LE COMMISSIONI PAYPAL IN AUTOFATTURA E INSERIMENTO ELENCHI BLACK LIST

Chi ha a che fare con il commercio elettronico e l’uso di Paypal come strumento utilizzato per le operazioni di incasso deve tener conto del fatto che la società lussemburghese  non emette fatture ma solo degli estratti riepilogativi senza alcuna indicazione iva.
Secondo la circolare 2/E del 28 gennaio 2011 in caso di ricevimento degli estratti riepilogativi il corretto comportamento è quella di emettere autofattura da registrare sia nel registro degli acquisti che delle vendite  specificando che la l’autofattura è esente iva ex articolo 10  comma 1 del DPR 633/1972.
Oltre alla registrazione dell’autofattura è necessario procedere alla comunicazione “Black list” se l’importo annuale  delle operazioni supera € 10.000,00.

Lascia un commento