top
logo

Accesso utenti



Articoli correlati


Home Area Lavoro Gestione del personale LA REMUNERAZIONE DELLA MALATTIA PER LE COLF E BADANTI.
LA REMUNERAZIONE DELLA MALATTIA PER LE COLF E BADANTI. PDF Stampa E-mail
Area Lavoro - Gestione del personale
Lunedì 13 Settembre 2010 06:26

L'art. 26 del C.C.N.L. "Lavoro Domestico" prende in esame il tortuoso argomento della retribuzione della malattia delle colf e/o badanti.
Come primo dovere infatti, il datore di lavoro, una volta ricevuto il certificato medico entro 2 giorni dall'inizio della malattia fatto emettere dal lavoratore entro il giorno successivo al verificarsi dell'evento, avrà l'obbligo di mantenere il posto di lavoro per un periodo di tempo variabile in base all'anzianità di servizio della colf e /o badante, sia questa convivente che non convivente. Il periodo di conservazione del posto di lavoro equivale a:
- 10 giorni di calendario (incluse le domeniche)  in caso di contratto di collaborazione domestica (sia convivente che non convivente)  con anzianità inferiore a 6 mesi; 
- 45 giorni di calendario (incluse le domeniche) in caso di contratto di collaborazione domestica con anzianità di servizio compreso tra i 6 mesi ed i 2 anni;
- 180 giorni di calendario (incluse le domeniche) se l'anzianità di servizio della colf è superiore a 2 anni.
Oltre l'obbligo di mantenimento del posto di lavoro, il datore di lavoro è poi obbligato a remunerare la malattia garantendo un salario coincidente al 50% della retribuzione globale di fatto  per i primi 3 giorni di calendario e pari al 100% della retribuzione globale di fatto per un numero di giorni pari a:
- 8 giorni  complessivi nell'anno per anzianità di servizio inferiore a 6 mesi;
- 10 giorni complessivi di calendario nell'anno per anzianità di servizio compresa tra 6 mesi e 2 anni;
- 15 giorni complessivi di calendario nell'anno per contratti di lavoro con anzianità di servizio superiore a 2 anni.

Per comprendere quanto sopra, si procede con un'esemplificazione.
Un datore di lavoro ha stipulato un contratto ad ore di collaborazione domestica nel 2006. Il  1° settembre 2010, cadente di mercoledì,  la colf si ammala. La collaboratrice avverte immediatamente il datore di lavoro spedendogli poi il certificato medico entro 3 giorni dall'inizio dell'evento.
La paga oraria percepita dalla colf è pari a € 8,00 l'ora per un totale di ore settimanali pari ad 8 svolte 2 volte la settimana il lunedì ed il giovedì. 

In base a quanto detto sopra è necessario determinare la retribuzione di fatto  (in questo caso non si comprendono le quote per il  vitto e l'alloggio che sono considerati solo se normalmente erogati, oppure definiti nei  contratti ad ore stipulati tra datore di lavoro e lavoratore).

Il calcolo da eseguire sarà il seguente:
Individuazione media della paga settimanale: € 8,00 x 8 = € 64,00

Individuazione media della paga annuale : € 64,00 x 52 settimane annue = € 3.328,00
Individuazione media della paga mensile coincidente con l'importo di ferie annuo € 3.328,00 : 12 = € 277,33

Individuazione media della retribuzione spettante per un giorno di malattia retribuita al 100%  = € 277,33: 26 = € 10.6665.

Individuazione media della retribuzione spettante per un giorno di malattia retribuita al 50% = € 277,30 :26 :2 = € 5,3333.

Riepilogo della situazione.
Anzianità di servizio della colf superiori a 2 anni : conservazione del posto di lavoro per almeno 180 giorni e retribuzione di 15 giorni di calendario di malattia di cui i primi 3 al 50% € 5,33 al giorno  e i restanti 12 al 100% della retribuzione di fatto ad € 10,67 .


 

 

Commenti (531)
  • Cesare  - Funzione ricerca
    Buon giorno
    dovevo trovare le tabelle x ANF ed ho provato nel "cerca"; più volte ho scritto quello che volevo trovare e cliccato sulla "lente" x avviare la ricerca. Il risultato è stato che non ha cercato nulla. Funziona la ricerca ? Poi ci sono arrivato tramite altre vie.
    Grazie C.T.
  • Il Consulente  - Funzione ricerca
    Salve sig. Cesare
    e la ringrazio per averci segnalato il problema riscontrato nella ricerca. Provvederemo il prima possibile a migliorare la funzionalità del sito.
    Buona giornata.
  • Anonimo
    Salve, la mia colf si e' ammalata per un giorno. Avendola assunta per 15 ore settimanali ed essendo stata a casa nella giornata in cui fa 8 ore come faccio a determinare quanto quel giorno vada retribuito ( al 50% della paga giornaliera) ma i conti non tornano perche' io ragiono in ore . La signora e' stata a casa in malattia 8 ore ( concentrate in un giorno)...
    Vi prego di darmi dei chiarimenti .Grazie Barbara
  • Silvia  - Giorni complessivi annuali x ciascun datore di lav
    Il datore di lavoro di una lavoratirce full time (40ore) deve retribuire 8/10/15 gg anno di malattia all'anno.

    Il datore di lavoro di una lavoratirce che ha più rapporti di lavoro (es 5 contratti di 1 giorno ciascuno da 8 ore = 40 ore) deve contabilizzare la quota parte dei giorni totali (cioè 1 quinto, o comunque in proporzione come le ore) oppure ciascun datore deve garantire 8/10/15 gg nell'anno?

    Questo significherebbe per la lavoratice un totale retribuito di 40/50/75 gg nell'anno!!!

    Grazie
  • Il Consulente  - Retribuzione malattia
    Salve Silvia,
    ogni lavoratore ha diritto al pagamento della malattia quindi 8/10/15 gg l'anno, retribuiti sempre ad 1/26 della retribuzione mensile globale di fatto.
  • Anonimo
    :wink:
  • Silvia  - Retribuzione Malattia
    Grazie 1000. Restano ancora alcuni dubbi:

    1) perchè nell'esempio è stato diviso x 30 e non x 26?

    2) la malattia va corrisposta per tutti i giorni di malattia come da certificato o solo x i giorni in cui avrebbe dovuto prestare servizio (lun e giovedì dell'esempio)?

    3) la defalcazione della retribuzione per le giornate NON lavorate segue lo stesso principio della malattia (1/26 di ...), o deve essere calcolata sulle ore effettivamente non lavorate?

    Di nuovo grazie
  • Consulente  - Re: quesiti
    1. Mi può indicare nell'esempio dove è scritto 30 giorni? Mi scusi ma non riesco ad individuarlo per capire il contesto e darle la spiegazione.

    2. solo per i giorni di assenza. I giorni di calendario servono solo per il conteggio del pagamento dei primi 3 giorni al 50% ed il resto al 100% della retribuzione globale.

    3. le giornate non lavorate costituiscono permessi non retribuiti e vanno interamente tolte. Vwengono considerate assenze non retribuite giustificate.
  • Luisa  - retribuzione malattia
    buongiorno,
    ho un dubbio:
    - la malattia va corrisposta 15 giorni consecutivi o va corrisposta per 15 giorni effettivi di lavoro?
    x esempio la mia colf lavora 1 giorno a settimana x 5 ore (€ 7 l'ora) e secondo i vs calcoli dovrei darle solo € 2.53 x i primi 3 giorni ed € 5.06 x i successivi 12. Giusto?
    è in malattia dal 29/04/11 ed a oggi a me è mancata 3 giorni x un totale 15 ore, devo pagarle solo € 7.59? oppure devo pagarle 15 giorni consecutivi a prescindere da quanti giorni è mancata e quindi totali € 68.31?
  • Il Consulente  - Retribuzione malattia
    Salve Luisa
    i giorni da retribuire sono in totale 15 l'anno nel suo.
    Se le è mancata per 3 giorni, le deve pagarle il 50% della retribzione globale giornaliere.
    Se le è mancata per 4 giorni le dovrà pagare 3 giorni effettivi al 50% e il 4ç al 100% della retribuzione globale di fatto
  • miky  - infortunio
    ciao,ero con la bici e mi a investito una macchina sono arrivata ad pronto soccorso dove mi hanno dato 8 giorni di riposo poi il medico mi a dato ancora 8 come devo essere pagata se io faccio badante a tempo pieno,grazie
  • Il Consulente  - Malattia / Infortunio
    Salve Miky
    il datore di lavoro le deve pagare 8 giorni di malattia di cui 3 al 50% se lavora da meno di sei mesi. I giorni aumentano all'aumentare dell'anzianeità lavorativa.
    Null'altro è dovuto dal datore di lavoro.
  • fabio carocci  - malattie ripetute
    Salve, vorrei sapere se la badante, assunta da luglio 2008, ha diritto alla retribuzione anche se si ammala per più periodi durante l'anno e che significa che ha "diritto alla conservazione del posto per 180 giorni"? La badante di mio padre ha già usufruito di più di 15 giorni di malattia nel 2011 e mi ha già comunicato che finite le ferie si metterà di nuovo in malattia, quindi sto pensando se sia il caso di licenziarla. Mi può indicare la normativa che devo rispettare?
  • Consulente  - Malattia
    Salve sig. Carocci
    come riferimento normativo può considerare l'art. 26 del C.C.N.L. Lavoro Domestico dove vengono previsti sia la retribuzione dei primi 15 giorni di malattia e sia la conservazione del posto di lavoro per i successivi 180 giorni da considerarsi iniziati dalla data dell'evento.
    Se lei ha già retribuito i 15 giorni di malattia non dovrà retribuirle alcuna ulteriore giornata.
    Per il licenziamento se la malattia è continuativa, ovvero si riferisce sempre alla stessa tipologia, il conteggio dei 180 giorni parte dalla data d'inizio del primo evento.
  • giorgio catanzani  - visita fiscale
    ho chiesto la visita fiscala per la badante che continua a mandare certificati di malattia. L'IMPS ha risposto che non è di competenza. Come si può fare una verifica?
  • Consulente  - Verifica visita fiscale
    salve Sig. Catanzani,
    la malattia alla colf non viene retribuita dall'Inps quindi l'Istituto non è tenuto ad eseguire le visite fiscali.
    Come datore di lavoro Lei è tenuto a pagare 5 - 8 o 15 giorni di malattia (di cui i primi 3 al 50% della retribuzione giornaliera di fatto) in base al periodo di anzianità maturata (meno di 6 mesi - più di 6 mesi e fino a 2 anni, + di 2 anni) ed a mantenere il posto di lavoro (10 - 45 o 180 giorni) sempre in base al periodo di anzianità. Trascorso tale periodo può licenziare la colf.
  • fabio carocci  - retribuzione malattia badante
    grazie mille, ma non ho capito bene. Le spiego meglio gli eventi: la badante è stata malata dal 6 giugno al 3 luglio, (è stata retribuita solo per i primi 15 giorni di cui i primi tre al 50%)è rientrata al lavoro e è andata in ferie il 7 agosto fino al 31 agosto, quindi si è ammalata di nuovo e dovrebbe rientrare il 12 settembre (s.c.). Domanda: devo di nuovo retribuirla per i prossimi eventuali 15 gg. di malattia come sopra? O 15 sono i giorni di cui può usufruire nell’arco dell’anno solare? Per licenziarla devo aspettare che rientri al lavoro almeno 1 giorno?
  • Consulente  - Retribuzione malattia
    Salve Sig. Carocci
    lei ha già retribuito i 15 giorni di malattia spettanti in un anno tra giugno e luglio. Non dovrà più retribuire la malattia fino al 1 gennaio 2012
  • Rosella Di carlp
    Ma se la badante si è ammalata tra giugno e settembre 2011 ed ha retribuito i 15 gg di malattia spettanti in in anno. I prossimi si dovranno pagare a luglio 2012. (Ossia 12 mesi dal verificarsi dell'evento)?
  • rosa matilde  - malattia badante
    la badante di mia mamma(assunta il 21/04/2011), ora in stato interessante di due mesi,si é ammalata per due giorni(esattamente il 15e 16 settembre; come devo calcolare la malattia? devo considerare anche il sabato e la domenica?La paga che percepisce mensilmente é si euro settecento. Mi può aiutare a fare il calcolo? La ringrazio infinitamente.
  • Il Consulente  - Retribuzione malattia
    Salve Rosa Matilde,
    in questo caso le giornate di assenza devono essere retribuite come malattia. Se non si è ammalata in precedenza i 2 giorni andranno pagati al 50% della retribuzione giornaliera globale di fatto.
    Il sabato e la domenica non rientrano in questo caso.
    Per il calcolo, può seguire le indicazioni presenti nell'articolo e nei vari post. Non posso aiutarla per rispetto delle altre persone che hanno fatto questo tipo di domanda perchè i conteggi costituiscono un servizio a pagamento.
  • tonia  - informazione..
    salve,la badante di mio padre e stata ricoverata per 5 giorni,dimessa senza giorni di prognosi ma ricovero per accertamenti,dunque mio padre come deve retribuire quei giorni,la signora e assunta dal 2009 e non ha mai usufruito nell'anno 2011 di malattia.Grazie.
  • Consulente  - Permessi
    Salve Tonia,
    alla colf/badante spettano 16 ore l'anno di permessi retribuiti per visite mediche.
    Di conseguenza ho retribuisce i permessi o la malattia.
  • LORENZO FRASSANITO  - chiarimenti
    mia moglie lavora come domestica da ott. 2010.
    Dal 14 agosto al 25 settembre è entrata in malattia perchè rimasta incinta.
    la sua paga è di €500,00 mensili per 5.30 ore giornaliere.
    Il commercialista dice che non deve percepire la malattia del mese di settembre in quanto i famosi 45 giorni sono solo per la conservazione del posto.
    Da quanto so io è che i primi 3 gg sono al 50% e il resto dei 39 al 66%.
    Oltre a ciò volevano anche licenziarla perchè secondo loro superava i famosi 45 gg.
    Secondo voi dal 14 agosto al 25 settembre quanti gg sono?
    Per me risultano 42.
    Inoltre non ha mai usufruito di ferie o di permessi vari.
    Gentilmente potreste darmi delle delucidazioni?
    GRAZIE PER IL MOMENTO.
  • Consulente  - maternità
    Salve Lorenzo,
    in caso di maternità è fatto divieto assoluto per il datore di lavoro di licenziare la propria colf.
    Ai fini del pagamento della malattia invece, sua moglie ha diritto al pagamento di 8 giorni all'anno, di cui i primi 3 al 50%. I restanti giorni di malattia non devono essere retribuiti dal datore di lavoro.

  • filippo  - Chiarimenti
    Buongiorno volevo sapere se una Assistente Familiare assunta a tutti gli effetti il 5/05/2010 ha diritto al riconoscimento di 20gg di malattia continuativi nel mese di Ottobre 2011 e se in tale periodo può ricevere cmq il preaaviso di licenziamento.

    Come deve essere comunicato il licenziamento? Ha diritto alla disoccupazione?

    Ringrazio anticipatamente
  • Il Consulente  - Riconoscimento malattia
    Salve Filippo,
    la colf ha diritto al pagamento di 10 giorni di malattia all'anno, di cui i primi 3 al 50% della retribuzione giornaliera.
    Inoltre ha diritto al mantenimento del posto di lavoro per 45 giorni durante il periodo di malattia. Il preavviso di licenziamento durante la malattia è nullo
  • filippo
    Buongiorno il certificato medico può essere inviato a mezzo A/R entro i due giorni?
    Grazie.
  • Consulente  - Spedizione del Certificato Medico
    Salve Filippo,
    in caso di malattia la colf ha tempo 3 giorni dalla data del verificarsi dell'evento per inviare il certificato medico al datore di lavoro.
  • Libero
    Grazie per la sua preziosa e rara chiarezza. Mi potrebbe dire se ho capito correttamente?
    Se la mia colf - con anzianità di servizio di un anno - lavora per me 3 ore x 3 giorni a settimana e sta a casa in malattia per 5 settimane (prima malattia dell'anno), devo considerare che non lavora da me per 15 giorni di calendario? E quindi:
    * devo pagarle:
    - 3 giorni al 50% della retribuzione spettante per un giorno di malattia
    - 7 giorni al 100% della retribuzione spettante per un giorno di malattia
    * non devo pagarle i restanti 5 giorni?
    E la colf può ottenere una qualche retribuzione o indennizzo dalla Cassa Colf? Se sì come deve fare per ottenerlo? Grazie ancora
  • Consulente  - Retribuzione malattia e copertura cassa colf
    Salve Libero,
    i suoi conteggi sono corretti, visto che la colf lavora da lei da circa un anno.
    Per quanto riguarda la cassa colf Le conviene collegarsi al loro sito web e leggere l'art. 7 del regolamento relativo alle prestazioni garantite.
  • filippo  - Chiarimenti
    Grazie per le delucidazioni. Le chiedo un'altra informazione: la colf ha lavorato in passato presso un datore di lavoro per un periodo di 4 anni poi e' stata licenziata e ha usufruito della disocuppazione. Ha ripreso a lavorare per altri 19 mesi in forma continuativa e di nuovo licenziata da un altro datore di lavoro. Potra' usufruire di nuovo della disoccupazione? Grazie anticipatamente
  • Consulente  - Disoccupazione
    Salve sig. Filippo,
    la disoccupazione può essere usufruita per più volte, purchè siano maturati i requisiti previsti dalla normativa.
    Su questo sito c'è un articolo che riguarda proprio i requisiti per la disoccupazione. Se la colf li ha maturati, non ci saranno problemi per una nuova presentazione della domanda per la disoccupazione all'INPS.
  • FILOMENA  - licenziamento colf
    Buongiorno, volevo sapere se posso licenziare una colf assunta il 10/08/2011 per superamento del periodo di comporto trascorsi i 10 giorni di conservazione del posto, poichè mi ha inviato un certificato di malattia dal 22/11/2011 al 18/12/2011.
    Le devo dare comunque il preavviso?
    Grazie
  • Il Consulente  - Licenziamento collaboratrice domestica
    Salve Filomena,
    non essendo trascorsi i 6 mesi dall'assunzione il licenziamento può essere posto in essere ma solo successivamente al rientro, contestando il periodo di malattia eccedente i 10 giorni di calendario previsti dal contratto.
  • veronica  - colf e malattia
    salve,sono una colf assunta dal 19/10/2009 e lavoro una volta la settimana a 7€/h per 3 ore presso una famiglia;di recente son stata male e son stata a casa,ma anche la mia capa vuole sapere come fare per la malattia,deve pagarmi o no e se si quanto?su quale calcolo?grazie mille
  • Consulente  - Paga malattia
    Salve Veronica,
    la malattia deve essere retribuita alle colf, secondo le regole descritte su questo articolo.
    Dica al suo datore di lavoro di leggere questo articolo e capirà come calcolarla.
  • Luciana Laudi
    La mia colf presta servizio presso di me un giorno/settimana per 4 ore (7 euro/ora), da quasi un anno.
    L'assenza per malattia di un giorno va certificata dal medico? Ed in tal caso deve essere retribuita da me? e in quale misura?
  • Il Consulente  - Retribuzione malattia
    Salve sig.ra Laudi,
    la colf assente per malattia, deve portare il certificato medico dove viene riportata l'assenza.
    Se la giornata di assenza coincide con il giorno di lavoro, questa andrà pagata da lei al 50% della retribuzione globale giornaliera
  • asavei elena codruta  - paga malattia
    Buon giorno,mia cognata (badante) ha fatto un intervento medico alla ginocchia e deve restare acasa x 40 giorni.come li verra pagata la malattia?grazie.
  • Consulente  - Retribuzione Malattia
    Salve Elena,
    leggendo l'articolo troverà tutte le risposte, comenque la malattia viene retribuita totalmente dal datore di lavoro. I primi 3 giorni vengono pagati al 50% mentre i restanti giorni che dipendono dall'anzianità di servizio vengono pagati al 100%. Altre agevolazioni si possono avere se si è iscritti alla Cassa Colf.
  • gianni  - Richiesta info
    Buonasera, volevo chiederle se nei giorni di malattia della assistente domestica deve essere conteggiata la domenica. In particolare i 10 giorni retribuiti sono da conteggiare dal lun al sab ad esclusione della domenica (se non lavorativa).Grazie.
  • Il Consulente  - Retribuzione Malattia
    Salve Sig. Gianni,
    la malattia va retribuita e conteggiata relativamente ai giorni di lavoro.
  • sirocco50  - chi paga la malattia?
    Chiedo gentilmente chi deve pagare(datore di lavoro o INPS?) e quanto la malattia di mia moglie (30 gg)assunta come colf. grazie.
  • Il Consulente  - Malattia colf
    Salve sirocco50,
    la malattia viene retribuita dal datore di lavoro. In particolare i primi 3 giorni di lavoro vengono retribuiti al 50% della retribuzione globale di fatto giornaliera, mentre i restanti giorni, che variano in base al periodo di anzianità maturata, devono essere pagati al 100% della retribuzione globale di fatto giornaliera.
    Se legge l'articolo trova tutte le spiegazioni.
  • veneruso
    Buongiorno,
    volevo sapere se vanno versati regolarmente i contributi scadenti 10.01.2012 relativi al mio domestico che è in malattia dal 9/11/2011 fino al 10/01/2012?
    grazie
  • Consulente  - contributi malattia
    Salve Veneruso
    I contributi vanno versati su tutte le ore retribuite, incluse le ore di malattia che sono state retribuite.
  • Giovanbattista  - Conteggio giorni
    Salve, la retribuzione globale di fatto si ottiene dividendo la retribuzione mensile per 30 (esemplificazione) o per 26 (risposta del consulente del 2011-04-22)?
  • Consulente  - Retribuzione di fatto
    Salve Giovanbattista,
    i giorni sono 26. Grazie per la segnalazione
  • Oksana
    Salve. Vorrei chiedere a quanti giorni di malattia ha diritto una golf se lavora meno di 6 mesi appresso una famiglia e come vanno pagati. Grazie.
  • Consulente  - Giornate di malattia
    Salve Oksana,
    per meno di 6 mesi i giorni di malattia spettante in un anno sono 8 di cui i primi 3 pagati al 50%
  • carlo  - Info
    Salve, volevo sapere se la malattia comprende anche la domenica (e quindi vengono retribuiti i giorni di calendario) o se non essendo lavorativa non viene conteggiata. Cordiali saluti
  • Consulente  - Retibuzione malattia
    Salve Carlo
    Il giorno di riposo deve essere escluso dal calcolo
  • Enzo  - licenziamento
    Buongiorno.
    Vorrei sapere se un'assenza ingiustificata e senza preavviso di una colf (assunta a tempo pieno, da meno di sei mesi) dal proprio posto di lavoro, per uno o più giorni, può far scaturire la sanzione disciplinare del licenziamento, nel rispetto dei termini di preavviso di cui all'art. 35.
    Cordiali saluti.
  • Consulente  - Assenze non giustificate
    Salve Enzo,
    le assenze non giustificate devono essere "giustificate" dal lavoratore entro il V° giorno dalla giornata di assenza. In mancanza di giustificazione si può inviare la lettera di contestazione e successivo licenziamento ai sensi dell'Art. 21 del CCNL Lavoro domestico 2007
  • paola  - malattia
    Buongiono, ho una colf a ore che lavora solo un giorno la settimana (ve 4 h). Mi ha portato un certificato di malattia per 10 giorni dal 9/1 al 18/1: è corretto pagarle solo un giorno al 50% cioè solo il venerdì che avrebbe dovuto lavorare da me e non tutti e 10 i giorni? La ringrazio in anticipo della suo prezioso aiuto.
  • Consulente  - Retribuzione malattia
    Salve Paola,
    lei deve pagare le sue giornate che rientrano nei 10 giorni del certificato.
  • paola
    Grazie mille!
  • Giovanna Pisani
    Gradirei conoscere quanto devo alla mia colf - durante il periodo di malattia - che svolge 3 ore+1/2 di lavoro settimanale da più di due anni, con retribuzione oraria pari a euro 8,39.
    GRAZIE
    Giovanna Pisani
  • Il Consulente  - Conteggi a pagamento
    SAlve Sig. Giovanni,
    mi dispiace rispondere negativamente alla sua richiesta, ma nel rispetto della continuità della trasparenza del sito non si forniscono risposte a rischieste di conteggi che rientrano nei servizi a pagamento.
    In questo sito credo si mettono a vostra disposizione GRATUITAMENTE già molte informazioni non crede?
  • CARMELA  - MALATTIA
    SALVE... UNA BADANTE DURANTI IL 15 GIORNI DI PREAVVISO K è STATA LICENZIATA PUÒ PRESENTARE UN CERTIFICATO MEDICO?E VORREI SAPERE SI QUESTI GIORNI VENGONO PAGATI COME E STIPULATO.
  • Consulente  - Certificato medico durante il preavviso
    Salve Carmela,
    il certificato medico sospende il periodo di preavviso e la malattia deve essere pagata dal datore di lavoro come da contratto. Finita la malattia il preavviso continua da dove era arrivato.
  • carmela
    :( grazie mille molto gentile consulente,buona giornata di lavoro!!!!
  • Teresa Del Giudice
    Buongiorno. Un informazione. i giorni di malattia previsti nell'anno della mia colf sono 10 in quanto è stata assunta a marzo del 2011. per calcolare i giorni di malattia da retribuire, l'anno si calcola dal giorno dell'assunzione e quindi l'anno scade a marzo di ogni anno o è inteso come anno solare? Grazie mille.
  • Il Consulente  - Anno solare per la considerazione della malattia
    SAlve Teresa,
    nel calcolo della malattia, lìart. 26 del CCNL "lavoro domestico" fa riferimento all'anno solare.
  • Heroina  - Malatia
    ho 14 anni che lavoro come colf .faccio 36 ore settimanali a 900€ al mese. Il 30 gennaio ho subito un intervento alla schiena (ernia al disco) il mio dattore come mi deve pagare e i giorni di malatia come si contano da lun-sabato ho ce dentro anche la domenica Grazie
  • Consulente  - Infortunio
    Salve Heroina,
    la domenica non si conta. Ma hai un conratto regolare?
  • Anonimo
    sa grazie!!lve mi chiamo rosalia faccio la colf da 3anni sono in regola sono stata a casa x malattia io lavoro 25 ore settimanali lunedi martedi giovedi sabato giorni che nn lavoro devono essre calcolate lo stesso oppure solo i giorni lavorativi? poi il mio datore di lavoro dice che l'oro nn possono fare al menoche io vada a lavorare e mi vogliono licenziare come funziona io ho diritto di stare a csca x malattia senza che venga licenziata la prego di rispondermi è importante !grzie
  • malatttia e conservazione post
    Salve Anonimo,
    essendo assunta da più di 3 anni, le spetta la conservazione del posto almeno per 180 giorni ed il pagamento della malattia per 15 giorni di calendario in un anno di cui 3 giorni pagati al 50%.
  • mina
    salve cho un contratto mensile di 800 e. per 36 ore settimanali.martedi mattina non mi sono recata al lavoro perche non mi sentivo bene.nella sera vado al PS dovela diagnosi e' presunto Herpes Zoster(tutti i sintomi c'erano tranne le vesciche).il mercoledi e giovedi mattino avverto nuovamente che non andavo(volevo evitare di fare malattia ecco perche non ho avvisato il datore,speravo di sentirmi meglio).oggi pomeriggio vado dal medico per farmi fare la domanda di malattia,visto che non cenno a star meglio.le chiedevo ,posso far partire la malattia da martedi?(oggi e' giovedi e ho la ricevuta del PS con la data)sono con contratto da 3 mesi,ne ho diritto?grazie.spero di essere stata chiara
  • Consulente  - Malattia
    Salve Mina,
    essendo assunta da 3 mesi le spettano 8 giorni di malattia di cui 3 pagati al 50%. I certificati medici vanno consegnati al datore di lavoro entro 48 ore. Se il suo datore di laavoro le accetta i certificati da martedì scorso può far partire la malattia da martedì
  • Anonimo
    vorrei sapere se la malattia e' versata interamente dal datore di lavoro o in parte dal datore e parte dall'inps? va mandato il certificato anche all'inps? mi sembra di aver letto che la colf e' un caso a parte e quindi l'Inps non contribuisce per la malattia.grazie
  • Consulente  - Pagamento malattia
    Salve Anonimo,
    la malattia viene retribuita totalmente dal datore di lavoro. I primi 3 giorni al 50% ed i restanti spettanti al 100%
  • Mimma  - Calcolo retribuzione spettante per un giorno di ma
    Non è chiaro se occorre dividere il totale mensile per 26 o per 30.
    L'esempio riporta 30; in alcune risposte si precisa 26 (toglere le doomeniche).
    Qual'è il dato da utilizzare ? Grazie Anna
  • Consulente  - Conteggio giorni malattia
    Salve Mimma,
    come avevo specificato negli ultimi interventi i giorni sono 26.
  • Anonimo
    salve,sono assunta da 4 anni e attualmente in seguito ad un intervento sono in malattia da tre settimanee rientrero 1 marzo cosa mi spetterà in busta paga??sono assunta xome baby sitter...è giusto far andare in negativo un dipendente se è solo il datore di lavoro a farle senza preavviso??grazie
  • Consulente  - Retribuzione Malattia
    Salve Anonima,
    essendo assunta da più di 4 anni le spettano 15 giorni di retribuzione per la malattia di cui i primi 3 pagati al 50% della retribuzione globale. Il prospetto paga non può essere negativo. Non si può licenziare il lavoratore in malattia. Nel suo caso infatti per un'anzianotà superiore a 2 anni si ha il diritto alla conservazione del posto per almeno 180 giorni.
  • GIO  - assenza per malattia COLF
    Chiedo cortesemente se la COLF assente per malattia può riprendere servizio con anticipo rispetto alla scadenza prevista nel certicato medico.
    MOLTI RINGRAZIAMENTI FIN DA ORA
  • Consulente  - Assenza per malattia
    Salve Giò,
    visto che la malattia la paga il datore di lavoro, se il datore di lavoro è disposto a farla tornare prima al lavoro, la risposta è positiva.
  • GIO
    Molti ringraziamenti per la gentile risposta.
    Cordiali saluti.
    GIO
  • ARDUINI LUCIANO  - Come calcolare i giorni di malattia.
    Per una domestica che lavora due giorni a settimana per 4 ore e che ha presentato certificato medico per cinque giorni dei quali solo uno di servizio, ai fini del calcolo dei giorni di malattia da pagare se ne calcola solo uno oppure cinque?
    Inoltre la domestica è obbligata a presentare comunque i certificati medici anche se non comprendono giorni di servizio?
    Ringrazio anticipatamente.
    Luciano Arduini
  • Consulente  - retribuzione malattia
    Salve Luciano,
    praticamente deve pagare 2 giorni di malattia, il primo al 50% ed il II giorno (che coinciderebbe con il IV giorno di malattia) al 100% della retribuzione globale giornaliera di fatto.
  • Anna  - Retribuzione malattia
    Salve,
    ho una colf, assunta nel 2003, che lavora 10 h a settimana (2 giorni per 3 h, 1 giorno per 4 ore). Se prende 2 giorni di malattia, li retribuisco pagandole il 50% della retribuzione globale giornaliera di fatto, indipendantemente dal fatto che cadano nei giorni da 3 ore piuttosto che in quello da 4? Mercoledì lavora 3 ore, giovedì 4 ore: i 2 giorni di malattia vengono retribuiti con la stessa cifra, anche se avrebbe lavorato un numero di ore diverse?
    Grazie mille!
    Anna
  • antonietta  - malattia colf
    ho assunto una colf con contratto di 25 ore settimanali dal mese di novembre .dal 28 febbraio si è messa in malattia per cinque giorni come va retribuita la sua malattia ? devo pagarle tutti e cinque i giorni? e come ? quanti giorni le spettano di malattia essendo assunta da novembre ? la ringrazio anticipatamente se mi risponde dandomi delucidazioni in merito
  • Consulente  - Retribuzione malattia
    ... Oltre l'obbligo di mantenimento del posto di lavoro, il datore di lavoro è poi obbligato a remunerare la malattia garantendo un salario coincidente al 50% della retribuzione globale di fatto per i primi 3 giorni di calendario e pari al 100% della retribuzione globale di fatto per un numero di giorni pari a:
    - 8 giorni complessivi nell'anno per anzianità di servizio inferiore a 6 mesi;
  • Anonimo
    Domanda, la malattia la paga integralmente il datore di lavoro?
  • Consulente  - Pagamento Malattia
    Salve Anonumo,
    la malattia la paga solo il datore di lavoro.
    Se le è stata versata la Cassa colf, può ottenere parte del rimborso spese delle visite mediche. A tal proposito le consiglio di vedere il sito della cassa colf.
  • vincenzo  - come si conteggiano i giorni di malattia?
    Ho una colf ad ore per due giorni a settimana assunta da più di due anni.
    I 15 giorni di malattia, in presenza di un certificato di medico di 10 giorni, si conteggiano di calendario (dunque gli rimangono solo 5 giorni di malattia per quesst'anno) o sono relativi solo al periodo di lavoro? (dunque totale 3 perchè nei dieci giorni avrebbe dovuto lavorare presso di me 3 giorni?)
    Grazie
  • Consulente  - Giorni di malattia
    I giorni di malattia sono contegigati sui giorni lavorati.
  • anonimo
    SALVE ..HO ALLE DIPENDENZE UNA BADANTE DA PIU DI DUE ANNI ,CHE A BREVE DEVE SUBIRE L'INTERVENTO ALL'ANCA ,QUINDI SEGUIRà UNA LUNGA CONVALESCENZA VORREI CAPIRE SE IN QUEL PERIODO DOVRà TROVARSI UN ALLOGGIO...IN QUANTO IN CASA CI SARà LA BADANTE IN SOSTITUZIONE!!! GRAZIE
  • Consulente  - Badante convivente
    Salve Anonimo,
    la badante deve fare la convalescenza laddove ha il suo domicilio.
  • anonimo
    ringrazio x la risposta...ma se non c'è possibilità di avere una stanza in quanto c'è la badante sostituta...devo pensare io a trovarle alloggio???mille grazie..
  • giu
    SONO UNA COLF, RICOVERATA IN OSPEDALE DAL 06 AL 08 MARZO POI MALATTIA FINO AL 21 MARZO, POI PROLUNGAMENTO FINO AL 07 APRILE. PRIMI 15 GIORNI PAGATI DAL DATORE COME DA ACCORDI, RIMANENTE PAGA INPS O NESSUNA RERIBUZIONE??? GRAZIE
    DIPENDENTE DA 14 ANNI....
  • giu
    PER FAVORE POTRESTE ANCHE DIRMI SE I CONTRIBUTI VANNO PAGATI ANCHE SULLE ORE DI MALATTIA?? GRAZIE
  • Consulente  - Ore di malattia e contributi INPS
    I contributi INPS vanno pagati anche sulle ore di malattia
  • Consulente  - Malattia colf
    Salve giu,
    purtroppo le giornate rimanenti non vengono retribuite da nessuno.
  • gio
    salve..il contratto della badante che ho assunto dice che in caso di malattia ha diritto a mx 15gg di retribuzione ...ma per sentito dire lavorando in prov. di bg ha diritto a 30gg di retribuzione???!! può essere?? grazie mille.
  • Consulente  - Malattia diversa in base al livello di anzianità
    Salve gio,
    la malattia va retribuita in base all'anzianità maturata. Se questa è inferiore a 6 mesi la malattia da retribuire è pari ad 8 giorni di cui i primi 3 pagati al 50% della retribuzione globale giornaliera.
  • Elisabetta  - chiarimento malattia
    se la badante ha un mese di malattia (1 anno e 1/2 di anzianita) per incidente stradale come si calcola la malattia oltre il 15° giorno? Grazie
  • Consulente  - Malattia dopo il 15°
    Salve Elisabetta,
    dopo il 15° non ha nessun obbligo di pagamento. Ha solo l'obbligo di mantenerle il posto di lavoro.
  • irina  - chiarimento malattia
    salve.sono una colf con 12 ore settimanale(7 euro al ora),dal 19 marzo sto in malattia per una gonalgia al ginocchio.30 aprile devo fare un artroscopia.lavoro da 10 anni nello stesso posto.come devo essere retribuita?grazie.
  • Consulente  - Malattia colf
    Salve Irina,
    il suo datore di lavoro può pagarle per legge al massimo per 15 giorni. Poi non ha più l'obbligo di pagarla., ma solo di mantenerle il posto di lavoro.
  • alina stan
    salve,sono una rumena che lavoro insieme con mio companio come colf in una casa da 2 mesi,pero in italia lavoreamo da 3 ani in regola,purtropo lui a problemi di salute e sembra che deve esesere operato,pero volie andare in romania per fare operatione,vorei sapere che va in romania a dirito alla malattia e cosa deve portare,e per quanto tempo puo prendere,e quanto tempo a dirito di conservazione il posto di lavoro?grazie mille
  • Consulente  - Malattia ed operazione in Romania
    Salve Alina,
    la conservazione del posto di lavoro fino a 6 mesi di lavoro è di 10 giorni.
    Per il discorso dell'operazione in Romania non le saprei dire. Dipende dalla sanità del vostro paese.
  • paola  - malattia colf
    llora come regolarsi? Grazie
  • Consulente  - Domanda della sig.ra Paola
    Salve Paola,
    non so a cosa si riferisce e non so cosa risponderle. Sul sito ci sono tante domande, dovrebbe o cliccare su rispondi alla mia risposta oppure riportare il testo della richiesta antecedente.
  • LG  - Malore badante convivente
    Vorrei sapere come datore di lavoro come devo comportarmi con badante convivente che e' stata colta da un malore improvviso in casa e che dopo una settimana di ricovero all'ospedale non puo' garantire l'assistenza richiesta. Mille grazie
  • Consulente  - Badante convivente malata
    Salve LG,
    in caso di malattia alla badante vanno retribuiti i giorni di spettanza in base all'anzianità (massimo 15 giorni per un anzianità superiore a 2 anni) va garantito il posto di lavoro per 180 giorni dopodichè dovrà trascorrere il periodo di convalescenza a casa sua.
    Nei contratti di convivenza la badante in caso di malattia ha il diritto di restare presso la casa dove lavora.
  • Laura  - Badante convivente infortunio
    Buonasera,
    Ma la badante convivente in infortunio, lo deve passare a casa del datore anche se egli è deceduto? Nel qual caso nella casa ci dovesse andare a vivere un parente?
    Grazie mille
  • Consulente  - Badante in infortunio
    Salve Laura
    la badante può trascorrere il periodo di infortunio laddove ha stabilito il domicilio o la residenza.
    Questo vale anche nel momento in cui si trasferisce nell'appartamento un parente
  • LG
    Vorrei anche chiederLe e' necessario denuncia infortunio INAIL
    Visto e considerato che ancora nn la dimettono in quanto il malore ha determinato anche un trauma al naso con la conseguente operazione. RingraziandoLa
  • Consulente  - Denuncia Infortunio
    Salve LG,
    l'infortunio va denunciato tempestivamente all'INAIL.
    C'è un articolo sul sito. Può leggere lì il funzionamento dell'infortunio.
  • rosalia russo
    ho una colf assunta da ca.4 anni ha mandato certificati medici per 15 gg. dopo di che non ha nè ripreso lavoro nè mandato altri certificati posso ritenerla dimissionaria? non voglio essere io a licenziarla. cosa Le spetta di liquidazione? in caso di dimissioni le spetta la disoccupazione? Grazie
  • Consulente  - assenza non giustificata giustifica il licenziamen
    Salve sig.ra Russo,
    la mancanza non giustificata può essere motivo giustificato di licenziamento. Anche con il licenziamento deve pagarle ferie non godute, tredicesima maturata e TFR.
    In caso di dimissioni non le spetta la disoccupazione.
  • GIORDANI FRANCESCO
    BUONASERA,
    ho una colf in regola da ca. 4 anni, mi ha mandato certificati medici per ca.25 gg. dopodichè non ha mandato più certificati nè ha ripreso lavoro, posso considerarla dimissionaria? non voglio licenziarla io, come mvvi devo comportare? se è dimissionaria le spetta la disoccupazione?
    grazie.
  • Consulente  - Risposta sopra
    Salve sig. Giordani,
    può leggere la risposta del post precedente
  • paola
    Buongiorno, ho una colf per tre ore la sett. il mercoledì. Praticamente ad aprile non ha mai lavorato, mi ha solo ha mandato un certificato medico che va dal 18/4 al 20/4. E' corretto pagare solo le due festività e la malattia? per quanto riguarda la maturazione delle ferie questo mese matura il rateo intero anche se non ha lavorato? Dal 14/05/2012 andrà in maternità anticipata: cosa dovrò pagarle in questo periodo? A dic. maturerà la 13.ma intera? Le ferie continueranno a maturare come se avesse lavorato? E per il TFR come mi devo comportare? Grazie in anticipo per l'aiuto.
  • Anonimo  - lia
    Mia madre ha una colf residente presso di lei, 25 ore a settimana. E' stata in ospedale, poi in malattia, retrib uita per 15 gg regolarmente.
    Ora finisce la malattia il 6 maggio e vuole essere licenziata perche' non puo' piu' lavorare come prima e vorrebbe assegno di disoccupazione.
    Possiamo licenziarla? Dobbiamo pagarle il preavviso, oltre alla liquidazione e ferie non godute?
    Grazie mille.
  • Consulente  - Disoccupazione solo con licenziamento
    Salve Lia,
    la sua colf può ottenerela disoccupazione, se ne ha i requisiti, solo se viene licenziata.
  • Anna  - Retribuzione malattia
    Salve,
    nel 2003 ho assunto un colf a ore.
    1 giorno lavora 3 h, l'altro 4 h.
    Se prende un giorno di malattia, DEVO CONSIDERARE QUANTE ORE AVREBBE LAVORATO QUEL GIORNO, O LA PAGO COMUNQUE 1/26 della retribuzione mensile globale di fatto (al 50% per i primi 3 giorni, al 100% per i successivi 12)?
    Grazie mille!
    Anna
  • Consulente  - Retribuzione malattia in base alla retribuzione gl
    Salve Anna,
    il CCNL parla di retribuzione globale di fatto sia nel caso dei primi 3 giorni che nei giorni successivi.
  • Willy Fernandez de la Torre  - COLF
    Salve, lavoro da 3 anni e 8 mesi come Colf da lunedi a sabato con un stipendio di 900 euro al mese. Ho avuto un incidente stradale con una prognosi di 25gg. ho inviato il certificato medico al mio datore di levoro il 2° giorno de riposo medico. Che devo avere de stipendio per i 25 giorni de riposo medico? Grazie.
  • Consulente  - Pagamento della malattia
    Salve Willy,
    le spettano in pagamento 15 giorni di cui i primi 3 retribuiti al 50% della sua retribuzione.
  • gigetto  - certificato medico inviato dalla romania
    la mia badante va in ferie dal 10/6 al 10/7 e ritorna in Romania,può interrompere le ferie mandando un certificato medico del suo paese?
  • Consulente  - Malattia dalla Romania
    Salve Gigetto,
    ma lei prevede il futuro?
    Si lo può fare.
  • Franco  - Dubbi su malattia
    Innanzitutto vi ringrazio per il servizio che fornite, la disponibilità e la puntualità con cui rispondete ai quesiti dei lettori.
    Ne approfitto per chiedervi di chiarirmi alcuni dubbi nel merito dell'argomento trattato:
    ipotizzando una colf che lavora 25 h/sett, con anzianità di servizio pari a 7 mesi, che si ammala il 1° aprile:
    1) ha diritto alla conservazione del posto fino al 15 maggio (compreso), giusto?;
    2) il 16 maggio posso notificarle il licenziamento: devo comunque rispettare il periodo di preavviso? (15gg in questo caso, e dunque data di cessazione: 31 maggio);
    3) i contributi vanno pagati ESCLUSIVAMENTE per i primi 10 giorni di malattia obbligatoriamente retribuiti (cioè i 3 al 50% + 7 al 100% previsti dall'art. 26 CCNL) oppure anche per i restanti fino al raggiungimento dei 45 gg di conservazione del posto, più gli eventuali 15 di preavviso?
    4) se la lavoratrice è anche incinta non può comunque essere licenziata? Nemmeno dopo il superamento del periodo di comporto di c...
  • Franco  - Dubbi su malattia (continuazione)
    (continua)

    4) se la lavoratrice è anche incinta non può comunque essere licenziata? Nemmeno dopo il superamento del periodo di comporto di cui all'art. 26 CCNL?
    5) in caso di morte del datore (art. 38 co. 6 CCNL) bisogna comunque rispettare il periodo di comporto e il divieto di licenziamento della lavoratrice in gravidanza, o è sufficiente il rispetto del termine di preavviso?

    Chiedo scusa per la lunghezza del post e ringrazio ancora per la disponibilità.
  • Consulente  - Risposte a Franco
    Se la cof è incinta no si può licenziare. Nel caso in cui il datore di lavoro muore viene meno il rapporto di lavoro se l'intestatario del rappporto di lavoro era proprio il datore e non i figli.
    In tutti glialtri casi si è gia risposto da solo tranne nel caso dei contributi che vanno pagate solo sulle ore di malattia retribuite.
  • Paolo  - festività
    Salve
    le festività nazionali ed infrasettimanali interrompono il periodo di malattia pagata?
    Esempio: una colf assunta ad aprile, che lavora dal lunedì al sabato, si ammala il 1° giugno, ha diritto ad essere pagata fino al 9 giugno (cioè 8 giorni senza contare la domenica in mezzo) oppure il 2 giugno, che è festivo, interrompe il periodo e viene pagato a parte e la malattia slitta avanti di un giorno (e quindi pago 9 giorni)?
    Grazie.
  • Consulente  - Malattia e festività
    Salve Paolo
    le festività non interrompono l giorni di calendrio della malattia.
  • chiara  - malattia e maturazione delle ferie
    Buongiorno, vorrei gentilmente sapere se durante la malattia una colf matura giorni di ferie. grazie
  • chiara  - malattia e maturazione delle ferie
    Buongiorno, vorrei gentilmente sapere se durante la malattia una colf matura giorni di ferie. grazie
  • Consulente  - Ferie durante la malattia
    Salve Chiara,
    durante la malattia maturano le ferie, la tredicesima ed il TFR
  • ilona  - malattia interventul d anca
    Bongiorno,vorrei sapere chi paga questa malatie inerventul d anca che dura reabilitazione circa 3 mesi,perche se paga contribute la inps,badante cu che vive senza soldi coando lavora in regula.Grazie.Dove e bisognio de andare!

  • Consulente  - Spese per riabilitazione
    Salve ilona,
    non sò come si sia fatta male, ma se ha un regolare soggiorno in Italia, va alla ASL e fa la fila come tutti gli italiani che aspettano.
  • Roger  - Assunzione figlio come ass. familiare
    Mio padre 90enne con emiparesi può assumermi come ass. familiare? In caso affermativo vorrei sapere se:
    1) I contributi attuali si sommeranno a quello che ho già (20 anni come dipendente di uno studio medico)?
    2) avrò diritto agli assegni familiari dell'inps ?
    3) Quando verrà a mancare se sarà passato un periodo sufficientemente lungo potrò avere l'indennità di disoccupazione ? In che modo? Cioè come viene considerata questa situazione ai fini del licenziamento?
  • Federico  - malattia colf
    Buonasera, vorrei alcune delucidazioni sulla retribuzione della malattia di una colf:

    una volta trascorsi i giorni (8, 10 o 15) rimborsati dal datore di lavoro, se la malattia si protrae più a lungo da chi viene remunerata? e con quali modalià?

    grazie
  • Consulente  - Retribuizione malattia
    Trascorsi i giorni obbligatori di pagamento, la colf non ha più diritto ad esere pagata. Salvo eventuali REGALIE da parte sua.
  • Merly
    Salve, sono una collaboratrice domestica assunta 44 ore a settimane lavoro 7 anni nelle stesso posto , chiedo informazione delle ore di permesso che me corrisponde durante il anno si me corrisponde?.. si chiedo permesso de un giorno per fare le mie commissione io devo recuperarlo altro giorno e cosi? .. grazie
  • Consulente  - Orario di permesso nel contratto Lavoro Domestico
    Salve Merly,
    nel lavoro domestico non esistono ore di permesso, per cui o le considerano la giornata di permesso come assenza giustificata non retribuita, oppure può recuperarla in un altro giorno.
  • lilly  - badante con infarto
    La badanate di mia madre ultranovantenne ha avuto una decina di giorni fa un infarto. A fine settimana la dimetteranno al domicilio, ovvero da mia madre, che ha nel frattempo provedduto a trovarsi una badante di sostituzione. Non avendo mia madre più un posto materiale per ospitarla, devo sistemarla in albergo o presso qualche pensionato di suore, se trovo il posto. Tutte le spese della sua convalescenza sono a carico mio? O solo il vitto o l'alloggio. O nep'pure quello? Ho chiesto alla commercialista ed ai sindacati, ma non si sono pronunciati. Come mi devo comportare? Grazie
  • Consulente  - Badante in convalescenza.
    Salve Lilly,
    i miei colleghi non si sono pronunciati perchè avendola di fronte non volevano dirle che avendo la badante il domicilio presso la casa di sua madre è li che dovrà passare la convalescenza. Almeno fino al periodo di comporto per malattia.
  • andreea  - retribuzione malattia
    sono una colaboratrice domestica.lavoro da una signora 3 volte a settimana x 3 ore.sono stata un mese acasa inquanto un infortunio ad un altro lavoro.ho percepitto solo 5 giorni di malatti in quanto...nelle 12 giorni di calendario io avrei alvorato solo 5 volte.e giustio cosi???
  • Consulente  - Retribuzione malattia
    Salve Andreea,
    si il calcolo è corretto.
  • Anonimo
    lavoro come baby sitter x 12 ore a settimana,ho diritto agli assegni familiari x persone a carico?
  • Consulente  - Assegni familiari
    Salve Anonimo,
    potrebbe averne diritto e dipendendal reddito che percepisce.
    La domanda degli assegni però va presentata direttamente all'INPS. Il datore di lavoro non anticipa gli assegni familiari.
  • M. Rosaria
    Salve , il 9/5/2012 ho assunto una lavoratrice domestica per un totale di 6 ore settimanali. La signora è venuta il 10/5 e il 15/5. Il 16/5 è entrata in ospedale dove è tutt'ora ricoverata.Cosa devo fare? Quanti giorni devo pagare alla signora e quanti contributi versare? Ho posto il quesito all'inps già il 10 /06 ma non ho ricevuto risposta. Intanto la data di scadenza per i contributi si avvicina . grazie
  • Consulente  - Malattia colf
    Salve M.Rosaria,
    deve pagare ala colf 8 giorni lavorativi di malattia i cui primi 3 al 50% ed i restanti 5 al 100% (naturalmente se li usa tutti) dopo dichè non deve pagare nulla. Se nel frattempo non torna pagherà i contributi solo sulle ore retribuite, comprese le ore pagate per la malattia
  • MarcoG  - malattia badante - contributi, tredicesima, TFR
    Salve, ho una badante (25 ore a settimana, 5 ore a giorno feriale), assunta a settembre 2009, ora in lunga malattia:

    - i contributi INPS trimestrali vanno pagati solo per le ore lavorate più le ore di malattia retribuite?
    (15 giorni * 5 ore al giorno)
    - come può essere modificato il bollettino MAV prodotto automaticamente dal sito web INPS,
    che invece riporta il totale delle ore standard nel trimestre?
    - la Tredicesima ed il TFR, durante il periodo di malattia, maturano *solo* per il periodo coperto da retribuzione (15 gg annui nel mio caso) oppure per tutto il periodo di malattia?

    Grazie

    Marco
  • Consulente  - Modifica bollettino INPS delle colf
    Salve Marco
    mi scuso per il ritardo nel rispondere ma la risposta potrà esserle d'aiuto in futuro.
    Per modificare il bollettino dell'inps potrà ricopiare questo link https://serviziweb.inps.it/PagamentiBollettiniLD/home.do
    e poi inserendo il suo codice fiscale ed il rapporto di lavoro le apparira il precompilato dell'inps che potrà modificare a suo piacimento.
    Il TFR durante la malattia matura per il periodo retribuito.
  • Riccardo  - Appendice al post precedente
    Se le giornate in permesso non retribuito fanno anzianità (eppure nel post precedente la parola anzianità l'avevo scritta)

    Riccardo
  • Consulente  - Permessi giustificati non retribuiti
    Salve Riccardo,
    le giornate di permesso non retribuito non producono anzianità.
  • Salvatore
    Dipendente a tempo pieno (vitto e alloggio) operato di appendicite e successive complicazioni intestinali che non fanno prevedere se e quando potra' riprendere il lavovro. Stipendio + quota tredicesima + quota liquidazione pari a E. 1026,00/mese. Domando come comportarmi in caso fossi costretto a sostituirlo ed a che costo vado incontro. Grazie
  • Consulente  - Sostituzione dipedente in malattia
    Salve Salvatore,
    immagino che il dipendente in malattia sia pagato per l'80% dall'INPS. Il nuovo dipendente quindi verrà pagato come un dipendente normale a seconda della tipologia contrattuale.
  • patrizietta  - ferie datore di lavoro
    Innanzitutto grazie per il servizio che date a noi utenti imbrigliati in regole,conti,leggi.Ecco il mio quesito:
    la mia colf prende le ferie dal 1 al 31 agosto lavorando 2 volte a settimana per 3 ore al giorno.
    Io e mio marito andiamo in ferie tutto il mese di settembre, durante la nostra assenza va pagata comunque?

    Grazie per la vostra attenzione

    Cordiali saluti
  • Consulente  - Ferie concordate
    Salve Patrizietta,
    le ferie vanno concordate tra il lavoratore ed l datore di lavoro e generalmente devono essere utilizzate nel periodo compreso tra giugno e settembre.
    Ora se la sua colf decide di andare in vacanza ad agosto arreca a lei un danno. Viceversa a settembre.
    Si conseguenza ad agosto la colf dovrebbe pagre un'indennità di mancata presenza e lei a settembre dovrebbe pagare un'indennità sostitutiva. Poichè le due indennità di annullano, per questioni di correttezza farei in modo di mettermi d'accordo con la colf e scrivere 4 righe nella quale la colf rinuncia all'indennità sostitutiva per mancato lavoro a settembre poichè ha preferito utilizzare di sua iniziativa le ferie nel mese di agosto.
  • cristina
    Ho una colf ad ore (6 ore a settimana in 2 giorni. Non mi è chiaro se la retribuzione media spettante per un giorno di malattia retribuito al 50%, o al 100% superati i 3 giorni, faccia riferimento alla retribuzione media ad ore e debba dunque poi essere moltiplicata per le ore di lavoro prestate o alla retribuzione giornaliera. Grazie
  • Consulente  - La giornata di malattia retribuita al 100%
    La giornata di malattia viene retribuita con un importo pari al 100% della retribuzione giornaliera effettiva che avrebbe preso la colf lavorando.
  • CINZIA PINZI  - nesso fra malattia e ferie
    La mia colf (anzianità di servizio superiore a 2 anni) è malata dal 30/5/2012.

    1)se la malattia perdura fino a tutto il 31/8/2012, devo comunque remunerare le ferie già previste per il periodo 1/31 agosto 2012? ovvero le ferie subiscono una riduzione per effetto della malattia ?

    2) se rientra previa esibizione di certificato di rientro il 31/7/2012, le ferie già stabilite dal 1 al 31 Agosto devono essere remunerate regolarmente e per intero?

    grazie

  • Consulente  - Malattia e Ferie
    Salve Cinzia,
    c'è nesso tra ferie e malattia. Praticamente le ferie maturano solo nel periodo di pagamento delle giornate di malattia. Dopodichè il datore di lavoro è tenuto a lla conservazione del posto di lavoro per il periodo previsto dal CCNL, ma non a pagare i ratei ferie, tredicesima e TFR durante i giorni di malattia non retribuita.
  • yajaira
    mi scusi vorrei capire se ho diritti ai giorni di malattia per quando si amallano ei miei figli e poi vorrei sapere se ho finito il 8 giorni di malattia gia que ho 6 mesi di lavoro come posso fare?
  • Consulente  - 8 giorni di malattia retribuita per 6 mesi di anzi
    Salve yajaira,
    terminati gli 8 giorni non ha più diritto al pagamento della malattia per tutto l'anno.
    La malattia per i figli non è retribuita.
    Per chiedere dei giorni può mettersi d'accordo con il suo datore di lavoro per assentarsi per dei giorni senza che questi vengano retribuiti.
    In questo caso non si paga ne retribuzione se contributi.
  • cristina  - malattia colf
    salve nel caso di colf a 6 ore a settimana su un certificato di malattia di 30 giorni devo retribuire solo i gioni in cui la colf avrebbe prestato servizio. A questo punto devo considerare comunque terminati i 15 gioni di malattia a fronte di un certificato medico di 30 giorni o i 15 giorni da retribuire devono essere calcolati in relazione alle giornate lavorative e non ai giorni di malattia presi in modo continuativo, per cui la colf potrà continuare a presentare certificati medici fino a quando non termina i 15 gioni di malattia effettivi all'anno? grazie per la risposta
  • Consulente  - Giorni di malattia da retribuire
    Salve Cristina,
    i giorni da retribuire e da conteggiare sono quelli in cui la sua colf lavora.
    Il conteggio dei giorni in realtà serve solo per definire se il pagamento delle giornate debba avvenire al 50% (primi 3 giorni di assenza per malattia) o al 100% (giorni successivi) della retribuzione giornaliera globale.
  • sara  - malatia
    salve lavoro 8 ore al giorno da lunedi a sabado il mio stipendio e 800 euro mi sonno ammalata il 07-08 2o12 fino al 26-08 2012 lavoro quasi tre anni quanti devono essere il mio stipendio al mese y le mia vacanza cominciava il 14-08 2012 fino al 31-08 212 come posso fare con le mie vacanza non pressa grazie
  • Consulente  - La malattia sospende le ferie
    Salve Sara
    i giorni di malattia spettanti e pagati sono 15 e non riducono le ferie.
    Le ferie si spostano dopo la malattia oppure in un altro periodo.
  • Anonimo
    salve. sono rumena e lavoro come badante.ai primi di agosto ho avuto un intervento in Romania.quali documenti devo portare per assenze per malattia?grazie!
  • Consulente  - Documenti per malattia all'estero
    Salve Anonima,
    dipende dal tipo di spese sostenute. A volte è sufficete la fattura.
  • Luca  - Badante malata
    Salve,
    ieri la badante doveva venire 2 ore alla mattina e 2 alla sera; ma dopo essere andata via la mattina non si è presentata la sera, dopo mezzora di attesa ho chiamato e mi ha detto che stava male e non sarebbe venuta(neanche ha telefonato per avvisare). Oggi o chiamato diverse volte ma il cellulare è staccato. Quanto devo attendere per la presentazione del certificato medico?? Se non me lo porta entro i termini posso considerarle ferie?? Se volessi licenziarla come devo coportarmi??
  • Consulente  - Assenze per malattia
    Salve Luca,
    le assenze per malattia devono essere comprovate da certificato medico da consegnare al datore di lavoro entro 3 giorni dalla causa di impedimento.
    Quando le assenze non sono giustificate entro il 5° giorno, posso essere causa di malattia salvo la presenza di giusta causa.
    Se non la vuole licenziare può considerare l'assenza come suo piacimento.
  • Belozzi  - Malattia colf non ha più mandato certificati
    Salve, il 1 agosto 2012 la nostra colf convivente si è sentita male, noi l'abbiamo portata in ospedale, dove é stata operata per gravidanza extrauterina, dopo 5 giorni é stata dimessa facendo la convalescenza a casa sua. Noi abbiamo regolarmente pagato i primi 15 giorni di cui i primi 3 al 50% dopodichè ci ha telefonato e ha detto che sarebbe andata dal suo medico per farsi dare altri giorni e ci ha comunicato che il certificato era fino al 27 agosto quindi sarebbe dovuta tornare al lavoro il 28. Il 28 però non é tornata, ha detto che voleva tornare dal medico ma il medico non c'era. Ieri che era 6 sarebbe dovuta andare a fare il controllo in ospedale dove era stata operata e che oggi sarebbe tornata dal suo medico. Di fatto però non risponde al telefono da giorni, non ha più fornito un certificato medico dal giorno in cui sarebbe dovuta tornare (il 28 agosto), noi siamo sicuri che lei stia cercando e facendo le prove per trovare un altro posto ad ore e non fissa (perchè vorrebbe l...
  • Consulente  - Certificati medici - Operazione Extrauterina.
    Salve Sig. Belozzi,
    la situazione è un pò complicata. Da quel che ho capito la gravidanza dovrebbe essere terminato con l'operazione e quindi subentrata la malattia che a sua volta si dovrebbe regolarizzare con i certificati medici da consegnare al datore di lavoro entro il 3° giorno dal verificarsi dall'evento.
    Se il certificato non viene inviato vi è il presupposto per il licenziamento.
    Questo però può accedare se ho interpretato bene quanto da voi scritto.
  • annamaria matalucci
    La badante che ho permia madre ha un contratto regolare, con versamenti di contributi, vitto e alloggio da 2 anni e 7 mesi. Ha già usufruito delle ferie e adesso ha un problema e deve subire un intervento chirurgico: ha provveduto a cercare una sostituta e non so quando, oltre amantenerle il posto di lavoro per 180 gg e alla retribuzione dei primi 15 gg di malattia, dovrò corrisponderle lo stipendio. Devo mandare il certificato all'INPS (premetto che l'intervento lo farà in Polonia) Grazie. E' urgente.
  • Consulente  - Retribuzione malattia
    Salve Annamaria,
    Lei dovrà corrispondere solo i primi 15 giorni di cui i primi 3 al 50% della retribuzione. Non dovrà spedire nulla all'INPS.
    Oltre alla malattia non dovrà pagare altri stipendi per malattia.
  • laura
    la mia collaboratrice domestica ha subito un intervento in agosto mentre era nelle filippine. E' tornata a milano e non si è presentata al lavoro. l'ho cercata e solo oggi mi ha fatto portare un certificato medico, 10 giorni dopo il suoarrivo. Comprenso di dover calcolare la malattia da ora. Ha già fatto 1 settimana di malattia, pari a 3 giorni per me visto che viene 3 giorni alla settimana per 4 ore, a giugno. Ciò significa che devo riconoscerle da oggi altri 12 giorni di malattia, pari a 4 settimane nel mio caso? E in questo caso devo pagarglieli al 100% o vare anche in questo caso primi tre giorni al 50% e poi al 100%?
    Come devo considerare i primo 10 giorni in cui non si è presentata al lavoro e non mi ha inviato uncertificato?
  • Consulente  - Giornate di malattia
    ISalve Laura, avendo ricevuto il certificato in ritardo, volendole fare una "cattiveria" potrebbe considera la giornata non retribuita ma giustificata. In caso contrario tutti i suoi ragionamenti sono corretti.
  • laura
    grazie mille per la risposta. Ho solo un ultimo dubbio. Quando si dice che si deve assicurare il posto per 180 e la colf lavora presso di me solo per 12-13 giorni al mese significa che devo assicurare il posto per più di un anno o per 3 mesi' grazie
  • Consulente  - Giorni di comporto malattia
    Salve Laura,
    no i giorni restano sempre 180.
  • Anonimo
    Chiedo scusa, ma durante il periodo di "conservazione del posto" il datore di lavoro deve continuare a versare contributi all'INPS? Grazie!
  • Consulente  - Versamento dei contributi solo su ore retribuite
    Salve Anonimo,
    i contributi vanno pagati solo sulle ore retribuite. Se non retribuisce nessuna ora, non paga nessun contributo.
  • Anonimo
    Grazie per la precedente risposta. Ancora un quesito, se posso: poniamo il caso che la badante si ammali per tre giorni. Io corrispondo la retribuzione al 50%. Dopo un certo periodo, diciamo un mese, si ammala di nuovo per altri tre giorni, poi ancora, dopo qualche tempo, per altri tre giorni... Resta valido il tetto degli 8/10/15 giorni di malattia nell'anno solare oppure, se fruiti in questo modo, vanno considerati diversamente?
  • Consulente  - Tetto dei giorni 8-10-15 in un anno sempre valido
    Salve Anonimo,
    il tetto dei giorni in un anno resta sempre valido.
    Tuttavia se si ammala sempre per 3 giorni questi non vanno pagati sempre al 50%, ma solo i primi 3 effettivi al 50%, i successivi 3 corrisponderanno al IV - V - VI giorno di malattia ed andranno retribuiti al 100%
  • lela  - ferie estive
    Buonasera: sono Lela, da 2 anni e mezzo in regola con 18 ore settimanali.Ho firmato con la mia dattrice di lavoro un contratto che prevede il pagamento mensile oltre che con le ore lavorate,i ratei di tfr,tredicesima mensilita e ferie.Domandavo se e cosa corretta che negli anni 2010 e 2011 nella busta paga di settembre relativa alla mensilita di agosto, Non trovavo le voci del tfr,tredicesima e ferie.Stranamente senza comunicare nulla alla controparte,quest anno ho trovato le voci di tfr, ferie,e tredicesima mensilita.Posso chiedere un rimborso di arretrati relativi agli anni 2010 e 2011?Ne ho il diritto?Grazie per l attenzione e spero che qualcuno mi risponda.
  • Consulente  - Tredicesima ferie e TFR
    Salve lela,
    in genere la tredicesima sipaga a dicembre, le frie ad agosto ed il TFR a fine rapporto. Probabilmente da settembre hanno cambiato modo di pagarle tli voci. Per cui non riceverà più il TFR a fine rapporto per le annualità dal 2012 in poi, non riceverà la tredicesima per i mesi da settembre a dicembre e non riceverà più le ferie mensili ad agosto.
  • Serena  - malattia
    Buonasera, avrei bisogno di un chiarimento. Una badante si ammala ed ha un'anzianità di meno di 6mesi. Le pago i primi 3gg al 50%, gli altri al 100%. Posso conservarle il posto di lavoro per 10 giorni di calendario, ma ho deciso di aspettare qualche altro giorno dopo il decimo. Ora siamo a quasi un mese e ho deciso di licenziarla. Devo pagarLe i giorni di malattia dal decimo fino ad oggi? Se sì, in quale misura?
    Grazie infinite.
    Serena
  • Consulente  - Comportamento del datore di lavoro in cso di licen
    Salve Serena,
    trascorsi i 10 giorni, nel suo caso può licenziare la badante, ma deve dare alla badante almeno un preavviso d 8 giorni.
    Di conseguenza vanno retribuiti alla badante 8 giorni di malattia di cui 3 al 50% + 5 al 100% i restanti giorni non vanno retribuiti. Qualora decidesse di licenziarla deve comunque concederle un periodo di preavviso di 8 giorni che andranno retribuiti come una comune giornata di lavoro.
  • marina  - malattia
    Salve,
    la mia colf è assunta per 5 ore settimanali (il giovedì) e va lavora 5 ore(il mercoledì) da una mia amica. Ha presentato alla mia amica un certificato medico di 7 giorni, ma da me è venuta a lavorare. come mi devo comportare? La colf ha contratto regolare da entrambe.
  • Consulente  - Colf poco professionale sul lavoro
    Salve Marina,
    il fatto che la colf abbia presentato il certificato medico alla sua amica e non a lei, mi fa pensare ad una persona poco professionale. Tuttavia, non ricevendo nulla, lei la deve considerare presente.
    Al posto vostro tuttavia ci penserei un pò a tenere una persona che "gioca" con la malattia.
  • angela  - adriana - malattia
    ho assunto la badante il primo ottobre del 2011. I giorni di malattia sono 10 fino ad una anzianità di due anni. Siccome la sua anzianità di servizio parte dal primo ottobre di ogni anno, io dal primo ottobre 2013 devo aggiungere gli altri 5 giorno di malattia retribuiti relativi all'anzianità superiore ai due anni?
    Grazie.
  • Consulente  - Giorni di malattia pari a 15 per contratti con anz
    Salve Angela,
    a partire dal 1° gennaio 2013 dovrà retribuire 15 giorni di malattia.
  • Angela  - angela - malattia
    Mi scuso per questa ulteriore domanda,ma ho un altro dubbio.
    L'anno solare di cui si parla inizia il primo gennaio di ogni anno, oppure dal giorni in cui ha preso servizio, oppure dal primo giorno di malattia preso?
    Grazie ancora.
  • beatrice  - infurtunio
    salve lavoro la una familia piu de un anno come badante sentia vita i ologio anno scurso sono stata in malatiea per 48giorne per un intervento sono stata pagata per 10 giorne in agusto quoando viniva di lavoro ma investito una machina e sono ancora in malatiea voglio sapere datoro de lavoro ha dirito di lecintiare graze
  • Consulente  - Licenziamento per superamento del periodo di mante
    Salve Beatrice,
    lavorando da un solo anno in questa famiglia, il suo datore di lavoro poteva licenziarla dopo già dopo 18 giorni dall'inizio della malattia.
    Purtroppo le devo confermare che ora il suo datore di lavoro ha il diritto di licenziarla.
  • Consulente  - Giorni di malattia pari a 15 per contratti con anz
    Salve Angela,
    a partire dal 1° ottobre 2013 dovrà retribuire 15 giorni di malattia.
  • Angela  - malattia
    Salve, come ho detto nei messaggi precedenti la mia badante ha preso servizio l'1.10.2011. il suo primo giorno di malattia è stato il 12.03.2012 ed a tuttora ha usufruito dei 10 giorni di malattia retribuiti che le spettano. Ora mi chiedo, in base alle risposte avute alle mie precedenti domande, gli ulteriori 35 giorni di malattia non retribuiti finiscono il 31.12.2012 o allo scadere dei 365 giorni decorrenti dall'evento, così come dice l'INPS alla voce MALATTIA comma 5, e quindi l'11.03.2013?
    Inoltre, sempre l'INPS alla voce malattia comma 6, fa riferimento al comma 4 per i giorni complessivi nell'anno di anzianità di cui al predetto comma 4 che ha la sua spiegazione di anno solare nel comma 5.
    Ora come posso conciliare le vostre risposte - che fanno coincidere l'anno solare con quello civile e non con quello decorrente dall'evento - cioè:

    1.10.2011-31.12.2011 primo anno: 8 gg. di calendario retribuiti
    1.01.1012-31.12.2012 sec. anno: 10 gg. di calendario retribuiti
    1.01.2013...
  • Serena  - Malattia figli colf
    Buonasera, sapete dirmi per caso se per la malattia di un figlio alla colf spettano dei giorni retribuiti? e se sì, quanti?

    Grazie mille
  • Consulente  - Malattia richiesta causa malattia figlio
    Salve Serena,
    il CCNL non menziona tale caso, ma solo il caso della malattia del lavoratore.
  • anasara  - domanda
    buongiorno ,lavoro come badante ,presso una famiglia con 6 ore al gg.ho un contratto di 6 mesi,prima ho lavorato sempre la stessa famiglia ma come ho fatto dei corsi di OSA ho dovuto linceziarmi per 4 mesi tempo dell tiroccinio ma prima avevo lavorato 2 anni,come adesso ho avuto 34gg di certificato medico di malattia voglio sapere che diritti di pagamenti ho GRAZIE
  • Consulente  - Il contratto valido è quello di 6 mesi
    Salve Anasara,
    il contratto in corso di validità è quello di 6 mesi per il quale è previsto il pagamento della malattia per 8 giorni ed un periodo massimo di comporto 10 giorni.
  • marco
    Nel caso di malattia della badante, fermi restando i compensi dovuti dal lavoratore in funzione del periodo di assunzione, in quale luogo fisico ella dovrebbe trascorrere il periodo di malattia? Infatti, in caso di sua prolungata malattia, l'anziano bisognoso di assistenza, è costretto ad assumere una seconda badante ed il fatto mal si concilia con la presenza in casa di due assistenti, soprattutto per motivi di spazio. Ed in tal caso, a chi spetta l'onere de vitto?
    Grazie
  • Consulente  - Luogo di decorso della malattia della badante
    Salve Marco,
    essendo badante convivente, il decorso della malattia avviene presso il domicilio del datore di lavoro.
  • Angela
    Salve!! Vorrei chiedere informazione.. Io lavoro come golf . 27 maggio ho avuto un grave incidente e che sono sempre in malattia perche faccio sempre cure prescritti dal medici .già e passati 5 mesi . Vorrei sapere in questo caso come va pagato dal dattore del lavoro e poi dal assicurazione per incidente???grazie
  • Consulente  - Incidente e malattia
    Salve Angela,
    se ha perso la malattia, il datore di lavoro deve pagarle la malattia per i giorni previsti dall'anzianità. 8 - 15 -20 relativamente per anzianità inferiore a 6 mesi, inferiore ad un anno, superiore ad un anno.
    Per l'assicurazione deve parlare con l'assicuratore.
  • alessandra  - contributi sulla retribuzione malattia
    Sulla base di quanto da lei scritto in risposta alla domanda del sig. Veneruso (Salve Veneruso
    I contributi vanno versati su tutte le ore retribuite, incluse le ore di malattia che sono state retribuite)
    le chiedo: i contributi sulle ore di malattia retribuita al 50% vanno calcolati sulla cifra di questo 50% o per l'intera regolare retibuzione oraria?
    La ringrazio anticipatamente
  • Consulente  - Retribuzione malattia
    la retribuzione avviene sull'intera ora di malattia. E' la retribuzione che subisce il decurtamento dle 50%.
  • toma doina
    buona sera sono una badante assunta dal 16 luglio 2012 ed entro dicembre dovro operarmi x una ernia per favore che diritti ho e quanto potrò stare a casa quindi sono badante con contratto di 5 ore per 5 giorni pero convivente con la assistita
    grazie
  • Consulente  - Giorni di malattia spettanti
    Salve toma,
    i giorni di malattia che le spettano sono 8 di cui i primi 3 pagati al 50% della retribuzione globale giornaliera.
  • alina  - malatia
    buon giorno. io sono una colf. sto in malatia per un intervento chirurgico dall 25/09/11. il medico a fatto il certificato di 30 giorni. a me chi mi deve pagare? e quanto. lavoro 5 ore a settimana con 8 euro a ora. grazie mille.
  • Consulente  - Retribuiti solo i giorni di malattia spettanti
    Salve Alina,
    le verranno retribuiti dal suo datore di lavoro solo i giorni di malattia spettanti in base all'anzianità maturata.
    I restanti giorni non sarà pagata da nessuno.
  • Serena  - Trasferte
    Buonasera,
    ogni tanto ho bisogno di un chiarimento! Ho una colf che, per contratto, si impegna a seguire il datore di lavoro in temporanei spostamenti estivi. Nei giorni liberi la colf torna alla sua città, e pretende dal datore di lavoro il costo del biglietto del pullman che utilizza. Secondo Voi le spetta?
    Grazie mille
    Serena
  • Rita  - pagamento contributi durante malattia
    La mia collaboratrice familiare (lavora presso la mia famiglia da una quindicina di anni) si è recata nel suo paese di origine a dicembre del 2011 per restarvi due o tre mesi. Come in altre occasioni simili, mi ha chiesto di essere liquidata economicamente, e come in tutte le occasioni simili, ho sospeso per quel periodo il pagamento dei contributi. Questa volta però la sua assenza, purtroppo, si è prolungata notevolmente a causa di un serio intervento chirurgico che ha dovuto subire. Consultata telefonicamente mi ha fatto sapere che avrebbe ripreso il servizio il primo ottobre di quest'anno. Rientrata in Italia però mi ha presentato un certificato medico che, in conseguenza dell'intervento subito, le prescriveva un periodo di malattia. Riprenderà quindi servizio da me solo il 7 novembre. Vorrei sapere se, debbo riprendere a pagare i contributi dal primo ottobre o dal 7 novembre, quando effettivamente riprenderà servizio.
  • Consulente  - Pagamento malattia
    Salve Rita,
    deve riprendere il pagamento dei contributi e pagare i 15 giorni di malattia previsti dal contratto. Dopodichè deve mantenere il posto di lavoro per 6 mesi. In questo periodo continueranno a maturare ratei ferie tredicesima e TFR, ma non dovrà pagare contributi, se non quelli relativi alla malattia.
  • giuseppe  - malattia
    una domanda se ho un contratto determinato di 8 giorni e al terzo giorno vado in malattia x 5 giorni questi giorni mi vengono pagati? xk il datore di lavoro mi ha detto che nn me li paga xk ho un contratto inferiore a un mese durante l'anno grazie
  • Consulente  - Retribuzione malattia
    Salve Giuseppe,
    più che dalla durata del contratto dipende dalla tipologia dello stesso.
  • laura  - lunga assenza x malattia
    Ho un lavoratore domestico in servizio dal 2003 per 12 ore settimanali. Ieri ha avuto un infarto ed è stato ricoverato in ospedale. Come mi devo muovere?
    Devo fare una denuncia di malattia all'INPS ?Che documenti devo presentare ?
    La convalescenza si protrarrà certamente per più mesi , come devo comportarmi per gli stipendi futuri? Sono tutti a carico mio fino al suo eventuale rientro ?
  • Consulente  - Malattia del collaboratore domestico
    Salve Laura,
    vista la durata del rapporto di lavoro lei dovrà pagare al lavoratore 15 giorni di malattia di cui i primi 3 al 50%.
    Poi non dovrà più pagare nulla, se non pensare ad accumulare durante la malattia i ratei per la tredicesima, ferie e TFR.
  • sandra
    Buongiorno ho una colf che lavora da me da piu' d 1 anno , per 8 ore settimanali quattro il martedì
    e 4 il giovedì. Mentre il lunedì il mercoledì e il venerdì lavora presso un altro datore di lavoro.
    Mi ha portato un certificato medico per una malattia di 6 giorni con inizio il lunedì
    Domando con quale percentuale devo pagare i giorni nei quali dovrebbe prestare lavoro da me ? (martedì e giovedì) Devo considerare il giovedì come secondo giorno di lavoro nel mio contratto o come 4 giorno di malattia da certificato ?
    Grazie
    sandra
  • Consulente  - Giornate di malattia uguale a giornate di calendar
    salve Sandra,
    se la colf si è ammalata una settimana dal giorno lunedì, lei deve considerare ai fini del pagamento al 50% i giorni di calendario, quindi retribuirà il lunedì ed il mercoledì (1° e 3° giorno) al 50% il resto al 100% secondo l'anzianità maturata.
  • simona  - mancata consegna certificato medico
    Buongiorno,
    ho assunto circa 2 anni fa una persona filippina per 4 ore/settimana. Recentemente si é ammalata per la quarta volta in un anno. Le volte precedenti ho sempre retribuito (sbagliando) il 100% dello stipendio non richiedendo nemmeno il certificato(indicavo la malattia nel cedolino mensile). L'ultima volta ho chiesto il certificato medico che non mi é stato portato. Devo retribuire al 50% le 4 ore oppure le considero ferie?
    Grazie
  • Consulente  - Malattia non retribuita
    Salve Simona,
    veramente in questo caso andrebbe indicata assenza non retribuita.
  • simona  - contributi per assenza non retribuita
    Buongiorno, grazie mille per la risposta. Per quella giornata di assenza non retribuita, devo pagare i contributi?
    grazie ancora
    simona
  • Anonimo  - Malatie
    Buongiorno
    Ho 1 ano e 11 mesi che lavoro da una famiglia, il problema e questa :da l.12.2010-15.03.2011 avevo un contracto di lavoro domestico con 15 ore settimanali, paga di 6euro/ora dopo di che il datore di lavoro a chambiato il contracto a 15.03.2012-01.09.2012 come colf*facevo lavoro domestico e avevo una bambina di 3 mesi con 6 ore e mezza al giorno da lunedi a venerdi, con una paga fixa di 600 euro/mese.Adesso il 1.09.2012 hanno cambiato di nuovo il contracto con 15 ore settimanali e 7 euro la paga oraria 3 ore al giorno.Il 29.10.2012 sono entrata in malatia fino ale 3.11.2012.Vorei sapere per favore che diriti ho, il mio dattore come mi deve pagare?Perche il contracto e stato sempre cambiato in questo periodo di 1 anno e 11 mesi e io non capisco piu niente.Un altra cossa la tredicesima mi l-a deve ritirare dalla paga oraria o mi la deve pagare il datore di lavoro?Vorei sapere perche mi ha detto cossi: dal 7.50 quanto era la mia paga oraria mi rittira 50 centessimi al ora...
  • Consulente  - Nuovo contratto in vigore dal 1 settembre 2012
    Salve Anonimo, il contratto a cui deve far riferimento è quello in corso di validità dal 1 settembre 2012. Le spettano quindi 8giorni di malattia di cui i primi 3 retribuiti al 50% e i restanti 5 retribuiti al 100%.
    Per quanto riguarda la tredicesima credo di non aver capito quanto mi dice. Sicuramente lei avrà contrattato una retribuzione di € 7.50 lorda dalla quale dovrà detrarre la parte dei contributi orari a suo carico pari a 0,48 l'ora.
  • Anonimo  - contributii
    Buongiorno, grazie mille per la risposta.Il contratto e 9 euro dichiarato all'INPS cossi a detto il datore de lavoro:qhe la paga e 9 euro/ora(7 euro/ora e la mia paga,0.50 centessimi/ora e la tredicesima,e 1.50euro/ora le speze con ii contributii, quindi il totale e di 9 euro) in realita lui mi paga 9 euro /ora.e justo il calcolo?Vorrei sapere perche il datore di lavoro tiene tanto per p[agare lui ii contributti, cossa guadania?Perche una volta si a lamentato che mi li pagga e mi sono oferta per pagarli io e lui la tredicesima e non e stato d;acordo.
    Grazie
  • Consulente  - Paga oraria € 9,00
    Salve anonimo.
    Se la sua paga oraria netta senza tredicesima è 7 euro dovrebbe pagare come contributi 0,46 centesimi per ciascuna ora. Ciò significa che la sua paga lorda sarebbe pari ad € 7,46. Se poi la tredicesima le viene pagata ad ore dovrebbe aggiungere 0,58 centesimi e la sua paga oraria diverrebbe 8,04.
    E' giusto che paghi lui i contributi che in totale sono pari ad € 1.93 ma di questi solo 0.46 sono a suo carico mentre la restante parte li deve pagare il datore di lavoro.
  • simona  - contributi per assenza non retribuita
    Buongiorno, grazie mille per la risposta. Per quella giornata di assenza non retribuita, devo pagare i contributi?
    grazie ancora
    simona
  • Consulente  - Contributi su assenza non retribuita
    Salve Simona,
    assolutamente no.
    Può rifarsi il mav sul sito dell'INPS ed indicare le ore effettivamente lavorate.
  • bodeasandadaniela@yahoo.com  - AL REMUNERAZIONE DELLA MALATIAtipendio integrale
    bunn sera ,per favore mi risponde; lavoro di 2 anii,adeso am avut un intervento chirugicale e avevo 30 giornate di maladia. come vengono bagati ca stipendio? di 24 .10 finno 24.11.12.menzionare che in 15 11 12 au fatto stipendio integrale ;55oeuro=meta di stipendio.per 30 al 11,12 qoantto e in 15,12,20112 quanto.la malatia;chist ovarian dresta.grazie anticipo.
  • bodeasandadaniela@yahoo.com
    aspetto un risponso urgente,grazie.
  • bodeasandadaniela@yahoo.com
    condizionii ci sonno excelente .in tutta porioda nu am fatto niente ,loro aveva una sustituisce la postto mio.li ringrazzio loro per avere pasienza con Milionii di grazie.
  • bodeasandadaniela@yahoo.com  - LA REMUNERAZIONE DELLA MALATTIA PER LE COLF E BAD
    BUNNA SEARA.NU AM FATTO COMPLETTO PER CAPIRE TUTTO.ALORA: STIPENDIO=1150 E mensilie.OTOMBRE IN 15;550 E.24 OCTOMBRE INTERVENTTO;30 SECONDO STIPENDIO 600 E.15 NOVEMBRE;550 E.24 NOVEMBRE SE FINISCE CERTIFICATTO DE MALATIA.CHE SUMA MI BAGA IN 31 NOVEMBRE ANCHE IN 15 NOVEMBRE.LORO DICONO CHE DOPPO LEGHE IN 30 ;NIENTE.IN 15 DECEMBRE??? VOLLIO SAPERE ;E CORECT?CON RESPETTO ASPETTO RISPONSO.GREZIE.
  • Consulente  - Retribuzione malattia
    Salve Bodea
    non ho capato cosa abbia scritto.
    In ogni caso ai fini della malattia se lavora da più di due anni le spettano 15 giorni di malattia pagati in tutto a prescindere da quello che c'è scritto sul certificato. i primi 3 giorni al 50% mentre gli altri 12 al 100% della retribuzione giornaliera.
  • BODEA SANDA DANIELA  - Retribuzione malattia
    SALVE SIGNORE GRAZIE,PERO HO CAPITO PRIMA PARTE.MI INTERESA DELLA RETRIBUZIONE GIORNALIERA DIFERENZA DE 15 GIORNI COME VENGONO PAGATI??? GRAZIE.
  • Consulente  - Pagamento malattia
    Scusi sig. Badea,
    quanto prende al mese di retribuzione?
    Divide la cifra mensile per 26 giorni.
    Poi i primi 3 giorni li retribuisce prendendo il 50% dell'importo che otttiene dividendo la cifra per 26. Mentre per gli altri 12 ha diritto alla paga di 14 giorni completi.
    E' importante che lei capisca che in un anno le spettano solo 15 giorni di malattia, non di più.
  • Maria  - malattia bimbo
    La mia colf dice che portando il certificato del pediatra del suo bambino di 13 mesi devo pagarle due ore di un giorno in cui si è assentata x malattia bimbo. E' così?...da quello che so non mi risulterebbe...le devo pagare o no le due ore di assenza? Grazie!
  • Consulente  - Malattia del bimbo
    Salve Maria,
    il contratto lavoro domestico non prevede la copertura di questo tipo di malattia.
    Se la colf ha un marito che lavora in un settore diverso da quello domestico, potrà essere lui a chiedere i permessi.
    Al massimo quello che lei può concedere è un permesso NON RETRIBUITO.
  • petrescu  - badante
    salve vorei sapere se la mia mama che svolge servizio come badante da 4 anni e 8 mesi aparte ii 15 giorni di malattia pagati e poi eventualmente 15 giorni di preaviso per il periodo dei 180 giorni di conservazione del posto di lavoro ii suoi contributi vanno pagati per questo periodo di conservazione anche se lei non riprende lavoro e malattia se ha un certificato di malattia di 2 messi oltre ii 15 giorni non va pagata se ho capito bene.concludiamo ii contributi si pagano nell caso della conservazione dell posto di lavoro anche se lei non riprende a lavorare e certificati per 2 messi qoaunto e pagata alla fine solo 15 giorni???? e ultima domanda ha diritto ala pensione visto che ragiunge 60 anni ora a marzo e piu di 5 anni dii contributi visto che ha avuto un altro lavoro precedente come badante grazie mille
  • Consulente  - Malattia - periodo di comporto e contributi
    Salve Petrescu,
    la malattia retribuita in un anno è pari a 15 giorni anche se sua madre ha un certificato che indica 2 mesi di malattia.
    Dopo i 15 giorni di malattia le spetta solo la conservazione del posto e in questo periodo non si versano i contributi, poichè per le colf i contributi si pagano solo sulle ore retribuite (ferie, malattia, ore lavorate, ore di preavviso, ore di festività ecc. ecc.).
    Se i due mesi di malattia sono a cavallo tra il 2012 ed il 2013 a gennaio sua madre avrà diritto ad altri 15 giorni di malattia retribuita.
    Per la pensione deve chiedere all'INPS.
  • Antonia  - Baby Sitter
    Salve, lavoro dal 2009 come baby sitter assunta in regola, quest'anno a febbraio sono stata a casa in malattia per 7 giorni, i primi 3 giorni mi sono stati pagati al 50% mentre gli altri al 100%.
    Ora ho di nuovo l'influenza e la mia dottoressa mi ha dato due giorni di riposo, giovedi e venerdi, mi verranno comunque pagati al 50%?
  • Consulente  - Pagamento malattia al 100% nel corso dell'anno
    Salve Antonia,
    essendo nuova malattia la risposta è si.
  • gaby  - malatia
    buon giorno. io ho problemi di calcolo sono nelle condizione male de salute,io sono asunta de 14 de guigno de 2011 fino adesso no mi sono malata ,vorrei chiedere permeso per fare tramite en ospedale ma un volta sono uscita per fare tramite per ecografia y me hanno tolto 50 euro de mio stipendio ,adesso come faccio farmi curare si mio datore de laboro me sconta tutte le volte che vado ,per favore digam come faccio chiedere malatia cosa posso avere per farmi curare grazie.
  • Consulente  - Retribuzione malattia
    Salve Gaby,
    se lei è assunta regolarmente tutti i giorni, ha diritto ha 12 ore di permesso per visite mediche (giustificato da certificato medico) e a 15 giorni di malattia retribuita (sempre giustificata da certificato medico) di cui i primi 3 vengono retribuiti al 50%.
    Se lei ha consegnato il certificato deve controllare che la giornata le sia stata retribuita come malattia o permesso retribuito. Se non ha consegnato il certificato probabilmente le sarà stata considerata assenza non retribuita.
  • Anonimo
    Salve.Io lavoro come badantealloggio e vito da 4 anni,in questo anno sono stata ricoverata 3 volte in ospedale per interventi chirurgici:5g;6g;1 g e 7 giorni per riposo dopo intervento..il mio dattore di lavore prima non è chiesto/io non ho saputo prendere certificato del medico/ho solo lettera dimissione..questi giorni vogliono togliere da ferie.
    Domanda:è possibele pagamento 15 giorni seza cetifucato/solo lettera dimmisione e se anche io convivo con loro?
    - è possibile prendere certificato medico se è passoto molto tempo?
  • Consulente  - Malattia non retribuibile senza certificato medico
    Salve Anonimo,
    se la malattia le è stata pagata prima, ora non le possono togliere i giorni perchè prima non lo hanno fatto. E' sicura che i 15 giorni non siano legati al mancato preavviso?
  • Denis  - Retribuzione malattia, contributi INPS e tredicesi
    Salve,
    La mia COLF e' stata in malattia dal 04Giu12 al 30Nov12. Lavora con me da più di 7 anni, una volta alla settimana per 4 ore. Ho quindi pagato il 50% del suo stipendio per i tre primi giorni lavorativi, e poi il 100% per i 12 giorni lavorativi successivi. Non l'ho licenziata ed ha adesso ricominciato al lavorare.
    Non mi e' ben chiaro cosa devo fare per il pagamento dei contributi: devo pagarli solamente per le 15 settimane pagate, o per tutto il tempo della sua malattia (anche quando non veniva pagata)?
    Inoltre, come devo fare per la sua tredicesima? Devo pagarla integralmente (come se avesse lavorato tutto il tempo), o calcolarla in base alle settimane effettivamente pagate (o solamente per le settimane "lavorate")?
    Grazie in anticipo per il vostro aiuto
  • Consulente  - pagamento contributi su malattia
    Salve Denis,
    i contributi vanno pagati sulla malattia ed eventualmente sulle festività che sono capitate tra giugno e novembre.
    La tredicesima invece va pagata integralmente. Sulla tredicesima non si pagano i contributi.
  • Denis
    Grazie mille!
  • gabriela  - vorrei sapere si questo infortunio
    salve,el mercoledi 12 sono caduta cuando portaba del braccio a la signora che curo e per tenerla forte a lei ,io mi sono fatta molto male ,due ginochio cosi nero del colpo che fatto e voglio sapere si questo e infortunio perche ancora sono cosi, brutte e molto dolore no sono andata al medico e gia sono 5 giorni e voglio chiedere malatia e dirito mio o no va bene perche io sto laborando cosi faccio badante fissa e da sola mi sto tratando ma domani penso de chiamare dotore ,come faccio per chiedere una consulta devo chidere anche certificato a dotore per e permesso che prendo o questo e retribuito grazie
  • Cristina Indi  - Ricovero
    Buon giorno,la mia badante assunta in data 1/10/2012 si è messa in malattia a partire da venerdì 14/12/2012 fino al 6/1/2013. Proprio oggi mi ha comunicato che dovrà essere ricoverata (non so per quanto tempo...)Mi chiedevo se il ricovero può cambiare qualcosa al fine del conteggio della malattia. Grazie
  • Consulente  - Malattia e Ricovero
    Salve Cristina,
    il ricovero non cambia nulla ai fini della malattia.
    Se la colf è stata iscritta alla cassa colf raggiungendo l'importo minimo può ottenere una parte della copertura medica dalla cassa colf stessa o da qualhe altro ente.
  • Donatella
    la mia colf, assunta dal 1/3/2012 si è ammalata prima per una settimana e successivamente è stata operata assentandosi dal 20 Dicembre al 19 Gennaio. Stante la retribuzione al 50% nei primi tre giorni di ogni periodo i quindici giorni annuali complessivi sono da calcolare per ogni anno solare o per un anno dall'assunzione?
    Grazie
  • Consulente  - Malattia per anno solare
    Salve Donatella,
    la malattia va per anno solare.
  • Anka  - Salve
    Volevo chiedere gentilmente un'informazione,Mia mamma lavora come badante da 3 anni con un contratto determinato ,poi a partire dal 1/10/2012 ha un contratto a tempo indeterminato con le ore minime previste dalla legge...ora la mamma e' stata ricoverata per un intervento.Vorrei gentilmente sapere a quanti giorni ha diritto di malattia e come dovrebbe essere retribuita? Grazie in anticipo.
  • Consulente  - Malattia e contratto determinato
    Salve Anka,
    se sua madre ha avuto un nuovo contratto avrà diritto al pagamento di 8 giorni.
  • Mimi  - Malattia e tredicesima
    Egregio dottore la ringrazio anticipatamente del tempo che vorrà' dedicarmi,vorrei sapere se è giusto che nella tredicesima mi siano state trattenute 120.00 euro per 10 gg di malattia fatte nell'anno 2012 .sono stata assunta a novembre 2011 con un contratto di 36 ore settimanali...e in accordo con il datore,trattenute la quota dei contributi a carico del lavoratore in un'unica soluzione addebitata sulla tredicesima di 0,27 centesimi l'ora....ma per chi supera le 24 ore settimali non sono 0,24 centesimi?grazie ancora per il chiarimento.cordiali saluti
  • Consulente  - Spiegazione del problema
    Salve Mimi
    credo di non aver compreso il problema. Non capisco la correlazione tra malattia e contributi trattenuti.
    Può cercare di spiegarmi il tutto in modo diverso?
  • paolo azzani  - domanda per ospedalizzazione badante
    buon giorno, sono azzani da cesena , la badante di mia madre (assunta a settembre 2012), in regola al 100% in febbraio dovrà sottoporsi ad un intervento in ospedale a reggio emilia, non so di preciso il temèpo che sarà assente, ma credo che ci vorranno almeno dai 30 ai 40 gg,volevo domandare come sarà retribuita e se sarò io a doverlo fare, in quanto è gia successa una ospedalizzazione di una decina di giorni qui a cesena ma la busta paga era intera (900e rotti più contributi pagati da me) e in più ero scoperto nell assistenza di mia madre ed ho dovuto trovare e pagare una sostituta. grazie, attendo risposta paolo azzani.
  • Consulente  - Retribuzione della malattia
    Salve sig. Paolo,
    Lei dovrà retribuire 10 giorni di malattia come indicato nell'articolo.
    Può poi dire alla lavoratrice di sentire la cassa colf se ha qualche copertura medica. Sempre che lei versi i contributi a tale ente.
  • Silva  - Assenza ingiustificata
    Buongiorno Dottore, sono Silva di Ancona e inesperta di tali tematiche. Chiedo a lei gentilmente un chiarimento: la badante che ho assunto il 4 ottobre scorso (contratto settimanale di 25 ore) per la mia mamma malata di alzheimer, da lunedì 14 gennaio non sta venendo al lavoro dicendo che è stata ricoverata non si sa per quale motivo e su ciò è molto vaga. Non riesco a sapere neanche a quando un suo possibile rientro e non ho ancora ricevuto il certificato medico. Ovviamente sto provvedendo momentaneamente con una sostituta. Mi può suggerire come comportarmi attualmente a un suo possibile rientro (non si sa quando) anche perchè dovrò comunque a questo punto licenziarla per integrare una persona a tempo pieno? Mi è sorto il sospetto che sia incinta. Mi perdoni. Grazie per quanto vorra suggerirmi.
  • Anonimo
    :arrow:

  • Consulente  - Malattia con certificato medico
    Salve Silvia
    intanto per retribuire la malattia serve il certificato di ricovero o medico.
    Si faccia dare il certificato. In caso contrario potrebbe licenziarla per assenza ingiustificata.
  • Silva  - risposta per malattia senza certficato
    Grazie dottore per l'attenzione. Purtroppo ho telefonato sia a lei che al marito ma non riesco ad avere questo certificato da 5 giorni - Mi dicono che l'hanno spedito ma io non ho ricevuto nulla. Quale sarebbe in questo caso il mio comportamento giusto? Grazie davvero!
  • Consulente  - Fiducia nel prossimo o assenza ingiustificata
    Salve Silvia,
    per retribuire la malattia serve un certificato medico oppure può fidarsi delle persone anche se in genere dovrebbero aver fatto una copia del certificato. Inoltre con i nuovi certificati telematici sarebbe sufficente avere il numero di protocollo.
    Se lei vuole fidarsi e decidere di retribuire ugualmente la malattia, oppure considerarla assenza giustificata non retribuibile.
  • Giuseppe  - Malattia con più datori di lavoro
    Buongiorno, mia moglie fa l'assistente scolastico con contratto badante. Ha più datori di lavoro, e quindi più contratti, come si deve comportare in caso di malattia? Il medico deve trasmettere il certificato telematico all'Inps?
    Grazie mille!
  • Consulente  - Trasmissione certificato malattia all'INPS
    Salve Giuseppe,
    se il medico trasmette il certificato di malattia telematicamente all'INPS, sarà più semplice per sua moglie comunicare il numero del protocollo ai suoi datori di lavoro per prendere visione del certificato medico.
  • C&M  - Spese di trasporto
    Buongiorno, ho questo dilemma: la colf, per contratto, segue il datore di lavoro nei temporanei spostamenti estivi, e Le viene riconosciuto uno stipendio più alto a titolo di trasferta. La colf decide che ogni sera vuol tornare alla propria abitazione, e pretende che il datore Le rimborsi le spese di viaggio. Secondo Lei le è dovuto o no?
    Grazie
  • Consulente  - Indennità trasferta
    Salve C&M
    riconoscendo l'indennità di trasferta riconosce già quanto dovuto se si prevede l'alloggio.
  • Alessandra  - PIU' MALATTIE NELL'ANNO
    Buongiorno,
    nal caso in cui la colf si assenti per malattia più volte nell'anno, il tetto dei giorni di calendario a carico del datore di lavoro (8,10 o 15 con i primi 3 al 50% della retribuzione) valgono per ogni malattia o sono un massimo annuale?
    Grazie per l'attenzione.
  • Consulente  - Giornate di malattia all'anno
    Salve Alessandra,
    come specificato nell'articolo si parla di giorni di malattia in un anno.
  • gino  - disoccupazione
    quando la colf che è stata licenziata ha diritto a percepire l'indennita' di disoccupazione?
  • Consulente  - Disoccupazione in caso di licenziamento
    Salve Gino
    la colf ha diritto all'indennità di disoccupazione in caso di licenziamento se naturalmente raggiunge il requisito dei contributi versati.
  • Anonimo  - malattia al 50%
    Se la COLF si assenta per malattia una volta per 2 giorni e un'altra volta per altri 2 giorni, vanno pagati 3 giorni al 50% e uno al 100%? Nel CCNL è specificato che "fino al 3° giorno CONSECUTIVO (ha diritto al) 50% della retribuzione globale di fatto".
    L'obbligo di presentazione del certificato medico vale anche per un solo griono di malattia?
    Grazie
  • Consulente  - Retribuzione e calcolo malattia
    giorni 2 + 2 si pagano 3 al 50% e 1 al 100% anche se non consecutivi.
    L'obbligo di presentazione del certificato medico vale anche per 1 giorno
  • Lia
    Buonasera
    se la badante ha la residenza in casa mia, può trascorrere un eventuale periodo di malattia in un altro luogo, per esempio a casa della figlia che abita a 20 km da qui, o ho il diritto di pretendere che trascorra il periodo di malattia in casa mia, dove ha il domicilio?
    Grazie
  • Consulente  - Malattia della badante
    Salve Lia,
    la badante se presenta regolare certificato medico indicante il luogo dove intende trascorrere la malattia non può essere obbligata a trascorrere la malattia presso la sua abitazione.
  • Oksana Chyzhovych
    Salve. Lavoro in una famiglia fisso come badante con 48 ore settimanali da due anni. Ho avuto un intervento. Il medico di famiglia mi ha prescritto 10 giorni di malattia dopo intervento. Che cosa devo fare con certificato medico : mandalo a INPS o darlo direttamente al datore di lavoro? E poi come mi vanno pagate questi 10 giorni e da chi ( INPS o datore di lavoro)? Grazie per vostro aiuto.
  • Consulente  - Malattia in altra residenza
    Salve Oksana
    la malattia può essere trascorsa anche in un'abitazione diversa da quella da dove si risiede basta fare il certificato medico da dare al lavoratore (e che il suo medico invierà anche all'INPS) con l'indirizzo di dove passerà i giorni di malattia.
    La malattia viene retribuita dal datore di lavoro secondo le normative che trova scritte nell'articolo che vanno in base all'anzianità di lavoro.
  • gabriela
    Salve ho 19mese che laboro fisso facio la badante sono asunta per 40ore e 25dato mio capo de laboro e certificato de malatia fino 30 de gemaio solo 5 giorni,en casa no arrivo nesuno a sostituire me io dovuto laborare lo stesso. Cosi malata ma me arrivo là busta paga con 879 euro mio stipendio e 900 me dica per favore perche mi hanno tolto stipendio voglio sapere si devo chiederr anche per laboro che fatto perche mio datore me dici che no ho dirito a avere stipendio completo come dovrà fare io dovre essere operata presto per favoremi da consiglio grazie
  • gabriela
    Salve ho 19mese che laboro fisso facio la badante sono asunta per 40ore e 25dato mio capo de laboro e certificato de malatia fino 30 de gemaio solo 5 giorni,en casa no arrivo nesuno a sostituire me io dovuto laborare lo stesso. Cosi malata ma me arrivo là busta paga con 879 euro mio stipendio e 900 me dica per favore perche mi hanno tolto stipendio voglio sapere si devo chiederr anche per laboro che fatto perche mio datore me dici che no ho dirito a avere stipendio completo come dovrà fare io dovre essere operata presto per favoremi da consiglio grazie
  • Lorenza
    una colf in malatti dal 2/01/13 al 08/01/13 (anzianita' + 2 anni) quindi malattia 7 gg, lavora solo lun- mart-merc-ven, e' giusto che pago il merc e ven al 50% e il lun e mart al 100%? e nel caso di altra malattia nel 2013 conteggio solo piu' 8 giorni, ma parto dinuovo dal 50% per 3 giori e 5 al 100% ? sempre per quelli che avrebbe lavorato.. e' corretto?
  • Consulente  - Malattia : solo i primi 3 giorni vanno conteggiati
    Salve Lorenza,
    soltanto i primi 3 giorni di malattia nel corso dell'anno vanno retribuiti al 50%.
    Su 8 giorni quindi i primi 3 vanno pagati al 50% poi il resto al 100%.
  • roberto  - ancora sulla malattia della colf
    Siamo tre datori che condividono da piu' di due anni la stessa colf durante la settimana. Per essere chiari, la colf lavora lunedi e giovedi da me, martedi e venerdi da un altro, mercoledi dal terzo datore. La colf e' in malattia da venerdi 1 febbraio e domani ritorna al lavoro. Presumibilmente portera' un certificato medico per il periodo da venerdi' 1 a sabato 9 febbraio. Come dobbiamo trattare la malattia? Dalle cose che ho letto, io dovrei retribuire lunedi' 4 febbraio al 50% (terzo giorno di malattia al netto della domenica), poi giovedi' 7 (sesto giorno di malattia) al 100%. La colf ha accumulato 8 (o 9?) giorni di malattia e, nel caso ci fosse un'altra assenza per malattia, dovra' essere retribuita al 100% per un massimo di altri 7 (6?) giorni dai datori che avrebbero dovuto ricevere la prestazione nei giorni di assenza. E'corretto? La retribuzione della malattia e' pari a quella che avrmebbe percepito, oppure deve essemre calcolata con l'algoritmo della retribuzione effett...
  • Consulente  - Retribuzione Malattia
    Salve sig. Roberto
    ogni datore di lavoro deve pensare a retribuire la sua malattia secondo la retribuzione globale di fatto e secondo il livello di anzianità.
    Gli algoritmi non c'entrano nulla.
  • gabriela  - fatto 10 giorni de malatia
    salve io faccio la badante fisso mio stipendio e 900 euro mese laboro anche sabato e domenica sono asunta de 14 giugno de 2011 en mese de genaio avuto malatia per 5 giorni de 25 fino 30 ma me arrivo busta paga me venuto mio stipendio de 879 euro ,come mai me hanno tolto ,per altra parte voglio sapere si me tornarano soldi che si adebita adesso io dovre essere operata de calcolo al rene e mio medico de base me datto ancora malatia per avere pielonefritis,de 7 de febraio fino a 17 de stesso mese de 2013 voglio sapere si capitara lo stesso che cuando me arrive la mia busts paga de questo mese io dovre andare de ferie en mese de marzo voglio sapere cuanto me corrispnde questo mese cuanto mi devo asperate de soldi perche mio capo de casa me dici che soldi perduto e io voglio sapere si ee cosi per favore me dica cuanto avro e si arriva dopo cuANTO DA EL INPS ,Y CUANTO DA EL DATORE IO CURO DUE PERSONE CON STIPENDIO DE 900 grazie per favore me aiuti .
  • Consulente  - Gioni di malattia, solo 3 pagati al 100%
    Salve Gabriela in caso di malattia solo i primi 3 giorni vengono pagati al 100%.
    In un anno hai diritto a 15 giorni totali. Poi non ti paga più nessuno.
  • SERGIO  - Retribuzione malattia
    Ho una colf assunta a tempo indeterminato in data 20.11.2012:
    - livello A
    - 4h/g. x 3gg./sett. = 12h settimanali
    - paga oraria 2012 € 4,33 secondo il livello A
    - paga oraria 2013 € 4,41 secondo il livello A
    - paga oraria effettivamente corrisposta € 6,33 - 2012
    - paga oraria effettivamente corrisposta € 6,33 - 2013
    * 8 giorni complessivi nell'anno per anzianità di servizio inferiore a 6 mesi;
    * i primi 3 gg. al 50% della retribuzione globale giornaliera
    * i gg.successivi al 100% della retribuzione globale di fatto
    QUESITO:
    IL CALCOLO DELLA RETRIBUZIONE ORARIA PER MALATTIA DEVE ESSERE CALCOLATA SU:
    a. la retribuzione globale di fatto che è quella effettivamente corrisposta (€6,33/h nel mio caso penso che sia così);
    b. la retribuzione globale di fatto che è quella stabilita dal contratto di assunzione (€4,33/h nel mio caso-LIVELLO A).
    Grazie.



  • Consulente  - Pagamento della malattia
    Salve Sergio
    la risposta è la A.
    Deve tener conto della retribuzione di fatto che lei paga alla colf, non quella stabilita dal contratto.
  • cristina  - malattia badante
    Buonasera. Mia mamma ha una badante assunta a 54 ore settimanali (10 ore al giorno dal lun al ven e 4 ore ils abato).
    Oggi giovedi ha avuto un piccolo intervento e ci ha comunicato che le hanno dato 10 giorni di malattia.
    Se lo stipendio è di 936 € al mese, calcolo la paga giornaliera che è 936:26=36 € al giorno

    Quindi oggi giovedi, venerdi e sabato calcolo 36x3=108 e prendo il 50% ovvero 54€

    Per la prox settimana visto che sarebbero altri sei giorni da lun a sabato lascio lo stipendio così com'è? cioè a fine mese le daremo 936-108+54= 882€

    E' corretto? Grazie.
  • Consulente  - Retribuzione corretta per la malattia
    Salve Cristina
    la retribuzione è corretta perchè ha preso in considerazione 26 giorni lavorativi.
  • carla  - intervento
    salve sono assunta da gennaio 2012. devo fare un intervento che mi costerà 15 20 gg di riposo. come devo pecepire il pagamento della mutua ? faccio 40 ore settimanali e eventualmente posso usare le ferie visto che ne ho ancora arretrate. sincaramente mi dispiace fare spendere il mio datore di lavoro in quanto deve chiamare e pagare già una sostituta. come mai l'inps non aiuta? GRAZIE
  • carla  - intervento
    salve sono assunta da gennaio 2012. devo fare un intervento che mi costerà 15 20 gg di riposo. come devo pecepire il pagamento della mutua ? faccio 40 ore settimanali e eventualmente posso usare le ferie visto che ne ho ancora arretrate. sincaramente mi dispiace fare spendere il mio datore di lavoro in quanto deve chiamare e pagare già una sostituta. come mai l'inps non aiuta? GRAZIE
  • Consulente  - pagamento malattia da parte del datore di lavoro p
    Salve Assunta,
    è il datore di lavoro che paga la malattia per 15 giorni all'anno nel suo caso di cui i primi 3 al 50% della retribuzione.
    L'Inps non paga nulla.
  • Emilia  - Malattia
    Salve sono assunta come colf da circa 6 mesi, ho fatto una settimana di malattia (da luned' a domenica).
    Mi pare che il contratto preveda la retribuzione al 50% dei primi 3 giorni di malattia e il 100% di retribuzione nei successivi 3 (la domenica non penso sia da conteggiare in quanto giorno di riposo).
    Il mio dubbio è questo: dal quarto giorno i giorni di malattia retribuiti al 100% significa che sono intermente pagati oppure no? Mi sono ritrovata con una retribuzione mensile ridotta di quasi il 25% e mi è venuto il dubbio che la malattia non mi è stata pagata.
    Spero che la domanda sia comprensibile.
    Grazie.
  • Consulente  - Retribuzioni malattia 3 giorni al 50% ed il resto
    Salve Emilia
    la retribuzione della malattia del lavoratore domestico viene pagata dal datore di lavoro per i primi 3 giorni al 50% e per i restanti giorni (dipendono dall'anzianità del contratto) la retribuzione è pari al 100%.
    Quindi dal 4° giorno in poi le deve essere pagata la giornata secondo la retribuzione globale di fatto al 100%
  • Rosa Piccirillo
    Salve, la mia colf lavora presso la mia abitazione 3 giorni a settimana per complessive 18 ore settimanali a 6.50 euro e prende uno stipendio di 400 euro. Dalla scorsa settimana mi ha fatto sapere che si è ammalata gravemente per cui presume difficile se non impossibile il rientro al lavoro. Seguendo i suoi calcoli per la retribuzione di 15 giorni di malattia, devo corrisponderle 240/250 euro e nulla più per tutto il periodo di malattia, ritenendomi poi libera decorsi i 180 giorni? Grazie
  • Rita Mayer  - retribuzione malattia
    Buongiorno, la mia colf lavora 3 ore a settimana a euro 7,00 da aprile 2012.
    In caso di malattia come mi devo conportare? Nel caso affermativo in che maniera?
    Grazie
  • Consulente  - Informazioni sul comportamento da tenere in caso d
    Salve sig.ra Mayer
    la risposta alle sue domande la trova leggendo l'articolo.
    Sarebbe troppo lungo fare il copia ed incolla.
    Se poi non capisce qualcosa può fare una domanda per comprendere meglio l'argomento.
  • federica  - retribuzione malattia
    Buongiorno,
    ho una baby sitter assunta regolarmente dal 28 gennaio 2013 per 3 giorni la settimana (lun,giov e ven) per 3 ore al giorno, totale 9 ore la settimana. giovedì scorso è stata ricoverata e operata per una gravidanza extrauterina, dimessa la domenica le hanno consigliato 10 giorni di riposo. Le devo retribuire 3 giorni di calendario al 50% e i restanti al 100%? iprimi 3 giorni sono il giovedì, venerdì e il lunedì dopo?
  • Consulente  - Calcolo giorni al 50% e poi al 100%
    Salve Federica,
    Dovrà pagare il giovedì e venerdì al 50% e poi i restanti 6 giorni di assenza al 100%.
  • rosa
    non notificare
  • alessia
    Buongiorno,
    Negli esempi si parla semmpre di come calcolare la malattia, io invece vorrei calcolare come si decutrtano dal totale mensile spettante i giorni lavorativi di malattia che eccedono i 15 gg spettanti (quelli che non devo pagare per intenderci). Se utilizzo la retribuzione mensile diviso 26 infatti la paga giornaliera è troppo bassa in quanto nel mese di marzo ad esempio ci sono 21 giorni lavorativi. Come devo fare?
  • Consulente  - Le assenza di malattia oltre quelle pagate non si
    Salve Alessia le giornate eccedenti i 15 giorni non vengono retribuite dal datore di lavoro. Almeno non c'è obbligo.
  • Anonimo
    salve,se una badante e gia in preavisso,per 15 giorni,se per caso il datore di lavoro muore cosa succede? grazie!
  • Consulente  - Proseguimento del preavviso
    Salve Anonimo,
    prosegue il preavviso fino alla fine dei 15 giorni previsti.
  • Consulente  - Proseguimento del preavviso
    Salve Anonimo,
    prosegue il preavviso fino alla fine dei 15 giorni previsti.
  • Ugo  - convalescenza badante convivente
    Buongiorno,
    da quanto ho letto mi sembra di aver capito che la badante convivente (in servizio da più di tre anni) ha il diritto di trascorrere la convalescenza ove ha il domicilio, ossia, nel mio caso, presso mia suocera sino a 180 giorni.
    Ma se non può assistere mia suocera (90enne) può essere licenziata? e nel caso perderebbe l'alloggio? Una eventuale badante sostitutiva può poi essere licenziata terminata la convalescenza della prima? Grazie
  • kerly fajardo  - ricovero in ospedale
    Buon giorno,
    lavoro come collavoratrice domestica da piu di 10 anni,con conttrato regolare,3 ore al giorno da lunedi al venerdi il 1 aprile 2013 sono stata ricoverata in ospedale per polmoniti sono stata dimessa il 9 aprile,mi hanno dato ancora una settimana di riposo. Il mio datore di lavoro come si deve comportare,il medico di base mi ha dato n codice di protocollo da dare al datore di lavoro,cosa deve fare con il codice,quanti giorni di malattia deve pagare il datore di lavoro?
    se dovesi stare ancora a casa quei giorni sono pagati?
    Vi ringrazio.. kerly

    :roll:
  • Consulente  - Giorni di malattia retribuita 15 in totale
    Salve Kerly
    a lei le spettano 15 giorni di malattia retribuita in totale, compreso il ricovero.
  • crysty  - badante
    ceau,lavoro come badante e mi sono ammalato al posto de lavoro de ernie.sono operato de un mese e me sento ancora male, il dottore ha detto che devo riposare che devo fare meno sforzo.o preso gia 25 giorni de ferie...il datore del lavoro può licenziarmi?si non posso lavorare come prima?
  • Consulente  - Licenziamento per malattia
    SAlve Crysty
    puo essere licenziato solo se se va oltre il periodo previsto dalla normativa in base alla data di assunzione.
    Se legge l'articolo trova il periodo di riferimento che le serve.
  • Giancarlo Gioia  - retribuzione in caso di malattia
    Salve
    Ho la colf da più di due anni e non è mai stata assente per malattia.Adesso mi ha inviato un certificato medico di durata di un mese per accertamenti clinici.La dipendente lavora per otto ore settimanali divisi in due giorni la paga oraria è di 7,00euro l'ora quale importo è giusto pagare Grazie.
  • Consulente  - Calcolo della paga globale mensile
    Salve Giancarlo
    per facilitarle i conteggi deve pagare i primi 3 giorni al 50% dello stipendio ed i restanti 12 giorni al 100% dello stipendio giornaliero.
  • Lety  - Malattia e licenziamento
    Buongiorno, ho assunto da poco una badante per 10 ore settimanali,dopo appena 3 giorni di lavoro si è sentita male ed è andata al ps dove le hanno dato 7 giorni . Passati i 7 giorni mi ha richiamata e mi ha comunicato che ora è ricoverata e non si sa per quanto ne avrà , nel certificato risulta che è stata ricoverata il giorno dopo essere stata al pronto soccorso la prima volta,ma lei non me lo aveva comunicato. Ora vorrei sapere se posso lincenziarla nel periodo di malattia che non si sa fino a quando sarà ,o devo aspettare che ritorni?la ringrazio anticipatamente
  • Consulente  - Malattia colf
    Salve Lety
    la colf deve essere retribuita massimo per 8 giorni di calendario in un anno (nel suo caso).
    Trascorsi 10 giorni di anzieneità può licenziarla per superamento periodo di comporto.
  • Mira
    Salve!
    Vorrei chiedere,come vera pagata la malattia pari a 23 giorni per una colf(lavorando in una famiglia) in stato di gravidanza.La colf ha un contratto di lavoro a tempo indeterminato e lavoro 40 ore alla settimana, 8 ore al giorno dal lunedi al venerdi e lavora in questa famiglia da 1 anno e 8 mesi.
    Grazie
  • Consulente  - Retribuzione malattia
    Salve Mira
    le modalità di retribuzione della malattia durante la gravidanza è sempre la stessa, ovvero viene considerata come un normale periodo di malattia che va retribuita per un tot. di giornate massime che dipende dall'anzianità di servizio della domestica.
  • angela  - retribuzione malattia colf
    La nostra colf,in servizio da 5 anni per 6 ore al giorno,andrà in astensione obbligatoria per maternità il 19 giugno pv.Speso si assenta perchè non si sente bene o ha da fare delle visite.Non ha mai voluto presentare il certificato medico.Io sono costretta a sostituirla,così mi trovo a pagare 2 persone per la stessa giornata.Sono un pò confusa e non so come comportarmi,visto che le assenze sono sempre più frequenti... Può aiutarmi a capire meglio come comportarmi?Grazie
  • Consulente  - Retribuzione malattia
    Salve Angela,
    la malattia va retribuita dietro presentazione del certificato medico. In mancanza non è obbligata al pagamento.
  • Paola  - Malattia della colf. Quesito
    La mia collaboratrice domestica mi ha fatto sapere lunedì mattina di essere malata e in possesso di certificato medico per tutta a settimana, quindi per le 25 ore settimanali in cui presta servizio da me. Ho chiesto che mi inviasse il certificato medico ma mi ha risposto che il medico ha inviato il certificato all'INPS. A me ha dato invece un codice numerico che dovrebbe corrispondere al suo certificato. Che cosa devo fare io? Non ho iritto ad avere un certificato medico in quanto datore di lavoro? Devo forse richiedere io copia all'INPS? Sono titolata al licenziamento per giusta causa?
    Grazie
  • Consulente  - Nuova procedura per certificati medici
    Salce Paola,
    la sua collaboratrice domestica è in perfetta regola.
    I medici non rilasciano più certificati di malattia ai dipendenti, ma lo inviano telematicamente all'INPS. E' lei che deve collegarsi al sito dell'INPS e scarcarsi la copia del certificato con quel numero che le ha portato la collaboratrice.
    Il licenziamento per tale motivazione non è assolutamente previsto perchè sarebbe lei in torto
  • Paola
    La ringrazio molto della chiara e sollecita risposta.
  • Barbara  - infortunio
    Salve, ho una colf assunta per 10 ore la settimana che la sera fa le pulizie in un supermercato come dipendente di una cooperativa di servizi. Andando in bicicletta a lavorare al supermercato è stata investita da una moto e al pronto soccorso le hanno dato 6 giorni. Io sono stata avvertita telefonicamente ma non ho avuto il certificato. In sostanza: se il lavoratore ha più datori di lavoro, tutti loro devono fare denuncia all'Inail o solo uno? Sono un pò in ansia perchè non sapevo nemmeno che l'incidente era stato catalogato come infortunio in itinere. E il trattamento economico? Credo che, essendo infortunio, dovrò pagare tre giornate di lavoro, ma anche se non ho fatto denuncia? E se la cooperativa ha fatto denuncia all'Inail ma senza menzionare gli altri datori di lavoro cosa succede? Grazie per l'attenzione.
  • Consulente  - Infortunio in itinere
    Salve Barbara,
    aldilà del fatto che, secondo me è molto difficile che venga riconosciuto l'infortunio in itinere, le consiglio di pagare l'infortunio come malattia facendosi dare copia del certificato del pronto soccorso.
    L'infortunio infatti non riguarderebbe lei ma la soltanto la cooperativa.
  • NOUR  - collaboratrice domestica in malattia .
    salve sono collab.domestica contratto regolare di 40ore settimanale, a tempo indeterminato dal marzo 2008. sono in malattia dal 9/5 fino al 14. lho prolungata fino al 23/5 causa lombalgia degenerata in lombosciatalgia . un lavoro faticoso e molto pesante in una casa gigante e 4 persone in famiglia compreso animali domestici .faccio7 ore al giorno dal martedi al sabato e lunedi 5 ore .non intendo piu ritornare in qst lager ma nn vogliono licenziarmi per nn pagarmi l'indennita. ho mutue in corso che devo ancora finire quindi nn posso licenziarmi con la mia volonta .ho un medico molto fiscale che ho paura che nn mi prolunghi piu le malattia arrivando a un tot. come mi devo comportare per essere licenziata e avere la disocupazione ? nel caso in qui accada cio che vorrei chi mi paga la desocuppazione loro o l'inps? e come verro ritribuita ? il medico puo nn prolungare la mia malattia ? grazie mille in anticipo confesso che sono molto preocupata .
  • Consulente  - Malattia retribuita al massimo per 15 giorni
    Salve Nour la malattia le viene retribuita nel migliore dei casi in base all'anzianità per 15 giorni, dopodichè non prende più nulla.
    Se non viene licenziata non prende nulla, ma probabilmente loro hanno paura di qualche ripercussione. Naturalmente l'indennità di licenziamento, se le spetta la paga l'INPS.
  • nour  - qualcuno mi risponda per favore
    qualcuno mi risponda per favore
  • Mara  - sono una colf baby sitter
    Buona sera gentilmente volevo sapere sulla malattia allora io lavoro per una famiglia da un anno si deve aspettare di maturare il anno per avere diritto hai 10giorni o avendo.tipo. sette mesi si puo usufrire dieci giorni.di malattia??grazie
  • Consulente  - Malattia di 10 giorni superiore a 6 mesi di anzian
    Salve Mara,
    mi sembra che dopo i 6 mesi i giorni di malattia siano 10
  • Cosima  - Permessi
    Gentile consulente ho un dubbio da porle,lavoro dal lunedì al venerdì per 36 ore settimanali,le 12 ore di permessi annue se non usufruite possono essere entrò l'anno possono essere pagate? Oppure scontate nei 3 gg di malattia pagate al 50% ?spero di essere stata chiara ,grazie.
  • Consulente  - 12 ore di permessi solo per malattia certificata
    Salve Cosima le 12 ore di permesso per contratto full time di 40 ore (quindi ripartite per i part time) devono essere retribuite solo in caso di permessi per visite mediche dietro presentazione di certificati medici.
    In tutti gli altri casi non esistono permessi retribuiti!
  • Tiziana  - malattia pagata
    salve vorrei sapere se ho capito bene , se la mia colf viene da me 2 volte alla settimana e ha avuto 15 giorni di malattia io gliene devo pagare 4 ovvero quelli che da me non ha lavorato oppure tutti e 15 giorni ? ringrazio anticipatamente per la risposta. cordialità.
  • Consulente  - Nella malattia si contano i giorni di calendario
    Salve Tiziana
    lei deve pagare i giorni che la colf lavora da lei che rientrano nei 15 giorni di malattia.
    Esempio se lavora da lei il lunedì e venerdì, scalerà 4 giorni. Ciò significa però che alla colf residueranno ancora 11 giorni di malattia da usufruire.
  • Claudio  - Indennità malattia - si calcolano le ritenute INPS
    Sulla indennità per malattia percepita dalla Colf, vanno calcolate le trattenute INPS dipendente e il datore paga la sua parte di INPS? Se si: su quale base se il calcolo non viene fatto ad ore?
    Grazie
  • Consulente  - Ore di malattia retribuite soggette a contributi I
    SAlve Claudio
    tutte le ore retribuite, comprese quelle relative alla malattia sono assoggettate al contributo INPS.
  • paolo
    buongiorno vorrei sapere per gentilezza se mia mamma va in ospedale come devo comportarmi con la badante devo retribuirla o posso sospenderle lo stipendio grazie
  • Consulente  - Retribuzione badante in caso di ospedalizzazione b
    Salve Paolo
    se la badante non segue sua madre all'ospedale deve retribuire per legge un'indennità sistitutiva per mancato lavoro. Dovrebbe essere pari al 15% della retribuzione giornaliera
  • lilli  - Malattia e festività
    Buongiorno
    vorrei sapere se una badante ha diritto alla retribuzione della festività cadente all'interno del periodo di conservazione del posto per malattia. (es. malattia dal 18 marzo conservazione del posto 45 gg. fino al 01 maggio - devo pagare le festività del 1° e 25 aprile e 1° maggio?)
    Inoltre durante questo periodo continua a maturare le ferie, la tredicesima e il TFR?
    Grazie
  • Consulente  - Festività, Ratei ferie tredicesima e TFR
    Salve Lilli
    una colf in maternità ha diritto a tali spettanze.
    Non mi sembra che le stesse cose spettino nel periodo di comporto, ovvero successivamente ai termini del pagamento della malattia.
  • Arnaldo  - Modalità di calcolo delle ore da retribuire
    Spero di non riproporre questioni già poste.
    1) I contributi sulle ore dei primi giorni di malattia, si pagano al 100%, ovvero, è sbagliato retribuire solo il 50% delle ore al 100% della retribuzione anziché tutte le ore al 50%?
    2) Se nel corso di una malattia, in un giorno che sarebbe stato di normale lavoro, cade la festività del S.Patrono, come si calcola la retribuzione per quella giornata? Come malattia, come giornata retribuita al 100% (come se avesse lavorato), o la somma delle due cose?
    3)Io pago mensilmente la colf (assunta a t.indet. per 10 ore settimanali, con paga oraria di 7 euro, contando le ore effettivamente prestate nel mese, più gli altri eventi (ferie, malattie, ecc.)Ogni mese dunque, la paga può variare. In vari siti ho visto risposte controverse in merito alla seguente domanda: il 26-esimo della retribuzione mensile va calcolato sulla retribuzione teorica (come mi pare indicato all'inizio del forum), o su quella specifica del mese in oggetto?
    Grazie
  • Consulente  - Modalità calcolo retribuzione
    1. l malattia va retribuita pagando i primi 3 giorni al 50% della retribuzione globale di fatto e i restanti giorni (che variano a seconda dell'anzianità maturata) al 100%
    2. Se uno dei primi giorni di malattia cade nel giorno del S. Patrono quel giorno si pogherà al 100% della retribuzione globale di fatto.
    3. Il pagamento mensile standard o variabile dipende dal tipo di contratto. In genere le badanti hanno un contratto mensilizzato che si basa sui 26 giorni lavorativi con lo stesso orario. In questo caso la retribuzione cambia solo in presenza di festività che vanno oltre il 26° giorno.
    Negli altri casi la retribuzione è variabile perchè dipende dalle ore di lavoro, da quando capitano le festività e via dicendo.
  • Arnaldo  - Continuazione post precedente
    Dimenticavo: i 3 giorni al 50% sono da intendersi per ciascun evento morboso, o totali nell'anno, per cui esauriti i 3, ogni evento successivo, anche di un solo giorno, va retribuito al 100%
    Grazie
  • Consulente  - I giorni di malattia si calcolano sull'anno
    Salve Arnaldo
    i giorni retribuiti di malattia vanno considerati nel corso di un anno di lavoro. Tutti gli altri possono essere considerati come permessi o assenze giustificate non retribuite.
  • Anonimo
    Salve mi chiamo Carmelina sono assunta come colf da novembre 2011 per 36 ore settimanali,dal lunedì al venerdì,il mio datore di lavoro mi ha comunicato che da settembre ci sarà la riduzione delle ore da 36 a 20 ore settimanali e quindi il relativo stipendio da 800 a 440 €.ho sempre ricevuto stipendio e ricevute INPS puntualmente.posso chiedere le dimissioni per giusta causa per la riduzione dello stipendio? Oppure posso chiederla per il semplice fatto che il contratto ( ho solo il foglio che dichiara la denuncia all'INPS con i miei dati e quello del datore,ma il contratto vero e proprio non me lo hanno mai dato) e' intestato a una persona mentre lavoro praticamente da tutt'altra parte( praticamente di fronte,all'abitazione del figlio dedicando circa mezz'ora al gg all'anziano).devodire che questo era un'accordo preso sin dall'inizio che io lavorassi dal figlio,so che con la crisi che massacra le famiglie il lavoro bisogna tenerselo stretto,sono madre di famiglia e ho accettato quest...
  • Andrea  - Grave malattia
    La mia donna delle pulizie, assunta regolarmente e per la quale pago i contributi per 2 ore al giorno ha avuto un ictus. Non sembra molto grave ma sicuramente dovrà stare a riposo a lungo... ho visto che l'inps non paga la malattia per la colf (non è un problema pagherò io per i 15 giorni) ma la signora, che è sola e abbastanza indigente, ha diritto a qualche assegno o sussidio? possibile che non ci sia alcuna tutela dopo i primi 15 giorni? Grazie!
  • Paola  - Malattia badante
    Buongiorno, la nostra badante ci ha presentato un certificato di malattia per 4 giorni, e molto probabilmente prolungherà prendendo i 15 gg. Durante la malattia ha diritto di uscirsene di casa quando vuole - visto che è per un cosiddetto male ad un braccio - o è obbligata a restare a casa in determinati orari? grazie
  • Consulente  - Nessun obbligo di permanenza domestica
    Salve Paola
    la colf non ha nessun obbligo di stare a casa nel suo caso. Non è soggetta a nessun controllo
  • liliana  - informazioni
    La mia colf è stata assente per malattia per 3 settimane. Lavora 3 giorni a settimana (lunedì, mercoledì e venerdì) per un totale di 10 ore a settimana. E' assunta da 8 anni. Le spettano 15 giorni di calendario retribuiti. I 15 giorni di calendario sono le prime 2 settimane (e cioè 6 giorni lavorativi) o devo calcolare i giorni lavorativi di malattia e quindi ne ha fatti 9 e le restano ancora 6 giorni?
  • Consulente  - Calcoli malattia
    Salve Liliana
    il calcolo è corretto. In questo caso i giorni di calendario le servono esclusivamente per determinare le giornate che vanno retribuite al 50% e quelle che vanno retribuite al 100%.
  • berto  - retribuzione malattia badante
    Buongiorno, la badante di mia mamma convivente e assunta dal 1/7/2011in questo mese di luglio ha fatto 5 giorni di malattia. Per questi giorni come viene da me retribuita.?



  • Consulente  - Leggere prima di chiedere perchè anche noi dobbiam
    Oltre l'obbligo di mantenimento del posto di lavoro, il datore di lavoro è poi obbligato a remunerare la malattia garantendo un salario coincidente al 50% della retribuzione globale di fatto per i primi 3 giorni di calendario e pari al 100% della retribuzione globale di fatto per un numero di giorni pari a:
    - 8 giorni complessivi nell'anno per anzianità di servizio inferiore a 6 mesi;
  • eugenia  - malattia
    buon giorno,sono una colf con 5 datori di lavoro regolari,sono in malattia da 9gg,presto dovrrei fare un intervento.i 15 gg pagati sono x ogni datore di lavoro (visto che da qualcuno vado 1 volta a sett x 4 ore)o 15 gg in tutto?grazie
  • Consulente  - Giorni di malattia
    Salve Eugenia
    ognuno di loro le pagherà contemporaneamente i giorni di malattia spettanti secondo i giorni di malattia residui.
  • agnese  - conteggio malattia colf
    La mia colf assunta a marzo 2006 deve subire un intervento chirurgico a breve nel frattempo non può lavorare , quindi per venirle incontro ho verificato quanti giorni di ferie soi trascinava agli anni precedenti, visto che quest'anno le ha usufruite tutte, e l'ho messa in ferie fino al ricovero. La mia domanda è questa: il ricovero è consideato malattia ? sicuramente la ocnvalescenza sarà almeno di un mese, quindi dovrò pagarle solo 3+15 giorni , l'altra domanda è: di calendario continuativi o di giorni nei quali avrebbe dovuto prestare servizio esclui i sabati le domeniche ed i festivi nei quali non lavora? Se dovesse protrarsi molto (spero di no) posso licenziarla così da consentirle di avere la disoccupazione o è vietato? Mi scuso per gli errori ma il pc oggi è lento nello scrivere ele parole compaiono dopo tanto. Grazie per le risposte
  • Consulente  - Malattia
    Salve Agnese,
    tutti i suoi conteggi sono corretti tranne uno.
    Non può licenziarla almeno per 6 mesi.
    Inoltre se ha la residenza presso la sua abitazione dovrà passare li la sua convalescenza anche se non retribuita.
  • agnese
    Grazie pea risposta, ma di calcola mi pare di averne fatto uno solo (3+15) ma continuativi o di servizio? E se fosse lei a licenziarsi? e poi non ho avutop risposta per il su come considerare il ricovero malattia o permesso per visita o cos'altro? Non convive con me comunque. Grazie per le ulteriori delucidazioni che cortesemente mi volesse dare.
  • Consulente  - Licenziamento con Ispettore del Lavoro
    Salve Agnese la sua colf potrebbe dare le dimissioni solo presentandole ad un ispettore dell'INPS.
    Il ricovero viene considerata malattia.
    Il permesso è considerato retribuito solo per visite mediche.
    Non vivendo insieme a lei il discorso dei 6 mesi è ugualmente valido.
  • agnese
    Grazie ancora, ma i diciotto giorni sono continuativi o di servizio?E ancora dove si trova l'ispettore dell'INPS? cHI è COSTUI? e POI UN'ALTRA DOMANDA IL PAGAMENTO DELLA CASSA COLF è OBBLIGATORIO? PERCHè IO NON SAPEVO NEANCHE CHE ESISTESSE FINO A QUALCHE GIORNO FA E IL CONSULENTE (UN PATRONATO) NON ME NE HA MAI PARLATO, in cosa incorro snon avendo mai pagato?
  • Consulente  - Giorni di servizio e riferimenti inps
    Salve Agnese i giorni devono essere di servizio.
    Per l'ispettorato e ispettore chieda all'inps.
    La cassa colf è obbligatoria dal 2010 anche se tutti non lo sanno.
  • agnese
    Quindi cosa succede non avendo mai pagato la cassa COLF? Il certificato di malattia in ospedale non è stato consegnato al lavoratore né le è stato comunicato alcun estremo per la consultazione on line del certificato né è stata data alcuna ricevuta, mi arriverà per posta come i bollettini MAV per il pagamento dei contributi? Non so che fare, grazie ancora
  • Consulente  - Per la cassa colf non si sa nulla
    Salve Agnese,
    per la cassa colf ancora non si sa nulla.
    Come lei ci sono molte persone che non sanno cosa sia e che non la pagano.
    Forse riceverà un bollettino con la richiesta dei contributi non versati a partire dal 2010, ma questo non lo sanno nemmeno alla cassa.
    Se vuole può regolarizzare il suo rapporto di lavoro da questo trimestre.
    Si vada però a leggere quale sia la cassa più conveniente, se la cassa colf o l'edilcoba.
  • Davide  - Forma del certificato medico
    Buongiorno !
    la mia colf mi ha presentato un "certificato medico" che consiste in un foglietto manoscritto, che recita "si certifica che la mia assistita xxxx, via xxxxx, e' in malattia. Prognosi 4gg". In calce: timbro e "firma" (scarabocchio) del medico.
    La colf riferisce che il suo medico dice che per le colf non è necessario il "solito" modulo (quello bianco e rosso) in quanto l'inps e' estranea alla malattia delle colf.
    Mi chiedo: ha ragione ?
    grazie mille e buona giornata !
    Davide
  • Consulente  - Certificato cof
    Salve Davide
    il certificato "rosso" non esiste più per nessuno.
    O viene lasciato un certificato telematico da richiedere poi all'INPS o un normale certificato bianco su carta intestata del medico della ASL
  • Anonimo
    SONO UNA GOLF DA 12 ANNI E VOLEVO AVERE INFORMAZIONI SU QUANTI PERMESSI,TFR,FERIE MI SPETTANO ALL'ANNO
  • Consulente  - Ferie TFR e permessi
    Salve Anonimo
    Per le ferie matura 26 gioni l'anno.
    Per il TFR e tredicesima deve farsi fare il conteggio sulle varie retribuzioni.
    Per i permessi, sono ammessi solo quelli per visite mediche e non le spettano.
  • Anonimo
    sono 10 anni che lavor come golf ed è la prima volta che predo 6 giorni di malattia,volevo sapere come devo essere pagata dal datore di lavoro
  • Consulente  - Retribuzione malattia
    Salve Anonimo
    i primi 3 giorni si pagano al 50% poi il resto dei 15 giorni spettanti in un anno al 100%.
  • agnese  - cassa colf o ebilcoba
    Salve , ho di nuovo bisogno di conferme (o smentite) in merito al trattamento di malattia della mia colf: qmi avete consigliato di verificare quale sia l'ente più convenniente tra cassa colf ed ebilcoba; mi pare che entrambi indennizzino la caolf solo per venti giorni di malattia; mentre la prima forse è più conveniente per la colf la seconda è più conveninete per il datore di lavoro. Comunque io non avendo mai versato a questi enti, non posso recuperare nemmno iscrivevendomi adesso perchè leggo che non sono indennizzati gli eventi verificatisi nel trimestre in cui si è iniziato a versare. Ho fatto un po di clacoli e viene fuori che alla mia colf con cassa colf sarebbero spettate 360 euro di indennizzo tra ricovero e ocnvalescenza, se fa storie glili do di tasca e comincio a pagare per il futuro. Posso fare così e sietete d'accordo con la mia interpretazione del funzionamento degli enti succitati? Grazie. La mia ocnsulente dice che non sono dovuti i contributi inps per la malattia ...
  • Consulente  - Contributi INPS durante la malattia si
    Salve Agnese,
    per quanto riguarda la cassa, può mettersi solo in regola da oggi in poi.
    I contributi sulla malattia retribuita sono dovuti.
    Tutte le ore retribuite sono soggette a contributi INPS.
  • anca costuleanu
    buongiorno sono una badante lavoro da 4 anni in regola 54 ore setimanale , ma da 6 mese nn mi ha pagato i contributi che se succede'?adesso stto in malatia x 6 gg come funcziona mi paga datore di lavro al fine del mese stipendio intero ?grazie ?se mi licenzio x motivi di salute posso prendere la desocupazione
  • Consulente  - Mancato pagamento contributi a carico datore di la
    Salve Anca,
    l'INPS invierà l'avviso bonario al suo datore di lavoro per mancato pagamento dei contributi.
    Non si può dimettere. Se si dimette non prende la disoccupazione.
  • anca  - grazie mille x le risposte
    sono una badante in regola da 4 anni , sto in malattia da 6 giorni voglevo sapere chi mi paga i stipendio?se paga stipendio intero?'? x che da 6 mese ho saputo che non mi ha pagato i contributi che posso fare ?? grazie mille
  • Consulente  - Pagamento malattia a carico del datore di lavoro i
    Oltre l'obbligo di mantenimento del posto di lavoro, il datore di lavoro è poi obbligato a remunerare la malattia garantendo un salario coincidente al 50% della retribuzione globale di fatto per i primi 3 giorni di calendario e pari al 100% della retribuzione globale di fatto per un numero di giorni pari a:
    - 8 giorni complessivi nell'anno per anzianità di servizio inferiore a 6 mesi;
    - 10 giorni complessivi di calendario nell'anno per anzianità di servizio compresa tra 6 mesi e 2 anni;
    - 15 giorni complessivi di calendario nell'anno per contratti di lavoro con anzianità di servizio superiore a 2 anni.
  • anca  - grazie x le risposte siati fantasticiii
    una domanda se io lavoro come badante da 4 anni con 54 settimanale , mi poso licenziare x motivo che da 6 mese non mi ha pagato i contributi , ho chesto le ricevute e mi risponde sempre che non ha tempo da paga o che non cela i soldi che devo fare ?grazie ho paura che se muore il nono e il figlio non mi hapagato i contributi non prendero ne anche la desocupazione grazie infinite
  • Consulente  - Dimossioni con motivazione oggettiva
    Salve Anca potrebbe presentare le dimissioni con motivo oggettivo specificando il motivo del mancato pagamento.
    In questo modo dovrebbe prendere la disoccupazione.
  • Lucia  - Malattia
    Buon giorno vorrei sapere quanto devo prendere al giorno si lavoro per 800 euro mensili.... Ho la malattia fino al 5 novembre però la signora me ha detto che come sono una badante no me debe pagare niente per che a lei no le rimborsano niente poi me ha detto che solo ho 10 giorni di malattia però io con lei lavoro de due anni .... No capisco niente
  • Consulente  - Retribuzione malattia superiore a 2 anni anzianeit
    Salve Lucia
    la sua datrice di lavoro le deve pagare 15 giorni di malattia in un anno.
    il pagamento è pari al 50% della retribuzione gionaliera media (800/26 giorni) mentre gli altri 12 giorni devono essere retribuiti al 100% della retribuzione giornaliera media
  • Lucia
    Grazie per la risposta... Ma il mio dubbio eh che lei ieri me ha detto che io ho diritto sol tanto a 10 giorni come io ho la malattia fino al 5 ancora no sto bene pero comunque io vado a lavorar queste giorni lei devi pagarmeli a parte del mio stipendio ho cosa devo fare ... Dove debo andare per sapere di piu...
  • anca  - grazie, grazie
    lavoro da 4 anni come badante a lostesa famiglia io loso che licquidazione se paga al fine di raporto di lavoro un stipendio al anno, ma se ho bisognio urgente di una parte di licquidazione mi po dare il datore di lavoro? quanto percento mi po dare , gazie mille , 6jGS7
  • Consulente  - Anticipazione TFR fino al 70% l'anno
    Salve ANca, il suo datore di lavoro può anticipare fino al 70% della liquidazione accantonata ogni anno
  • Adele  - Malattia
    Buona sera, volevo avere conferma di aver capito bene la gestione della malattia, così come spiegato da lei nei post precedenti.
    La mia badante sarà in malattia per 35 giorni di calendario (ha un anzianità di1anno) nei quali io le garantirò il posto di lavoro, e dovendo lei lavorare da lunedì a venerdì le pagherò i primi 3 giorni al 50% e i restanti 7 al 100% (giorni non di calendario ma da lunedì a venerdì). Solo su questi giorni io andrò a trattenerle i contributi e di conseguenza a versarli, ma come posso modificare l’importo dei bollettini che mi arrivano?
    Solo sui 10 giorni poi le farò maturare tfr, ferie e 13ma, inoltre generalmente le pago vitto e alloggio (solo per la cena), questo continuerà ad avvenire per i soli 10 giorni retribuiti.
    Tutto corretto?
    La ringrazio anticipatamente.
  • Consulente  - Rifacimento MAV su sito INPS
    Rfaccia il bollettino sul sito dell'INPS o si rechi presso le tabaccherie reti amiche
  • Mauro
    salve, la mia colf convivente (rapporto di lavoro inferiore a tre mesi) prende 750 euro al mese per 25 ore settimanali. si è ammalata (non le ho chiesto il certificato medico) e dopo tre giorni chiusa in camera sua ha lavorato per due ore il quarto giorno, ha lavorato l'intero quinto giorno e si è di nuovo messa in malattia per altri tre giorni. Come mi devo comportare:
    1) con le detrazioni
    2) con un'eventuale cessazione del rapporto di lavoro
    3) con il calcolo di tfr e tredicesima?
    Grazie
  • Consulente  - No alla cessazione del rapporto di lavoro
    Salve Mauro
    per cessare il rapporto di lavoro deve aspettare la fine del periodo di comporto. Questo significa che non deve lavorare durante il periodo di malattia.
    le ore non lavorate vanno conteggiate per i primi 3 giorni al 50% e gli altri al 100%. Quindi tramuta i giorni in ore e da li poi paga le ore non lavorate secondo le ore di malattia maturate in giorni.
    Con il calcolo di tfr e tredicesima non cambia nulla.
  • anonimo  - cosa devo fare
    sono una badante dal 2011 con l'stessa famiglia e non ho recivuto ne tredicessima ne anche le vacanze gia da due anni ,con un contrato di lavoro di 25 ore settimale adesso sono in malattia prima volta, per un intervento al ginocchio.saro ferma per 30 gioni ho pericolo con il mio posto di lavor?.
  • Consulente  - Periodo di comporto malattia 45 giorni
    Salve Anonimo
    non può essere assente per malattia per più di 45 giorni per non rischiare il licenziamento.
  • Riccardo  - Malattia e Festività
    buongiorno,
    volevo sapere se alla colf in malattia da più di un mese e quindi senza diritto al pagamento della retribuzione oltre i 15 giorni (anzianità di servizio superiore ai 2 anni)devono comunque essere liquidate le festività di novembre e dicembre.
    grazie
    cordiali saluti
  • Consulente  - Festività retribuite in malattia
    Salve Riccardo
    le festività vanno retribuite durante la malattia
  • cecilu  - informacione
    salve io lavoro da 10 anni con la stessa famiglia dall messe de septembre ho iniciato a percivire 900 euro al messe ,di ciembre devo fare un intervento a la mia mano perche mio problema é grave la dottoressa me ha detto che non posso lavorare per un perioto di 30 giorni so que la mia datore di lavoro mi deve pagare ,lei mi ha detto che mi paga solo la metta di la malattia ,cosa sarebbe solo la mitta ?, la verita no so la quantita che lei mi deve dare
    ,le prego si lei é gentile e spero mi scuse per la mia ingnoransa non riesgo ha cappire como devo fare il conto , mi aiutti li prego grazie 1000
  • cecilu  - informacione
    doppo questi 10 anni di lavoro con questa famiglia con un orario de 9 de matino a 8 di sera ,loro me hanno detto qche da gennaio vogliono che facia solo 5 ore da 10 di mattino a 3 de pomerggio la menssilita sara de 700 pero per me no ne buono per me , io pago affitto y ho un figlio a carico , a loro ho detto que per favore io posso lavorare de 8:30di mattina a 13:30 cosi mi cerco un altro lavoro per guadagnere un po di più ,me hanno detto di no, alora yo penso lasciare questo lavoro , per me é giusto licenziarme ho devo aspetare che loro lo faciano, un altra cosa ho lavorato en nero per 5 anni posso chiedere chi me siano pagati questi anni de contributi non pagati grazie100 por la pacienzia
  • Consulente  - Pagamento malattia
    SAlve Cecilu
    la sua signora le paga 15 giorni di malattia perchè è quello che prevede il contratto.
    Se è iscritta alla cassa colf può avere sostegno da loro. MA non so se la sua signora le paga i contributi alla cassa colf che sono obbligatori dal 2010.
  • M. Elena  - malattia e contributi
    Salve,
    volevo sapere se i giorni di malattia della mia collaboratrice domestica possono essere scalati dai contributi da pagare trimestralmente.
    Grazie e cordiali saluti
  • Consulente  - Paga malattia
    Salve M. Elena
    Non solo deve pagare i contributi sulle ore di malattia, ma anche le ore di malattia stessa che devono essere riconosciute alla lavoratrice domestica.
  • Simone  - malattia e festività
    Se nel periodo di comporto ci sono delle festività (Natale, Santo Stefano) queste sono comprese nei giorni di pagamento delle malattie (3gg al 50% più gli altri al 100%), o devono essere pagati a parte e quindi il comporto si "allunga"?
  • Consulente  - Il periodo di comporto si allunga per i giorni fes
    Salve Simone il periodo di comporto rimane quello che è. la giornata di festività coincide con quello di malattia e si pagano entrambe.
  • Consulente  - Periodo di comporto e pagamento malattia 2 cose d
    Salve Simone
    il periodo di comporto è il periodo durante il quale non puoi licenziare la colf/badante e si rifà ai giorni di calendario.
    Per la malattia oltre ai giorni di malattia devi pagare anche le festività.
  • Silvana Regonini
    Superati i 15 gg. di malattia da retribuire, come devono essere conteggiati i giorni aggiuntivi?
    Devono essere trattenuti in base alla paga giornaliera calcolata dividendo la paga mensile per 30 o per 26.... non solo ma il numero dei giorni da trattenere sono da contare tenendo conto del calendario oppure dei giorni effettivamente lavorativi persi (questo è importante nel caso di molte festività infrasettimanali, come nel mese di dicembre).
    Grazie
  • Consulente  - Giornate da trattenere in caso di stipendio mensil
    Salve Silvana
    divide lo stipendio per 26 giornate e poi scala per ogni giorno la retribuzione media convenzionale. (La stessa che ha pagato per la malattia retribuita al 100%)
  • Laura/Iryna  - malattia 2013-2014
    Colf assunta regolarmente da 8 anni da lunedi a venerdi;in malattia (prima volta nel 2013)con certificato da ven. 20/12/13 a ven. 10/1/2014.
    Domanda:
    - i 3 giorni al 50% sono ven.20, lun. 23 e mar. 24?
    - quelli al 100% sono 9, escludendo Natale, S. Stefano, Capodanno,Epifania,i sabati e le domeniche?
    - le festività di cui sopra vanno pagate normalmente?
    - se la malattia cessa il 10/1,quanti giorni spetterebbero ancora nel 2014 per un'eventuale altra malattia?
    Grazie per una Vostra risposta
  • Consulente  - malattia 2014 iniziata il 1 gennaio 2014
    Restano mi sembra 5 giorni (15 giorni - 10 già retribuiti)
  • Laura/Iryna  - integrazione quesito dell'8 Gen.
    Terminata la malattia al 10/1/14, i giorni rimanenti da usufruire nel 2014 (quanti?) come vanno retribuiti? Attendiamo fiduciose.
  • axel  - consultare certificato malattia badante
    Una badante si è assentata dal lavoro il 2 gennaio e ha comunicato a voce al datore di lavoro il numero di protocollo il giorno 17 gennaio.
    Il datore di lavoro va sul portale INPS->servizi per il cittadino->consultazione certificati di malattia e il certificato ancora oggi non viene visualizzato.
    Il call-center INPS dice che il datore di lavoro non può visualizzare i certificati dei lavoratori, mentre su diversi siti web e presso i caf sostengono il contrario.
    Chi ha ragione? Bisogna andare in qualche sezione particolare del sito INPS?
    Grazie. Saluti.
  • Anonimo
    Salve Axel, considerando che per le badanti è sufficente un certificato bianco rilasciato dal medico curante perchè non è l'INPS che paga la malattia, può verificare la presenza del certificato telematico su questo link
    *******www.inps.it/portale/default.aspx?iiDServizio=140
    fa copia ed incolla e dovrà inserire il numero del protocollo del certificato ed il codice fiscale del lavoratore
  • gaby  - malatia
    salve ,faccio la badante fissa con contrato indeterminato ,vorrei sapere per cosa serve e certificato de ricovero e cosa mi aspeta ,ya che fra 1 setimana ,saro ricoverata con intervento chirurgico mi hanno detto che saro 3 giorni massimo ,y mi darano 2 giorni de riposo per malatia ,mio stipendio e 900 euro mese ,mio datore mi ha chiesto certificatto de ricovero ,per cosa serve ,saro pagata o come me arrivera la mia busta paga ho 2 anni laborando cui per quelli giorni che sarano 4 piu la domenica vorrei sabere cuanto mi aspeta piu o meno grazie e buona giornata .
  • Consulente
    Salve Gaby
    a seconda dell'anzianità lavorativa il suo datore di lavoro le pagherà la malattia.
    I primi 3 giorni al 50% dell'importo giornaliero e poi i restanti giorni al 100% dell'importo giornaliero a seconda dell'anziaqnità maturata
  • Mary  - Conteggio giorni di malattia
    Buongiorno,
    vorrei sapere se la mia collaboratrice domestica lavora presso 3 famiglie i 15 giorni di malattia sono 15 giorni a famiglia (datore di lavoro) o sono distribuiti su tutte e 3 le famiglie?
    Esempio:
    prima famiglia lunedì, mercoledì e giovedì
    seconda famiglia martedì e venerdì
    terza famiglia sabato

    la colf si ammala il martedì per 4 giorni.
    la seconda famiglia paga il martedì al 50% la prima famiglia paga mercoledì e giovedì al 50%
    la seconda paga il venerdì al 100%. E' corretto oppure la seconda famiglia dovrebbe pagare anche il venerdì al 50 % visto che per lei è solo il secondo giorno di malattia?Se la colf si riammalerà ma di sabato la terza famiglia pagherà il 50 o il 100%?
    Per la famiglia presso la quale la colf lavora solo il sabato la colf ha diritto a 15 sabato di malattia all'anno?
  • Consulente  - Pagamento malattia
    Salve Sig.ra Mary
    ognunopaga la malattia in base alle ore lavorate presso la sua abitazione e secondo il suo contratto di lavoro.
  • jenny  - certificato malatia
    salve! Lavoro per una signora 8 ore a settimana e dal giorno 16 gen-27 sono stata in malatia. me interesa come vengono pagate questi giorni e quanto? grazie mille
  • jenny  - il secondo contrato di lavoro
    lavoro per un ansiano solo di notte(sono la stessa Jenny,vezi sopra ?)e sono stata ricoverata un giorno per un controllo sotto l'anestesia totale dopo di che,la dottoressa me ha dato 10 giorno de la malatia avendo l'emoragie. Me interesa come vengono pagate i giorni di malatia dal 16 gen-27 gen e quanto? perche non ho beneficiato ne anche de i miei giorni liberi. Grazie mille!
    P.S. LAVORO 8 ORE AL SETTIMANA PER UNA SIGNORA E FACIO UN ALTRO LAVORO DI NOTTE DALLE 20:30-09:00 I MATTINA.SONO ASUNTA E LA MIA DOTTORESSA HA MANDATO A L'INPS IL MIO CERTIFICATO DI MALATIA
  • jenny  - grazie per la risposta!!!
    grazie per la risposta consulente assente!!!
  • Consulente  - Consulente assente gratuito
    cara Jenny,
    la pregherei di non postare più le suerichieste su qyesto sito.
    Se legesse gli articoli avrebbe già risposto ai suoi 1000 quesitipostifino ad oggi.
    Ma certamente avere qualcuno fesso che risponde fa sempre comodo.
    Io non auguro a nessuno avere una madre malata di tumore, ma la pregherei di non leggere ed aprire sul suo pc questo sito.
    L'educazione prima di tutto.
  • Paolo  - Chiarimento Giorni di calendario
    Buonasera
    Mi scuso in anticipo se la risposta è già presente nel ricchissimo forum.
    La mia colf è stata assunta + di 2 anni fa e lavora 5 gg feriali a settimana, dal lunedì a venerdì.
    Vorrei un chiarimento; cosa vuol dire 15 gg di calendario retribuiti nel caso di un unico evento?
    - 2 settimane + 1 giorno (incluso sabati e domeniche)
    oppure
    - 2 settimane + 3 giorni (incluso i sabati ed escluse le domeniche)
    oppure
    - 3 settimane (escluse sabati e domeniche)?

    Se invece nel corso dell'anno la colf si ammala 2 volte, i primi 3 giorni al 50% valgono solo la prima volta o entrambe?

    Grazie in anticipo
    Cordiali Saluti
    Paolo
  • Consulente  - A Cosa si riferisce "15 giorni consecutivi"
    Potrebbe specificare meglio ladomanda?
  • SILVIA  - MALATTIA E FESTIVITA'
    Ho una colf assunta dal 2010 che lavora 1 giorno a settimana , il venerdì mattina, per 4 ore totali.
    Mi ha mandato il certificato medico dal 30/12/2013 al 4/1/2014.
    Dovrei mettere:
    - 30/12 e 31/12 pagati al 50%
    - 1/1 festività
    - dal 2/1 al 4/1 pagati al 100%

    e' corretto?

    o invece dovrei mettere:
    - 30/12 e 1/1/2014 pagati al 50%
    - dal 2/1 al 4/1 pagati al 100%
    ?
    quindi in questo caso non pagando la festività perchè è già riconosciuta la malattia?

    Inoltre se il certificato di malattia avesse compreso anche la domenica, io avrei dovuto saltarlo nel conteggio della malattia da retribuire al 100%? o avrei dovuto considerarlo come giorno da retribuire in malattia?

    Grazie in anticipo per i chiarimenti
    Cordialmente
    Silvia
  • Cosima  - Disoccupazione respinta
    Dottoressa buon giorno mi scuso in anticipo se questo non è' la sezione giusta...sono stata assunta l' 8 novembre 2011 e licenziata il 15 novembre 2013 in modo consensuale.ho fatto domanda di disoccupazione il 2 dicembre 2013.l'INPS mi contatta dicendomi che la cessazione nn era in regola perché mancava la dichiarazione di cessazione consensuale.ho provveduto chiamando il mio ex datore facendogli compilare e firmare il documento,che dichiara che la cessazione e' consensuale e spedita all'inps...oggi dopo 7 gg dalla spedizione per email della documentazione entrando sul sito ,sul mio fascicolo alla voce "domande presentate e disoccupazione" leggo scritto REIEZIONE PER CESSAZIONE NN VALIDA".... Sono molto preoccupata,le 52 settimane di contributi ci sono,..lo scatto di anzianità idem...può nn essere accettata perché cessazione consensuale?...ho spulciato sul web e a quanto pare anche a quella consensuale aspetterebbe..mi può tranquillizzare?...non ho firmato nessun documen...
  • Cosima
    ...mi scusi ancora Dottoressa,non ho firmato nessun documento di licenziamento perché il datore mi diceva che non era necessario.(forse sono stata troppo stupida e credulona)da quando ho letto sul sito che mi hanno respinto la domanda datata 28gennaio2014 sono passati esattamente 20 giorni ma l'insp non mi ha mai spedito comunicazione scritta con la motivazione....sempre il 28 ho contattato l'insp per sapere la motivazione del rigetto della domanda e mi hanno risposto che la spedivano per posta....ma non ho ricevuto niente,ho controllato l'indirizzo dichiarato all'inps ed è esatto.
  • Consulente  - Giusta la mancata accettazione dell'indennità di d
    Salve Cosima,
    purtroppo il suo datore non è stato onesto facendole non firmare la lettera di licenziamento.
    E' come se fosse stata lei a dimettersi e in questi casi la disoccupazione non viene data.
    Se la deve prendere con il suo datore di lavoro e magari andare ad esporre la sua situazione ad un patronato.
  • Anonimo
    Grazie dottoressa per avermi dedicata del tempo...io ho spedito un documento all'inps che dichiara la cessazione consensuale firmata dal datore di lavoro,ma nn da me,ma comunque la sua firma c'è ! Un patronato può a questo punto sbrogliare questa situazione? Sono davvero disperata,mio marito lavora saltuariamente,abbiamo 2 figli e un mutuo e facevo affidamento alla disoccupazione...come farò altrimenti!...so già che la legge non ammette ignoranza ma mi sono proprio fatta fregare...
  • Consulente  - Lettera consensuale??
    Salve Cosima,
    ma l'INPS non accetta lettere, tutto va comunicato via web. Secondo me c'è qualche passaggio che non va.
    Chiami prima l'INPS 803164 e chieda con il suo codice fiscale in che modo è avvenuta la comunicazione di risoluzione consensuale.
    Poi, proprio perchè è risoluzione consensuale dovrebbe portare tutte e due le firme, non solo una.
    Io credo che il patronato possa darle una mano.
  • Cosima
    ..grazie ancora dei suggerimenti,farò quanto ha detto e spero possa uscirne fuori.grazie ancora di cuore..
  • bruno  - retribuzione malattia colf a ore
    Buongiorno,
    ritorno su un argomento che non mi è ancora chiaro: la colf che lavora da noi il martedì e il venerdì per un totale di 10 ore settimanali, ha presentato un certificato di malattia per 3 gg (martedì, mercoledì, giovedì). Ha diritto a 15 gg di malattia.
    Come devo retribuire la giornata in cui doveva lavorare da noi?
    Grazie
    Bruno
  • Consulente  - Retribuzione della malattia.
    Salve Bruno.
    Lei deve retribuire i primi tre giorni di malattia al 50% ed i restanti 12 al 100%.
  • SILVIA  - MALATTIA E FESTIVITA
    Buonasera

    non ho ricevuto risposta al mio quesito del 7 febbraio.
    Qualcuno potrebbe aiutarmi?
    grazie!
  • Consulente  - Retribuzione malattia e giorni di calendario
    Salve Silvia,
    mi scusi, ma la sua domanda mi è saltata.
    Allora, i famosi giorni per il calcolo del pagamento delle giorate al 50 o al 100% sono di calendario, quindi se la sua colf lavora solo un giorno a settimana lei non deve pagare le altre giornate.
    Di conseguenza il 30 dicembre va pagato al 50%.
    il 1 gennaio come festività, il 4 gennaio, poichè di calendario sono trascorsi già i primi 4 giorni, la giornata va pagata al 100%. Le giornate in cui non lavora, salvo le festività, non vanno retribuite per la malattia
  • Consulente  - Retribuzione malattia
    Salve Jenny
    scusa per il ritardo ma tutte le informazioni le avrai trovate leggendo l'articolo.
  • SILVIA  - malattia e festività
    Buongiorno

    Grazie per la Sua risposta!
    solo un dubbio. Con il fatto che la mia colf lavora solo il venerdì, 4 ore, a questo punto debbo retribuire solo il 3/1/2014 per il 100% e basta?
    non anche le altre giornate? perchè mi sembra così poco....
    Le retribuirei solo eur 8.34 per l'ntera giornata del 3/1/2014, quando lei, se avesse lavorato, avrebbe guadagnato 28.88 euro.
    Quindi mi sembra molto poco.
    Grazie ancora per il supporto
    Cordiali saluti
    Silvia
  • Anonimo  - Retribuzione malattia - interpretazione art. 26 CC
    Buonasera, volevo sapere se i 15 giorni complessivi nell'anno indicati nel comma 7 dell'art. 26 si devono intendere dal 1 gennaio al 31 dicembre oppure si contano i 365 gg. dall'evento (come per il diritto alla conservazione del posto)?
  • Cosima
    Dottoressa vorrei intanto ringraziarLa dell'aiuto che mi ha sempre dato e dell'impegno a risolvere i nostri problemi...ho fatto come Lei mi ha consigliato nella precedente mia richiesta,ma le cose mi sembrano più ingarbugliate di come pensavo.praticamente il modulo spedito all'inps circa la risoluzione consensuale non varrebbe a nulla...l'inps mi ha detto che dovrei far valere l'art 7 legge604/1966 ..ho letto sul web che per essere valida la domanda bisogna anche fare un tentativo di riconciliazione.ma come fare questo se ci siamo lasciati non nei migliori dei modi?...il patronato lasciamolo stare tutto questo l'ho scoperto muovendomi da sola,dopo ripetuti solleciti al patronato del perché mi avessero respinta la domanda di disoccupazione la sua risposta e' stata "aspettiamo la risposta dell''inps"...e nel frattempo son passati più di 3 mesi...NON SE NE ERA ACCORTO CHE IL DOCUMENTO NON ERA BUONO?....come posso muovermi?e' sufficiente avere questo documento e portarglielo a ...
  • Cosima
    ...oggi ho parlato nuovamente con il patronato e lui sostiene che non c'è disoccupazione con la consensuale per una domestica...la consensuale vale solo per i dipendenti in ditta magari di 15 operai...ma io essendo una domestica per un privato non c'è ...secondo lei ho perso tutto? Sono molto scoraggiata....
  • Consulente  - Deve evidenziare che è stata truffata sulla consen
    Salve sig.ra Cosima,
    Lei deve dimostrare che è stata ingannata, che non ha firmato nessuna lettera consensuale, così come mi ha detto e quello che ha scritto i suo datore di lavoro è falso. Se non dice questo al patronato,è giausta la risposta del patronato!
  • Anonimo  - Retribuzione malattia-art 26 CCNL
    Facendo seguito al mio messaggio del 27/02/14 mi spiego meglio. Se un lavoratore ha fatto 15 gg. di malattia a marzo 2013, le assenze di gennaio e febbraio 2014 non dovevano essere retribuite, secondo me. E' corretta questa interpretazione ? Grazie e cordiali saluti.
  • Consulente  - Malattia. 15 giorni da gennaio a dicembre
    Salve anonimo
    i 15 giorni di malattia retribuita, di cui i primi 3 al 50% della retribuzione media giornaliera riguardano i 365 giorni che vanno dal 1° gennaio al 31 dicembre.
    Di conseguenza ad esempio se una persona si ammala per 20 giorni a gennaio, i primi 15 giorni vanno retribuiti, gli altri 5 sono assenza non retribuita.
    Se poi si ammala a febbraio o a marzo o giugno o ecc. ecc. tutte leassenza per malattia non vanno retribuite.
  • SILvia  - MALATTIA E FESTIVITA
    Buongiorno

    non ho ricevuto risposta in merito al mia richiesta di delucidazione fatta in data 27/2
    Potrebbe aiutarmi in merito?

    Grazie!
    Cordiali saluti
    Silvia
  • Consulente  - Quesito di Silvia
    Salve Silvia,
    potresti riportarmi il contenuto della tua domanda, non la trovo.
  • SILVIA  - MALATTIA E FESTIVITA
    CERTO! ECCOLA

    Buongiorno

    Grazie per la Sua risposta!
    solo un dubbio. Con il fatto che la mia colf lavora solo il venerdì, 4 ore, a questo punto debbo retribuire solo il 3/1/2014 per il 100% e basta?
    non anche le altre giornate? perchè mi sembra così poco....
    Le retribuirei solo eur 8.34 per l'ntera giornata del 3/1/2014, quando lei, se avesse lavorato, avrebbe guadagnato 28.88 euro.
    Quindi mi sembra molto poco.
    Grazie ancora per il supporto
    Cordiali saluti
    Silvia
  • Consulente  - Retribuzione Malattia solo nei giorni lavorati
    Salve Silvia
    Lei deve retribuire solo le giornate lavorative. Se lavora solo il venerdî dovrà retribuire esclusivamente il venerdî.
  • Anonimo
    salve io ho preso 5 gg di malattia a febbraio e nn me li hanno pagati xke dice il datore di lavoro ke ho superato 15 gg di malattia nell anno solare. mi piacerebbe sapere quando comincia la malattia se a inizio anno appure da momento ke parte il contratto. grazie
  • Consulente  - Malattia da considerare nell'annosolare
    Il calcolo dei 15 giorni si riferisce all'anno solare.
  • sara  - sara
    Buonasera,io sono una ragazza straniera e vorei una risposta pèrche sono in malattia e dopo devo fare un intervento....lavoro come colaboratrice domestica da un anno e due mesi ...e il mio datore di lavore mia detto che ho il diritto di sultanto 12 giorni di malattia ma il resto dei giorni chi mi li paga che sto male???ma in questo tempo lui ha il diritto di licenziarmi o no????GRAZIE
  • Consulente  - Retribuzione Malattia
    Salve Sara,
    secondo il contratto le spetterebbero 10 giorni.
    Se è iscritta alla cassa colf o edilcoba può chiedere se c'è qualche agevolazione e come va richiesta.
    Non può essere licenziata per 45 giorni.
  • Anna  - Assistita trasferita in casa di cura e badante mal
    Buongiorno, non so proprio cosa fare. Vi spiego subito. La badante che assisteva mia madre è in malattia, anche con ricoveri per una patologia oncologica, da tre mesi. Ha un'anzianità di rapporto di più di due anni che le determina un periodo di comporto di 180 gg. Nel frattempo abbiamo ricoverato mia madre presso una casa di cura per anziani. La mia domanda è come devo comportarmi? Non posso licenziarla prima dei 180 gg (che aumentano del 50% perché trattasi di malattia oncologica).In più trattandosi di una badante convivente rumena, sono costretta a farla rientrare in casa di mia madre dove alloggerà sola. Sono bloccata mani e piedi in casa mia, cosa posso fare?
  • Consulente  - Badante Residente Malata Oncologica
    Salve Anna
    purtroppo non può far nulla. La badante è residente nella casa di sua madre eper il licenziamento deve aspettare la fine del comporto di malattia.
    L'unica possibilità che ha è che la badante si trasferisca volontariamente per avere assistenza.
  • maria  - malattia badante
    ho assunto a tempo determinato una badante in
    sostituzione della titolare del posto che è in
    permesso non retribuito per quattro mesi e dopo
    una settimana dall'assunzione mi dice che dev'essere ricoverata per accertamenti al cuore.
    Ora chiedo a livello di malattia cosa devo pagare.
    Grazie della risposta
  • Consulente  - Pagamento malattia secondo l'anzianità
    Salve Maria
    Il pagamento della malattia dipende dai giorni di anzianità del rapporto di lavoro.
    C'è un articolo nel sito che spiega tutto ciò.
  • maricica  - malattia colf
    ciao.sono una colf.mentre andavo in bici,il 10aprile,sono stata investita da una macchina.al pronto soccorso mi hanno dato 15gg clin.s.c.sono andata dalla dottoressa x il certificato medico(quale certificato me lo aveva chiesto il datore di lavoro)e la dott.ssa mi ha detto che non mi può dare perchè il verbale di pronto soccorso vale come certificato,però il datore di lavoro insiste di portare il certificato.che devo fare?grazie mille.
  • Consulente  - Il certificato di pronto soccorso vale quello del
    Salve ma ricicla il certificato del pronto soccorso è sufficiente a giustificare l'assenza.
  • alessio  - malattia o maternita?
    ho assunto , logicamente in regola , una collaboratrice ecuadoriana a gennaio.
    nel mese di marzo mi ha mandato un sms con il primo certificato per malattia poi è venuta una volta ed ha cominciato a mandarmi i certicficati di 3 gg l'uno e non si è piu presentata al lavoro.presumo che sia incinta ma non ne ho la certezza. come mi devo comportare?
    fino ad oggi mi sono comportato correttamente cosa che purtroppo non posso dire della collaboratrice.posso interrompere il contratto di lavoro ed assumenre un'altra?
  • Consulente  - Interruzione del rapporto di lavoro secondo anzian
    Deve considerare i giorni di assunzione, verificare a quanti giorni di comportò di malattia corrisponde e se ha superato questo periodo può licenziarla
  • raffaella  - pagamento malattia colf
    Buonasera, ho bisogno del vostro aiuto.
    Ho assunto dal 15.01.14 una colf per 3 ore a settimana a 8 euro/ora, un giorno a settimana fissato su lettera contratto il lunedì.
    In realtà in questi mesi, praticamente di settimana in settimana il giorno è sempre cambiato su richiesta della colf e accolto da me senza problemi.
    Questa settimana la colf doveva venire di mercoledì. Lo stesso giorno mi ha chiamato per dirmi che era in malattia con certificato mandato direttamente all'inps da domenica a domenica.
    La mia domanda è: come devo retribuirla per questa settimana?
    opzione a: Attenermi al contratto e pagare il 50% delle 3 ore che non ha lavorato il lunedì (2ndo giorno di malattia)=12euro
    opzione b: pagare il 100% delle 3 ore non lavorate il mercoledì (giorno concordato a voce, 4o giorno di malattia)=24euro
    opzione c: fare il calcolo(3ore*8euro*52settimane)/12mesi/26giorni per avere la paga/giorno e pagarla per 3 giorni al 50% e per i restanti3gg al 100% per la settimana =20euro. ho ch...
  • Consulente  - Rispettare le condizioni contrattuali
    Salve Raffaella
    sono le carte che parlano, quindi deve considerare il lunedì come 1° giorno lavorativo.
  • stefania  - malattia..
    salve la mia domanda e questa..sono quasi 5 anni che lavoro come badante con la legge 162...dal 27 marzo al 28aprile sono stata male ,,,preso lo stipendio mi hanno dato solo 100 eur...perche...grazie a presto..
  • florica
    salve! sono una badante assunta regolare dal 1 ott 2012 con un contratto indeterminato 35 ore settimanale. dal 2 maggio 2014 sono in malattia per intervento a un ginocchio che è di lunga durata. quanti giorni mi verranno pagati?
  • Consulente  - Pagamento malattia
    15 giorni complessivi di calendario nell'anno per contratti di lavoro con anzianità di servizio superiore a 2 anni
  • anca  - grazieee millleeee
    sono una badante straniera lavoro in regola da 5 anni con documenti in regola , voglevo sapere se poso prendere il mio marito su ricarico mio x che lui sta a Romania ma non cela lavoro e non ha nulla redito lo mantengo io del mio stipendio se poso che documente mi servono x lui io poso dimostrare con una dichiarazione dalla romania dal comune che lui non ha nulla e desocupato grazie milleee
  • Consulente  - Marito residente in Romania
    Salve Anca
    se suo marito risiede in Romania, è sufficiente avere un passaporto per venire in Italia. Non ci sono più limiti per entrare in Italia.
    In questo momento tuttavia non so se le consiglierei di far venire suo marito qui, considerata la situazione di crisi italiana
  • Adriana  - Malattia
    Buongiorno.
    Sono il datore di lavoro di una colf. Il contratto sottoscritto (che decorre dal 16 luglio 2013) prevede 16 ore di lavoro settimanali da svolgere in 4 giornate (lunedì, martedì, giovedì, venerdì) per 4 ore al giorno.
    La colf ha comunicato di essere in malattia dal 30.03.2014 (compreso) a seguito di frattura al piede intervenuta fuori dall'orario di lavoro. Alla scadenza dei primi 30 giorni di riposo concessi dal medico, ha seguito un ulteriore periodo di 15 giorni. Alla loro scadenza (13.05.14) la colf ha comunicato di non poter riprendere il lavoro ed ha presentato un ulteriore certificato che prolunga la malattia.
    Tenuto conto che l'anzianità di servizio supera i 6 mesi, ai sensi di quanto previsto dall'art. 26 del CCNL, la conservazione del posto in caso di malattia è garantita per 45 giorni di calendario.
    Poiché i 45 giorni sono stati superati il 14.05.14, ho intenzione di comunicare in forma scritta la cessazione del rapporto di lavoro a far data dal 14.05.14. Tale ...
  • Consulente  - Comportamento corretto
    Salve Adriana il suo comportamento è corretto.
    Sul Mav che pagherà dovrà segnare solo le settimane pagate (comprese quelle per malattia) le altre caselle dovrà lasciarle in bianco.
    Se sono trascorsi i 45 giorni di periodo di comporto può procedere con l'invio della raccomandata, ma all'interno deve indicare o la data del licenziamento comprensivo dei giorni di preavviso, o il licenziamento con effetto immediato e pagherà i giorni di mancato preavviso.
  • Adriana
    Ringrazio per la tempestiva risposta.
    Devo chiedere un chiarimento.
    Proprio oggi la collaboratrice mi ha fatto pervenire un certificato medico che prolunga la malattia fino al 29 maggio. Poiché ho urgente necessità di assistenza devo provvedere al licenziamento ed a trovare una rapida soluzione alternativa.
    Se la licenzio oggi con decorrenza dal 15 maggio, devo pagare il "mancato preavviso" senza fruire della prestazione visto il perdurare dello stato di malattia?
    Se oggi comunico il licenziamento e fisso la data nel 23 maggio (8 giorni di preavviso) devo comunque pagare gli 8 giorni di preavviso seppur non lavorati? Non è che nel caso di preavviso dato durante il periodo di malattia, lo stesso decorre dal primo giorno di rientro in servizio?
    In caso di prolungamento dello stato di malattia oltre il periodo di comporto, il licenziamento può configurarsi in tronco per "giusta causa"?

    Ringrazio
    Adriana


  • Consulente  - Pagamento del mancato preavviso
    Salve, sicuramente la mia risposta le risulterà inutile.
    Nella lettera avrebbe dovuto indicare la data del 15 maggio con l'indicazione che gli 8 giorni di mancato preavviso per i giorni nn lavorati sarebbero stati comunque pagati.
  • anca  - siati super bravi ad rispondere grazieee
    sono andata dal caf e mi ha detto x prendere il mio marito a ricarico mio , devo fare 730 ,lui sta a romania malato senza lavoro senza redito non vogle venire qui , ma io i mando tutti mese i soldi , ioho stipendio di 800 euro a mese sto in regola piu ho prestito da pagare , grazie mille , se facio 730 prendo qualcosa in piu x il mio marito desocupato ?
  • Consulente  - Inserimento nello Stato di famiglia
    Salve Anca,
    dovrebbe chiedere al Municipio di riferimento, se ancora funziona così, di inserire suo marito nel suo stato di famiglia in Italia.
  • katy  - orari fiscali nel periodo di malattia
    buonasera assunta dal novembre 2012 sono in malattia x intervento di tunnel carpale vorrei sapere se sono tenuta a rispettare gli orari canonici 10 12 17 19 compresi sabato e domenica visto ke lavoro 3ore dal lunedi al venerdì e se i 10 giorni sono lavorativi o continuativi la ringrazio infinitamente.
  • Adriana  - 1° Problema superato, ora ho il 2°
    1° problema risolto (spero)
    Il 15 maggio ho consegnato la lettera di licenziamento con decorrenza pari data e pagherò gli 8 giorni di mancato preavviso.
    Il 22 maggio, pertanto, sarà l'ultimo giorno retribuito. Lo stesso giorno comunicherò all'INPS che l'ultimo giorno di lavoro è il 22 maggio (Spero che tale modo di precedere sia corretto).

    2° problema
    Ho trovato un'altra ragazza disposta a collaborare per 10 ore di lavoro a settimana.
    Tale ragazza, però, ha già un rapporto di collaborazione di 15 ore settimanali con altra persona. E' possibile la sottoscrizione di un secondo contratto di 10 ore, ovviamente prevedendo la loro distribuzione in maniera tale che non configgano con quelle del primo contratto?

    Grazie
    Grazie
  • Adriana  - Anche il 2° problema risolto
    Ho risolto anche il 2° problema: è possibile!

    Grazie comunque.
  • Consulente  - Risoluzione problemi
    Salve Adriana,
    Sono contenta che lei abbia risolto i suoi problemi da sola. Grazie per avercelo comunicato :D
  • Maria  - chi mi deve pagare?
    Buon giorno a Lei.Sono una badante con 40 ore,lavoro in questo posto da 4 anni e due mesi,sono stata operata in 4 aprile di tunel carpale,il dotore mia dato 30 giorni malatia,interveto non e adato bene,ho fatto infezzione,comunque ho dovuto rifarlo dopo 38 giorni.Adesso ho 60 giorni di malatia,ancora non posso usare il mano,non posso lavorare.devi ancora stare all riposo ancora 15 giorni.arrivo a 75 giorni.chi mi deve pagare?
    GRAZZIE
  • Consulente  - Retribuzione Malattia
    Salve Maria
    Il datore paga 15 giorni di malattia. Poi non la paga piû nessuno a meno che non siano stati pagati i contributi della cassa colf
  • Ferri Bernardini Gian Luca  - retribuzione da corrispondere al collaboratore dom
    Il dipendente , ad ore 3 gg. alla settimana , si è dovuto sottoporre alla operazione per protesi all' anca ; fra qualche giorno saranno trascorsi 2 mesi dall'intervento .Il mese scorso ho corrisposto il dovuto con previsto nell'apposito conteggio riferendomi all'anzianità ; nel caso di specie , superiore a due anni . Oltre a mantenere il posto di lavoro per minimo 180 gg. ,i miei obblighi si esauriscono quì ? Nel frattempo ed in attesa della guarigione sono io tenuto a corrispondere comunque una qualche retribuzione o la somma corrisposta nell'ultima busta paga ( di cui sopra ) è da considerarsi una tantum , come sostiene il mio consulente del lavoro ?
  • Consulente  - Mantenimento del posto e accantonamento ratei
    Salve Gian Luca
    oltre al mantenimento del posto per 180 giorni dovrà provvedere ad accantonare i ratei ferie, tredicesima e TFR.
    Non dovrà invece continuare a pagare il compenso mensile o orario.
  • luigia  - se la badante svolge lavoro domenicale
    alla badante del papa', assunta convivente, 54 ore settimanali, abbiamo chiesto di lavorare eccezionalmente un sabato e domenica. ci ha chiesto che venga pagata a ore anche per la notte del sabato, anche se il papa' non ha mai disturbato e lei ha sempre riposata tranquillamente. come devo fare?
  • Consulente  - Presenza notturna
    Se non vuole fare storie, consideri che è previsto un livello E per il quale viene data una paga mensile di € 645 per la presenza notturna.
    Lei divida questo importo per 26 giorni lavorativi e in questo modo avrà trovato l'importo da erogare.
  • Giorgia  - Situazione complicata
    Buon giorno,
    Lavoravo come colf per una famiglia anziana, assunta dalla signora, dal settembre 2009. In modo tacito, nel 2013 ho cominciato ad avere cura anche del marito che già con infermità al 100%, era diventato immobile al letto. Nel mese di aprile 2014, la signora, cioè il datore di lavoro, è morta, Sono stata assunta dal figlio come badante, per curare suo padre e la casa. Dimenticavo sia nel primo contratto sia nel secondo avevo 25 ore settimanali, per 4 ore al giorno. 10 giorni fa (il 16 notte)ho dovuto essere portata al pronto soccorso, poi ricoverata, due giorni dopo operata per ernie incisionale con conseguente dovere di riposare almeno una ventina di giorni. Già in precedenza mi ero messa d’accordo con il vecchio (la signora) e il nuovo (il figlio) datore di lavoro che a fine giugno (dal 20) volevo prendere un mese di ferie che mi spettava (l'anno scorso non presse) per andare nel mio paese. Solo che niente è andato come pianificato. Come posso procede e chi mi paga e ...
  • Giorgia  - Situazione complicata II
    … Contina per limite testo
    Come posso procedere e chi mi paga e in che modo, la malattia + recupero (intervento - dovuta forse anche al lavoro di cura del signor anziano immobile) e le ferie? Possono licenziarmi? Loro hanno bisogno di una persona che cura l’anziano a letto. Grazie in anticipo. Giorgia
  • Consulente  - Pagamento malattia per 15 giorni
    Salve Giorgia
    le pagheranno 15 giorni di malattia, dopodichè da come leggo, non le verrà riconosciuto nulla.
    Loro non possono licenziarla per 180 giorni.
  • Giorgia  - Situazione ancora più complicata
    Grazie per la risposta
    Non ho potuto rispondere subito perché ricoverata in pronto soccorso per la seconda volta, operata in urgenza (il 02/06 notte) con taglio addominale (prima ero stata operata in laparoscopia), dimessa ieri (11/06) e con conseguente riposo di almeno 40 giorni. Per il pagamento della malattia, dicessi intervento, ho capito che a INPS non interessa nulla (???) ma come che una piccola percentuale del dovuto andava anche a CassaColf, vorrei gentilmente sapere come e se questi possono o devono pagare qualcosa per la mia inaspettata malattia - intervento/recupero? Se no, tutte queste tasse pagate, oltre la pensione( :?: ), tfr, perché non coprono anche le malattie, dovute forse anche proprio ai lavori eseguiti??? In più, non so ancora se sarò più capace di riprendere/fare il mio attuale lavoro?!? Grazie in anticipo. Giorgia.
  • Consulente  - Cassa Colf è stata pagata
    Salve Giorgia ma la cassa colf è stata pagata?
    Sul bollettino INPS compare vicino al codice F2 una cifra?
    Se non è stato mai versato nulla, non è che ora versando i contributi precedenti le viene dato ciò che le spetta.
  • Situazione ancora più complica
    Ma certo, sin dall’inizio, ho lavorato sempre in regola, contributi pagati, da quasi 5 anni, solo che come detto sopra, due contratti. La mia domanda, sicuramente retorica, oltre Cassacolf, l’Inps, perché non paga niente, visto i contributi versati?
  • Consulente  - Malattia retribuita solo al massimo per 15 giorni
    Salve,
    L'inps non paga nulla perchè i contributi versati non perettono di pagare di più. E' per questo che è stata istituita la Cassa Colf.
    Questo poi è specificato nel contratto "lavoro domestico". Questa domanda dovrebbe porla ai sindacati che rappresentano la vostra categoria. Purtroppo queste sono le regole
  • cesare
    Mia suocera ha una badante che dal 16 marzo è in malattia (è tornata in bulgaria e lì ha subito un intervento chirurgico). Ha spedito due certificati di malattia che la coprono fino al 28/5 ma ha già detto che non rientrerà almeno per un altro mese. Chiedo se, dopo averle pagato regolarmente 15 gg di malattia, dovrò pagarle anche le festività del 1° maggio e del 2 Giugno che cadono oltre i 15 giorni di malattia pagati.
    Grazie
  • Consulente  - Dopo fine pagamento malattia ha ancora obblighi
    SAlve Cesare,
    dopo aver finito di pagare la malattia, avrà il dovere di pagare le festività, di accantonare i ratei ferie, tredicesima e tfr per tutta la durata della malattia per un massimo di 180 giorni. Se supera tale limite potrà licenziarla
  • Filippo  - Conteggio retribuzione per malattia
    Per un lavoratore domestico, in caso di malattia l'art. 26 del CCNL prevede che per i primi 3 giorni spetti una retribuzione pari al 50% della retribuzione globale di fatto.
    Nel caso che vi sottopongo (contratto a tempo indeterminato non ad ore, ma a 30 ore settimanali, retribuzione mensile netta di € 1000), la retribuzione globale di fatto è calcolata dividendo 1000 per 26 (giorni lavorativi nel mese) o per 30 (giorni di calendario mensili)?
    Il dubbio nasce dal fatto che nei Chiarimenti a verbale del CCNL al punto 2 la definizione di "giorni di calendario" si rifà proprio all'esempio della malattia.
    Grazie.
  • Consulente  - Retribuzione globale su giorni lavorati
    Salve Filippo deve dividere l'importo per 26 giorni
  • monica pasquali
    Buongiorno,
    la mia colf (assunta nel novembre 2012) ha fatto 5 giorni di malattia tra ottobre e dicembre 2013. Adesso (maggio 2014) ha avuto altri 8 giorni di malattia. I 10 giorni retribuiti in un anno decorrono dal 1° evento morboso (ottobre 2013) e si "riazzerano" nell'ottobre 2014 oppure ogni 1 gennaio ricominciano a decorrere? In sostanza, gli 8 giorni di maggio devo pagarli tutti o devo pagarne solo 5?
    Grazie
    Monica
  • Consulente  - Calcolo giorni di malattia per anno solare dal 01/
    Salve Monica
    dal 1° gennaio 2014 il conteggio dei giorni della malattia inizia nuovamente da zero e così sarà per gli anni futuri.
    Naturalmente se non utilizzati nel corso di un anno non si accumuleranno con quelli dell'anno successivo, ma si azzereranno anche in questo caso
  • Giorgio  - malattia e ferie
    Buongiono,
    la mia colf è stata assunta il 7 gennaio 2014 con contratto a tempo determinato fino al 30 giugno 2014.
    Il 5 giugno 2014, le ho comunicato la cessazione anticipata del rapporto il giorno 20 giugno (quindi dandole 15 giorni di preavviso).
    Le ho concesso di usufruire dei restanti giorni di ferie nel periodo. Alcuni li ha fruiti, altri (2) li aveva chiesti per il 19 e 20 giugno. Ora si è ammalata ed ha inviato un certificato medico di 9 giorni (con scadenza proprio il 20 giugno), che copre anche i due giorni di ferie residui.
    Come mi devo comportare con questi due giorni di ferie non goduti. Li devo retribuire in aggiunta alla malattia o pagando i giorni di malattia posso ritenerli assorbiti?
    Spero di essere stato chiaro.
    Grazie
  • Consulente  - Durante la malattia il licenziamento deve essere p
    Salve Giorgio,
    la malattia sospende tutto e il tutto andrà ripreso a fine malattia, compresa l'eventuale fruizione dei due giorni di ferie
  • Nataliya  - Devo essere operata
    Salve Dottoressa..sono assunta come Colf dal 01.10.2012 per 30ore sett.tra circa 2 sett devo essere operata,medico mi ha detto che 3-4 giorni devo essere in ospedale e poi circa 1 mese a casa..sto cercando di capire come devo essere retribuita?per tutto il tempo di lavoro non ho mai preso la malattia...Grazie anticipato...
  • Nataliya  - ps : devo essere operata
    PS:ho dimenticato aggiungere che lavoro dal lunedì a venerdì..calcolando 10gg di malattia sarebbe in totale 2 settimane vero?
  • Consulente  - Quando si parla di malattia continua si parla di g
    Salve Natalya
    quando si parla di malattia ci si riferisce ai giorni di calendario ovvero a 30 giorni mensili.
  • Consulente  - Retribuzione malattia
    - per i primi 3 giorni di calendario la sua retribuzione sarà pari al 100% di quella che riceve.
    - nei successivi 10 gironi di calendario sarà pari al 50% della retribuzione che riceve.
    Poi non riceverà più nulla
  • alan  - debo essere pagato?
    buon giorno!lavoro come badante,ho un contratto di 25 ore settimanale e ho un stipendio di 500 eu.sono in malattia dal 16/06 al 20/06 (5 gg) Ma io cmq ho lavorato tutti questi giorni di malattia voglio sapere si aparte di questi 500eu di stipendio mi debe pagare questi 5 gg di malatia ? ...perche parlando con il datore di lavore dice che nn mi priocupi che mi da il stipendio completo (500eu) ....spero essere stato chiaro :) grazie di anticipo!
  • Consulente  - Lavorazioni durante malattia
    Salve Alan
    le devono essere retribuiti i giorni di malattia più le giornate lavorate a parte.
  • Paola  - Giorni di malattia usufruiti nel corso dell'anno
    Buongiorno,
    la mia colf ha più volte usufruito di giorni di malattia nel corso del 2014. Ora è nuovamente in malattia dal 16/6 al 28/6, le lavora 2 volte a settimana 4 ore al giorno. Come devo pagare questa malattia?
    Le faccio un esempio:
    la prima volta la malattia includeva 1 dei giorni in cui lavorava da me e l'ho retribuita al 50%;
    la seconda volta è stata in malattia una settimana e i 2 giorni li ho pagati al 50%;
    ora è malata per 12 gg (con 4 gg di lavoro), come mi devo comportare?
  • Consulente  - Malattia riparte dal 3 giorni di calendario
    Salve Paola
    riparte dal 3° giorno di retribuzione malattia fino a quelli di spettanza nel 2014.
  • Paola  - Ritardo nell'invio del certificato
    Aggiungo alla domanda precedente:
    se la colf non spedisce il certificato entro i 3 gg ma dopo 1 settimana e su mia richiesta, come mi devo comportare? Pago la malattia o no?
  • Consulente  - Spedizione tardiva del certificato e su richiesta
    Salve Paola,
    in teoria potrebbe anche non pagare la malattia considerando che la colf, se non convivente, dovrebbe inviare il certificato (o il numero del certificato) entro 48 ore dall'avvenuto evento della malattia
  • Consulente  - Certificato obbligatorio entro 48 ore
    Salve Paola
    Il certificato dovrebbe essere spedito entro le successive 48 ore al verificarsi dell'evento. Tuttavia visto che comunque le verranno richiesti comunque i restanti giorni di malattia scali le giornate residue al 100% della retribuzione globale, cosî una volta raggiunto il limite non dovrà piú pagarle
  • katy  - orari fiscali nel periodo malattia
    buongiorno a lei gentile dottore non avendo ricevuto la sua risposta alla domanda scritta in data 18 maggio se dovessi rientrare in mutua sono obbligata a rispettare gli orari .confido nella sua risposta a breve dovrò forse essere rioperata e non so come comportarmi .anticipatamente la ringrazio e porgo distinti saluti
  • Consulente  - Orari visite mediche
    In realtà le ispezioni dell'INPS potrebbero arrivare solo se richieste dal suo datore di lavoro, visto che le giornate di malattia vengono pagate dal datore di lavoro.
  • Sandro  - Pagamento malattia
    Buongiorno avrei bisogno di un chiarimento in ordine al pagamento della malattia di una colf assunta in data 01/10/2013 con contratto che prevede n. 4giorni lavorativi a settimana per 3 ore ciascuna il lun,merc,ven e sabato. La colf si è messa in malattia x 15 gg consecutivi e le chiedo:
    1) devo pagare i primi tre giorni di calendari (anche se non tutti lavorativi) al 50% + i restanti 7 al 100% considerando l'importo della giornata di malattia 1/26 di quanto percepisce nel mese?
    2) devo pagare solo i giorni lavorativi di cui i primi 3 al 50% e i restanti al 100%?
    3) in tale ultima ipotesi i 15gg di malattia estinguono il periodo che deve essere pagato alla colf anche se ne vengono pagati di meno?
    4) un ultima cosa, posso mandare la lettera di licenziamento anche se in malattia indicando dal giorno successivo la malattia.
    Grazie infinitamente
  • olgao  - malatis comsi paga
    Ciao...volevo sapere chi m i po aiutare .mia sorrela lavorava kome badante kon un kontrato di 600 euro.e succeso di essere operata di urgenza in na sera quando era al lavoro al la testa kome.aneurisma risma cerebrale.....la hanno demesa dopo tre settimane dopo.la.operazione....il mediko dal ospedale aveva detto che nn lavorera tre mese...adesso kosa deve fare.....quanti giorni deve pagatla.fatore di lavoro e kosa dobiamo fare dopo..lei ha lavoratoli piu di.un anno....grazieaspeto una risposta
  • Consulente  - Retribuzio malattia da 6 mesi fino a 2 anni di lav
    Salve Olga
    il datore di lavoro le pagherà solo 10 giorni di malattia e continuerà a metterle da parte i ratei ferie tredicesima e tfr.
    Provi a fare presso il patronato la domanda di invalidità.
  • Consulente  - Retribuzio malattia da 6 mesi fino a 2 anni di lav
    Salve Olga
    il datore di lavoro le pagherà solo 10 giorni di malattia e continuerà a metterle da parte i ratei ferie tredicesima e tfr.
    Provi a fare presso il patronato la domanda di invalidità.
  • mimma
    salve sono una colf a ore x 4 a settimana,se mi ammalo x un mese il mio datore di lavoro mi deve pagare:le prime tre settimane al 50% e la restante al 100% è giusto come calcolo? grazie
  • Consulente  - Retribuzione malattia
    Salve Mimma
    Se lavora una volta a settimana il suo ragionamento è corretto
  • mimma  - malattia colf
    grazie per la risposta.mi ha tolto un dubbio
  • salvatore  - Disoccupazione
    Mia moglie e stata assunta come collaboratrice domestica il 01/07/2010 liv.A a tempo indeterminato con orario di lavoro di complessive 30 ore mensili.Ad oggi se viene licenziata le spetta la disoccupazione? Aspi o miniAspi o cosa? Grazie.
  • Consulente  - Disoccupazione colf
    Salve Salvatore
    Sua moglie prenderà la disoccupazione calcolata in base ai contributi versati
  • Salvatore  - disoccupazione
    non potrebbe quantificarlo in euro?
  • Consulente  - Purtroppo non sono un mago
    Salve Salvatore
    purtroppo non faccio magie. Ci sono calcoli ben precisi ai quali si applicano indici altrettanto precisi che tengono conto dell'anzianità di lavoro, delle ore lavorate del periodo dell'anno lavorato e via dicendo.
  • letizia  - retribuzione malattia
    desideravo chiederle un chiarimento:la mia colf ha usufruito di tutti i 15 gg annui di malattia previsti dal contratto. Come mi devo comportare nel caso in cui le necessitano altri giorni per ulteriori accertamenti o altri gg di malattia ?
    Da precisare che il contratto risale al 2006 e lavora 5 gg a settimana per 6 ore al dì.
    grazie
  • Consulente  - Malattia retribuita per 15 giorni l'anno
    Salve Letizia,
    Se i giorni spettanti di malattia sono 15 e la colf li ha totalmente utilizzati, per quest'anno non dovrà più retribuire la malattia ed inserire al posto della malattia "assenza giustificata non retribuita".
  • francesca  - malattia non consecutiva
    Badante con anzianità di servizio superiore a due anni, che ha già fatto 6 giorni di malattia nei mesi precedenti: questo mese ha fatto altri 2 giorni di malattia. Devo retribuire quelle due giornate al 100% oppure riparte il calcolo da 50%, perchè è altro evento di malattia? Grazie
  • rita  - infortunio
    mi sono slogata il mignolo della mano sx il venerdi il sabato sono andata al pronto soccorso prognosi 10 giorni ho avvisato il datore di lavore il venerdi seguente a cosa vado incontro
  • Consulente  - MAncata comunicazione dell'infortunio mancato paga
    Salve Rita,
    va incontro a mancato pagamento dell'infortunio o malattia
  • sonia  - gestione malattia
    buongiorno volevo sapere se come colaboratrice domestica la malattia viene pagata??
  • Consulente  - Leggere l'articolo prima di fare domande
    La malattia viene retribuita per i primi 3 giorni al 50% della retribuzione globale e poi il 100% dei giorni restanti a seconda dell'anzianità
  • Ezio  - badante in malattia
    Salve, mi trovo in una situazione delicata: ho la mamma in ospedale, la badante mi avvisa che va in ferie dopo che è partita, proprio il giorno in cui le devo far firmare la lettera di licenziamento poichè la mamma non è più gestibile a domicilio. La badante viene ricoverata la sera stessa a 300 Km da qui, ci avvisa, torna dopo 8 gg, a distanza di 12 gg dal ricovero non ci ha ancora fornito un certificato medico del ricovero ospedaliero e nemmeno del medico di base. Lavora da meno di 6 mesi, convivente a tempo pieno. Come posso salvaguardare i suoi diritti ma anche quelli miei visto che da 15gg non necessitiamo piu' dei suoi servizi ? GRAZIE
  • Consulente  - Siete certi del ricovero?
    Salve Ezio,
    senza certificato emesso dall'ospedale, visto che la sig.ra è stata ricoverata, e quindi avrà un certificato di dimissioni, è come se la persona non fosse andata in ospedale. Il certificato deve essere fornito almeno entro le 48 ore dalla dat del rientro (proprio a dirgliela tutta).
    In questo caso se non le porta il certificato medico può darle il preavviso e licenziarla.
  • Francesca  - vedi "chiarimento a verbale n. 2 " al CCNL lav. do
    Salve, complimenti per il Vostro sito!
    ho visto che più volte avete parlato di 1/26simo della retribuzione mensile per il pagamento della malattia.
    Come si pone allora il "punto 2 del Chiarimento a verbale al CCNL del luglio 2013, pag 37" dove dice che:" (esempio: malattia) si considerano i trentesimi della mensilità".
    Grazie per la Vostra risposta.
  • Consulente  - Tipologia contrattuale
    Salve Francesca
    parlare di 1/26 o di 1/30 dipende dal tipo di assunzione. .
    Un conto è riferirsi alle badanti per le quali sono previste 54 ore settimanali lavorative e un conto riferirsi alla malattia da calcolare alla colf dove le ore svolte settimanalmente, previste dal ccnl sono 40.
  • Francesca  - Computo dei giorni di malattia nelle settimane lav
    Vorrei sapere se i giorni di malattia retribuiti secondo il contratto (50% e 100% x i gg di spettanza) valgono ad incrementare il conteggio delle settimane "lavorate" così come le ferie, oppure se si deve tenere conto delle ore "effettivamente lavorate" (presso il datore di lavoro).
    In presenza di permesso non retribuito di lungo periodo (1 o 2 mesi per recarsi al proprio paese) bisogna ricalcolare le ferie maturate e la tredicesima sulla base delle settimane "lavorate"
  • Consulente  - Retribuzione malattia
    Salve Francesca
    alla colf/badante i primi 3 giorni vengono pagati al 50% della retribuzione....
    Se la colf ad esempio lavora il lunedi mercoledì e venerdi ed il certificato medico che porta indica 10 giorni di malattia lei dovrà riferirsi alle percentuali di pagamento in questo modo.
    lunedì 1 giorno 50%
    martedì 2° giorno 50% (ma è assente)
    mercoledì 3° giorno 50%
    giovedi 4% giorno 100%
    e così via.
    Questo significa che i primi 2 giorni vengono pagati al 50% mentre i restanti al 100% se spettanti.
  • eddi  - licenziamento badante
    vedo che è incessante la domanda di licenziamento della badante per svariate motivazioni ed è logico che sono sempre motivazioni valide quando non si è contenti; certo loro hanno dei diritti, ma non si pensa mai hai diritti dei malati, o bisognosi di assistenza... Quando si è certi di furbate quali ferie dopo o prima della malattia, o altro....
    La mia domanda è: al rientro si può dare il preavviso e poi licenziare anche senza motivo?
    grazie
  • Consulente  - Licenziamento dopo il rispetto del periodo di prea
    Salve eddi
    dopo aver rispettato il periodo di preavviso può procedere al licenziamento.
  • Simonetta  - assunzione colf
    Buongiorno, ho assunto 23/10 /14 per 5 giorni alla settimana dal lunedi al vendersi per 6 ore giornaliere dalle 9 alle 15 , la signora e stata da me sospesa per 1 giorno in quando ha procurato un grave danno inerente al suo lavoro, ma vuole essere pagata ugualmente, poi siccome mangia in casa e non decurto l'ora di sosta deve recuperarla? Grazie
  • Consulente  - Rispetto pausa e pagamento se sospensione verbale
    Salve Simonetta
    il vitto scatta al compimento delle 6 ore, quindi dve rispettare la pausa del vitto.
    Per la giornata di sospensione, la sospensione deve essere scritta e comunque deve richiedere il pagamento del danno
  • eddi  - spezziamo una lancia per i nostri giovani, (italia
    Non demonizziamo i nostri giovani, c'è chi dice che non vogliono fare i badanti... Certo a volte è un lavoro duro, ma non è questo il punto, un extracomunitario come il badante di mio padre (pakistano)convivente, con i suoi 1100/1200 euro al mese netti(+inps, ferie, festivita ecc) dice che fa il sacrificio per 5/6 anni poi col gruzzolo che si ritrova torna a casa e apre un ristorante, quindi 5/6 anni di sacrifici e si ritrova ricco, (in pakistan la paga è meno di 100 € al mese). Un italiano non puo fare il sacrificio (come lavoro) per tutta la vita e se lo pagassimo con lo stesso valore monetario dell'extracomunitario diventerebbero 10000 euro al mese, allora sì che ne troveremmo degli italiani!!!! Quindi per un italiano 1100 euro al mese non sono gli stessi dei 1100 euro dati ad un extracomunitario (tutto spesato); all'italiano dopo 5/6 anni cosa gli rimane? all'extracomunitario l'acquisto di un ristorante....Pensate prima di accusare i nostri giovani.....
  • eddi
    nel post precedente mi son lasciato prendere da questa mia lamentela perché spesso sento gli extratcomunitari badanti accusare i nostri giovani (italiani) di essere degli scansafatiche, e non è giusto.....certo che se lo stato o chiunque altro pagasse con lo stesso valore come io pago il badante di mio padre mi licenzierei subito rinunciano ai miei 1280€ di stipendio
    saluti e scusate
Commenta
I tuoi dettagli:
Commento:
:D:):(:0:shock::confused:8):lol::x:P:oops::cry:
:evil::twisted::roll::wink::!::?::idea::arrow:
Security
Inserisci il codice anti-spam che vedi nell'immagine.
Lascia un commento o fai una domanda.
 

In Evidenza

Tributario: risposte a quesiti, ricerche e pareristica, contenzioso.

 
Tributi locali: pratiche, calcoli e consulenza in materia di Ici, ed altre imposte locali.

 
Societario: costituzione di società (anche tramite un proprio notaio), consulenza legale (tramite proprio Avvocato) e fiscale.

 
Amministrativo: disbrigo di pratiche amministrative presso Ufficio delle Entrate, Camera di Commercio, Uffici Comunali, uffici vari.

 
Tutela dei marchi: Registrazione di marchi, consulenza legale (tramite proprio Avvocato) sulla protezione della proprietà intellettuale).

 
Consulenza del lavoro: Elaborazione buste paga, consulenza specifica su questioni del diritto del lavoro.

Contattaci


bottom
top

News

I più visti


bottom

Copyright 2013© Simona Antonacci.
Via della Vignaccia, 27 – 00163 Roma, Partita IVA 09406571001
Vaild XHTML and CSS.