il Consulente  - Calcolo contribuzione INPS
    Salve sig.ra Rosalba
    il calcolo dei contributi va fatto in base a quanto dichiarato nella comunicazione del 5 novembre 2010. Se la variazione è stata fatta indicando che in data 6/10/2010 è stato indicato un numero di ore lavorate inferiore a quelle effettive, il calcolo potrà essere fatto conteggiando tutto a 0,98 centesimi. Se invece la variazione è stata eseguita a partire dal 5 novembre, allora dovrà eseguire il duplice conteggio come da lei indicato.
  • PAUL  - costo orario
    salve,vorrei sapere se l'importo che appare nelle tabelle con i minimi contributivi (x es. livello cs = €6.13) e' lordo , cioè gia' comprensivo del contributo inps? in parole povere se io pago €6.13 all'ora , la colf quanti ne percepisce netti? grazie
  • Il Consulente  - Paga minimale netta
    Salve Paul,
    la paga oraria di € 6,13 è netta. A questa deve poi aggiungere i contributi INPS che ammontano nel suo caso a 1,54 (0,36 carico lavoratore + 0,03 di cui 0,01 carico lavoratore) per ciascuna ora di lavoro.
  • Giovanni  - TFR e 13ma
    Salve, ho assunto da poco una badante livello C per mia mamma. Vorrei sapere se è possibile pagarle mese per mese i ratei per la 13ma e il TFR, soluzione che preferirei a quella di versare somme notevoli a fine anno e a fine rapporto. La badante è d'accordo.
    Grazie per l'attenzione
  • Il Consulente  - Ratei XIII° e TFR
    Salve Giovanni,
    il contratto prevede che la tredicesima venga erogata a dicembre ed il TFR a fine rapporto di lavoro.
    Per consuetudine qualcuno usa pagare i ratei tredicesima e TFR in modalità mensile. Io lo sconsiglio.
  • Mario  - Licenziamento COLF
    Gentilissimi,
    devo licenziare la colf che è con noi da tre anni. Ho fatto tutti i conteggi di TFR, ferie, preavvisi,... credo di essere a posto con i conti.
    Domanda:
    Però in questi anni non ho mai rilasciato buste paga, ma sempre pagato con bonifici bancari indicando la causale. Valgono come ricevuta? Mi consigliate di fare una busta paga finale che ricapitoli tutto, a scanso di equivoci?
    Seconda domanda: ho sempre pagato io la quota a carico del lavoratore dei contributi: va dichiarata come corrisposto alla lavoratrice? Va considerato ai fini TFR ?
    Grazie mille
    Mario
  • Il Consulente  - Prospetto paga
    Salve sig. Mario,
    con il C.C.N.L. del 2007, l'elaborazione di un prospetto paga è divenuto obbligatorio al fine di tutelare sia il lavoratore che il datore di lavoro. Il prospetto infatti, pur se in modo piuttosto semplice doveva indicare: i dati anagrafici del datore di lavoro e del lavoratore, le giornate retribuite le festività le ferie e quant'altro previsto dal contratto.
    Ora le ricevute dei bonifici non fanno molto testo, a meno che non siano state indicate le voci retributive mensili.
    se fossi in lei rifarei dei prospetti mensili da allegare ai bonifici, naturalmente fatti firmare dalla collaboratrice domestica.
    Per quanto riguarda i contributi Inps da lei pagati per conto della colf, non vanno considerati ai fini del calcolo del TFR. Magari nel prospetto finale può scrivere per sua tutela che lei ha sempre fatto fronte ai pagamenti della quota dei contributi a carico del lavoratore. Ma questo è solo un gesto di gentilezza e carineria verso la collaboratrice.
  • Anonimo
    La ringrazio per la risposta, ho ancora una domanda per la busta paga.
    Io ho concordato di pagare un fisso mensile di 400€, calcolato come 15h a settimana, per 52 settimane in un anno, diviso 12 (mesi). Così risultano 65 h/mese convenzionalmente.
    Se uso l'esempio di busta paga da voi proposto, visto che i giorni nel mese non sono mai costanti, cambierebbe l'importo, a parità di paga oraria. Io invece pago una quota fissa. Mi date un suggerimento?
    Grazie molte
  • maria
    bona sera ho lavorato in una casa 4,5 messi senza documenti vorei sapere de ho drito a paga tfr,tredicezima e feerie gratie
  • Il Consulente  - Lavoro irregolare
    Salve Maria,
    il problema principale è che lei avrebbe diritto ad essere messa in regola perchè vietato dalla legge il lavoro nero. Il suo datore di lavoro rischia anche una condanna penale.
    A parte questa parentesi, Lei ha gli stessi diritti di una persona assunta, quindi tredicesima, ferie, TFR e quant'altro.
  • Daniela  - Assunzione Badante
    Ho in prova una badante alla prima esperienza, scarsa conoscenza della lingua, della cucina italiana, :( e del lavoro in genere. Ho intenzione di assumerla, per 30 ore settimanali con vitto e alloggio, ma non ho idea del livello contrattuale da utilizzare; inoltre vorrei sapere quale la paga minima prevista dal contratto :?: e a quanto ammonterebbero le spese mensili comprensive di tredicesima e TFR. :roll: Grazie
  • Il Consulente  - Paga mensile badante
    Salve Daniela,
    per l'assunzione della badante, il livello più basso per convivente con 30 ore settimanali il compenso annuo (al lordo dei contributi che dovrebbe versarsi la badante da sola) sarebbe intorno ai 6.900,00( circa € 520,00 al mese al lorodo della parte dei contributi a carico del lavoratore) mentre il costo totale annuo sostenuto da lei ammonterebbe all'incirca ad € 9.100,00. Non posso fornirle conteggi precisi perchè mancherei di rispetto a tutti coloro che hanno postato la richiesta sul sito al quale non ho risposto, in quanto trattasi di un servizio a pagamento.
  • Il Consulente  - Paga mensile badante
    Salve Daniela,
    per l'assunzione della badante, il livello più basso per convivente con 30 ore settimanali il compenso annuo (al lordo dei contributi che dovrebbe versarsi la badante da sola) sarebbe intorno ai 6.900,00( circa € 520,00 al mese al lorodo della parte dei contributi a carico del lavoratore) mentre il costo totale annuo sostenuto da lei ammonterebbe all'incirca ad € 9.100,00. Non posso fornirle conteggi precisi perchè mancherei di rispetto a tutti coloro che hanno postato la richiesta sul sito al quale non ho risposto, in quanto trattasi di un servizio a pagamento.
  • Daniela
    Mi scusi, ma credo di non aver capito bene!La badante dovrebbe versarsi da sola i contributi?
    Alle 520, 00 mensili dovrei aggiungere TFR e tredicesima, vero?
  • Il Consulente  - Contributi lavoratore
    Al lavoratore viene effettuata una trattenuta oraria pari ad € 0,23 (almeno per il 2010) più € 0,01 (cassa colf), quindi una parte dei contributi sono a pagati dalla badante. Naturalmente agli € 520,00 va aggiunta la tredicesima mensilità ed il TFR. Quest'ultimo da retribuire al momento della cessazione del contratto.
  • beatrice  - CONTRUBUTI INPS DURANTE LA MATERNITA' DELLA BADANT
    Salve a tutti!!! io vorrei sapere questo :

    il datore di lavoro è tenuto lo stesso a versare i contributi inps per la badante, anche se la ragazza è in maternità da 1 mese(percepisce assegno dall'inps)??? c'è un contributo minimo da versare??

    grazieeee
  • giuseppe  - i contributi
    Buona sera , la mia compagna lavora come colf presso un'anziana che non può muoversi e non è autosufficiente , il suo padrone se cosi vogliamo chiamarlo , le da uno stipendio regolare di 936,00 euro , lei lavora tutti i giorni dalle 08:00 alle 18:00 anche 19:00 orario continuato ,il sabato e alla domenica dalle 11:00 alle 16:00 i festivi la obbliga alavorare , in pratica non ha un giorno di riposo , e a quanto i contributi inps le fa pagare a lei euro 382,00 circa , niente ferie , ma lei ha paura a lamentarsi perchè se no lui la lascia a casa , come può tutelarsi una donna che viene cosi schiavizzata da certe persone , e a quanto pare in questo paese a Carate Brianza tutte le colf e badanti straniere vengono trattate cosi sotto minaccia , non credo che sia una regola schiavizzare queste ( diciamo povere persone )che come noi tutti lavoriamo ma con dignità . Un controllo a casa di questa gente si può farlo fare ?
  • Il Consulente  - Datore di lavoro non regolare
    Salve sig. Giuseppe,
    non sò dove Lei risiede, ma le posso assicurare che le badanti e colf sono molto ricercate. Personalmente la sua compagna non ha un datore di lavoro, ma un approfittatore. Al suo posto cercherei qualcosa di diverso e poi farei fare i conteggi per una bella vertenza!
  • maria
    salve!sono rumena e ho una domanda.quanti anni dobbiamo lavorare per avere diritto al pensione?verra cumulata con anni lavorati in romania?grazie!
  • Il Consulente  - Pensione
    salve Maria,
    da quando la Romania è entrata a far parte dell'Unione Europea non vi dovrebbero essere problemi al riconoscimento dei contributi versati all'Inps ai fini pensionistici.
    Come tutte le categorie, tuttavia almeno per il momento dovrà avere almeno 30 anni di contributi versati e compiuti almneno 60 anni.
    Tutto ciò se questo non subirà variazioni nei prossimi anni.
    Comunque se si sta avvicinando all'età pensionabile le consiglierei di farsi fare un estratto contributivo dall'Inps
  • maria  - pensione
    grazie per risposta ma mia domanda era altra.esempio:se io lavoro qui in italia 5 e 10 anni doppo mi ritorno in romania,questi anni lavorati qui mi sono calculati a pensione?io ancora sono giovane,ho 40 anni,ho lavorato in romania 17 anni e in italia gia 2.anni.ma sento tante persone rumene parlando che noi abbiamo diritto al pensione dopo 20 anni di lavoro qui.domanda e se io lavoro 5 anni qui quando arriva tempo per pensione mi sono calculati pure questi 5 anni?grazie!
  • roberta  - colf retrubuzione
    siamo una cooperativa a.r.l. la colf
    presso una famiglia svolgerà due ore
    settimanali pari a 14 ore.
    qual'è la paga oraria? e quanto costasno i contrubiti previdenziali.grazie
  • Anonimo
    grazie
  • ROBERTA
    grazie per la risposta
  • Elida  - malattia
    Buonasera.
    Eccomi di nuovo da lei per sottoporle un altro quesito (ho provato a cercare tra le risposte già date, ma ci ho rinunciato...anche perchè la mia situazione è anomala):
    Ho assunto una badante per l'assistenza notturna a giorni alterni (lu-me-ve-do-ma-gi-sa)per una media di 35 ore settimanali al liv CS, dal 2 novembre 2010 (perciò da 2 mesi). Ora sarà assente 9 gg. per malattia. Come devo comportarmi?
    Deve consegnarmi il certificato? Se si, cosa ne faccio?
    Come le riconosco i giorni di malattia (avrebbe lavorato 5 giorni ve-do-ma-gi-sa)?
    La ringrazio anticipatamente.
    Elida

  • Il Consulente  - retribuzione giornate di malattia
    Salve sig. Elida,
    se ha assunto la colf da novembre, la colf ha maturato circa 2 mesi di anzianità di conseguenza dovrà pagare 8 giorni di malattia in un anno, di cui i primi 3 al 50% della retribuzione mentre gli altri 5 al 100%. I giorni restanti (ad esempio il 9° non va retribuito).
    La collaboratrice dovrà comunque darle il certificato medico per confermare la malattia e lei lo dovrà esclusivamente allegare alla sua documentazione.
  • Alida  - badante
    buongiorno, sto assumendo una badante ucraina con regolare permesso che sta effettuando il preavviso presso un'alra famiglia per poi venire da mia madre non autosufficiente.
    La inquadrerei come CS con vitto e alloggio e vorrei la conferma dello stipendio base che ho trovato di 1017,87 lordo - contributi a carico del lavoratore.In questo stipendo quante ore lavorative rientrano?La quota a carico mio 0,98 (>25 ore settimanali) su paga oraria di quanto € (?+rateo 13a)x quante ore?. Devo stabilire un orario di lavoro per il calcolo delle ore lavorate o posso tenere un numero fisso che rientra nello stipendio base. Grazie per le risposte.
  • Il Consulente  - livello CS
    salve Alida,
    l'importo indicato di € 1017,87 riguarda lo stipendio mensile retribuito a chi esegue l'assistenza notturna a persone non autossufficenti. Da quello che mi sembra di capire le servirebbe durante il giorno e la notte.
  • Il Consulente  - Importi da retribuzioni
    Salve Roberta,
    non posso darle informazioni in merito per due ragioni:
    1. se siete una cooperativa, la pulizia domestica va vista in base al contratto di appartenenza.
    2. se la collaborazione domestica esula dalla cooperativa, il prezzo della prestazione oraria va concordata tra la collaboratrice e il datore di lavoro e può oscillare da € 5,11 fino ad € 8,21 a seconda della mansione svolta.
  • Elida  - retribuzione giornate di malattia
    La ringrazio molto. Ancora una volta mi è stata molto utile.
    Buon lavoro.
    Elida
  • Elida  - ancora malattia...
    Gentile Dott.ssa,
    avrei ancora una domanda: nel calcolo dei contributi (e in busta paga), bisogna conteggiare anche le ore di malattia o risultano come ore non lavorate, da un lato, e retribuite come malattia, dall'altro? :confused: Chissà se sono stata chiara...
    Grazie ancora.
    Elida
  • Il Consulente  - Malattia
    Salve Sig.ra Elida,
    le giornate retribuite di malattia vanno conteggiate nel calcolo dei contributi. Non rientrano nel calcolo dei contributi invece le giornate di malattia non retribuite.
  • Elida  - malattia
    La ringrazio per l'ennesima risposta utile.
    Buon lavoro.
    Elida
  • Il Consulente  - Ringraziamenti
    Buongiorno sig.ra Elida
    sono io a ringraziarla per aver compreso gli sforzi che si fanno per dare una risposta a tutti.
  • silvia  - re: Dipende
    Per una colf non convivente per 30 ore sett.(6 ore x gg.) con un stipendio di 650 eur. al mese. vorrei sapere gentilmente si questo stipendio e giusto?
  • Il Consulente  - Retribuzione oraria
    Salve Silvia,
    consideri che per verificare se lo stipendio mensile retribuito è corretto , di fondamentale importanza è la qualifica con la quale la collaboratrice viene assunta. La paga oraria più o meno ammonterebbe a circa € 5,00 quindi tale retribuzione potrebbe essere corretta se le mansioni svolte dalla colf rientrassero tra quelle previste dal livello AS.
  • betti0587  - contributi sulla maternità
    Salve a tutti!!!

    Chiedo se il datore di lavoro è tenuto lo stesso a versare i contributi inps per la badante, anche se la ragazza è in maternità da 1 mese(percepisce assegno dall'inps)??? c'è un contributo minimo da versare??

    grazieeee
  • Il Consulente  - Contributi Inps durante la maternità
    Salve betti0587,
    la badante in maternità ha diritto alla conservazione del posto di lavoro e il periodo di maternità è funzionale esclusivamente rispetto alla maturazione del periodo di anzianità di servizio.
    In questo periodo il datore di lavoro non deve pagare nulla.
    La badante dovrà presentare la richiesta di indennità per la maternità direttamente all'Inps e durante questo periodo matureranno per lei i contributi figurativi (si chiamano così in quanto non versati realmente dal datore di lavoro, ma accantonati virtualmente dall'Inps).
  • betti0587
    Grazie!!
  • Anonimo
    Buongiorno
    la mia collaboratrice domestica (12 ore x 3 giorni alla settimana) è al primo mese di gravidanza e le è stato prescritto un periodo di riposo.

    Io vorrei sapere:
    - durante il preriodo di riposo devo pagare qualcosa; devo pagare i 15 gioni di malattia (i primi 3 al 50%)
    - se il periodo di riposo si protrae fino al periodo di maternità obbligatoria ho degli obblighi, devo pagare i contributi?
    - devo inviare della documentazione all'INPS?
    _ la contribuzione totale della collaboratrice è di 16 ore settinanali (12 mie e 4 di un'altra famiglia)dal 2005. Avrà diritto al contributo di maternità dell'INPS?
    Grazie e buona giornata



  • Maria  - Periodo di maternità
    Il messaggio precedente è mio.
    scusate non avevo inserito il nome
    grazie
    Maria
  • Anonimo
    sono una donna di 45 anni con una figlia di 12 mi hanno proposto un lavoro in una casa con una sigrora di 90 anni autosufficiente dovrei pulire casa e cucinare per il pranzo e portarla fuori per delle passegiate il mio orario dovrebbe essere dalle 09 alle 13. quanto dovrebbe essere il mio stipendio grazie Maria
  • Il Consulente  - Paga badante
    Salve sig. Maria,
    nel caso di assistenza a persone autosufficenti il livello di inquadramente potrebbe essere il livello BS ed avere una paga oraria minima di € 5,21 che deve moltiplicere per le ore svolte. Ma spesso la contrattazione della paga oraria avviene direttamente tra le parti.
  • georgia  - tredicesima
    Buon giorno consulente.io sono stata asunta a 01.04.2010 come colf non convivente quindi colab.domestica livelo B.Lavoro 5 giorni a satim per 4ore giornaliere e mi pagano 7e per ora.Ho ricevuto comme trdicesima 454e.Vorei sapere comme se calcola la tredicesima in mio casa per sapere se la somma ricevuta e justa.Secondo me dovevo ricevere di piu.Aspeto una risposta
  • Il Consulente  - Calcolo 13° mensilità
    Salve Georgia,
    il calcolo si esegue in questo modo:
    ore settimanali lavorate (20) x coefficente mensile fisso di 4,33.
    In questo modo ottiene le ore mensili ovvero 86,60.
    Poi moltiplica le ore per la paga oraria (7 euro) x 12 mesi. In questo modo ottiene l'importo lordo annuale che dovrebbe ottenere.
    Suddivide questo importo per 13 ed ottiene la tredicesima mensilità.
  • emilia  - domanda
    devo assumere una badante per mia madre con contratto per badanti livello cs/assistente familiare. mi chiede che ogni mese le vengano retribuite ore di lavoro, ferie, tfr. le ore di lavoro sono 24 settimanali per sei giorni lavorativi. essendo che la paga oraria é di E 6.13 quanto le dovrei corrispondere, tenendo conto dei contributi a suo carico che poi deve versare, settimanalmente? grazie per la risposta, saluti
  • Il Consulente  - Ferie, TFR e Tredicesima
    Salve Sig.ra Emilia,
    il CCNL lavoro domestico vieta il pagamento mensile del TFR, Tredicesima e Ferie.
  • Barbara  - Disoccupazione ordinaria
    Buona sera mi chiamo Barbara, a fine mese scade il mio contratto di baby sitter iniziato il 5/10/2009. Per i requisiti di disoccupazione non so se la durata di questo contratto è sufficiente ma in precedenza ce n'è stato un altro dal 17/12/2007 al 31/10/2008.
    I miei quesiti sono 2:
    Che senso ha avere 68 giorni di tempo per chiedere la disoccupazione?
    L'assegno viene calcolato sulla media di che cosa delle ultime 3 buste? (paga globale delle ore di contratto, straordinari, ferie godute e non , tredicesima, recupero di festività cadute di domenica che non mi erano state pagate e tfr)? E se si prendono integre si calcola sul netto o sul lordo? Da qualche parte ho letto che il 60% tra tasse ecc si riduce a meno del 50%.
    Grazie per l'aiuto,
    cordiali saluti.
  • Giuseppe  - Retribuzione Badante Convivente
    Salve

    Sto per assumere una badante con livello Cs, convivente e con vitto e alloggio.
    Secondo le informazioni che sono riuscito fin qui a raccoglieredovrebbe essere:
    Paga prevista da tabella= €885,10
    Tredicesima: €885.10/12= €73.76
    TFR: €885.10+€73.76/13.5= €71.03
    Quindi la retribuzione mensile omnicomprensiva è pari a: €885.10+73.76+71.03= €1029.88 a cui aggiungere l’indennità di vitto e alloggio mensile di: €4.93*30= € 147.90.
    In definitiva:
    Retribuzione mensile €1029.88+147.90 = € 1177.78
    A questo punto restano da calcolare i contributi.
    E' corretto ?
    Grazie
  • Il Consulente  - Retribuzione badante livello CS
    Salve Sig. Giuseppe,
    a prescindere dalla veridicità dei dati su cui non mi sono soffermata poichè si tratta di un servizio a pagamento, posso dirle esclusivamente che il C.C.N.L. Lavoro Domestico prevede che la retribuzione del TFR e della tredicesima avvenga nei periodi di competenza. Al massimo per il TFR è possibile anticipare una tantum 1 volta l'anno il 70% del valore accumulato.
    Oltre ai contributi Inps dovrà tener conto dei contributi Cassa colf
  • Giuseppe  - Retribuzione badante livello Cs
    Grazie, davvero solerti !!
    Quindi vorrei capire meglio, se possibile, cosa va considerato nella ordinaria busta paga mensile.

    - Se ho capito, il TFR e la tredicesima sono dunque da calcolare a parte e retribuiti alla scadenza appropriata, rispettivamente a fine rapporto (in questo caso il contratto è a tempo determinato per 12 mesi) e a dicembre.
    - Il contributo previdenziale orario, calcolato per lavoro superiore a 24 ore settimanali é: € 0.98 – 0.23 = € 0.75, poichè 0,23 euro sono a carico del lavoratore.
    - L'Indennità di vitto e alloggio, considerata la convivenza, serve ai fini del calcolo dei contributi previdenziali e sarà retribuita in busta paga soltanto per il periodo di ferie.

    In definitiva la busta paga ordinaria è solo la quota prevista per il livello Cs (€ 885,10), mentre i contributi sono da pagare su base trimestrale.

    So di chiedere molto, ma a questo punto mi serve un punto di sintesi obiettivo.

    Quindi ancora grazie per l'attenzione...
  • Il Consulente  - Cassa colf
    Salve sig. Giuseppe,
    Diciamo che si è dimenticato di 2 cose:
    - la quota convenzionale del vitto e alloggio deve essere considerato anche ai fini del calcolo della tredicesima e del TFR.
    - si è dimenticato di considerare il contributo alla cassa colf pari a 3 centesimi l'ora (di cui 1 a carico del lavoratore) da aggiungere ai contributi INPS e che andranno versati con il medesimo bollettino postale.
  • FRANCESCO  - RETRIBUZIONE ORARIA
    Vorrei sapere qual'é la tariffa oraria di una colf assunta ad ottobre 2002 che fa 20 ore settimanali, addetta alle pulizie domestiche e alla stireria.
    La ringrazio in anticipo e la saluto.
  • Il Consulente  - Tariffa Oraria
    Salve Francesco,
    il CCNL fissa la retribuzione minima contrattuale secondo l'esperienza e le mansioni svolte. La sua richiesta è piuttosto generica poichè la colf potrebbe essere inquadrata nel livello A (il più basso) con una paga oraria di 4,16, fino al livello C che prevede una retribuzione oraria minima di € 5,83. Decida Lei quale livello applicare!
  • silvana
    salve,
    scusate se mi inserisco nella richiesta del sig. Francesco, se possibile vorrei sapere la tariffa oraria di una colf livello c dal 2000 ad oggi. grazie mille
  • Il Consulente  - Informazioni
    Salve Silvana,
    non posso risponderle perchè questo è un serivizio a pagamento.
    Colgo a tal proposito l'opportunità che mi sta dando sottolineando che, il servizio di consulenza gratuita è disponibile per chi a dubbi e domande da fare inerenti la gestione del rapporto di lavoro, non fornire elenchi dati.
  • Giuseppe  - Ancora sul contratto per badanti
    Salve,
    vorrei approfittare ancora della vostra cortesia.
    Volevo sapere, nel caso di datore di lavoro con residenza (fiscale) diversa dal domicilio effettivo (altra regione),cosa va indicato nella domanda telematica ?
    Questa prevede una voce per indicare che la badante sarà convivente nella residenza del datore,
    ma non presenta voci utili ad indicare l'eventuale domicilio effettivo del datore.
    Saluti cordiali.
  • Il Consulente  - Contratto badanti - residenza e sede operativa
    salve Sig. Giuseppe,
    nella modulistica Inps deve indicare la sua residenza e la sede operativa ovvero la sede nel quale verrà svolta la prestazione di lavoro dalla badante
  • lidia patrascu  - busta paga colf
    Gentile Consulente, gradirei sapere come devo compilare la busta paga per il periodo 25 gen-31gen per una colf , convivente con un orario di lavoro di 25 ore settimanale e con reditto lordo di 3.61 eur/ ora. Vi ringrazio
    Roberto
  • Il Consulente  - Busta paga Colf
    Salve Roberto,
    il Servizio richiesto è oggetto di consulenza.
    Le posso solo dire che nella sezione modulistica è possibile scaricare un foglio excel per la compilazione del prospetto paga.
  • Aurora  - Tredicesima
    Gent.le Consulente,

    tempo fa avevo chiesto se era possibile liquidare i ratei della XIII e del TFR nella paga mensile. Mi era stato risposto di si.
    Ho letto la risposta data al Sig. Giuseppe nella quale, invece, è specificato che gli stessi devono essere liquidati nei peridodi di comptenza (salvo anticipo una tantum). Può chiarirmi se è corretta la liquidazione mensile di tali competenze?
    Grazie.
    Aurora
  • Il Consulente  - Retribuzione mensile Tredicesima TFR
    Salve Sig. Aurora,
    nel mese di settembre 2010, è stata pubblicata una sentenza della cassazione che non ha riconosciuto la liquidazione mensile di tali ratei pur se effettuati secondo l'uso e consuetudine da molti datori di lavoro che applicano il CCNL "Lavoro Domestico".
  • Cristian  - livello contrattuale
    Buonasera, avrei intenzione di assumere per la pulizia della casa,
    una colf non convivente per 5 ore settimanali alla tariffa di 8 euro/h.
    Leggendo nel forum ho visto che agli 8 euro oltre ai contributi inps, devo aggiungere anche una quota relativa alla 13a.
    Inoltre devo conteggiare le ferie e calcolare la quota tfr.
    Non ho capito però se devo anche stabilire il livello contrattuale (A..D).
    Considerato il lavoro richiesto e letta la classificazione dei livelli,
    ritengo che il livello C sia il più appropriato, che però prevede una quota di 5,83 euro/h.
    I restanti 2,17 sono una sorta di superminimo o trattandosi di quota minima posso comunque fissare
    a piacimento la paga oraria ?
    Rngrazio in anticipo per la risposta
    Cordialmente
    Cristian
  • mariangela  - retribuzione colf
    salve, ho assunto una colf con contratto bs convivente a 36 ore settimanali; vorrei sapere se versare i contributi inps sempre per 36 ore a settimana, anche nel caso in cui la colf alcuni giorni non lavora e quindi non raggiunge le 36 ore indicate nell'assunzione???
    grazie
  • Il Consulente  - Pagamenti contributi
    Salve Sig.ra Mariangela,
    Lei deve pagare i contributi sulla base delle ore di lavoro svolte. Se ha ricevuto i bollettini precompilati con gli importi, utilizzi quelli parzialmente compilati e richieda altri bollettini all'inps. Oppure può utilizzare il servizio della lottomatica presente in molte tabbaccherie
  • maria  - versamento anticipato dei contributi
    Ho versato i contributi per il 4° trimestre il 31 dicembre, incorro in qualche sanzione avendoli pagati in anticipo? il commercilaista mi aveva assicurato di no ma ho letto sul sito INPS che non vanno versati prima del 1°de mese.
  • Il Consulente  - Contributi Inps
    Salve sig.ra Maria
    il suo commercialista ha ragione, non incorre in sanzioni per aver pagato i contributi l'ultimo giorno del mese lavorato.
    Si fidi del suo commercialista.
  • maria  - contributi ferie
    buonasera,ho assunto una colf con inquadramento bs convimente, devo versare i contributi anche sul mese di ferie che godrà?
    grazie
  • Il Consulente  - Contributi previdenziali su ferie
    Salve sig.ra Maria
    la risposta è affermativa. Deve pagare i contributi anche sulle giornate di ferie.
  • Anonimo
    per avere diritto alla maternità, come collaboratrice domestica, credo di aver capito che è necessario, oltre ad avere un'assunzione in corso per almeno 24 h. sett. avere 26 settimane di contributi nei dodici mesi precedenti la data di richiesta di astensione anche in settori diversi e non continuativi,
    o 52 settimane maturate nei 24 mesi anche in settori diversi e non continuativi,
    Le chiedo se incide, ai fini del calcolo delle settimane contributi, l'aver avuto un contratto part -time
  • Il Consulente  - Maternità
    Salve Anonimo,
    il part time non ha incidenza. Ciò che conta sono le settimane retribuite.
  • elena
    sono la sig.ra di prima,ho dimenticato di inserire il nome, e anche di chiedere se con 25 ore si ha diritto all'indennità di vitto e alloggio anche se non convivente
    grazie
  • Il Consulente  - Diritto Vitto e Alloggio
    Salve sig.ra Elena,
    il diritto per il vitto e l'alloggio dipende dalle ore di lavoro svolte. Queste devono essere superiori a 6 ore giornaliere e in base all'orario di lavoro scatta il diritto alla colazione oppure il diritto al pranzo o il diritto alla cena. L'alloggio nel suo caso non è previsto.
    Se tuttavia al posto del vitto le viene passata la colazione o il pranzo o la cena, tale valore, pari ad 1,75 euro al giorno deve essere considerato solo ai fini del calcolo della tredicesima tfr e ferie.
  • gianluca  - paga colf
    Buongiorno, vorrei avere un chiarimento sul calcolo della busta paga di gennaio della colf convivente full time che abbiamo assunto dal 4 gennaio con una paga mensile di 800€. Non avendo lavorato i primi 3 giorni del mese, qual è il conto esatto che devo fare? Devo togliere da 800 € i 3/26? Si deve tener conto che l'1 gennaio era festivo? Grazie. Gianluca
  • Il Consulente  - Retribuzione colf gennaio
    Salve sig. Gianluca,
    il primo gennaio va indicato come festivo.
    Gli altri 2 possono essere considerati come assenza non retribuita.
  • Letizia  - Retribuzione festività per colf a ore
    Buongiorno; ho assunto una colf a ore, per tre ore settimanali il martedì. La paga è di 8 euro l'ora. Quanto devo pagare una festività che non coincide con il giorno di lavoro? La ringrazio in anticipo per la risposta.
  • Il Consulente  - Ore festività da retribuire
    Salve Letizia,
    le ore di festività vanno proporzionate alle ore di lavoro settimanli svolte. Tuttavia non posso indicarLe il valore perchè la sua domanda rientra nei servizi a pagamento
  • Gianni  - domestica convivente
    salve, volevo assumere una domestica convivente(xche' vive a casa mia) con mansione di baby sitter (livello AS). Ma lavora solo 4 giorni ed ogni giorno lavora 7 ore per un totale di 28 settimanale.Per la sua busta paga devo pagare tutta la retribuzione intera o posso porpozionale con le ore che ha lavorato??
  • Il Consulente  - Assunzione part time
    Salve sig. Gianni
    Lei deve pagare le 28 ore settimanli svolte dalla colf nei 4 giorni di lavoro. Le giornate non lavorate non devono essere retribuite, salvo i giorni di festività che vanno retribuiti in base alla sua cadenza.
  • gianluca
    In sostanza tolgo 2 giorni su 26? Corretto? Grazie molte. Saluti. Gianluca
  • Il Consulente  - Giorni di assenza
    Salve Gianluca,
    in sostanza deve togliere 2 giorni dalla retribuzione.
  • Anonimo
    lavoro presso una famiglia dal 2005 faccio pulizie, stiro con la mia macchina mi sposto nei vari appartamenti per le pulizie volevo sapere facendo 36 ore sttimanali in cosa consiste la mia busta paga e i contributi?
  • Anonimo
    lavoro presso una famiglia dal 2005 facio pulizie , stiro. Con la mia macchina mi sposto nei vari appartamenti per le pulizie volevo sapere facendo 36 ore settimanali in cosa consiste la mia busta paga e i contributi la mia categoria e B
  • Il Consulente  - Livello B
    Salve Anonimo,
    per il livello B la paga oraria minima per il 2011 è pari ad € 5,28 mentre i contributi inps ammontano ad € 1,37. le
  • AG  - Calcolo ferie
    Salve, e complimenti per il post e le risposte.
    Vorrei assumere una lavoratrice domestica per 1gg a settimana (circa 4 ore) ed avrei alcuni dubbi sul calcolo delle ferie.
    I 26gg di ferie devono essere calcolati sui giorni effettivi di lavoro?
    Ovvero: 26gg di assenza sui circa 52 di lavoro effettivo?
    Se, ad esempio, la lavoratrice decidesse di prendere l'intero mese di agosto di ferie, risulterebbero 4gg di ferie goduti?
    Grazie in anticipo per l'eventuale risposta..
    -AG
  • Il Consulente  - Le ferie
    Salve AG
    non è facile spiegare il concetto di ferie. Sul sito c'è un articolo che tratta esclusivamente del calcolo delle ferie. Provi a leggere quell'articolo. Potrebbe essere la risposta al suo quesito
  • Azzurra  - Liquidazione colf
    Salve ho una colf con regolare contratto di soggiorno,deve essere liquidata,ha lavorato per 4 mesi,dal 1 ottobre 2010 al 1 febbraio 2011,per 9 ore al giorno,dal lunedì al venerdì per 750 euro al mese,quanto le spetta di liquidazione?come si calcola?grazie infinite
  • Azzurra  - liquidazione colf
    dimenticavo di dire che è stata pagata anche la tredicesima a Natale!mi interessa sapere quanto le devo come liquidazione,ormai il rapporto di lavoro è chiuso.Grazie ancora
  • Il Consulente  - Liquidazione TFR
    Salve Azzurra,
    questo costituisce un servizio a pagamento.
    In linea di massima tuttavia posso dirle che il TFR si ottiene suddividendo il reddito annuo percepito dalla colf nel 2010, compresa la tredicesima e le ferie diviso 13,50. Poi lo rivaluta per un coefficente fisso di rivalutazione pubblicato sul sito dell'Istat. Dopodiche fa la stessa cosa per il 2011 senza aggiungere nessuna rivalutazione.
    Somma le due parti della liquidazione ed ha ottenuito in questo modo il TFR da erogare
  • Azzurra  - liquidazione colf
    grazie di cuore per l'informazione,davvero gentilissimo
  • Anonimo  - CUD in caso di maternità
    Buona sera.
    in cerca dell'informazione che sto per chiedere, mi sono imbattuto in questo interessante sito.
    La nostra colf è stata in maternità nel 2010 per cinque mesi, periodo durante il quale ha regolarmente percepito lo stipendio dall'INPS.
    La mia domanda: nel consegnarle la dichiarazione CUD del reddito percepito, devo calcolare solo i sette mesi dello stipendio versato direttamente (oltre naturalmente alla tredicesima), oppure devo sommare anche gli importi erogati dall'INPS?
    Grazie in anticipo per la cortese risposta.
  • Il Consulente  - Certificazione compensi colf
    Salve Anonimo,
    la certificazione dei compensi colf del 2010 dovrà contenere solo le somme che lei a erogato alla colf. La parte dell'Inps verrà certificata dall'ente stesso.
  • bs  - Colf e contributi
    Salve,
    la ns colf ucraina e' stata appena messa in regola (grazie alla possibilità del settembre 2009).
    Il rapporto di collaborazione che abbiamo e' di c.a 20 ore la settimana a 7 eur.

    Domanda: ma se ci sono settimane in cui non fa 20 ore, ma magari 15 o 12, io devo comunque pagarle i contributi per 20 ore per consentirle di rimanere in regola con il permesso di soggiorno, o posso pagare in base all'effettivo lavoro?

    Grazie mille per l'attenzione.
    bs
  • Il Consulente  - Rapporto di lavoro
    Salve Bs,
    se la colf è stata assunta per 20 ore settimanali, non è detto che debbanp essere retribuite tutte e 20 se la colf fa delle assenze.
    Di consegenza la retribuzione viene calcolata sulle ore effettivamente svolte.
    Ai fini del permesso di soggiorno non cambia nulla.
  • Mariella  - stipendio giusto
    Buonasera,
    Sono stata assunta come badante CS, convivente,con un stipendio di 897 euro .Pero' assisto non una,ma due persone non autosufficiente,malate di Alzheimer,una nella carozzina .Devo fare anche le pulizie e cucinare. Di notte qui si dorme poco,
    perche' devo stare sempre atenta,sia una che l'altra hanno bisogno di aiuto,e nemeno non lo sano chiedere.Non possono stare nella stessa stanza ne' di giorno,ne' di notte.Pero' nel mio contratto sono pagata solo per 30 ore. Non mangio insieme a loro,mi sono pagate 23 euro in settimana per mangiare per conto mio.
    Adesso,visto che ho da fare per tutta la giornata, e che non dormo mai piu' di 5 ore di notte, vorrei sappere se il mio stipendio e' quello giusto.
    Grazie.
  • Mariella  - stipendio giusto
    Buonasera,
    Sono stata assunta come badante CS, convivente,con un stipendio di 897 euro .Pero' assisto non una,ma due persone non autosufficiente,malate di Alzheimer,una nella carozzina .Devo fare anche le pulizie e cucinare. Di notte qui si dorme poco,
    perche' devo stare sempre atenta,sia una che l'altra hanno bisogno di aiuto,e nemeno non lo sano chiedere.Non possono stare nella stessa stanza ne' di giorno,ne' di notte.Pero' nel mio contratto sono pagata solo per 30 ore. Non mangio insieme a loro,mi sono pagate 23 euro in settimana per mangiare per conto mio.
    Adesso,visto che ho da fare per tutta la giornata, e che non dormo mai piu' di 5 ore di notte, vorrei sappere se il mio stipendio e' quello giusto.
    Grazie.
  • Mariella  - stipendio giusto
    Buonasera,
    Sono stata assunta come badante CS, convivente,con un stipendio di 897 euro .Pero' assisto non una,ma due persone non autosufficiente,malate di Alzheimer,una nella carozzina .Devo fare anche le pulizie e cucinare. Di notte qui si dorme poco,
    perche' devo stare sempre atenta,sia una che l'altra hanno bisogno di aiuto,e nemeno non lo sano chiedere.Non possono stare nella stessa stanza ne' di giorno,ne' di notte.Pero' nel mio contratto sono pagata solo per 30 ore. Non mangio insieme a loro,mi sono pagate 23 euro in settimana per mangiare per conto mio.
    Adesso,visto che ho da fare per tutta la giornata, e che non dormo mai piu' di 5 ore di notte, vorrei sappere se il mio stipendio e' quello giusto.
    Grazie.
  • Il Consulente  - Stipendio equo?
    Salve Mariella,
    il suo compenso non è equo se è assunta per 30 ore.
    Dovrebbe almeno essere assunta per 54 ore settimanali. Inoltre se la notte non può dormire e presta anche assistenza notturna, dovrebbe percepire o uno straordinario oppure il compenso per l'assistenza notturna.
  • luana  - paga corretta
    buonasera,
    vorrei assumere una persona (straniera) per 5 ore al giorno, 25 ore settimanali dal lun al ven per lavori domestici + baby sitter (ovviamente durante le ore lavorative la prima mansione svolta esclude la seconda e viceversa). Quale è l'inquadramento e la fascia di retribuzione minima-media-massima? non vorrei sottopagare ma neanche strapagare
    grazie
    saluti
  • luana  - paga corretta bis
    ho dimenticato di aggiungere che trattasi di persona non convivente e che la mansione di baby sitter è rivolta ad un solo bambino di 5 anni. La domanda è: quale è l'inquadramento e la fascia di retribuzione minima-media-massima per 5 ore al giorno (25 h settimanali dal lun al ven orario h.13-18)? non vorrei sottopagare ma neanche strapagare
    grazie ancora
    saluti
  • Consulente  - Livello variabile secondo le mansioni
    Salve Luana,
    il livello di inquadramento potrebbe essere il BS che prevede una paga oraria di € 5,60.
  • Ila  - pagamento liquidazione
    Salve!
    la mia badante dopo 3 anni e 7 mesi ha deciso di tornare al suo paese. Mi ha quindi dato le dimissioni con cessazione del rapporto di lavoro il 28/2/2011. Vorrei sapere quanto giorni ho a disposizione per saldare tutto ciò che deve avere, in modo particolare il TFR, le ferie non godute e l' acconto della tredicesima?
    Grazie infinite

    Ila
  • Consulente  - Pagmento spettanze
    Salve Ila,
    il contratto CCNL è un pò atipico. Generalmente le spettanze dovrebbero essere effettuate prima del saldo dei contributi INPS da versare entro 10 giorni dalla data di cessazione
  • Picco  - retribuzione mensile GIUSTA !
    Buonasera! se avendo il contratto nazionale Colf ,inquadrata al livello AS,lavorando 40 ore settimanali dal lunedì al venerdì,lo stipendio di 700 euro al mese sarebbe giusto? faccio baby sitter ,il bambino ha 4 anni .poi : pulizie,lavare,stirare, etc etc..... lavoro da questa famiglia dal dicembre 2009. ! a conti fatti GIUSTI quale stipendio dovrei prendere a fine mese perchè questo non mi sembra tanto giusto. IN ATTESA DI UNA SUA RISPOSTA, RINGRAZIO ANTICIPATAMENTE .
  • Consulente  - Retribuzione Corretta
    NSalve Picco,
    non posso entrare in merito alla corretta retribuzione. Per il livello che ha, ovvero il livello AS con poca esperienza, la retribuzione è all'interno di quella prevista. Magari è il livello che le dovrebbe aspettare che dovrebbe essere più alto. Non si mette in mani ad un inesperta un bimbo di 4 anni!
  • antonio  - calcolo scatti anzianità
    Buonasera, il prossimo mese la mia colf maturerà il 2° scatto di anzianità e vorrei sapere se devo calcolare il 4% dell'attuale minimo retributivo e poi sommarlo al precedente oppure calcolare l'8% dell'attuale minimo retributo. La ringrazio anticipatamente per l'informazione.
  • Il Consulente  - Scatti di anzianità
    Salve Antonio,
    il 4% va calcolato sulla retribuzione che sta pagando ora alla colf, ovvero sull'ultima retribuzione oraria pagata a gennaio.
  • Antonio
    Intanto la ringrazio per l'informazione.Un ultimo chiarimento sempre relativo al calcolo degli scatti di anzianità,ma tutti gli anni bisogna ricalcolarli sulla base del minimo retributivo? mi spiego meglio se ho calcolato il primo scatto sulla base del minimo retributivo del 2009 nel 2010 avrei dovuto rivalutarlo sul minimo del 2010? Grazie per la disponibilità.
  • Il Consulente  - Scatti di anzianità
    Salve sig. Antonio,
    gli scatti di anzianità vanno calcolati ogni 2 anni.
  • Lisa  - contratto colf-dubbi su contratto e busta paga
    Buongiorno, mi chiamo Lisa e vorrei regolarizzare la mia collaboratrice domestica rumena (quindi con passaporto regolare e residente in italia) con un contratto per 25 ore settimanali.
    Ho seguito scrupolosamente le istruzioni che avete gentilmente messo sul sito per calcolare la busta paga, ma avrei ancora alcuni dubbi riguardanti il rapporto di lavoro in sè: Vi pongo i miei dubbi, sperando che possiate darmi una mano a capire meglio.
    Esiste anche in questa categoria di contratto il tempo determinato e quello indeterminato? Può scegliere il datore che tipo di contratto erogare? Quali sono le differenze principali?
    Se la colf in regola va in malattia prolungata o per esempio in maternità anticipata, quali sono gli oneri del datore di lavoro? Possiamo terminare il rapporto e trovare un altro collaboratore senza dover pagare due stipendi?
    I permessi sono sempre retribuiti? E quanto si pagano? la mia collaboratrice si occupa solo della casa e sotto la supervisione di mia suocera ch...
  • Il Consulente  - Il Consulente
    Le riporto la risposta inserita in un altro post:
    Salve Lisa, mi fa piacere, che abbia seguito le indicazioni che sono state fornite sul sito.Purtroppo in merito alle sue domande, per rispetto delle altre persone che lo hanno richiesto in passato, non posso risponderle in quanto oggetto di consulenza a pagamento.
  • Fabrizio  - TFR Lavoro non regolare
    Salve,
    mia madre ha lavorato per circa 12 anni come collaboratrice domestica, purtroppo a nero, presso una famiglia percependo una paga oraria per circa 10/12 ore settimanali.Pochi giorni fa è stata licenziata senza un preavviso..ma a questo punto mia madre vorrebbe chiedere una specie di TFR facendo più o meno un calcolo approssimativo.Non ha mai percepito tredicesime,ferie retribuite e quant'altro..mi sono un po'documentato online su come effettuare il calcolo..ma volevo chiedere 2cose:
    1)Se il TFR va calcolato sulla paga netta,cioè togliendo la quota che avrebbe dovuto versare lei stessa per i contributi;
    2)Per quanto riguarda le ferie come vanno calcolate?
    Siccome ad esempio nei mesi estivi questa famiglia non c'era devo calcolare le ferie sugli effettivi mesi di lavoro svolti durante l'anno o devo considerare normalmente i 26 giorni all'anno?
    Nel caso si rifiutassero di riconoscerle alcunchè...come potrebbe comportarsi mia madre per far valere i suoi diritti anche se da lavorat...
  • Fabrizio  - TFR Lavoro non regolare
    ..Dimenticavo..in relazione a quanto detto per le ferie,mancando la famiglia per i 2-3 mesi estivi anche il TFR calcolato anno x anno, deve tener conto degli effettivi mesi di lavoro o bisogna calcolarlo per tutti i 12 mesi?ed a questo punto anche la eventuale 13esima andrebbe calcolata lo stesso?mi rendo conto che sono discorsi 1po'campati in aria vista la situazione non regolarizzata..ma è giusto per fare 1calcolo quanto + vicino alla realtà ed anche x capirci qualcosa in +...
    Grazie
  • Il Consulente  - Riconsocimento TFR
    Salve Fabrizio,
    in merito alla 1° domanda il TFR va calcolato sulla paga effettiva presa da sua madre considerando la tredicesima ed escludendo i mesi di assenza non retribuita.
    Per le ferie, il calcolo andrebbe fatto sulle presenze del mese antecedente alle ferie stesse.
    In linea di massima può richiedere una mensilità all'anno comprensivo di tutto, ma se la proposta non viene accettata allora si rivolga ad un consulente
  • Fabrizio
    Grazie
  • Lisa
    grazie comunque!
  • silvia  - maternita'
    ho letto che durante i 5 mesi di astensione dal lavoro x maternita' x un acolf con contratto a ore (5 ore settimanali) viene corrisposto direttamente dall'inps per l'80% della paga. Il datore di lavoro quindi durante tale periodo deve solo pagare i normali contributi ? (nel mio caso 1,51€ l'ora ?).
    grazie
  • Il Consulente  - Contributi in maternità
    salve Silvia,
    nel periodo di astensione per maternità, il datore di lavoro non paga i conributi
  • anonima
    salve,lavoro presso una famiglia 18 ore sett x 3 volte a settimana e percepisco uno stipendio di 500,00 eur mensili.mi occupo delle pulizie,della casa,stirare ecc.vorrei sappere se lo stipendio e giusto?sono stata assunta in categoria a.e voglio dire che nn ricevo la busta paga a fine mese,soltanto i bolletini dei contributi versati.
    vorrei sappere come si calcolano i contributi?
    grazie
  • Il Consulente  - Retribuzione e contributi
    Salve anonima,
    la paga minima prevista per il livello A è di € 5,28 e sembrerebbe che quanto percepisci sia superiore a quanto previsto per tale categoria. Tuttavia dovresti accertarti su quale sia il tuo livello di inquadramento. Considerando 78 ore mensili i contributi orari da versare dovrebbero essere pari ad € 1.37 di cui € 0.33 a suo carico. Inoltre ci sarebbero i contributi cassa colf pari a 3 centesimi di cui 1 centesimo a suo carico
  • daniela  - LAVORO NERO
    BUON GIORNO AVVOCATO,
    HO LAVORATO PER UNA ANNO PRESSO UNA FAMIGLIA DI 4 PERSONE,IO MI OCUPAVO DELL FIGLIO DISABILE IN CAROZZINA(LO LAVAVO,CAMBIAVO I VESTITI, ECC) TURNO SERALE DALLE 18,00 ALLE 9,00 DELL MATTINO SUCCESSIVO,QUINDI FACEVO I TURNI CON LA MIA COLLEGA CHE LAVORAVA DI GIORNO DALLE 9 ALLE 18.PERCEPIVO UNO STIPENDIO DI 500,00 EURO MENSILI.FACEVO ANCHE LE PULIZIE E LAVAVO I PIATTI ECC. PER TUTTO QUESTO PERIODO HO LAVORATO IN NERO,SENZA NESSUNA ASSUNZIONE E LAVORAVO ANCHE SABATO E DOMENICA E AVEVO LIBERO OGNI 2 SETT PERCHE UN SABATO SERA LO LAVORAVO IO E UN ALTRO MIA COLLEGA,QUINDI LORO NON ERANO MAI DA SOLI.PER OGNI SABATO SERA PERCEPIVO 25 EUR QUINDI ERANO 50 EUR IN PIU AL MESE PER 2 SABATI.E POI HO LAVORATO TUTTI I FESTIVI.
    VOGLIO CHIEDERE,QUALI SONO I MIEI DIRITTI?VOGLIO FARE UNA DENUNCIA. E HO TUTTI I ORARI SCRITTI,TESTIMONI,delle foto QUINDI DELLE PROVE CE L'HO. DOVE MI DEVO RIVOLGERE PER AVERE UN AVVOCATO? GRAZIE MILLE PER L'ATTENZIONE
  • Il Consulente  - Vertenze
    Salve Daniela,
    ci contatti via mail a info@gruppoantonacci.it
  • susi
    SALVE SONO UNA RAGAZZA CHE LAVORA COME BADANTE ASSUNTA IN REGOLA CON DOCUMENTI APPOSTO E TUTTO OH FATTO EL CONTRATTO CON I SINDACATO CISL. OH IL DIRITTO DE LA BUSTA PAGA PERCHÉ UN GIORNO LE OH CHIESTO A MI DATORE DI LAVORO LA BUSTA PAGA Y SE A INCASSATO DI BRUTTO, E MIA DETTO CHE LEI NON NE UNA IMPRESA O FABBRICA VORREI UN CONSIGLIO PLIS GRAZIE. O BISOGNO DI QUESTA BUSTA PAGA PER FAR IL 730 MI A TRATTA DI BRUTTO E MI A DETTO CHE CHE SI VOGLIO IMBROGLIARE ... NON LO SO COME SE LE VINO IN MENTE A DIRE QUESTE COSE COME SI CON UNA SEMPLICE BUSTA PAGA SI IMBROGLIA
  • Il Consulente  - Prospetto paga
    Salve Susi,
    più che busta paga, dovrebbe chiedere al suo datore di lavoro il prospetto paga, dove vengono indicate le ore di lavoro svolte con il relativo importo, la quota dei contributi inps a lei trattenuti, gli eventuali permessi per visite mediche, le ferie, i cotributi trattenuti da versare alla cassa colf e via dicendo. Avere il prospetto paga infatti, non è solo un suo diritto, ma anche un dovere del datore di lavoro e tale obbligo viene definito nell'art. 32 del contratto "Lavoro Domestico".
    Comunque può dire al suo datore di lavoro che un prospetto paga precompilato nel quale inserire i dati, può elaborarlo anche lui. Un fac simile può essere scaricato gratuitamente dalla sezione modulistica di questo sito.
  • Lisa  - contrattocolf-quante mensilità?
    Ho provato a farmi calcolare la busta paga per regolarizzare la mia colf da un caf, ma una volta definita la retribuzione mensile mi è stato detto che devo moltiplicarla per 15 mensilità. Sono rimasta un pò basita perchè a me risulterebbero in tutto 14 mensilità: 12mesi lavorativi, TFR, 13a.....La consulente mi ha risposto che c'è da considerare anche la mensilità per le ferie...ma quella non è sostitutiva di un mese di lavoro? uno o lavora o va in ferie, giusto? sono un pò confusa. Può aiutarmi?>Dovrei pagare 12 mesi di lavor+ 1 di ferie oltre TFR e 13A?
  • Il Consulente  - Mensilità colf
    Salve sig.ra Lisa
    la retribuzione annuale di un colf è costituita da 12 mensilità + la tredicesima.
    Il TFR in realtà dovendo essere pagato esclusivamente nel mese di cessazione del rapporto di lavoro, può essere considerato solo ai fini del costo annuo, ma non ai fini dell'elaborazione del cedolino paga.
    Le ferie inoltre sono comprese nelle 12 mensilità così come avviene per un normale contratto di lavoro.
  • Lisa
    La ringrazio moltissimo per la sua risposta molto illuminante! Mi sembrava quantomeno bizzarro dover pagare 12 mensilità lavorative più una mensilità per le ferie....La parte del TFR, come dice Lei, era per calcolare l'effettivo costo annuo del contratto per noi come famiglia.
  • Carla  - convivente sì/convivente no
    La badante di mia madre con un contratto da convivente, per poter effettuare un ricongiungimento familiare, ha affittato un appartamento e cambiato residenza pur continuando a convivere con mia madre. Adesso abbiamo una situazione di non rispondenza al contratto. Cosa dobbiamo fare? A quali inconvenienti possiamo andare incontro?
    Grazie
  • Il Consulente  - Cambio situazione contratto di lavoro
    Salve sig.ra Carla
    per sistemae la situazione è sufficente compilare il modello VAR disponibile nel sito Inps, ed inviarlo per posta. In questo modo regolarizzerà il passaggio della situazione da convivente a non convivente
  • Carla  - busta paga
    Ancora una domanda.
    Per colf e/o per badanti è obbligatoria la consegna della busta paga?
    Grazie
  • Il Consulente  - Busta paga
    In merito al cedolino paga, le posso dire che non è obbligatorio redigere una busta paga dal consulente. Il C.C.N.L. "Lavoro Domestico" tuttavia prevede che il datore di lavoro compili un prospetto paga da consegnare mensilmente alla colf insieme alla retribuzione.
  • Filippo  - Badante per la domenica
    Gent.mo Consulente,
    ho una badante convivente che accudisce mia cugina con Alzheimer durante tutta la settimana. Ora ho chiesto ad un'altra persona di accudire mia cugina tutte le domeniche per 8 o 9 ore. Vorrei essere in regola per non avere problemi ne' adesso e ne' dopo. Come optare tra Voucer e Contratto Lavoratore Domestico con categoria CS e quali sono i costi relativi?
    Aggiungo che questa badante è già in regola con un altro datore di lavoro ed in più farebbe anche questa assistenza. Grazie
  • laura  - informazione
    lavoro come colf livello B assunta con contratto di 3 ore al giorno lavoro dal lunedi al venerdi cmq mi pagano anche le 3 ore di sabato che nn faccio ,in compenso nn maturo ferie ,vorrei cortesemente chiederle ,quanto dovrebbe essere la mia retribuzione oraria grz
  • Il Consulente  - paga oraria livello B 2011
    La paga oraria del livello B aggiornata al 2011 è di € 5,28
  • olga
    salve!faccio la badante da 7 mesi in nero,abbiamo fatto il contratto da una settimana.ho scoperto di essere incinta.quanti mesi devo lavorare per prendere l'asegno di maternita del'inps.e se ne ho diritto.
  • Il Consulente  - Diritto alla maternità
    Salve Olga,
    per avere diritto alla maternità, come collaboratrice domestica, deve aver versato i contributi INPS per almeno 26 settimane entro 12 mesi dalla data di richiesta maternità (vanno bene anche i contributi versati in altri settori) oppure 52 settimane maturate nei 24 mesi anche in settori diversi e non continuativi,
  • Danielle  - trf su busta paga
    Come faccio a sapere se TRF è presente nella busta paga? devono scrivere qualcosa che potesse dimostrare che TRF è pagato ogni mese, insieme con il denaro ricevuto per il lavoro? Vi ringrazio in anticipo!
  • Il Consulente  - TFR
    Salve Danielle,
    se riceve una busta paga, il TFR deve essere indicato nel suo interno.
  • Elena  - assunzione part time
    buongiorno,
    avrei bisogno di sapere se è possibile assumere una colf part time per 8 ore settimanali, avendo gia' lei due rapporti di lavoro come colf a 9 ore settimaneli entambi.
    Grazie
  • Il Consulente  - Orario part time
    Salve Elena,
    la colf può lavorare fino a 40 ore settimanali anche se suddivise in più rapporti di lavoro.
  • paola vanda  - calcolo festività
    buongiorno,
    ho un contratto per 4 ore settimanali un giorno la settimana liv. b pagata a 6.50 euro l'ora: è giusto che la festività non lavorata che cade nel giorno in cui dovevo lavorare mi venga pagata 1/26 della retribuzione mensile e non 4 ore? Grazie per l'attenzione
  • Il Consulente  - Festitività
    Salve Paola Vanda,
    in caso di part time il calcolo eseguito per il pagamento della festività è corretto. La retribuzione per un giorno festivo viene infatti calcolato su 1/26 della retriuzione globale mensile
  • PAOLA VANDA
    La ringrazio per la risposta.
  • Lilly  - contributi inps
    Gentile consulente, a gennaio ho messo in regola la colf col minimo contrattuale per la categoria b che era di 5,21€ (ora di 5,28€, se non sbaglio). Mi sono arrivati i MAV ora con la retribuzione oraria di 5,64€ e senza contributo della cassa colf. E' troppo tardi per rifarli sul sito dell'INPS perchè non avevo mai richiesto il pin. Mi conviene compilare i bollettini che mi erano arrivati prima? Come devo procedere per aggiungere sui bollettini il contributo della cassa colf?
    Grazie! Lilly
  • Il Consulente  - Contributi Inps
    Salve Lilly,
    la retribuzione indicata sui bollettini è corretta (rispetto ad € 5,21). Si riferisce alla retribuzione effettiva, data dalla retribuzione oraria + 1/12 di questa da considerare per verificare la fascia contributiva di appartenenza.
    Per l'indicazione dei contributi cassa colf deve indicare il codice F2 e l'importo da versare nella parte finale del bollettino (importo - codice ass).
  • Lilly
    La ringrazio della risposta. Per i contributi cassa colf ho telefonato al Call Center dell'INPS e mi hanno detto che è un contributo volontario. Cordiali saluti, Lilly
  • betty  - ORARIO MINIMO PER BADANTE CONVIVENTE
    Salve, devo assumere una badante convivente , posso metterla in regola per 12 ore settimanli, o è troppo basso come orario per una camvivente ?
    grazie betty
  • Il Consulente  - Orario minimo
    Salve Betty,
    il fatto che sia convivente non esclude la possibilità alla badante di essere assunta in altri luoghi di lavoro.
    Tuttavia per essere assunta come badante, deve esistere il presupposto di "badare" qualcuno.
  • betty
    Grazie!
  • betty  - assunzione badante
    Buongiorno, volevo chiedere : UNA DOMESTICA CONVIVENTE CHE ASSISTE UNA PERSONA NON AUTOSUFF., DEVE ESSERE NECESSARIAMENTE ASSUNTA DALLA PERSONA CHE INVALIDA O PUO' ASSUMERLA ANCHE IL FIGLIO DELLA SIGNORA?
  • Il Consulente  - Assunzione colf
    Salve Betty,
    l'assunzione può essere fatta anche da parenti.
  • Il Consulente  - Cassa Colf
    Salve Lilly,
    il contributo Cassa Colf non è assolutamente volontario.
    E' divenuto obbligatorio a partire dal 1 luglio 2010.

  • Davide  - Certificazione Compensi
    Buongiorno !
    su internet trovo voci contraddittorie sull'obbligo di rilasciare alla colf la certificazione dei compensi pagati. C'è chi dice che non è obbligatorio, e c'è chi dice che il nuovo CCNL invece prevede questo obbligo, se la colf chiede la certificazione in questione.
    Chi ha ragione ?
    Grazie fin d'ora e cordiali saluti
    D.
  • Davide  - Certificazione compensi
    Buongiorno!
    su internet leggo tesi contraddittorie in merito all'obbligo del datore di lavoro di rilasciare una certificazione dei compensi pagati alla colf.
    C'è chi dice che non è obbligatorio e c'è invece chi dice che l'obbligo, se la certificazione è richiesta dalla colf, è previsto dal CCNL.
    Chi ha ragione ?
    grazie e cordiali saluti
    D
  • Il Consulente  - Certificazione Compensi
    CCNL art 32 comma4.
    Il datore di lavoro, a richiesta del lavoratore è tenuto a rilasciare una dichiarazione dalla quale risulti l'amontare complessivo delle somme erogate nell'anno
  • marina
    sono una colf ucraina. il mio precedente datore di lavoro con il quale avevo un contratto di soggiorno stipulato presso l'ufficio provinciale del lavoro mi ha licenziato. Adesso lavoro regolarmente assunta presso un altro d.l. devo rifirmare un altro contratto presso l'uffio prov. del lavoro. grazie
  • maria
    salve!lavoro per una segniora con alzeimer categoria CS LIVELO 3.mio contrato di lavoro e di 850euro con 40 ore settimanale.vivo in stessa casa.in busta paga per 2010 sono con 210 euro di piu netto.io prendo in ogni mese 850 piu 70 euro tredicisima....niente di piu.cosa segnifica questa?lavoro con questa segniora da 14 octobre 2009.anche per queste ultime mese 2009 sono con 200 euro di piu in busta paga.figlio di questa segniora e consulente e lui ha un ufficio dove lavora con busta paga.lo chieste se mi puo leggere la busta paga e fa finta che non sa.grazie!
  • Il Consulente  - Tredicesima
    Salve Maria,
    non riesco a capire cosa mi scrive. Provo a dirne una. Forse i 200 euro in più all'anno sono dovute al calcolo della tredicesima du vitto e alloggio. Ma non so se la mia risposta è corretta.
  • maria
    salve!volevo dire che in 2010 ho preso stipendio per tutto anno 11040 euro ma totale netto in busta paga sia 11250 euro.io prendo in ogni mese 850 piu 70 euro tredicisima,niente di piu.non e normale che stipendio netto busta paga essere uguale con stipendio che prendo in mano?
  • Il Consulente  - NEtto in buasta
    Salve Maria
    quello che le viene dato deve essere uguale all'importo netto della sua busta paga.
    Tuttavia, avendo superato gli € 8.000,00 dovrà fare la dichiarazione dei redditi e pagare l'irpef.
    Il TFR poi va percepito al momento del licenziamento o dimissione.
  • maria
    grazie per risposte!ho un altra domanda.per dichiarazione dei redditi se metto mia figlia a mio carico,ho capito che devo fare una dichiarazione sostittutiva dell atto di notorieta.mia domanda e se devo autentica la firma a notaio o al comune.io sono romena.grazie!
  • Il Consulente  - Figli a carico
    Salve sig. Maria
    se suo figlio è nello stato di famiglia qui in Italia, non c'è bisogno di autocertificazioni o firme autenticate.
  • Maria  - Figli a carico
    salve!sono divorziata e mia figlia e a carico mio 100%,ma lei e in Romania con mia madre.io lavoro come badante e purtroppo non posso portare qua.sono stata al l agenzia del entrate e loro hanno detto che non mi servono documenti da romania,solo fare questa dichiarezione sostitut.mi hanno detto di venire in giugnio per fare dinuncia dei redditi.ma prima io vorrei preparare tutti documenti,solo che loro non mi hanno detto certo che documenti devo portare.grazie tante!
  • limone  - licenziamento
    Nel caso di licenziamento di una colf assunta per 6 ore alla settimana con contratto a tempo indeterminato da 3 mesi, devo scrivere una lettera di licenziamento con la causa? Devo dare 7 giorni di preavviso? Se non dò il preavviso, devo corrispondere una indennità? A quanto ammonta l'indennità? E il TFR?
    Grazie! Cordiali saluti!
  • Il Consulente  - Lettera di dimissione
    Salve limone,
    se è lei a lasciare il lavoro deve presentre una lettera di dimissioni e dare 8 giorni di calendario come preavviso.
    Se non da il preavviso perde il corrispondente stipendio che avrebbe percepito.
    Per i conteggi, il servizio è a pagamento
  • Pippo  - Contributi per ferie non godute
    Desidererei sapere se, in caso di interruzione del rapporto di lavoro con una colf, i contributi sono dovuti anche per le ore di ferie non godute.
    grazie e cordiali saluti.
  • Il Consulente  - Ferie non godute
    Salve Pippo,
    i contributi vengono pagati anche sulle ferie non godute ma retribuite a fine rapporto di lavoro
  • marina
    salve sono una colf ucraina ero assunta da datore di lavoro che mi aveva fatto un contrarro di soggiorno presso ufficio provinciale del lavoro. ora sono assunta da altra persona devo fare di nuovo contratto soggiorno ufficio provinciale lavoro . grazie
  • Il Consulente  - Contratto di lavoro
    Salver Marina,
    se già possiede il permesso di soggiorno deve far presentare alla questura il modello Q
  • anna ardesi  - paga netta e lorda
    buon giorno, volendo dare a una colf una paga oraria netta di 7,50 euro l'ora per 37 ore settimanali, quanto viene a costare in un anno compreso tredicesima contributi ecc? grazie
  • Paga base  - Pagfa lorda e netta
    Salve Sig.ra Ardesi
    quanto richiesto rientra in un servbizio a pagamento
  • maria
    salve!desidererei sapere se per tredicisima si pagano contributi.io prendo tredicisima in ogni mese e ho visto in busta paga pure tredicisima cumulata a lordo meno tratenute resta netto.altra domanda--per dichiarazione dei redditi in CUD deve essere compresa anche tredicisima o solo retribuzia netta per 12 mese.grazie!
  • Il consulente  - Tredicesima
    I contributi sulla tredicesima mensilità sono compresi nel calcolo dei contributi applicati alle ore lavorate.
    I contributi quindi non si calcolano sul rateo tredicesima.
  • tamara  - calcolo reddito per modello unico
    salve sono Tamara,vorrei sapere come calcolare il mio reddito per fare la dichiarazione dei redditi.Premesso che lavoro ad ore presso diversi datori di lavoro, es: 4 ore settimanali da una signora,8 ore da un'altra,3 da un'altra ancora e cosi via..come calcolo il mio reddito mensile e annuale? grazie
  • Il Consulente  - Redditi ai finbi della dichiarazione
    Salve tamara,
    per poter fare la sua dichiarazione dei redditi, deve avere la certificazione dei compensi annuali da gennaio a dicembre 2010. La certificazione deve essere richiesta al datore di lavoro.
  • beatrice  - DECESSO DATORE DI LAVORO
    Buon giorno, quando c'è il decesso del datore di lavoro, come bisogna comportarsi con la badante? ovvero la badante è stata licenziata 2 giorni dopo la data del decesso (cioè il giorno in cui ho avuto la comunicazione) , ora la badante è andata dal sindacato e gli è stato detto che deve essergli corrisposto il preavviso. ora ho visto che per il livello e l'anzianità sono 15 giorni di calendario come preavviso. se lo devo pagare considero 15 giorni dalla data di licenziamento o dalla data del decesso, poi essendo giorni di calendario vado a retribuire solo i giorni dal lun. a ven. visto che il suo orario era 8 ora dal lun. al ven. ? grazie saluti
  • beatrice  - CALCOLO CONTRIBUTI
    Dimenticavo, i contributi inps vanno calcolati sull'indennità sostitutiva di pravviso?
  • Il Consulente  - Indenità di preavviso
    Salve Beatrice,
    l'indennità di 15 giorni di calendario va calcolata dalla data di licenziamento. E' soggetta ai contributi inps. Entro i 15 giorni di calendario dovrà retribuire solo quelli lavorati.
  • antonietta  - mio cotratto
    mi e stato fatto il contratto a tempo indeterminato, e si tratta di fare ben 54 ore la settimana come lavorative pero devo stare li tutto il giorno ugualmente , come mi devo comportare , premesso che ho vitto e alloggio e la domenica solo mezza giornata cosa devo fare , se e un contratto nazionale , le ore non devono essere 40 la settimana, o per questo tipo di mansione le ore sono di piu , non so datemi delle spiegazioni se potete e poi cosa significa colf8 ,ma se lei pero dovesse avere bisogno anche la notte li come cambia rispetto al giorno per la rettribuzione ,la notte e maggiore vero,e poi stando li 24su24 come viene contato oppure loro calcolano solo le 9 ore al giorno e il resto ,si che sto li pero loro mi vogliono disponibile 24 su 24 datemi voi delle spiegazioni grazie .......
    Distinti saluti Leoni Antonietta
    ..........................
  • Il Consulente  - Contratto a 54 ore
    Salve Antonietta,
    in regime di convivenza, ovvero dorme e risiede con la persona da assistere, si può applicare un contratto full time di 54 ore. Questa forma di contratto prevede 10 ore di lavoro giornaliere (anche non consecutive) da eseguirsi tra le 6 di mattina e le 22 di sera. Per le ore di lavoro prestate fuori da tale fascia orarioa si ha il lavoro notturno e deve essere eventualmente retribuito con gli straordinari.
  • MARIA
    salve!si puo cambiare dati da una busta paga?esempio(in busta paga di dicembre 2010 mi sono cambiati dati oggi 23.05.2011 perche per anno 2010 erano con 250 euro di piu netto in busta paga.mi sembra tutto strano.hanno fatto cosi per cancellare questi 250 euro perche io ho detto che se devo fare dinuncia dei redditi io non sono d accordo.in tutte buste paga vedo giorni di festivita godute.io non ho preso niente per queste giorni.e vero che da gennaio sia aumentato retribuzia da 885,10 a 897,14 per cat.CS,e mio datore di lavoro e obligato di darmi questa diferenza da 12 euro?grazie!
  • Il Consulente  - Buste paga
    salve Maria
    non sarebbe possibile modificare i cedolini. Viste le sue domande tuttavia è il caso che si faccia controllare i cedolini paga da un consulente
  • MARIA
    salve!problema e che figlio di mio datore di lavoro e consulete e lui lavora con queste buste paga,ha un studio qui.lui e anche tutore di sua madre.io lavoro qua da otombre 2009 e non firmato nessuna busta paga.ricevo pure bolletini con contributi pagate.dove trovo un consulente per mi fare chiarire queste cose(sindaco,CAF....?)QUANDO FACCIO DINUNCIA DEI REDDITI MI POSSO PRESENTARE CON TUTTE LE BUSTE PAGA,BOLLETINI,CONTRATTO LAVORO E COSI LORO MI FANNO UNA VERIFICA?GRAZIE PER RISPOSTE.
  • Il Consulente  - Controlli da un professionista
    Salve sig.ra Maria
    ci sono nolti consulenti in Italia. Anche qui si possono richiedere consulenze a pagamento.
    Comunque si porti tutto dietro quando fa la dichiarazione.
  • tatiana radulov  - stipendio 2011
    Buon giorno!Lavoro come badadante da oct.2010 con stipendio 835Eper 36ore/set.cat.BS,con vitta e allogio.Cuanto dovrei prendere nell 2011,perche non e venuto nessun cambiamento al prospetto paga?Grazzie
  • Il Consulente
    Salve Tatiana
    in un articolo pubblicato nel mese di gennaio 2011, ci sono i nuovi minimali previsti dal contratto C.C.N.L lavoro domestico.
  • Tatiana
    Salve,ho letto il articolo publicato nel messe di gennaio2011,pero ,stesso non posso capire guale deve essere il aumento :cry: Ce una altra domanda:jiorni di ferrie sono 26 jiorni lavorative oppure totale :?: Grazzie
  • Il Consulente  - Stipendio
    Il suo livello mensile di stipendio è supeiore al minimo previsto di € 791,59.
    Le ferie effettive sono 26 giorni
  • Raimond  - calcolo retribbuzione di badante con piu40ore sett
    faccio servizio di assistenza notturna dalle ore22.00-08.00 ,ad una persona ammalata da S.L.A dal Lunedi al Sabato.Voglio sapere quanto sarà il mio stipendio mensile e la retribuzione oraria in questo caso.
  • Il Consulente  - Tabelle
    Salver sig. Raimond,
    ci sono delle tabelle pubblicate su articoli in questo sito che riportano quanto richiesto.
    Consideri generalmente che al lavoro notturno si aggiunge un 20% in più rispetto alla retribuzione oraria di fatto
  • aura  - consiglio picolo
    ciao consulente.avrei bisogno di consiglio.il 09.06.2010 ho iniziato lavorare come ass.persona non autosuficiente,(nn.form).sono convivente.ho sempre avuto problemi con una delle figlie della signora.per la bustapaga vabene,prendo total retribuzione 953.820.invece di mezzagiornatta,perche non li andava bene ai figli della signiora,la commercialista ha detto che ho dirritto a 4ore libere dal lunedi al sabato.dopodiche il figlio mi ha detto che mi paga 2 ore ed se resto fuori solo 2ore.le 2ore mi le paga con 5euro all ora,ed la domenica con 50euro,per non lasciare la mamma da sola.a lora sembra tanto questi soldi.quanto costa la domenica lavorata(se e mio giorno libero 24ore')?ed quanto costano le 2 ore lavorate in piu tutti i giorni?mi dica per favorre consulente!questo anno eravammo messi d;accordo che andavo acasa il 20 aprile ed tornavo il05maggio al lavoro.il 24marzzo e venuta la figlia,ha presso sua mamma preso sua casa dicendo solo per 3 giorni.secondo giorno mi telefona e mi d...
  • aura
    grazie
  • Lidia Musatescu  - malattia
    Ciao,

    Vorrei sapere chi deve pagare la malattia per lavoratore domestico , il datore di lavoro o INPS.
    La busta paga deve essere tipizata o scritta a mano?


    Grazie Lidia :D

  • Consulente
    Salve Linda
    la malattia viene pagata dal datore di lavoro. I primi 3 giorni vengono pagati al 50% della paga giornaliera normale, gli altri giorni (minimo 5 massimo 12 all'anno a seconda dell'anzianità maturata) sono pagati al 100% sempre dal datore di lavoro. Dopo tali giorni la malattia non viene più retribuita.
  • elisa  - calcolo busta
    scusate l'italiano, cerchero di farmi capire al meglio
    quindi ... m ia mamma e assunta con un contratto di lavoro a 40 ore come badante con vito e alogio.e stata licenziata al improviso senza motivi solidi. mi aiuti per favore a capire come dobbiamo procedere in questi casi e che cosa li spetterebbe , calcolo della busta...grazie
  • Consulente  - Conteggi
    Salve Elisa,
    l'unico consiglio che le posso dare è si rivolga ad una persona specializzata per farsi fare tutti i conteggi per definire e spettanze di sua madre
  • ciro  - Informazioni per assumere una colf
    Buongiorno, mia madre dovrebbe assumere una colf per 20 ore settimanali, però questa persona essendo straniera non ha dove dormire e dove mangiare, e per questo è stato pattuito un compenso che tiene conto anche del vitto e dell'alloggio di circa 6,50 euro l'ora, però ho qualche difficoltà per come compilare il modello INPS nella sezione 4 quando chiede se il lavoratore svolge servizio continuato e fruisce di vitto e alloggio? oppure quando chiede: il lavoratore abita con il datore di lavoro? barrando queste caselle non indico implicitamente che il contratto non è più per una colf a ore ma per una colf fissa e quindi non di fascia A di lavoro cat. C, potrei incorrere in qualche dichiarazione mendace? Grazie anticipate per la risposta
  • Il Consulente  - Informazione
    Ma dove dorme la colf?
  • ciro  - informazioni per assumere una colf
    Egr. Consulente, attualmente dorme da una sua amica, però se l'assumiamo avrà una camera nella casa di mia madre e mangierà con lei.
  • Anonimo  - Informazioni per assunzione
    Salve Ciro,
    se persona va a vivere da sua madre faccia l'assunzione come colf ad ore inserendo la crocetta come convivente. Poi fa la comunicazione alla questura per ospitalità.
    Se indica vitto e alloggio significa che oltre agli €6,50 percepisce vitto e alloggio da considerare poi nei periodi di ferie, per il calcolo della tredicesima e cia dicendo. Se vuole mantenere invece sempre quella retribuzione comprensiva di vitto e alloggio allora dichiari un importo più basso. Ad esempio invece di € 6.50 € 5.60 + barrata la crocetta vitto e alloggio e convivente
  • ciro  - informazione per assunzione colf
    Buongiorno, mia madre dovrebbe assumere una colf per 20 ore settimanali, però questa persona essendo straniera non ha dove dormire e dove mangiare, e per questo è stato pattuito un compenso che tiene conto anche del vitto e dell'alloggio di circa 6,50 euro l'ora, attualmente dorme da una sua amica, però se l'assumiamo avrà una camera nella casa di mia madre e mangierà con lei, però ho qualche difficoltà per come compilare il modello INPS nella sezione 4 quando chiede se il lavoratore svolge servizio continuato e fruisce di vitto e alloggio? oppure quando chiede: il lavoratore abita con il datore di lavoro? barrando queste caselle non indico implicitamente che il contratto non è più per una colf a ore ma per una colf fissa e quindi non di fascia A di lavoro cat. C, potrei incorrere in qualche dichiarazione mendace? Grazie anticipate per la risposta
  • Il Consulente  - La colf ad ore e l'alloggio
    La colf ad ore può essere ospitata presso l'abitazione del datore di lavoro, che tra l'altro potrebbe anche no essere unico.
    quindi sono tutti no tranne nel caso in cui si dice il lavoratore abita con il datore di lavoro
  • Maddalena  - Busta paga baby sitter
    Vorrei assumere una baby sitter per circa 9 ore settimanali. Dovrebbe guardare mia figlia di un anno. Quanto mi costerebbe mettrla in regola? Grazie
  • m.neve  - chiarimenti
    salve,vorrei sapere gentilmente la paga che spetta a una colf che lavora 27 ore settimanli lancora un altra domanda,ivello A.il mio stipendio è di 450,00.ancora un altra domanda,sono assicurata sei mesi si e sei mesi no avrei anche diritto a una liquidazione? grazie
  • Il Consulente
    Se è assunta ad ore la sua paga settimanale è di € 4.22 x 27 ore settimanli. Poi moltiplica il risultto per 4 settimane.
    Per il discorso 6 mesi lavora in regola e sei mesi no, oggni fine contratto dovrebbe avere metà tredicesima e il TFR su sei mesi
  • ciro
    basta
  • ciro
    :evil:
  • ciro  - ggggggggggggggggg
    gggggggggggggggggggg
  • Anonimo
    Buonasera, sono Rosanna. Le chiederei gentilmente un suo parere.
    Dal 14/01/2011 sono assunta come colf due volte alla settimana per 6 ore totali. Il mio datore di lavoro mi ha detto che mi spettano 17 gg di ferie. Come verranno retribuiti? Ho una paga oraria di 8.00 euro.
    La ringrazio anticipatamente.
    Le auguro una buona serata.

    Rosanna
  • Il Consulente
    Salve Rosanna,
    il suo datore di lavoro le ha conteggiato il giorni di ferie maturati tra gennaio ed agosto 2011.
    L'importo retribuito verrà calcolato secondo 1/26 della sua retribuzione globale di fatto mensile. Può trovare degli esempi di calcolo su un altro articolo di questo sito relativo alle ferie e festività
  • salvatore  - orario lavoro e paga x conviventi.
    buonasera, chiedevo quale sia la giusta retribuzione per una badante convivente che assiste e cucina ad una una persona non autosufficiente. Sono dovuti oltre alla retribuzione normale altri elementi quali retribuzione straordinaria ecc, non potendo stabilire l'effettivo orario di lavoro dato che la persona vive giorno e notte stabilmente con la persona assistita? Inoltre non usufruisce ne di ferie ne di riposi domenicali .Grazie.
  • sonia
    buongiorno io sono stata assunta a maggio del 2009 come collaboratrice domestica 28 ore settimanali ma svolgendo anche lavoro di baby sitter..nel giugno del 2010 mi è stato rifatto il contratto a 26 ore svolgendo 2 mansioni diverse ma sul contratto rimane scritto collaboratrice domestica..vorrei sapere qual'è la retribuzione oraria minima sindacale? GRAZIE
  • Il Consulente  - Paga mensile
    Salve Sonia,
    dipende dal livello che le è stato assegnato e se tale livello indica le funzioni che va a svolgere

  • Angelica  - festivita'
    Buongiorno,
    le festivita' come quella del primo maggio vanno calcolate come si fa con i giorni di ferie (io le calcolo non come 1/26 ma sulla base della paga oraria perche' la mia colf e' a ore se no verrebbe una cifra misera)?
    ma soprattutto fanno parte del monte ferie o sono da calcolare a parte? la mia colf che fa un orario minimo matura circa 2,2 ore di ferie al mese, 26 all'anno, le tolgo il primo maggio da queste ore?
    grazie ancora, siete bravissimi.
    Angelica
  • Il Cosnulente  - La giornata del 1° maggio
    La giornata del primo maggio viene considerata a tutti gli effetti una festività e va retribuita con 1/26 della paga mensile globale di fatto.
    Le ferie sono invece tutt'altra cosa
  • Il Cosnulente  - Primo Maggio
    Il primo maggio è una giornata festiva che non va confusa con le ferie. va retribuita con 1/26 della retribuzione globale mensile ma non deve essere scalata assolutamente dalle ferie
  • Il Consulente
    Il primo maggio è una giornata festiva che non va confusa con le ferie. va retribuita con 1/26 della retribuzione globale mensile ma non deve essere scalata assolutamente dalle ferie
  • Anonimo  - omissionenelle ricevute di pagamento periodo di fe
    Salve ho omesso di indicare il periodo did ferie all'interno delle ricevute emesse da 2006/2011
    Adesso la colf chiede il pagamento delle ferie con motivazione di non averle mai usufruite.
    Cosa posso fare per non pagare quello che non le spetta
  • Il Consulente  - Omissione ferie
    Salve Anonimo,
    purtroppo se ha consegnato delle ricevute senza l'indicazione delle ferie non può fare nulla. La colf andrà dai sindacati e si farà fare i reltivi conteggi se non li ha già fatti
  • jorge  - permessi retribuiti e trf
    salve sr. consulente ho un contratto come assistente familiare con una paga mensile di 1200 euro vorrei sapere a quanti giorni de permessi retribuiti ho diritto lavorando 7 ore al giorno da lunedi a sabato e i giorni festivi si mi vengono pagate lo stesso e come e la retribuzione giornalera grazzie
  • Il Consulente  - Permessi assistente familiare
    Salve Jorge,
    come assistente familiare ha diritto a 16 ore di permesso retribuito in un anno ma solo come permesso richiesto per visite mediche.
    Per il pagamento delle festività, nel suo caso è corretto che vengano calcolate in base alla retribuzione giornalera
  • jorge
    SALVE PENSAVO CHE ERANO 12 LE ORE COME MI AVEVANO DETTO PER UNO NON CONVIVENTE
  • jorge  - permesso retribuito
    SALVE PENSAVO CHE ERANO 12 LE ORE COME MI AVEVANO DETTO PER UNO NON CONVIVENTE
  • Il Consulente  - Rettifica ore
    Salve Jorge,
    mi scusi sono 12 le ore di permesso retribuito previste per le visite mediche
  • Alessia  - Contributi e trasferta.
    Salve, complimenti per il forum, è molto interessante. Sono straniera, lavoro 7 ore al giorno, 5 giorni a settimana (35 ore in tutto), faccio i lavori di casa e la babby sitter di 2 bimbi da genn 2009 (anche se fino a luglio 2010 facevo 10 ore al giorno) Il mio stipendio è di €900 ma mi paga i contributi per 25 ore sett. perchè dice che altrimenti dovrebbe pagare troppo.Quanto pagherebbe di contributi per 35 ore sett.? Dovrei partire con i bimbi all'estero per 3 sett.Quanto mi deve pagare per la trasferta? Lei dice che siccome un indomani avrò la mia liquidazione e ogni anno mi paga la XIII non posso pretendere tanto per la trasferta, è giusto? Quanto aumenta lo stipendio dopo 2 anni di lavoro?
    La ringrazio per il suo aiuto.
  • Il Consulente  - contributi
    Salve Alessia,
    per il discorso contributi la diffrenza a carico del datore di lavoro sarebbe di circa € 7.50 a settimana.
    La tredicesima e la liquidazione sono dovuti da contratto e non costituiscono nessun regalo.
    Per le trasferte al lavoratore spetta il 20% in più al giorno della paga giornaliera ed il calcolo dipende da come è sata assunta. Se sulla lettera di assunzione l'importo indicato è di € 900.00 allora l'importo da avere in più sarà di circa 6.90 al giorno.
    Per l'aumento, ogni 2 anni questo è pari al 4% calcolato sul minimo previsto dal livello d'assunzione che deve essere specificato sempre nella lettera d'assunzione
  • Anonimo
  • Cristian  - TFR in busta e rivalutazione
    buonasera,
    a giorni assumerò una colf per 4 ore a settimana con regolare contratto
    e registrazione all'inps
    (cat. ancora da decidere tra A/AS/B; a me a parte il minimo tabellare,
    comunque più basso degli 8 euro/ora pattuiti, nulla cambia, no?)
    e volevo sapere se fosse consentito liquidare mensilmente
    oltre alla retribuzione anche i ratei di 13ma e tfr maturati.
    In caso affermativo, il tfr va comunque rivalutato ?
    io penso di no, visto che lo pago immediatamente, però
    preferirei avere il vs. parere.
    grazie
    cristian
  • Il Consulente  - Ratei treficesima e TFR
    Il CCNL lavoro domestico, prevede che la tredicesim venga retribuita a dicembre ed il TFR a fine rapporto di lavoro.
    Il livello non ha influenza se la paga è più alta di quella prevista dal minimale di riferimento contrattuale
  • Il Consulente  - Le festività
    se la festività cade di domenica o in un giorno non lavorativo, la retribuzione è pari ad 1/26 della retribuzione globale mensile.
    Se cade in un giorno lavorativo, viene pagata alla stregua di una giornata lavorativa
  • Alessia  - Ringraziamento
    Sig. Consulente le sono molto grata per la sua risposta e non avrò dubbi al momento de consigliare il vostro sito internet.
  • Anonimo
    ciao, è possibile assumere una badante part time con un livello di inquadramento cs? oppure se non part time una diminuzione delle 40 ore settimanali? poi chi decide la paga oraria? il datore di lavoro? oppure è già stabilita dai vari decreti?
  • deborah  - contratto
    Vorrei sapere quanto tempo ci vuole per ottenere il primo permesso di soggiorno. E se dopo la richiesta del permesso di soggiorno avvengono dei cambiamenti tipo licenziamento o altro che si deve fare? non viene più dato il permesso di soggiorno? e il cittadino deve tornare immediatamente nel suo paese d'origine?


  • anna  - anticipazione TFR
    La badante di mio padre ha chiesto un anticipo sul Tfr. Lavora presso di lui dal dicembre 2008. Facendo il calcolo ha maturato 2200 euro circa. Non essendo ancora trascorsi 8 anni potrei incorrere in qualche sanzione se decido di anticiparli comunque? e' sufficiente farmi rilasciare una dichiarazione di ricevuta firmata e datata? grazie.
  • Il Consulente  - TFR
    Salve Anna,
    può anticipare una volta l'anno il 75% del TFR accumulato.
  • Ofelia  - remunerazione
    MI chiedo se è equo uno stipendio di 900€ (meno la quota Inps) per un impegno di 7,5 ore giornaliere , 7 giorni la settimana ,usufruendo delle sole giornate di Natale , Pasqua e Ferragosto di libertà oltre le ferie .Il lavoro svolto è assistenza alla persona .Grazie
  • patrizia  - dovrò fare la denuncia dei redditi'?
    ho iniziato a lavorare presso una signora per 15 ore settimanali con paga mensile di 400 euro, senza busta paga , mi ha solo regolarizzato con l'imps... non si è parlato di altro come 13° e tutto il resto, anche se io pensavo che andando in regola fosse sottointeso...ma volevo chiedere se dovrò fare la denuncia dei redditi, premetto che sono segnata dal 2000 come coudiatrice di impresa famigliare...perchè mio marito fa l'agente di commercio e cosi facendo mi paga i contributi perchè io non lavoravo... grazie per l'attenzione
  • patrizia
    mamma mia Ofelia come sei brava, io ho iniziato 15 giorni fa da una signora, faccio 3 ore per 5 giorni e prendo 400 euro al mese, ciao
  • Il Consulente  - Dichiarazione
    Salve Patrizia,
    non ho capito bene se suo marito l'ha segnata come collaboratrice familiare.
    Nel caso del reddito colf posso dirle che deve fare la dicharazione solo se supera 8500 euro di reddito annnuo
  • Il Consulente  - Remunerazione equa
    Salve Ofelia,
    la retribuzione dipende dal livello di assunzione.
    In linea di massima credo che sia giusta è di circa 8 euro l'ora
  • Anonimo
    Sarebbe stato meglio dire non posso dare queste informazioni perché sono a pagamento invece che rispondere a pera .
  • Il Consulente  - TFR
    Salve Anna,
    può anticipare una volta l'anno il 75% del TFR accumulato.
  • Il Consulente
    la rebuzione dipende effettivamente dal livello che le è stato assegnato al momento dell'assunzione e il minimo della paga oraria è di 4,29 euro l'ora.
  • Anonimo
    Grazie
  • paola  - dichiarazione dei redditi 2010
    Salve.Fino in 2009 incluso ho fatto la badante per una sig.ra anziana non autosufficiente, ovvio ho fatto anche il modello unico,tutti gli anni.In 2010 sono stata disoccupata, ho preso la disoccupazione.Domanda:devo fare il modello unico lo stesso?Spese mediche in 2010:120 euro,l'affitto:5271,60.Ho telefonato a CIGL per sapere se devo fare il modello unico,mi hanno risposto che non devo farlo,se sono stata disoccupata.E' vero?Aspettando una Vs risposta,porgo distinti saluti
    Paola
  • Il Consulente  - Unico
    Salve sig.ra Paola
    diciamo che dipende dall'importo della disoccupazione. Se l'importo è basso non le conviene perchè comunque non potrebbe recuperare nulla dalle spese in più.
  • Francesca  - versamento a CA.SA colf
    Buonasera, finora ho fatto regolare ricevuta di quanto erogato alla colf, assunta a marzo 2011 x 4 ore 1 volta a settimana - credevo che il contributo alla cassa colf fosse compreso nei bollettini Inps, deduco di no, quindi come e dove posso fare questo versamento, compresi gli arretrati di questi mesi? Grazie
  • Il Consulente  - Indicazione Importo Cassa Colf
    Salve Francesca,
    i bollettini Inps, sostituiti quast'anno dai RAV/MAV non contengono il contributo Cassa Colf.
    Pertanto quando dovrà fare i pagamenti trimestrali dei contributi, si colleghi sul sito dell'Inps cerchi la pagina, pagamento contributi inps colf, inserisce i dati, e poi in basso apre una seconda finestrella, dove c'è scritto Contributi da versare alla Cassa Colf.
    Fatto Ciò, ristampa il RAV/MAV e paga quello, cestinando i bollettini inviati dall'Inps.
    Buona giornata
  • Gabriele Giro  - RICHIESTA INFORMAZIONI SU PAGAMENTO IRPEF ANNO 201
    La badante di mia suocera , regolarmente assunta con contratto a tempo indeterminato nella Categoria BS Articolo 10 CCNL , ha percepito nel 2010, 6400 euro per 192 giorni di lavoro (perchè sono state effettuate delle sospensioni per motivi familiari della badante). Vorrei sapere se deve pagare l'IRPEF e in quale misura, sapendo che esiste una quota esente di 8000 euro annuale per lavoro dipendente.Ringraziando per la Sua risposta, La saluto cordialmente
    Gabriele Giro (e-mail : gab.giro@libero.it)
  • Il Consulente  - Calcolo Irpef
    Salve sig. Giro
    la colf deve fare la dichiarazione solo se nel corso dell'anno ha superato gli € 8.000,00 comulando i vari redditi da lavoro dipendente.
    Se la colf ha lavorato solo nel periodo da lei indicato ed il reddito totale annuo conseguito è minore di € 8.000,00 non deve fare nessuna dichiarazione.
  • Cristian  - Festività Santo Patrono (roma 29 giugno)
    Buonasera,
    ho un dubbio sulla festività (per chi è a Roma) del 29/6/11.
    io ho una colf a 4h/sett (2h lun e 2h giov) a 7,5 euro/h.
    Ora visto che il 29 è mercoledì, e quindi non è per lei lavorativo,
    dovrei pagarla comunque,
    (il ccnl dice 1/26 della retribuzione mensile ovvero nel mio caso =7,5*4*52/12/26 = 5 euro)
    oppure no ?
    E se devo pagare la festività,
    come calcolo i contributi orari su un valore giornaliero ?
    1/26 della contribuzione?...
    Grazie per le risposte che potrete darmi
    Cristian
  • Consulente  - Festività
    L'art. 20 del CCNL prevede che se la festività cade in un giorno lavorativo, alla colf deve essere retribuita la giornata come se fosse stata lavorata (Nel suo caso le dovrebbe dare comunque 30 euro).
    La festività viene pagata per 1/26 della retribuzione globale di fatto solo se cade in un giorno non lavorativo.
    Nel primo caso quindi i contributi si pagano sulle ore che avrebbe dovuto lavorare (4). Nel secondo caso invece i contributi inps non vengono pagati.
  • anonimo
    salve sono stata assunta come assistente signora e collaboratrice domestica per 20 ore settimanali con livello bs quanto dovrei essere pagata mensilmente di netto ? grazie
  • Consulente  - paga oraria
    salve anonimo,
    non so quale sia la sua paga oraria.
    Comunque basta moltiplicare la sua paga oraria per 86,60. Dal risultato che ottiene deve togliere i contributi che dipendono dalla paga oraria.
  • anonimo
    la mia paga oraria è 5.60 l'ora quindi se ho capito bene 86,60 x 5.60 =484,96 ma quanto devo togliere?
  • Consulente  - Contributi orari
    In base alla paga effettiva che si ottiene prendendo in considerazione la paga oraria lei dovrebbe sottrarre da quella cifra 0.33 centesimi per ora o 0.34 centesimi per ora se le viene trattenuta la cassa colf. Più o meno quindi dovrebbe togliere 29 euro.
  • Anonimo
    grazie
  • Il Consulente
    Di nulla
  • Anonimo
    mi scusi un ultima domanda:se aggiungiamo il tfr mensile all'importo ottenuto di 455,96 che paga si otterrà?
  • Il Consulente  - TFR Una Tantum
    Salve Anonimo,
    il TFR può essere pagato alla colf esclusivamente 1 volta l'anno per un importo massimo del 75% del TFR accumulato.
  • Anonimo
    grazie ancora x i chiarimenti


  • Elida  - licenziamento per decesso assistito
    Buongiorno. Mi rivolgo a lei, come altre volte in passato, per avere un'altra informazione su quanto prevede il contratto delle badanti. Vorrei conoscere la procedura per il licenziamento di una badante per il decesso della persona assistita. Devo riconoscere i 15 giorni di preavviso? E' un licenziamento per giusta causa?
    La badante è inquadrata al liv CS e lavora per noi da novembre 2010. Mio papà purtroppo è deceduto il 28 giugno scorso.
    La ringrazio anticipatamente se riuscirà anche stavolta a darmi informazioni utili.
    Elida
  • Consulente  - Risoluzione del rapporto di lavoro per decesso
    Salve Elda
    in ogni caso di recesso devono essere osservati i giorni di preavviso che dipendono dall'anzianità di servizio. (Fino a 5 anni, 15 giorni).
  • Elida  - licenziamento per decesso dell'assistito
    Buonasera.
    Forse non mi sono spiegata correttamente.
    La mia domanda riguardava il licenziamento della badante per decesso dell'assistito e mi chiedevo se questa è una "giusta causa"?
    Cioè, viene intesa come giusta causa l'impossibilità di continuare il rapporto di lavoro. Nel caso di "giusta causa" non è previsto il periodo di preavviso.
    Grazie ancora.
    Elida
  • Il Consulente  - Preavviso
    In caso di decesso deve essere pagato comunque il preavviso. Non viene considerata una giusta causa.
  • Elida  - ringraziamenti
    Grazie per le informazioni.
    Buon lavoro.
    Elida
  • Paolo  - ferie e bollettino
    gentilissimi,
    la mia colf e' stata in ferie e devo pagare i contributi. Non riesco a capire come indicare il numero di ore su cui calcolare i contributi nel bollettino MAV scaricabile dal sito INPS: devo semplicemente cliccare le settimane in cui era in ferie come se fosse stata presente? e' cosi' che funziona?
    Grazie
    Paolo da Torino
  • Il Consulente  - Ferie e contributi
    Salve Paolo,
    nel bollettino dei contributi deve indicare i giorni di ferie come se lavorati, e pagare i relativi contributi.
  • diana
    vorei sapere se la mensilita e di 160 cuanto mi speta di tfr al anno e come calcolare grazie
  • Il Consulente  - Calcolo TFR
    Più o meno il TFR è pari ad una mensilità.
  • Francesca  - Gestione ferie
    Buonasera.
    premetto che abbiamo la colf,in regola, per 20 ore / settimana.
    Saremo assenti per tutto agosto. La colf ha a disposizione solo 15gg. che intende usare ad agosto. Non ci interessa farla lavorare in nostra assenza. Cosa facciamo? Per i giorni di agosto non coperti dalle sue ferie e' legittimo chiederle (o meglio imporle..) di fare assenza non retribuita fino a quando non rientriamo ? Oppure dobbiamo retribuirla come se prestasse servizio ?
    Grazie fin d'ora e cordiali saluti !
    Francesca
  • Il Consulente  - Ferie ed Assenze
    Salve Francesca,
    non prestando servizio o decide di anticipare il pagamento delle ferie non ancora maturate, scalandole da quelle che matureranno nei mesi successivi, oppure può considerare le ore come assenza giustificata non retribuita. L'importante che si avverta la collaboratrice in anticipo (almeno 15 giorni prima)
  • cinzia  - colf
    Buongiorno.
    avevo la colf che lavorava da noi, in teoria doveva fare 9 ore a settimana (mai fatte ) rompeva di tutto e di più e si negava dei danni causati.
    Non ha mai voluto essere assicurata perchè avrebbe superato il reddito ( gia assicurata da un'altra signora 4 ore al giorno ma i contributi doveva pagarli lei , era stato cosi l'accordo dato che allora non poteva stare in italia senza un contratto di lavoro.
    Premetto che lavora con altre persone e al giorno fa dalle 8 alle 10 ore, prende gli assegni familiari delle figlie che ha in Romania e dulcis infundus 1 mese fa si è fatta licenziare dal datore di lavoro ( lavora in nero ) e ha fatto richiesta di disoccuopazione.
    Adesso ha lasciato il posto di lavoro da me perchè non puliva bene e ha fatto dei grossi danni.
    Prendeva 8 euro all'ora in nero perchè come anticipato non ha voluto essere assicurata, ci ha fatto richiesta di liquidazione e minaccie tramite sms che va dall'avvocato , come ci dobbiamo comportare? Devo avvisare gli...
  • NATALIA  - MODELLO UNICO
    BUON GIORNO!
    GENTILISIMI,SONO STATA ASUNTA A MAGIO 2010 CON UN STIPENDIO DI 900 EURO MENSILI,HO LAVORATO 8 MESI E NN HO SUPERATO 8.000 EURO....... ERA GIUSTO CHE IO FACCIA LA DICHIARAZIONE DEI REDITI??? VI RINGRAZZIO DI CUORE IN ANTICIPO!
  • NATALIA
    SCUSI NN HO NOTIFICATO CHE SONO ASSUNTA COME BADANTE 24/24...
  • Il Consulente  - Presentazione Unico
    Salve Natalia,
    le confermo che il modello Unico va presentato solo se si supera il limite di € 8.000,00 di reddito percepito.
    Nel calcolo dei redditi percepiti dovrà considerare anche le ferie, la tredicesima e l'eventuale vitto ed alloggio.
    Se avrà superato gli € 8.000,00 avrà tempo fino al 5 agosto per pagre le tasse.
  • NATALIA  - DICIARAZIONE REDITI
    BUONASERA! ESSATO: NN HO SUPERATO 8.00O EURO.....(INSIEME ALLA TREDICESIMA,FERIE...MA MI E STATO DETTO CHE NN DEVO CONTARE DA MAGIO A DECEMBRE(760 EURO DI REDDITO EFFETIVAMENTE PERCEPITO 2010, IL UNICO!),MA DEVO CALCOLARE SE CON UN STIPENDIO DI 900 EURO IN 365 G SUPERO I 8.000 EURO........ MA LA PREGOO COME E GIUSTO CALCOLARE??? LA RINGRAZIO !!!
  • Il Consulente  - Calcolo Modello Unico
    Salve Natalia,
    il calcolo si fa su 365 giorni ma a partire da gennaio a dicembre.
    Se non li ha superati non deve fare la dichirazione.
    Immagino invece che nel 2012, se lavorerà sempre per tutto il 2011, dovrà fare il modello Unico
  • natalia
    GRAZIE !!! gentilisimii!!!!!!!!!!!!!!!! buona giornata!
  • antonella
    ciao,
    io volevo chiedere se la proposta che mi ha fatto il mio datore di lavoro è da considerare valida. Lui mi farebbe un contratto con una paga base di 4,22 + SUPERMINIMO DI 1,50 + RATEI + VERSAMENTO CONTRIBUTIDI 1,38 PER UN TOTALE DI 8 EURO COMPRENSIVI DI TFR TREDICESIMA MENSILITà E FERIE.IO LAVORO PER 12 ORE SETTIMANALI. SECONDO TE QUANTE FERIE ALL'ANNO MI SPETTANO?IL TFR PUO ESSERE INCLUSO ? GRAZIE ASPETTO LA TUA OPINIONE
  • Consulente  - CONTRIBUTI DI 1,38 COMPRENSIVI DELLA PARTE A CARIC
    Salve Antonella,
    la paga base di € 4.22 è quella relativa al livello A ovvero addetta alle pulizie e servizi domestici. Tale paga può essere aumentata di un superminimo di € 1.50. Quindi la sua paga oraria netta sarebbe di € 5.72 - 0.33 contributi Inps a carico dipendente - 0.01 contributo cassa colf. Tutto ciò in termini mensili, per 12 ore settimanali, si concretizzerebbe in uno stipendio di circa 280,00 al quale dovrà aggiungere circa 280 euro per ogni 12 mesi lavorati, 280 euro di tredicesima ogni 12 mesi lavorati ed un TFR annuo di € 250 all'anno. Quando si parla di anno si considerano 12 mesi lavorati, di conseguenza se viene assunta ora i valori delle ferie della tredicesima e del TFR dovranno essere rapportati al periodo di lavoro.
    N.B. Il TFR può essere anticiipato esclusivamente 1 volta l'anno per un importo massimo del 70% dell'importo accumulato.
  • simona  - TFR
    SONO una badanta che lavoro 2424 è cambio panoloni,pero sono asuntaa tempo indeterminato come collaboratrice domestica a livello B è obbligo di convivenza totale, con 22 ore a settimana è pagata 650 euro mensili.La mia domanda è quela su TFR ,sul busta paga specifica pero non capisco tanto vi prego a dirmi quanto sara trf all anno è se il mio datore di lavoro e proprio la persona malatta se muore mi paga figlii dopo?
  • Consulente  - Il TFR
    Salve Simona,
    il TFR che matura una volta l'anno è pari ad un importo poco meno inferiore ad una mensilità e non sempre compare sul cedolino paga.
    Alla morte del datore di lavoro, essendo lei in regola, dovrà essere saldata dagli eredi.
  • gigliola  - ctr su preavviso
    ho licenziato la badante di mia madre le ho corrisposto i 15 gg. di preavviso devo pagarci i ctr inps? nel mese di luglio la badante non ha lavorato xchè in permesso non retribuito grazie
  • Il Consulente  - Contributi su preavviso
    Salve Gigliola,
    i contributi sull'indennità di preavviso devono essere versati
  • ines  - buonasera
    Buonasera,

    volevo descrivere la mia situazione. Ho lavorato fino a ottobre 2010 e adesso sto prendendo l'ultimo mese della disoccupazione ordinaria che mi aspettava. Propio in questo periodo (contratto che parte da domani) vengo assunta dalla nonna di mio amico con il seguente contratto: Contratto di lavoro domestico, secondo livello, badande, indeterminato, orario settimanale di 30 ore, retribuzione mensile lorda €.850,00. La signora mi ha gia detto che lo fa indeterminato ma che massimo dopo febbraio non avra piu bisogno di me perche andra a stare dalla sua figlia. la mia domanda è: fino a quando dovrei lavorare io per percepire di nuovo la disoccupazione ordinaria? ed è vero che viene calcolata sulla cifra che prendi gli ultimi tre mesi?
    grazie, in anticipo
  • Il Consulente  - Disoccupazione
    Salve Ines,
    come primo requisito deve trascorrere un anno mobile prima di poter percepire un'ulteriore indennità. L'anno mobile parte dalla data di inzio di erogazione dell'indennità percepita. Dopodichè al momento del licenziamento, se risulta trascorso l'snno mobile potrà richiedere un nuovo indennizzo se nel periodo precedente il licenziamento avrà versato almeno 52 settimane contributive. In caso contrario potrà richiedere la disoccupazione con requisiti ridotti
  • Anonimo  - buongiorno
    se non ho capito male l'anno mobile nel mio caso sarebbe 11/2010 (data che ho percepito la mia prima mensilità di disoccupazione) - 11/2011, cioè dovrei lavorare fino a 10/2011????
    se nel fra tempo andassi in maternità? prenderei la maternità???
    grazie
  • Il Consulente  - Disoccupazione requisiti ridotti
    Se va in maternità prima, potrebbe non aspettarle la disoccupazione ordinaria. Forse le potrebbe spettare quella con i requisiti minimi, ma deve chiedere all'Inps.
  • ines  - scusi
    mi ero dimenticata di riscrivere il mio nome
  • Rino  - Retribuzione colf convivente
    Salve,
    dovrei assumere una colf. Mi chiedevo ma le retribuzioni indicate nel ccnl lavoro domestico per i lavoratori conviventi sono quelle da usare per retribuirli (parla di valori mensili)? E si tratta di importi lordi ai quali si devono togliere i contributi a carico del lavoratore? Quando andrò a certificare a fine anno il reddito totale che ho corrisposto alla colf indicherò il netto o il netto comprensivo dei contributi a suo carico versati all'Inps (quindi il lordo)? Grazie infinite
  • Il Consulente  - importi del CCNL
    Salve Rino,
    gli importi definiti dal CCNL "lavoro Domestico" sono al lordo dei contributi da trattenere al dipendente ed in fase di certificazione dei redditi dovrà indicare l'importo erogato al netto di contributi.
    Spesso si usa indicare l'importo lordo e poi si sottrae la parte dei contributi a carico del datore di lavoro es.
    Importo retribuito nel 2011 € xxx
    di cui contributi trattenuti € yyy
    Totale netto percepito € (XXX- YYYY)
  • lala  - livello
    ho fatto corso assistente di base ho un attestato quale livello corrisponde? ho un contratto di 30 ore sett vitto e alloggio ma nella busta paga nn ce l indenitta per vitto e alloggio e livello e quello che corrisponde a897 giusto?assisto 2 anziani con problemi psichici e anche il datore di lavoro nn e tanto sano di testa lavoro 4 ore ogni domenica senza compenso ecc
  • Il Consulente  - Vitto ed Alloggio
    Salve Lala,
    il vitto e l'alloggio retribuito spetta solo se non usufruito e solo se lavora più di 6 ore al giorno.
    Se ha un corso di assistenza il livello dovrebbe essere almeno il CS.
    Il livello A è il più basso di tutti.
  • ines  - colf e maternita
    buonasera,
    mi potrebbe rispondere in merito a quello che ho chiesto sopra per favore
  • Francesca  - astensione maternità anticipata
    Salve!
    La nostra colf ha appena ottenuto dalla DPL il provvedimento di astensione anticipata di maternità.
    Chi le deve pagare lo stipendio ora? Noi o l'INPS?
    Grazie e cordiali saluti.
  • Il Consulente  - Astensione maternità anticipata
    Salve Francesca,
    la maternità, sia anticipata che non, viene corrisposta dall'Inps se la colf ha maturato i requisiti necessari per ottenrla. Naturalmente la colf dovrà presentare relativa richiesta alla sede Inps di competenza.
  • rosi  - ???
    gentile consulente,
    ho un contratto che finisce 31 luglio vitto e alloggio ma dormo a casa mia lavoro 14 ore consecutive senza riposo (la vecchia si rifiuta di andare a letto ) e il vecchio e fuori testa' cosi che sono esaurita .Il figlio pero dice che ultimo giorno di lavoro e domenica 31 e io devo venire come sono venuta ogni domenica alle 7 di mattina alzarli lavarli colazione pulizie e dopo serra per cena e tutto resto ancora 3 ore
    Si come non vengo pagata per la domenica pretendo che magari questa ultima mi venga lasciata libera ho ragione io, ho devo fare come dice lui?? grazie,Rosi
  • Consulente  - CCNL Lavoro domestico
    Salve Rosy,
    partiamo dal presupposto che il contratto prevede al massimo 54 ore settimanali in regime di convivenza (è per questo che le hanno dato vitto e alloggio anche se non alloggia sul posto). Di conseguenza tutte le ore che fa in più vanno retribuite con uno straordinario orario che è del 25% in più se lo straordinario viene effettuato tra le 6 e le 22 del giorno, oppure del 50% se viene fatto dalle 22 alle 6 e addirittura del 60% se il lavoro straordinario cade in un giorno festivo.
    All'interno delle 54 ore previste dal contratto lei dovrebbe avere il riposo di mezza giornata durante la settimana e la domenica. Se lavora anche in questi giorni ha diritto non solo alla paga della giornata ma anche allo straordinario.
    Se fossi in lei, vosto che ha il contratto in scadenza, per farmi lasciare il 31 libero, gli direi che avrebbe diritto al pagamento di tutte le domeniche che ha lavorato senza retribuzione e senza straordinario
  • mariana  - domanda
    buon giorno vorei sapere quanti giorni di ferie mi aspetta per quest anno dal mio datore di lavoro.lavoro 4 ore alla settimana come colf il lunedi . lavoro dal 2007 quindi quanti giorni ho dirito perche facendo il calcolo non so dove e sparito un giorno quindi se sono 26 giorni partendo al 1 agosto quando dovro cominciare il lavoro? grazie
  • Consulente  - Ferie
    Salve Mariana,
    i giorni di ferie sono sempre 26. Quello che cambia è la retribuzione giornaliera.
    C'è un altro articolo che evidenzia il calcolo per conoscere la retribuzione giornaliera di spettanza.
  • betti0587  - REQUISITI PER DISOCCUPAZIONE COLF
    Ciao!! volevo chiedere una persona che lavora in regola dal 01.04.2009 e verrà licenziato il 31.08.2011 , assunto con orario di 25 ore settimanali livello CS, ha i requisiti per ottenere l'assegno di disoccupazione? premesso che i contributi sono stati pagati tutti a scadenza. In teoria dovrebbero essere 52 settimane contributive, ma per il part-time come devo calcolare le settimane? grazie !!! saluti
  • Consulente  - Disoccupazione colf
    Salve Betti0587,
    le confermo che ha diritto all'indennità di disoccupazione, e per facilitare il tutto, dovrà allegare alla domanda la copia dei bollettini dei contributi versati.
    Le settimane part time vengono considerate come le altre, quello che fa la differenza è l'importo diverso che rientrerà nel calcolo dell'indennità.
  • giada  - dimissioni
    Salve mi chiamo Giada ed ho un contratto domestico di livello b da gennaio 2011, vorrei dare le dimissioni dal lavoro,vorrei gentilmente sapere quanti giorni di preavviso spettano al datore di lavoro?e se mi dimetto posso chiedere l'assegno di disoccupazione?ultima cosa come devo scrivere la lettera di dimissioni?grazie!!
  • sonia
    buongiorno volevo precisare che sul contratto non risulta essere scritto a che livello appartengo ma solo che svolgo mansione di collaboratrice domestica per 26 ore settimanali(con orari corrispondenti ai giorni che lavoro)e tempo indeterminato..
    inoltre i miei datori di lavoro si recano spesso al mare durante i giorni in cui dovrei lavorare,non facendomi lavorare e non pagandomi queste giornate,volevo sapere se queste giornate mi dovrebero invece essere retribuite. la ringrazio.
  • Consulente  - Livello sul contratto
    Salve Sonia,
    il livello di assunzione è importante perchè determina la fascia contributiva di retribuzione oraria.
    Per quanto riguarda le giornate lavorative e non lavorate per "problemi" del datore di lavoro, devono essere retribuite con un'indennità sostitutiva da quantificare in base alla sua paga.